La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Sarteano, tornano le “Ricicliadi”

Sarà un weekend all’insegna delle Olimpiadi, quelle del riciclaggio, le “Ricicliadi”, in programma dall’1 al 3 novembre a Sarteano. Un’iniziativa all’insegna del riuso, pensata per far divertire, educando i bambini…

Sarà un weekend all’insegna delle Olimpiadi, quelle del riciclaggio, le “Ricicliadi”, in programma dall’1 al 3 novembre a Sarteano.

Un’iniziativa all’insegna del riuso, pensata per far divertire, educando i bambini del borgo toscano. Il programma delle tre giornate prevede un susseguirsi di forme d’arte, giochi popolari, mercatini del baratto e addobbi creativi che arricchiranno di fantasia e di colore piazza XXVI Giugno. Ci sarà anche il grande albero-labirinto della differenziata: simbolo del rinascere e del ricreare accoglierà i bambini in un percorso divertente sino ai rami più alti dove troveranno giochi e fantasie da condividere con mamme.

Sono tante le associazioni che hanno dato vita all’originale iniziativa, a partire da Nonsolomamme, cha ha ideato la fortunata prima edizione dello scorso anno, sostenuta da subito dal Comune, dalla Pro Loco e da altre associazioni come L’ombrico, Sarteano Viva e il Comitato dei Genitori. Queste associazioni, vicine alle tematiche “green”, promuoveranno le loro iniziative. Nel fine settimana i vecchi fondi del borgo si arricchiranno di immagini e sculture contemporanee di artisti “a chilometro zero”, arredamenti e allestimenti in cartone e legno, sfilate di moda con pezze colorate, oggetti e accessori fashion rivisitati dai commercianti e artigiani sarteanesi, e ancora mercatini del baratto e del libero scambio.

«L’evento – commenta il sindaco Francesco Landi – conferma la forte vocazione ambientale della nostra amministrazione, condivisa da tutti i cittadini. Contiene valori importanti: risparmio, ecologia, riciclo delle materie prime, solidarietà. Consente perfino un’azione di sostegno per le fasce più deboli con i mercatini, ma è anche un’ottima occasione d’incontro tra le persone. È la festa di tutti coloro che desiderano vivere in un mondo migliore, pulito, bello e senza rifiuti».

Ci sarà anche il mercato del libero scambio “Svuota Cantine” venerdì mattina, insieme all’Albero del Riciclo in funzione per tre giorni. Sabato mattina in via Roma, si comincerà con “Qui baratto io!”, scambio di giocattoli tra bambini di ogni età, che durerà per l’intera giornata. Ci sarà anche un “atelier” del riciclo, a cura di commercianti e artigiani, che mostreranno il loro lavoro legato al riutilizzo o all’usato. Dalle 16.00 partirà una sfilata dal mondo delle pezze colorate, grazie a Laura Lorenzini (La bottega delle pimpe) e Raffaella Zurlo (Ri-creare). Al teatro Arrischianti alle 21.00 ci sarà la sfilata di moda “Riciclo shopping in rosa” tra nuovo, usato e riutilizzato. Domenica dalle 10.00, partenza da via Roma per una visita al castello con il “principe”, ideato da “Nosolomamme”. Momento “istituzionale” alle 11.00 a teatro dove si riunirà la “giunta riciclosa”, che ovviamente premierà “L’oggetto più ricicloso“, con musica e aperitivo a chiudere. Chiunque potrà partecipare, esponendo il proprio oggetto realizzato con materiale di recupero o riciclo.

Nessun commento su Sarteano, tornano le “Ricicliadi”

E’ tornato il tempo dell’ora solare

Dopo 120 giorni di ora legale, è da poco tornata solare, le lancette si sono spostate in dietro di un’ora e l’ora legale tornerà il prossimo 30 marzo 2014. Con…

Dopo 120 giorni di ora legale, è da poco tornata solare, le lancette si sono spostate in dietro di un’ora e l’ora legale tornerà il prossimo 30 marzo 2014. Con l’ora solare si può dormire di più e la salute ne trae giovamento, ma il nostro portafoglio no, infatti, con l’ora solare si risparmia di meno. Secondo quanto rilevato da Terna, durante il periodo di ora legale, iniziato il 31 marzo 2013, grazie proprio a quell’ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l’uso della luce artificiale, l’Italia ha risparmiato complessivamente 568,2 milioni di kilowattora (613 milioni di kWh il minor consumo del 2012), un valore pari al consumo medio annuo di elettricità di 210.000 famiglie.

