La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

“Montepulciano Superabile”: solidarietà in piazza nel week-end

Questo fine settimana Piazza Grande farà da cornice all’iniziativa Montepulciano superabile: l’artigianato al servizio della solidarietà, frutto di un accordo raggiunto tra l’Amministrazione Comunale e l’Handy Superabile, un’associazione onlus che…

Questo fine settimana Piazza Grande farà da cornice all’iniziativa Montepulciano superabile: l’artigianato al servizio della solidarietà, frutto di un accordo raggiunto tra l’Amministrazione Comunale e l’Handy Superabile, un’associazione onlus che incentra i propri sforzi in progetti riguardanti il turismo accessibile per i quali ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra i quali anche l’oscar alla Borsa Europea del Turismo.

La piazza si vestirà quindi di stand di artigiani, che tramite la vendita dei lori prodotti raccoglieranno fondi destinati all’acquisto di ausili per la mobilità turistica dei diversamente abili e il sostentamento di progetti con fini comuni. Il gruppo di Handy Superabile sta svolgendo a Montepulciano un controllo delle strutture ricettive, dei ristoranti, degli impianti sportivi e di altri servizi per il pubblico necessario a far capire quanto il territorio poliziano sia utilizzabile come meta turistica dai diversamente abili e anche da chi trova nelle condizioni di avere esigenze particolari o altre limitazioni (diverse abilità motorie e sensoriali, allergie alimentari, età avanzate, famiglie con bambini).

I dati che scaturiranno da questo esame porteranno alla creazione di una sorta di guida alle strutture e ai servizi accessibili che porterà ad un avanzamento fondamentale sul piano sociale, con l’integrazione con i cosiddetti normodotati, e porterà ad una promozione del territorio.
Inoltre dalla consulenza degli specialisti di Handy Superabile scaturiranno proposte per l’abbattimento delle barriere architettoniche, anche attraverso piccoli accorgimenti o modesti interventi strutturali.
L’Amministrazione ha concesso l’uso della piazza senza ricevere alcun tipo di pagamento, essendo l’allestimento della stessa organizzato proprio come fonte ulteriore di risorse. Saranno trenta gli espositori previsti che si auto-tasseranno per devolvere all’associazione una parte dei proventi delle vendite. Naturalmente l’occasione sarà utile anche per promuovere l’attività di Handy Superabile e dei suoi collaboratori e volontari.

Gli standisti, gli organizzatori e gli staff delle associazioni, vi aspettano numerosi sabato 18 e domenica 19 a Piazza Grande a Montepulciano.

Nessun commento su “Montepulciano Superabile”: solidarietà in piazza nel week-end

Le Rane – Prima Parte

Le Rane – Prima Parte ovvero una riflessione qualunque sul territorio e relativi musicisti. “Che fine hai fatto ti sei sistemato che prezzo hai pagato che effetto ti fa vivi…

Le Rane – Prima Parte
ovvero una riflessione qualunque sul territorio e relativi musicisti.

“Che fine hai fatto
ti sei sistemato
che prezzo hai pagato
che effetto ti fa
vivi ancora in provincia
ci pensi ogni tanto alle rane?”

Baustelle – Rane

Visto che si scrive per La Valdichiana, di recente ho avuto a che fare – personalmente e musicalmente – con i Baustelle, questi sconosciuti dalle parti di Montepulciano e di Siena, direi. A parte il loro ultimo album, l’ottimo “Fantasma”, c’è un fortissimo richiamo e riferimento alle proprie terre d’origine nel precedente “I Mistici dell’Occidente”, album che ho abbondantemente apprezzato, vuoi proprio per i riferimenti alle proprie radici, vuoi per riferimenti a luoghi conosciuti dalla sottoscritta.

In una tracklist che presenta un brano intitolato “Follonica” – cittadina toscana a me nota per le mie estati trascorse non troppo lontano da lì – e “Le Rane”, con quel senso di nostalgia verso la provincia, le campagne e il gracidare delle rane, suono chiaramente non udibile se si vive in piena città, mi chiedo quale sia la necessità di richiamare le proprie radici nella musica. [Anche se, questo discorso è perfettamente applicabile anche ad uno scrittore].

È inevitabile: il luogo da dove veniamo dice molto – o comunque buona parte – di noi. A volte, l’accento che assorbiamo e che influenza la nostra parlata, dice molto, senza che si diano molte altre informazioni. Quelli che “non sono di Milano”, quelli che palesemente “non sono di Siena”, nelle rispettive località, si sentono subito. E subito la fantasia vola verso le terre di queste persone. C’è una tensione verso posti mai visti, per esempio, c’è una curiosità e un desiderio di muoversi per scoprire qualcosa di nuovo. Questo qualcosa è raccontato dai libri, ma il territorio viene secondo me meravigliosamente raccontato in musica, in maniera sincretica, tramite le melodie e le parole che stimolano l’immaginazione di chi ascolta. La musica è un invito al viaggio, dopotutto.

