Con quello di venerdì 23 luglio, l’Istituto per la Valorizzazione delle Abbazie Storiche della Toscana ha aggiunto un altro appuntamento al suo calendario estivo. Presso la Chiesa di Santa Maria dei Servi, a Montepulciano, ha avuto luogo la presentazione di una plaquette dedicata proprio all’edificio sacro che ha ospitato l’iniziativa.

Si tratta della pubblicazione numero 27 della collana Ad Loca Mariana, edita dall’associazione di tutela e promozione delle abbazie storiche toscane. La placchetta è stata curata dalla Dott.ssa Sofia Bazzoni. L’evento si è svolto nel pieno rispetto delle normative vigenti per la prevenzione del contagio da Covid-19.

Alle ore 17:30 la trecentesca chiesa poliziana, protagonista assoluta della giornata, ha accolto una Santa Messa. La celebrazione, presieduta dal vescovo Stefano, ha coinciso con il 60° anniversario dell’ordinazione presbiterale di don Giovanni Raffaelli.

Al termine della funzione, è arrivato il momento di entrare nel vivo dell’incontro. Hanno preceduto l’esposizione i saluti di: don Domenico Zafarana, parroco di Montepulciano; Paolo Tiezzi Maestri, presidente dell’Istituto per la Valorizzazione delle Abbazie Storiche della Toscana; Franca Salerno, presidente della Pro loco cittadina. Della presentazione si è occupato Giovanni Mignoni (Archivio Storico Diocesano).

Preziosa per il successo della serata è stata la collaborazione dell’Istituto per la Valorizzazione delle Abbazie Storiche della Toscana con la Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza, Comune di Montepulciano e Pro loco di Montepulciano, Parrocchie di Montepulciano e Serra Club Montepulciano.

“Un altro tassello si aggiunge al grande mosaico del progetto culturale che in questi anni stiamo portando avanti come comunità parrocchiale che vive a Montepulciano” – ha commentato don Domenico Zafarana, da quasi un decennio parroco della comunità poliziana. “La stessa partecipazione di così numerose persone rende omaggio al viceparroco don Giovanni Raffaelli e al suo ministero prezioso per la comunità, frutto di sei decenni di dedizione alla gente del nostro territorio. Nel contempo, la collaborazione instaurata con Sofia Bazzoni e con l’Istituto per le Abbazie ci spinge a proseguire la ricerca per ampliare l’offerta culturale – e dunque pastorale – che si colloca in un contesto di nuova evangelizzazione attraverso il ricco patrimonio che questa città possiede.”

“Un patrimonio che, a pieno titolo, fa parte di quella Via Pulchritudinis che il Concilio Vaticano II ci ha prospettato come nuovo mezzo per arrivare ai nostri contemporanei, prendendo spunto da quanto i nostri padri ci hanno consegnato. Nel contesto di incertezza generale, l’arte e la bellezza non possono essere ignorate ma devono proiettarci verso l’alto. Siamo grati per il dono di questa placchetta che arricchisce tutta la comunità e, in particolare, la storia di una delle sue più antiche chiese, a ridosso dell’Acropoli poliziana.”

L’Istituto per la Valorizzazione delle Abbazie Storiche della Toscana è un’associazione costituita nel 2016 da sette Comuni e Diocesi della Toscana che oggi conta più di 40 Comuni, Diocesi e Ordini religiosi aderenti, oltre a un centinaio di studiosi e cultori della materia. Ha come finalità lo studio e la promozione della storia della Toscana e del suo patrimonio artistico e religioso, soprattutto attraverso la storia degli Ordini religiosi. Edita diverse collane, una delle quali con la casa editrice Olschki di Firenze e la serie dei “Quaderni”. Possono aderire all’Istituto sia singoli cittadini che associazioni culturali, oltre che Comuni e Diocesi.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

1 thought on “Abbazie Toscane: presentata una plaquette alla Chiesa di Santa Maria dei Servi

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close