Nei mesi di aprile e ottobre si è registrato, come di consueto, il maggior risparmio di energia elettrica. Ciò è dovuto al fatto che questi due mesi hanno giornate più “corte” in termini di luce naturale, rispetto ai mesi dell’intero periodo. Spostando in avanti le lancette di un’ora, quindi, si ritarda l’utilizzo della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento. Nei mesi estivi come luglio e agosto, invece, poiché le giornate sono già più lunghe rispetto ad aprile, l’effetto “ritardo” nell’accensione delle lampadine si colloca nelle ore serali, quando le attività lavorative sono per lo più terminate, e fa registrare risultati meno evidenti in termini di risparmio di elettricità.

In termini di costi, l’Italia ha risparmiato con l’ora legale 93,7 milioni di euro, considerando che per il cliente finale 1 kilowattora è costato, nel periodo in esame, in media circa 16,4 9 centesimi di euro al netto delle imposte. Nel dettaglio, a marzo si è avuto un risparmio di 7 milioni di kWh, ad aprile di 149 milioni di kWh, a maggio di 81 milioni di kWh, a giugno di 31 milioni di kWh, a luglio di 30 milioni di kWh, ad agosto di 32 m ili oni di kWh, a settembre di 81 milioni di kWh e ad o ttobre di 158 milioni di kWh. Nel 2012 il risparmio era stato pari a 102 milioni di euro poiché il costo medio di 1 kilowattora era di 16, 65 centesimi di euro. Dal 2004 al 2013 il risparmio complessivo del Paese è stato di circa 6 miliardi e 170 milioni di kilowattora, pari ad un valore di circa 900 milioni di euro.

Nessun commento su E’ tornato il tempo dell’ora solare

Episodio #12 – Al di qua del fosso

< episodio 11  episodio13> Al di qua del fosso – Episodio n.12 Sophie è una ragazza ticinese che si trasferisce a Montepulciano con suo padre per motivi che non ci interessano. Mentre la…

12_fosso

< episodio 11  episodio13>

Al di qua del fosso – Episodio n.12

Sophie è una ragazza ticinese che si trasferisce a Montepulciano con suo padre per motivi che non ci interessano.
Mentre la ragazza cerca di instaurare nuove amicizie, si accorge che nel paesello si verifica un numero esoso di eventi improbabili, e che c’è qualcuno che trama nell’oscurità.

Dopo aver faticosamente trovato l’Aula 51, raggiungibile solo tramite il wormhole nello sgabuzzino della palestra, Sophie comincia finalmente a socializzare con i giovani poliziani, ma le sue dichiarazioni filo-vegane non vengono ben accolte. All’improvviso, dal cielo piove un UFO…

Disclaimer: ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale

ARCHIVIO EPISODI
Nessun commento su Episodio #12 – Al di qua del fosso

Montepulciano alla scoperta della Cina

Parte l’annunciata missione di Montepulciano con destinazione Cina. Comune, Consorzio del Vino Nobile (insieme ad un cospicuo numero di aziende produttrici) e Strada del Vino Nobile hanno messo a punto un intenso programma…

Parte l’annunciata missione di Montepulciano con destinazione Cina. Comune, Consorzio del Vino Nobile (insieme ad un cospicuo numero di aziende produttrici) e Strada del Vino Nobile hanno messo a punto un intenso programma che, in una settimana, toccherà Pechino, Shangai e Canton, sedi di incontri con operatori del mondo del vino e del turismo, giornalisti ed Istituzioni del grande paese asiatico. Il Consorzio del Nobile proseguirà poi per Hong Kong, dove è in programma la fiera internazionale “Wine & Spirits”.

La delegazione, di cui fanno parte anche imprenditori turistici ed esponenti del mondo della cultura, rappresenterà l’intera Valdichiana come testimonia la realizzazione di una pubblicazione che illustra le caratteristiche di questo territorio. La brochure “Valdichiana nel cuore” (questo il titolo dell’inedito volumetto, che sfrutta il format già positivamente testato con “Montepulciano nel cuore”) è infatti il risultato di un’iniziativa dell’Unione dei Comuni ed è stata realizzata in collaborazione con il Consorzio del Nobile. La novità è rappresentata dall’edizione in lingua cinese che va a colmare una delle lacune maggiormente evidenziate dai professionisti del settore turistico.

