La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: Bravìo delle Botti

Filetto di Maiale con salse aromatiche

Quest’oggi vi proponiamo una ricetta che ci arriva direttamente dalla contrada di Cagnano di Montepulciano. Un secondo piatto adatto a tutte le stagioni e apprezzato da tutti i palati il…

Quest’oggi vi proponiamo una ricetta che ci arriva direttamente dalla contrada di Cagnano di Montepulciano. Un secondo piatto adatto a tutte le stagioni e apprezzato da tutti i palati il “Filetto di maiale al miele e salse aromatiche con aglione al cartoccio ed insalatina di Cagnano”. Il filetto di maiale è una delle carni più magre disponibili e, secondo la tabella di confronto dei produttori di carne di maiale nazionale, è quella con il più basso contenuto di grassi saturi, come i petti di pollo. Il filetto è parte del lombo e poiché vi è molto poco grasso può essere preparato in tantissimi modi. Ma andiamo a vedere come lo preparano le donne di Cagnano.

Ingredienti per 6 persone

1 kg di filetto
rosmarino
salvia
finocchio selvatico
aglio
pepe
sale
miele
6 spicchi di aglione
olio e sale

Insalata
radicchio verde da taglio
insalata di campo: cicoria,
radicchiella, tarassaco, graspignoli,
favoncello, silene, borraggine
olio extravergine d’oliva
sale q.b.

Preparazione
“Pillottare” il filetto con le erbe aromatiche, l’aglio, il sale e il pepe e lasciare riposare per 3-4 ore. Spennellare il filetto
con abbondante miele. Mettere in forno a 180° circa per 30 min. Nel frattempo avvolgere nella carta stagnola gli spicchi di aglione dopo averli spennellati d’olio e salati ed infornare. Tagliare finemente il radicchio, aggiungere sale od
olio. Sfornare il filetto e l’aglio. Tagliare a fette il filetto ed impiattare con l’insalata di radicchio, i fiori di borraggine ed uno spicchio d’aglione nel suo cartoccio aperto.

Anche questa ricetta fa parte della raccolta curata dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano

Nessun commento su Filetto di Maiale con salse aromatiche

De Chirico ispira il Bravìo 2013

Per l’edizione 2013 del Bravìo delle Botti di Montepulciano, al vincitore andrà un’opera pittorica di ispirazione metafisica nello stile di de Chirico. La scelta del tema del Bravìo fa infatti…

Per l’edizione 2013 del Bravìo delle Botti di Montepulciano, al vincitore andrà un’opera pittorica di ispirazione metafisica nello stile di de Chirico. La scelta del tema del Bravìo fa infatti riferimento all’importante evento culturale che sta caratterizzando l’estate nell’intero territorio, ovvero la mostra “Giorgio de Chirico – Il Ritratto. Figura e Forma” inaugurata lo scorso 8 giugno alla Fortezza.

La proposta è stata fatta dal Magistrato delle Contrade e lo ha deliberato la Giunta Comunale. I due organi, anche quest’anno, hanno dunque colto un tema di particolare attualità e trasferendolo nella spettacolare sfida tra le contrade di Montepulciano.

Come spiega l’avvio pubblico, il panno dovrà essere dipinto proprio nello stile di de Chirico e quindi sarà uno stimolo formidabile per i candidati. Il Bravìo, nel corso degli anni, è diventato il simbolo di fatti legati all’anno della manifestazione, rappresentando un momento di sintesi.

Così è stato nel 2010, quanto il panno del senese Daniele Sasson si ispirò allo stile dei macchiaioli e quindi alla mostra “Macchiaioli a Montepulciano”. Mentre nel 2012, dopo l’attribuzione a Caravaggio del “Ritratto di gentiluomo” custodito nel Museo Civico, il panno fu realizzato da Carlo Franzoso, capostipite del cosiddetto “espressionismo matematico”.
Nel 2011 l’artista poliziano Gino Filippeschi ha firmato il panno dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia; risalendo nel tempo si trovano i Bravìi dedicati agli anniversari della sezione di Montepulciano dell’AVIS, della Compagnia del Bruscello, del periodico “L’Araldo Poliziano”, dell’edificazione del Santuario di Sant’Agnese  fino a quello del passaggio di Garibaldi a Montepulciano.

Per la realizzazione del panno 2013 è indetto un corso pubblico al quale chiunque può partecipare; i bozzetti dovranno pervenire entro il 22 luglio, la commissione giudicante deciderà entro la fine del mese e l’opera dovrà essere consegnata entro il 16 agosto. Nel bando sono specificate le modalità di partecipazione al concorso e le specifiche tecniche relative al tema, ai bozzetti ed all’opera definitiva. L’autore riceverà un compenso di 1.000,00 €. Per informazioni è possibile rivolgersi allo Sportello per il Cittadino (SPIC), tel. 0578 7121; il bando è pubblicato integralmente all’albo pretorio e sul sito web istituzionale www.comune.montepulciano.si.it

Nessun commento su De Chirico ispira il Bravìo 2013

Type on the field below and hit Enter/Return to search