A seguito del DPCM del 4 Marzo 2020, i teatri hanno dovuto fermare le proprie attività. Questo però non ha frenato l’entusiasmo e le progettualità culturali delle realtà teatrali della Valdichiana, le quali non hanno però potuto recuperare nel breve termine gli spettacoli previsti durante il periodo di lockdown.

I teatri in Valdichiana che offrono varie tipologie di abbonamenti o prevendita degli spettacoli hanno dovuto rimodulare le proprie offerte: ecco tutte le informazioni per ottenere i rimborsi per gli spettacoli annullati o per sostituire i biglietti già acquistati.

Chiusi – Teatro Pietro Mascagni 

La Fondazione Orizzonti d’Arte e il Comune della città di Chiusi, congiuntamente alla Fondazione Toscana Spettacolo onlus, comunicano agli abbonati e al pubblico del teatro Pietro Mascagni che non è al momento possibile stabilire i tempi per il recupero degli spettacoli sospesi. Per gli eventi sospesi, i biglietti venduti in prevendita potranno essere rimborsati tramite voucher e non in forma monetaria a chi ne faccia richiesta presentando un’istanza entro il 16/04/2020. Tale istanza dovrà prevenire per email, preferibilmente via pec all’indirizzo: fondazioneorizzonti@pec.it

Per i titoli di accesso acquistati nei punti vendita o sui circuiti call center, direttamente al titolare del sistema di biglietteria, per i titoli acquistati presso il botteghino inviare all’indirizzo pec fondazioneorizzonti@pec.it con scansione leggibile fronte retro del titolo di accesso da annullare. Conseguentemente i titoli di accesso tradizionali annullati dovranno essere conservati, secondo la normativa. Per tutti coloro che non posseggono di un indirizzo pec, potranno mandare una mail a a.fe@fondazioneorizzonti.it. Per coloro che saranno anche sprovvisti di scanner vi preghiamo di mettervi in contatto con gli uffici della fondazione reperibili ogni mattina dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 13:00 al 345 9345475.

Il voucher sarà rilasciato dall’organizzatore entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza e sarà di pari importo a quello indicato nel titolo di accesso al netto di ulteriori somme pagate dall’acquirente per i sevizi di intermediazione, ossia delle commissioni.

Nel caso in cui il titolo di accesso consista in abbonamento a data fissa, l’acquirente avrà diritto a richiedere il rimborso dei ratei non goduti. Il voucher avrà valore economico pari al lordo attribuibile ai suddetti ratei.
I voucher potranno essere utilizzati entro un anno dall’emissione, unicamente per eventi organizzati da Fondazione Toscana Spettacolo onlus e trasformati in regolari titoli di accesso dalle biglietterie. Il voucher potrà essere valido per più acquisti anche in momenti diversi ovvero potrà essere a parziale copertura di un evento a maggior prezzo d’ingresso. In ogni caso è spendibile solo verso l’organizzatore che lo ha emesso.

Teatro Comunale Ciro Pinsuti – Sinalunga 

Il teatro Ciro Pinsuti di Sinalunga, data la situazione di grande e straordinaria emergenza, ha sospeso le attività. Fonderia Cultart, gestore del teatro, in accordo con il Comune di Sinalunga, provvederà a convertire in Voucher, dietro richiesta, i biglietti emessi e le parti di abbonamento – ratei – non fruite per gli spettacoli cancellati non riprogrammati compresi nel periodo 28 febbraio/3 maggio. Nella fattispecie, gli spettacoli cancellati sono: 

28 Febbraio – Patrizia Laquidara (Stagione Musica) 
15 Marzo – Sandokan (Stagione Ragazzi) 
21 Marzo – Antonio Sorgentone (Stagione Musica) 
28 Marzo – Settanta Volte Sette (Stagione Prosa) 
4 Aprile – Gli Ultimi Saranno Gli Ultimi (Stagione Prosa) 

Il teatro provvederà ad emettere i voucher entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta. Questo potrà essere utilizzato entro un anno dalla data di emissione dello stesso per l’acquisto di biglietti e/o abbonamenti inerenti ad altri eventi futuri organizzati da Fonderia Cultart. La biglietteria rimarrà chiusa al pubblico fino a data da destinarsi. 

Contatti per fare richiesta di rimborso in voucher: Per abbonamenti/biglietti singoli acquistati presso la biglietteria del Teatro: inviare una e-mail a teatropinsuti@fonderiacultart.it o telefonare al cell. 3381015732 (lun. – ven. ore 15-18) indicando Nome, Cognome, abbonamento sottoscritto (Prosa/Ragazzi/Musica) o biglietto acquistato (numero dei biglietti, importo e titolo dello spettacolo) entro il 16 maggio 2020.