Prima tappa del viaggio Pechino, con due appuntamenti programmati per il 1 novembre, entrambi al Reignwood Wine Museum. Nel primo i tre partner istituzionali si presenteranno ai media della capitale cinese, nel secondo importatori e giornalisti saranno ospiti di una degustazione. A Pechino è previsto anche l’incontro del Sindaco Andrea Rossi e dei Presidenti Andrea Natalini (Consorzio) e Doriano Bui (Strada) con i rappresentanti dell’Istituto Italiano di Cultura.

Successivamente la delegazione si trasferirà a Shangai, capitale economica della Cina, dove sono ugualmente programmati due incontri, uno di taglio più economico, con gli operatori turistici, ed una degustazione aperta anche al pubblico.

Infine, a Canton, i poliziani renderanno la visita al Maestro Xu Hong Fei le cui sculture sono esposte dal 7 settembre, con grande successo di pubblico, in Piazza Grande e alla Fortezza. L’artista metterà a disposizione di Montepulciano un intero piano del suo atelier presso il quale radunerà giornalisti, operatori del settore vino e turismo ed esponenti del Governo locale. Per il giorno seguente è previsto l’incontro con un gruppo imprenditoriale, titolare di un centro styling a Canton interessato a proporre per le degustazioni prodotti italiani di alta qualità.

Il viaggio si inserisce nel programma “Montepulciano nel mondo” varato dall’Amministrazione Comunale con l’obiettivo di consolidare la conoscenza di cui Montepulciano, grazie al suo patrimonio paesaggistico e culturale ed ai vini di alta qualità, gode in molti paesi del mondo, e di promuovere l’offerta turistica del territorio.

Per il Consorzio del Vino Nobile la Cina rappresenta invece una meta già ampiamente collaudata. Oggi le esportazioni del pregiatissimo rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita rappresentano circa il 3% del movimento complessivo verso l’estero ma, come sottolineano dall’associazione dei produttori  “il trend del vino sulla via dell’Oriente è in costante incremento ed è significativo che, dopo i “grandi”, anche aziende di dimensioni più contenute si stiano affacciando ed inizino ad affrontare il mercato cinese. E’ proprio la nascita di piccole reti distributive che alimenta le aspettative dei produttori di Montepulciano, la maggior parte dei quali si attesta su dimensioni medio-piccole offrendo però vini di spiccata personalità ed altissima qualità”.

A partire dall’inaugurazione dell’enoteca Yishang a Shanghai, avvenuta nel luglio 2008, il Consorzio del Vino Nobile ha ogni anno organizzato degustazioni o piccoli seminari di presentazione dei vini e della realtà di Montepulciano. Le azioni si sono concentrate su Shanghai e Hong Kong mentre ora ci affacceremo anche sulle piazze di Pechino e Canton in modo da allargare il nostro raggio d’azione ed esplorare due mercati nuovi per i produttori associati”

Nessun commento su Montepulciano alla scoperta della Cina

Green Economy: da Chiusi alla Stazione Leopolda

“Un nome al futuro? Green economy”, Scaramelli alla Stazione Leopolda Centinaia di senesi alla Stazione Leopolda per la convention del PD con Matteo Renzi. “Per impegnarsi in politica serve una…

“Un nome al futuro? Green economy”, Scaramelli alla Stazione Leopolda

Centinaia di senesi alla Stazione Leopolda per la convention del PD con Matteo Renzi.

“Per impegnarsi in politica serve una coscienza molto alta per fare le cose: serve farle per gli altri e non per noi stessi. Il Partito Democratico deve portare una nuova parola nel vocabolario della sinistra italiana: carità. Per me la politica è la più alta forma di carità e la carità significa lavorare per gli altri e non per sé stessi, significa merito, solidarietà e uguaglianza indispensabili alla nuova sinistra italiana”.

