Sono stati intensificati dalla Polizia di Stato in tutta la provincia i servizi di controllo del territorio.

Nei giorni appena trascorsi, come pianificato e voluto dal Questore Maurizio Piccolotti, Siena, Poggibonsi, Colle Val D’Elsa, Chiusi e Chianciano Terme, sono state battute a tappeto per prevenire i comportamenti illegali e i reati in genere, con particolare attenzione a quelli contro il patrimonio, come i furti in abitazione, i borseggi o i furti con raggiro delle persone e con destrezza.

A Poggibonsi e Colle Val D’Elsa, sono state impiegate le pattuglie dell’Ufficio Controllo del territorio del Commissariato di Pubblica Sicurezza, insieme a tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Toscana giunto appositamente da Firenze coordinate da un Ispettore. 35 le persone identificate, 6 delle quali straniere, e 21 i veicoli sottoposti a verifica.
All’esito dei controlli sono state contestate 3 violazioni al codice della strada e segnalati due giovani per consumo di stupefacenti. I due ragazzi, entrambi italiani di 22 anni, sono stati sorpresi con una piccola quantità di stupefacente, contenuta in un pacchetto di sigarette, vuoto, in loro possesso. Entrambi sono stati, quindi, segnalati al Prefetto di Siena mentre la droga, presumibilmente marijuana, è stata sequestrata per la successiva analisi.

Anche a Siena,nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, in seguito ad alcune chiamate giunte al 113, sono stati rintracciati quattro giovani che si aggiravano all’interno dei giardini di Piazza Amendola, vicino alle piscine, con fare sospetto e che alla vista della Polizia hanno cercato di allontanarsi. Gli agenti delle Volanti della Questura, intervenuti prontamente, sono riusciti a fermarli e li hanno identificati. Si tratta di quattro minorenni tra i quindici e i diciassette anni. Durante il controllo, in possesso di uno di loro, un sedicenne, è stato trovato un involucro contenente circa 8 grammi di marijuana che è stato sequestrato. I giovani sono stati accompagnati in Questura dove i poliziotti li hanno rimproverati per il comportamento biasimevole tenuto, spiegando loro al contempo le conseguenze delle azioni commesse e contattando i genitori ai quali sono stati riaffidati con l’esortazione a seguirli con maggiore attenzione.

Un altro servizio straordinario di controllo del territorio è stato effettuato dagli agenti del Commissariato di Chiusi – Chianciano Terme. Cinque pattuglie della Squadra Volante, di quella Investigativa e della Squadra Amministrativa, coordinate dal loro dirigente, hanno perlustrato le zone del Casello Autostradale di Chiusi, la strada provinciale 146, al confine con la provincia di Perugia, la provinciale 326 di Montallese e il centro della cittadina termale di Chianciano.
76 le persone controllate e 57 i veicoli fermati e sottoposti a verifica, oltre a due esercizi pubblici ispezionati per controllare anche la regolarità delle licenze relative anche all’uso di Slot machine. All’esito del pattuglione sono state elevate 5 contravvenzioni per violazioni al codice della strada e ritirate due patenti di guida scadute. Uno straniero con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, che non ha saputo giustificare la propria presenza e non aveva legami con il territorio è stato inoltre segnalato alla Polizia Anticrimine della Questura di Siena per l’applicazione del divieto di ritorno, per 3 anni, nei comuni di Cetona e Chiusi.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close