Per i biglietti acquistati presso tutti i punti vendita Ticketone (es. Coop) e online, compresi i biglietti acquistati con modalità “ritiro sul luogo dell’evento”: richiedere il voucher attraverso il link https://www.ticketone.it/campaign/covid-19/ 

Si ricorda infine ai gentili spettatori che è possibile rinunciare al rimborso del biglietto o della quota di abbonamento, dandone comunicazione, se possibile, senza alcun obbligo, all’indirizzo teatropinsuti@fonderiacultart.it In questo caso sarà per l’organizzazione un privilegio poter menzionare coloro che avranno sostenuto il Teatro Comunale Ciro Pinsuti, dando evidenza a tutti i nominativi attraverso la loro pubblicazione sulla pagina “chi siamo” del sito del Teatro, che vuole significare che il Teatro esiste, oltre che all’opera professionisti e degli artisti che ci lavoro, grazie alla presenza degli spettatori.

Teatro degli Oscuri – Torrita di Siena

Il teatro torritese, gestito dalla Compagnia Teatro Giovani Torrita, risponde all’emergenza riprogrammando le proprie attività. Nelle ultime settimane, gli operatori del teatro hanno lavorato per portare avanti le attività teatrali torritesi.

Rispettando le norme e gli accorgimenti richiesti dal Governo, la Compagnia comunica che lo spettacolo di Maurizio Micheli previsto per il 28 marzo (unica replica) è stato spostato al 26 settembre 2020. Anche la data dello spettacolo “Tabù” (doppia replica), previsto per il 18 aprile, è spostato al 17 Ottobre 2020. Ovviamente la programmazione futura andrà sempre verificata nel rispetto dei vari DPCM che seguiranno da qui a settembre 2020.

Per coloro che sono già in possesso del biglietto per questi due spettacoli di fine stagione 2019/2020, o che li avevano inclusi nel loro abbonamento, ci sarà dunque la possibilità di vedere gli spettacoli in queste date oppure l’opzione di essere rimborsati come previsto anche dal Decreto (D.L. 18 del 17/03/2020 – art. 88). Per chi deciderà di usufruire del rimborso, la Compagnia sta lavorando al fine di riattivare tutti i meccanismi tecnici e amministrativi per potervi provvedere concretamente, nei modi e nelle procedure previste dal regolamento di biglietteria e dallo stesso decreto.

Montepulciano – Teatro Poliziano – Cantiere Internazionale d’Arte

Il Teatro Poliziano comunica che lo spettacolo di Flavio Insinna “La macchina della felicità”, già riprogrammato per il 4 aprile, è sospeso. Era stato precedentemente sospeso anche lo spettacolo “Misercordia” di Emma Dante. Per gli abbonati e per coloro che avevano acquistato i biglietti dei singoli spettacoli il Teatro Poliziano mette a disposizione le seguenti soluzioni.

1.) Sostituzione del biglietto o della quota di abbonamento con voucher di pari valore da utilizzare per tutti i prossimi spettacoli organizzati dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, entro un anno, come previsto dall’art. 88, comma 3, DPC 18/2020. In tal caso è necessario presentare la richiesta via email scrivendo a prevendita@fondazionecantiere.it o telefonicamente al numero di telefono T. +39 3477593716 indicando NOME, COGNOME, CODICE UNIVOCO DEL BIGLIETTO, NUMERO DI TELEFONO. (Per i dettagli operativi siamo in attesa delle indicazioni da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.)

2.) Donazione al Teatro Poliziano della quota di abbonamento spettante o del valore del biglietto acquistato, a sostegno delle attività culturali e artistiche che saranno presentate alla riapertura.

3.) Rimborso integrale del biglietto o della quota di abbonamento da richiedere alla Teatro Poliziano, via email scrivendo a prevendita@fondazionecantiere.it o telefonicamente al numero T. +39 3477593716 indicando NOME, COGNOME, CODICE UNIVOCO DEL BIGLIETTO, NUMERO DI TELEFONO, CODICE IBAN PER ACCREDITO TRAMITE BONIFICO BANCARIO.

Nel frattempo il Cantiere Internazionale d’Arte sta portando avanti progetti e contenuti, all’interno dei suoi canali di diffusione. Sta riscontrando un buon successo il ciclo di incontri virtuali s’intitola “Caffè sospeso – a chiacchiere con l’artista. È un’iniziativa che vuole immaginare nuove forme di espressione adeguate a questo periodo dove il tempo sembra appunto sospeso. Ecco il senso di un caffè sospeso con l’artista, un titolo che evoca anche una pratica solidale dalla quale dovremmo prendere esempio, tanto più nei momenti critici. Autorevoli e celebri personalità della cultura e delle arti cercheranno anche di decifrare la momentanea crisi e le nuove prospettive dello spettacolo dal vivo attraverso il punto di vista di artisti e personalità particolarmente accreditate.  