Ecco come Stefano Scaramelli, sindaco di Chiusi e coordinatore provinciale Renzi segretario PD, ha spiegato la sua idea di un partito che cambia verso, alla Stazione Leopolda, nella tre giorni di convention che ha visto arrivare a Firenze, dal senese, centinaia di persone. Scaramelli, unico sindaco d’Italia a cui è stato chiesto di intervenire nella giornata conclusiva, ha fatto uno dei discorsi più applauditi e ha portato l’esperienza del suo comune, Chiusi, come esempio virtuoso di cambiamento:

“Sogno un’Italia e un partito che cambi verso e sia capace di dare un indirizzo anche nella green economy. Porto l’esperienza del mio Comune, Chiusi, abbiamo fatto un bando pubblico e trovato dei privati che avrebbero potuto portare subito 2 milioni di euro in cambio della produzione di energia rinnovabile. Ma non abbiamo accettato. Abbiamo chiesto 100 mila euro all’anno per 20 anni, perché le cose, le decisioni, le scelte, non devono essere prese solo per noi, ma per le prossime generazioni: è così che ogni anno, a Chiusi, nei prossimi anni, arriveranno risorse da investire nella scuola, nella formazione, nella cultura, nel futuro. Grazie a quest’azione, già da quest’anno arriveranno a Chiusi un nuovo scuolabus, la fibra ottica nelle scuole, i tablet e una pista di atletica per i bambini. Abbiamo voluto dimostrare che le cose non si fanno per farsi belli in politica ma per cambiare verso”.

Incontri e discorsi sul palco dei cittadini, degli amministratori e di Matteo Renzi che ha invitato tutti a dare “un nome al futuro”, questo, infatti, il titolo della Leopolda 2013, e la parola di Scaramelli è stata “green economy”. E la parola di Matteo Renzi è stata:

“Stupore: la sinistra che non cambia si chiama destra – ha detto Renzi – c’è qualcosa di veramente stupefacente in questa iniziativa, c’è la necessità fisica di trovare un luogo e uno spazio in cui la politica ci accumuna e ci dà entusiasmo, la Leopolda è la più grande occasione che abbiamo di rendere ragione del tempo che mettiamo nella politica. Dalla Leopolda è iniziato qualcosa di nuovo, il ricambio generazionale è un dato di fatto”.

Di seguito l’intervento integrale del sindaco Scaramelli alla Stazione Leopolda:

[button style=”3″ caption=”#Leopolda13″ link=”http://www.radioradicale.it/swf/fp/flowplayer-3.2.7.swf?30207f&config=http%3A%2F%2Fwww.radioradicale.it%2Fscheda%2Fembedcfg%2F394718%2F2811648″][/button]

Nessun commento su Green Economy: da Chiusi alla Stazione Leopolda

Assassin’s Creed 4: Black Flag

Questa settimana torniamo a parlare di video-game e lo facciamo con uno dei titoli più attesi della saga più seguita degli ultimi anni: Assassin’s Creed 4: Black Flag. Siamo arrivati dunque…

Questa settimana torniamo a parlare di video-game e lo facciamo con uno dei titoli più attesi della saga più seguita degli ultimi anni: Assassin’s Creed 4: Black Flag. Siamo arrivati dunque al sesto capitolo della fortunata serie dedicata al mondo degli Assassini ed alla loro lotta contro i Templari, che nel corso degli anni ci ha fatto conoscere protagonisti carismatici e connessi tra di loro da un unico filo logico.

Ci troviamo quindi in questa nuova avventura a prendere le parti di Edward Kenway, padre di Haytham Kenway e nonno di Connor Davenport Kenway, protagonisti del precedente episodio, durante l’età d’oro della pirateria.

Anno 1715: i pirati dominano i Caraibi e qui hanno fondato una repubblica senza leggi dove regnano la corruzione, l’avidità e la crudeltà. Tra questi fuorilegge c’è anche un giovane e impavido capitano di nome Edward Kenway. Lottando per la gloria si è guadagnato il rispetto di leggende viventi del calibro di Barbanera, ma si è anche trovato coinvolto nella secolare lotta fra Assassini e Templari, una guerra che minaccia di distruggere tutto ciò che i pirati hanno costruito.

Saranno così presenti in questo capitolo, come già successo nei precedenti, personaggi realmente esistiti legati al contesto storico in cui si sviluppa l storia, e quindi troveremo pirati del calibro di BarbaneraCalico Jack Benjamin Hornigold. Sarà presente anche il noto corsaro e cacciatore di pirati Woodes Rogers, il quale ricoprì anche il ruolo di Governatore delle Bahamas. Come in ogni titolo della saga potremo inoltre controllare un personaggio esterno alle vicende storiche, facente parte di un presente alternativo. In questo episodio controlleremo un dipendente Abstergo, che non dovrà affrontare missioni d’azione, ma avrà il solo compito di  hackerare e interagire con le altre persone nella struttura con un unica visuale. Infatti nel presente potremo giocare solo in prima persona.

Fin qui per chi conoscesse la saga, sembra di non aggiungere nulla di nuovo a ciò che è stato visto finora negli anni di vita di Assassin’s Creed, ma Ubisoft ha cercato di rendere questo nuovo Black Flag un gioco più completo e ritmato rispetto ai precedenti episodi. Infatti sin dall’inizio, l’avventura non conosce tempi morti e non lascia letteralmente respirare, catapultando il giocatore nell’azione sin dai primissimi istanti di gioco, in cui potremo conoscere meglio Edward Kenway, il nuovo protagonista, inizialmente ignaro della secolare rivalità tra Templari ed Assassini. Questa lotta, in Assassin’s Creed 4, ci porterà alla ricerca dell’Osservatorio, un luogo dal quale controllare l’umanità, e rimodellerà in parte il carattere di Edward, avvicinandolo agli ideali dell’eroe moderno in maniera graduale e convincente, senza mai scadere nella banalità o nei facili moralismi, facendogli così abbandonare i primi tratti spavaldi di un indole che ricorda, per gli affezionati della serie, il personaggio di Ezio Auditore. Osserveremo inoltre l’evolversi dell’intreccio stesso, forte di una sceneggiatura equilibrata e sempre capace di stuzzicare le corde giuste, che coinvolgerà il giocatore evitando di appesantirlo emotivamente.

Il gameplay di Assassin’s Creed 4 è molto più avvincente di ciò che abbiamo visto finora, infatti oltre alla normali missioni affiancate da una lunga ed incessante esplorazione in free-roaming del mondo che circonda il protagonista, verranno riprese in maniera maggiore le missioni navali che hanno caratterizzato Assassin’s Creed III, rendendole veri e propri perni di un titolo che promette il sold-out.

Dai gameplay on-line possiamo notare come sulle console di nuova generazioni il titolo abbia una fluidità elevata ed un dettaglio grafico degno di nota, candidandosi come una delle scelte migliori per il lancio di PlayStation 4 e Xbox One.

Assassin’s Creed 4: Black Flag è stato pubblicato per PlayStation 3 e Xbox 360 il 29 ottobre 2013 in tutto il mondo. Mentre per Wii U e Microsoft Windows verrà rilasciato il 19 novembre 2013 in America del Nord e il 22 novembre 2013 in Europa. Su PlayStation 4 e Xbox One sarà pubblicato rispettivamente il 21 novembre e il 22 novembre 2013 in Europa, mentre in America del Nord il 15 novembre su PlayStation 4 e il 22 novembre su Xbox One.

Nessun commento su Assassin’s Creed 4: Black Flag

Il Comune di Chianciano Terme contro la violenza sulle donne

Il Consiglio Comunale di Chianciano Terme, nell’ultima seduta che si è tenuta il 10 ottobre, ha approvato la mozione “Misure di contrasto al ‘femminicidio’ e adesione alla “Campagna 365 giorni…

Il Consiglio Comunale di Chianciano Terme, nell’ultima seduta che si è tenuta il 10 ottobre, ha approvato la mozione “Misure di contrasto al ‘femminicidio’ e adesione alla “Campagna 365 giorni NO”” presentata dal consigliere comunale delegata alle Pari Opportunità, Renata Masci.

Con il testo della mozione, approvato all’unanimità il Consiglio Comunale di Chianciano Terme, oltre ad esprimere la vicinanza alle famiglie delle vittime e delle donne oltraggiate, condanna fermamente i comportamenti espressi e manifestati in qualsiasi forma che esprimono e attuano qualsiasi forma di violenza sulle donne, la matrice che li ha prodotti e qualsiasi forma di violenza sulle donne. Contestualmente, il Consiglio Comunale di Chianciano Terme, approvando la mozione, ha aderito alla “Campagna 365 giorni NO alla violenza contro le donne”, promossa dalla Città di Torino e condivisa dall’ANCI  (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

La “Campagna 365 giorni NO”, rivolta in modo particolare agli uomini, intende, partendo dalle istituzioni, coinvolgere in prima persona Sindaci e Sindachesse invitandoli/e a diventare testimonial e a chiedere ai concittadini/e di divenire a loro volta testimonial, con una presa di posizione chiara e forte contro ogni forma di violenza contro le donne, ogni giorno dell’anno. La Campagna è stata lanciata il 25 novembre 2012, in concomitanza con la Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne (istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con risoluzione 54/134 del 17 dicembre 1999).