Teatro degli Arrischianti – Sarteano

Per quanto riguarda il teatro degli Arrischianti, non essendo previste forme di abbonamento all’intera stagione, non ci sono problematiche legate alla prevendita dei biglietti e ai loro rimborsi.

Gli spettacoli annullati a causa dell’emergenza Coronavirus sono stati:
Sono innamorato ma sto cercando di smettere (14/03/20 ore 21:15 e 15/03/20 ore 17:30) – scritto e diretto da Carlo Pasquini – Compagnia FUC
Invisibili (04/04/20 ore 21:15 e 05/04/20 ore 17:30) – scritto e diretto da Laura Fatini – Nuova Accademia degli Arrischianti

La compagnia è comunque molto attiva sui social, cercando nuove forme di coinvolgimento e di resistenza teatrale. All’interno della pagina facebook della compagnia potete trovare una serie di pillole video chiamate “Il Teatro al tempo della Peste” con contributi realizzati dagli attori della compagnia. All’interno del canale YouTube, invece, vengono pubblicati in esclusiva alcuni spettacoli integrali della compagnia.

Teatro Caos – Chianciano Terme

Anche il Teatro Caos è stato costretto a sospendere le sue attività. Questo ha comportato l’annullamento degli ultimi spettacoli e concerti in abbonamento: “Settanta volte sette” del 7 marzo e “Moby Dick” del 15 marzo, per quanto riguarda la prosa e “Donne in jazz e cravatta” dell’8 marzo, per quanto riguarda la musica.

La compagnia LST che gestisce il teatro si è subito attivata per predisporre i rimborsi relativi alle quote di abbonamento per chi ha deciso di dar loro fiducia all’inizio della stagione teatrale-musicale. Nello specifico si tratta della restituzione di € 23,00 per i sottoscrittori di entrambi gli abbonamenti; di € 21,50 per la sola prosa; di € 10,00 per la sola musica. È tempo che questo debito venga assolto, e per farlo sono state organizzate più
opzioni, in modo che ciascuno possa scegliere secondo la propria necessità o inclinazione.

A) Donazione al teatro Caos della quota di abbonamento non usufruita a sostegno delle attività culturali e artistiche che saranno progettate e presentate alla riapertura.

B) Sostituzione della quota di abbonamento non usufruita con un voucher di pari valore da utilizzare entro un anno per tutti i prossimi spettacoli o concerti fuori abbonamento organizzati da LST-Teatro presso il teatro Caos.

C) Sostituzione della quota di abbonamento non usufruita con un voucher di pari valore da utilizzare a sconto dell’abbonamento della stagione teatrale e/o musicale prossima.

D) Rimborso integrale della quota di abbonamento non usufruita.

Per poter indicare la propria scelta sarà sufficiente entro 30 giorni scrivere una mail a lst_teatro@yahoo.it specificando nome, cognome, il posto riservato in abbonamento e il numero di telefono e l’ opzione di scelta. Oppure telefonando al numero 0578 321101. Nel caso le opzioni prescelte siano la B o la C sarà premura del Teatro Caos informare in tempi brevi sulla modalità di consegna del voucher.

Nel caso l’opzione prescelta sia la D (rimborso della quota) sarà comunicato giorno e orario in cui il botteghino del teatro sarà aperto, restando inteso che ciò non potrà avvenire prima della riapertura del teatro stesso, in rispetto del D.P.C.M. vigente e comunque in concomitanza con la campagna abbonamenti della prossima stagione teatrale-musicale.

Qualora entro 30 giorni dalla data odierna NON sarà stata effettuata nessuna comunicazione si intenderà come scelta l’opzione A, (donazione al teatro Caos). In questo caso sarà per la Compagnia LST-Teatro un privilegio poter menzionare coloro che avranno sostenuto il Teatro, dando evidenza a tutti i nominativi attraverso la pubblicazione di una “pagina d’onore” sul sito della compagnia stessa.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Tommaso Ghezzi
Tommaso Ghezzi

Nato a Sinalunga nel 1989. Dopo la maturità classica si è laureato in filologia e critica delle letterature all’Università di Siena. Docente di italiano e storia, è stato speaker radiofonico presso l'emittente Radio Incontri InBlu. Da sempre suona e scrive canzoni, organizza eventi di matrice culturale (soprattutto musicale), ha collaborato come attore in varie realtà teatrali tra Montepulciano, Sarteano e Chiusi. Alcuni suoi testi letterari sono stati pubblicati in antologie di poesia e prosa creativa.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close