La violenza sulle donne è la forma di violenza più diffusa, senza confini di ambiente, religione, cultura e nazionalità. Lo dimostra la statistica e lo conferma la cronaca. Sono centinaia le donne che ogni anno vengono uccise ed una donna su tre subisce violenza fisica o sessuale nel corso della propria vita. Il 25 novembre di ogni anno è “La giornata mondiale contro la violenza sulle donne”, e in questa giornata sono molte le associazioni di decine di città italiane che si danno appuntamento in strada, organizzando manifestazioni ed eventi, cortei e discussioni per sensibilizzate tutti su questo fenomeno. Suscita la generale indignazione collettiva l’incremento delle donne uccise nel nostro Paese, basti pensare che solo in Italia, nei primi mesi del 2013 sono state uccise 81 donne, di cui il 75% nel contesto familiare o affettivo. Ogni giorno viene colpita da atti di violenza di genere (fisica, verbale e psicologica) una donna ogni 12 secondi. Ogni giorno 95 donne denunciano di aver subito minacce e 87 di aver subito ingiurie; 64 donne al giorno sono vittime di lesioni dolose, 19 di percosse, 14 di stalking, 10 di violenze sessuali. I dati emergono dal rapporto Eures-Ansa sull’omicidio volontario in Italia. Tra il 2000 ed il 2012 si contano complessivamente 2.200 vittime di omicidio, pari ad una media di 171 all’anno, una ogni due giorni. L’Organizzazione Mondiale della Sanità identifica la violenza come principale causa di decessi o invalidità del genere femminile compreso tra i 16 e i 44 anni. Il fenomeno sta diventando ormai un’emergenza sociale da monitorare e risolvere, possibilmente tramite politiche sociali e tutele normativo-istituzionali adeguate.

Nessun commento su Il Comune di Chianciano Terme contro la violenza sulle donne

Risultati calcio locale: Trionfo per la Sinalunghese e per il Chiusi

Eccellenza Sinalunghese-San Donato 1-0 La Sinalunghese ottiene i primi tre punti casalinghi al cospetto dei fiorentini del San Donato. Gli ospiti si sono resi subito pericolosi con una bella conclusione…

Eccellenza
Sinalunghese-San Donato 1-0
La Sinalunghese ottiene i primi tre punti casalinghi al cospetto dei fiorentini del San Donato. Gli ospiti si sono resi subito pericolosi con una bella conclusione di Fattori, ma da qui in poi la Sinalunghese prende le redini della partita ma il primo tempo finisce sullo 0-0. Nella ripresa la squadra di casa sposta il suo baricentro in avanti e al 50’ va in gol con un perfetto stacco di testa di Lucatti che insacca alle spalle di Cianti. Gli ospiti accusano il colpo ma ridotti in inferiorità numerica non hanno la forza di reagire tanto che Bormida (Sinalunghese) non corre più seri pericoli e infatti la partita finisce sul 1-0 per i padroni di casa.

Lanciotto Campi-Chiusi 0-2
Bella vittoria del Chiusi che batte il Lanciotto Campi per 2-0 in trasferta. La squadra di Esposito vince anche con merito, nonostante la formazione di casa abbia cercato in più occasioni di riaprire il match. Al 10’ il vantaggio del Chiusi con Graziani, ma il Lanciotto cerca con più intensità la porta e le giocate d’attacco. Il secondo gol del Chiusi arriva al 31’ della ripresa con Dongarrà dal dischetto, con un Lanciotto rimasto in diedi per l’espulsione di Mugnani per fallo in area. Il Chiusi tiene il risultato fino alla fine e porta a casa il risultato.

Sangiovannivaldarno – N. Foiano 2-1

Prima Categoria Girone E

Vaggio Pian di Scò-Torrita 0-2
Torrita troppo forte per il Vaggio che ha provato a scuotersi dopo l’esonero di Rossi. Primo tempo equilibrato. La partita cambia alla ripresa e al 32’ arriva il primo gol per il Torrita ad opera di Orlacchio. Il Vaggio si riversa all’attacco ma tutto inutile, il Torrita raddoppia in contropiede con Leti Samir che salta Tilli e segna il 2-0 conclusivo per il Torrita.

Poliziana-Cesa 1-1
Partita finita in parità. Nella prima frazione la partita non è stata molto bella, nella ripresa la Poliziana prova a mettere alla corda il Cesa ma senza occasioni nitide. Dopo vari cambi il neo entrato Grilli (Poliziana) che mette a segno la prima rete, poco dopo risponde il Cesa: decisiva una palla persa in fascia dalla Poliziana che permette prima a Patriarchi di scattare verso il fondo e a Cuccoli ad insaccare.

Traiana-Bettolle 0-2
La capolista inciampa in casa contro il Bettolle, fanalino di coda, che per smuoversi dalla classifica gli basterebbe un pareggio e invece ha trovato la vittoria nel campo della Traiana. Il Bettolle si è dimostrato determinato e cinico anche se il primo tempo è stato privo di occasioni per entrambe le squadre, mentre la ripresa è stata più movimentata. All’81’ arriva il primo gol del Bettolle ad opera di Corbelli e all’86’ mentre la Traiana era tutta protesa in avanti arriva il secondo gol del Bettolle sempre ad opera di Corbelli.

A. Montevarchi – Terontola 3-1
Lucignano – Talla 1-0
Olmoponte – Alberoro 1-0
Rassina – Cortona Camucia 0-2

Girone F
Virtus Chianciano-Valdarbia 1-1
Una partita combattuta dove entrambe le squadre hanno provato a vincere fino al termine. Dopo un primo tempo con poche occasioni, il match si sblocca nella ripresa con Cozzi Lepri che al 72’ finalizza in rete una bell’azione svolta sulla fascia da Lodi. La Virtus però non riesce a mantenere il vantaggio e vengono raggiunti all’80’ grazie ad un bel diagonale di Bonadonna.

Ribolla – Pienza 1-0

Seconda Categoria Girone N
Battifolle-Asinalonga 1-0
Sono gli ospiti a vivacizzare le prima battute con i locali che presto riequilibrano la situazione. Dopo diverse azioni il risultato si sblocca al 28’ con Pasotti del Battifolle, passano pochi minuti e si assiste ad un’altra conclusione del Battifolle che si perde sul fondo. L’Asinalonga si fa vivo al 37’ con un bel tiro di Nakours, ma Mannelli chiude all’incrocio dei pali. Nella ripresa gli ospiti sono impegnati alla ricerca del pareggio, ma il Battifolle è pronto a chiudere in difesa. La gara prosegue combattuta fino al termine con il Battifolle che esce vincitore e imbattuto dopo 7 giornate.

Camucia Calcio – Montecchio 3-2
Fratta S.Caterina – S.Firmina 1-1
Montagnano – Fratticciola 1-0
S.Marco La Sella – Pieve al Toppo 1-1
Spoiano – Arezzo F. Academy 1-0
Tegoleto – Olimpic 96 0-1

Terza Categoria

Squadra La Frontiera Bettolle (Terza categoria)

Squadra La Frontiera Bettolle (Terza categoria)

Gsd Berardenga- La Frontiera 0-0
I padroni di casa si fanno subito vedere in avanti, ma le azioni sono inconcludenti. Le squadre giocano molto a centrocampo e si affidano a lanci lunghi, ma le occasioni da gol sono rare e si va al riposo sullo 0-0. Il secondo tempo rispecchia a pieno l’andamento del primo, squadre ferme e pochissimo spettacolo. Al 63’ la Frontiera si presenta in davanti alla porta difesa da Morini, ma Monciatti A. salva il risultato respingendo la palla sulla riga. La Frontiera porta buon gioco ma resta pari.

 Atletico Piazze- Olimpic Sarteano 3-0
Giornata nera per il Sarteano, il Piazze fa sentire la partita. Il primo gol del Piazze arriva al 27’ per opera di Parretti su rigore. Allo scadere del primo tempo gran colpo di testa sempre di parretti ma Marabissi devia in angolo. Al 17’ della ripresa su palla lunga della difesa Roncolini angola il tiro e porta il Piazze sul 2-0. Al 20’ Cicchelli batte una punizione che Marabissi respinge in malo modo e Crezzini pronto sigla il 3-0 per i locali.

Siena Nord- Città di Chiusi 2-3
Città di Chiusi sbanca il terreno del Siena Nord con una partita ricca di gol e colpi di scena. Alla fine la spunta il Città di Chiusi grazie alla tripletta di Alessandro seri, mentre per il locali doppietta di Tortoriello.

Tressa-Sport Acquaviva 1-1
Il Tressa gioca un buon primo tempo, nella ripresa si complica la vita da solo e permette ad un valido Acquaviva prima di pervenire in pareggio e rischiando, poi, di andare il vantaggio. Il primo gol arriva al 27’ per i padroni di casa per opera di Farnetani. Il primo tempo termina con il Tressa in vantaggio. Nella ripresa inizia meglio lo Sport Acquaviva che cerca di rimettere in pari la partita ed al 51’ ci riesce con il tiro di testa di Loi. Il match finisce con un giusto 1-1, considerando che entrambi le squadre si sono divise un tempo a testa.

Guazzino – Pol. Sovicille 2-2

Nessun commento su Risultati calcio locale: Trionfo per la Sinalunghese e per il Chiusi

Coppia di senesi coltivava droga in casa

Avevano attrezzato la casa come un vero e proprio laboratorio per la produzione e la coltivazione di droga. Una coppia di senesi, D.M di 38 anni lui e P.C. 44…

Avevano attrezzato la casa come un vero e proprio laboratorio per la produzione e la coltivazione di droga. Una coppia di senesi, D.M di 38 anni lui e P.C. 44 lei, residenti a sud della nostra provincia, sono stati però individuati e arrestati dalla Polizia, a seguito di un’attività di indagine finalizzata al contrasto dello spaccio di stupefacenti.

Gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Siena, guidati dal dirigente Sabatino Fortunato, hanno perquisito la loro abitazione scovando un vero e proprio sito domestico adibito alla coltivazione e all’essiccamento di canapa indiana.

In particolare, l’attività a conduzione familiare veniva svolta grazie ad una serra ricavata in una stanza della casa, attrezzata con sofisticate apparecchiature di regolazione della temperatura – come lampade ai vapori di sodio e apparati di temporizzazione – che consentivano la coltivazione delle piante.

Quando gli investigatori sono entrati nella serra hanno trovato quattro piante di stupefacente e tutto il necessario per la loro concimazione.

In un’altra stanza, all’interno di un armadio, era invece stato predisposto l’apparato di essiccazione. Appese una accanto all’altra vi erano infatti altre dieci piante di canapa indiana.

All’esterno dell’abitazione, poi, sono state rinvenute diverse foglie della stessa droga, per circa 20 grammi, riposte dentro ad un sacco della spazzatura, a seguito della “pulitura” delle piante, oltre a tre vasi con i gambi recisi della stessa sostanza.

Dentro al frigorifero sono stati, infine, rinvenuti vari semi di canapa, custoditi in alcuni blister e in provette ermetiche, pronti per la successiva produzione. Accanto una rivista contenente istruzioni dettagliate per la coltivazione domestica delle piante.

Tutto ciò che è stato rinvenuto è stato quindi sequestrato e i due coniugi sono stati arrestati per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Nessun commento su Coppia di senesi coltivava droga in casa

Siena-Chiusi: riaperta la viabilità ferroviaria

Dalle 14:00 di sabato 26 ottobre è stato riaperto il tratto ferroviario Siena-Chiusi, il cui servizio era stato sospeso lunedì 21 a causa degli ingenti danni causati dalle piogge. Per…

Dalle 14:00 di sabato 26 ottobre è stato riaperto il tratto ferroviario Siena-Chiusi, il cui servizio era stato sospeso lunedì 21 a causa degli ingenti danni causati dalle piogge. Per consentire ai tecnici di terminare i lavori, previsti fino a sabato 14 dicembre, tra Castelnuovo Berardenga e Asciano otto treni allungheranno i tempi di viaggio tra i 5 e i 10 minuti.

Il servizio sulla linea Siena-Grosseto resta sospeso. A causa degli ingenti danni subiti, ancora non è possibile stabilire una data alla riattivazione del servizio su questa linea.

Lungo il percorso della Siena-Grosseto sono tutt’ora attivi servizi di autobus sostitutivi, che proseguiranno con possibili variazioni di fermata e dei tempi di percorrenza.

siena-chiusi maltempo

Nessun commento su Siena-Chiusi: riaperta la viabilità ferroviaria

Type on the field below and hit Enter/Return to search