Ma c’è anche quell’effetto che ho avuto ascoltando proprio “I Mistici dell’Occidente”: quel senso di complicità che ho avvertito nel sentire citati luoghi a me noti. Non potrò mai dire di conoscere Follonica come uno che ci abita o come un assiduo frequentatore, eppure, la sensazione di piacevolezza nel richiamare ricordi di passeggiate a Follonica, della Torre Azzurra che si vede perfettamente dal Golfo di Punta Ala, quando si è in barca a navigare in compagnia, l’amore in spiaggia… Mi fanno sentire in perfetto contatto e sintonia con l’autore. So cosa sente, per qualche attimo, che ha la durata di una manciata di minuti; so anche che cosa voglia dire essere lontani da casa – in quanto Francesco Bianconi, fondatore dei Baustelle, è dieci anni che non abita più a Montepulciano, a differenza degli altri membri che sono rimasti lì – e rievocarla può avere molteplici significati. Significati che forse io, da milanese frequentatrice sporadica della Toscana, non posso capire, ma soltanto intuire. Afferrare per qualche attimo, ma non tenere nel cuore, sentendoli totalmente miei. Non sarebbe giusto. Il territorio, lì dove si affondano le proprie radici, può essere descritto solo da chi ci è nato – e desidero solo ringraziare chi è riuscito a portare in musica stralci d’Italia e stralci del sé più intimo, quello che di solito pochi hanno davvero il coraggio di mettere in musica.

La Toscana e Montepulciano rifulgono e risplendono nelle parole dei Baustelle, non come se fossero incastonate in una cartolina che si trova in un negozio di souvenir qualunque, ma vengono splendidamente incorniciati dalla luce dei ricordi di un individuo preciso. E questi stralci di radici e terra sono dati in dono all’ascoltatore, affinché si senta avventuriero, viaggiatore o semplice complice, per qualche fugace istante.

“Chiudiamo gli ombrelloni
che vuoi che sia
che vuoi che sia
facciamo un po’ di sesso
facciamolo lo stesso
verifichiamo di esser vivi
sulla spiaggia di Follonica”

Baustelle – Follonica

Nessun commento su Le Rane – Prima Parte

Chianciano, grande attesa per il Toscana Fitness Festival

Da Venerdì 31 Maggio a Domenica 2 Giugno, a Chianciano Terme si terrà la manifestazione sportiva Toscana Fitness Festival. Un evento di tre giorni incentrato sulla salute, il fitness ed il divertimento. Gli…

Da Venerdì 31 Maggio a Domenica 2 Giugno, a Chianciano Terme si terrà la manifestazione sportiva Toscana Fitness Festival. Un evento di tre giorni incentrato sulla salute, il fitness ed il divertimento.

Gli otto palchi del festival vedranno oltre cinquanta istruttori che illustreranno le discipline di fitness più gettonate al momento: dallo Step & Hi Low Zumba Fitness alla Movida, dal Country Fitness al Thai Fit, dallo Yoga & Pilates, fino alle tecniche Hip Hop. L’intera manifestazione sarà supervisionata dal punto di vista artistico, da Andrea Rivera con il patrocinio dell’ente sportivo Csen.

La kermesse sarà arricchita da spettacoli che inizieranno Venerdì 31 Maggio al Palamontepaschi con la cena in compagnia di Massimo Antichi per poi proseguire con la notte disco di Marco Mazzoli e lo Zoo di 105. In contemporanea ci sarà musica elettro-house alla Sala Nervi ed Hip Hop alla Sala Ottagon . Sabato 1 Giugno il Palamontepaschi si animerà con ritmi latini del Latin Street Dance, mentre nelle altre sale ci sarà musica dal vivo e dj set.

I partecipanti al Toscana Fitness Festival di Chianciano avranno anche la possibilità di accedere a costi convenienti, ai servizi delle Terme di Chianciano avendo inoltre l’occasione di gustare le specialità enogastronomiche di tutto il territorio.

Potete trovare ulteriori informazioni sull’evento al sito www.toscanafitnessfestival.it e alla pagina facebook www.facebook.com/toscanafitnessfestival

Nessun commento su Chianciano, grande attesa per il Toscana Fitness Festival

Io Viaggio da Sola: In treno contro il femminicidio

Il femminicidio è un tema che solo da pochi anni ha cominciato a scuotere l’opinione pubblica italiana e a sollevare l’interesse dei mass-media. In occasione dell’8 marzo e del 25…

Il femminicidio è un tema che solo da pochi anni ha cominciato a scuotere l’opinione pubblica italiana e a sollevare l’interesse dei mass-media. In occasione dell’8 marzo e del 25 Novembre (rispettivamente Festa della Donna e Giornata mondiale contro la violenza sulle donne) , i Centri Antiviolenza, i Comuni e altri Enti pubblici organizzano convegni ed eventi pubblici per sensibilizzare la popolazione su questo tema.

Anche Chiusi dice no alla violenza sulle donne e al femminicidio, e lo fa con l’iniziativa “Io Viaggio da Sola”, organizzata in collaborazione con l’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese (Servizio ass.to Centro Pari Opportunitàe l’associazione Amica Donna.

L’evento contro il femminicidio avrà luogo venerdì 17 maggio alle 18:30, presso la piazza antistante la stazione FS della città, e comprenderà la proiezione di un filmato cui seguirà un dibattito. La manifestazione partirà con il treno proveniente da Siena presso le stazioni di Sinalunga, Torrita di Siena, Montepulciano e Chiusi.

Di seguito gli orari e le fermate della linea Siena-Chiusi:

Sinalunga: 17:52
Torrita di Siena: 17:58
Montepulciano Stazione: 18:05
Chiusi Stazione: 18:20

Per informazioni e contatti:

www.comune.chiusi.siena.it

www.unionecomuni.valdichiana.si.it

www.associazioneamicadonna.it

Nessun commento su Io Viaggio da Sola: In treno contro il femminicidio

Frontiera Rock Festival 2013: report della terza serata

Il Frontiera Rock Festival vi attende ogni anno al Parco Villa Olda di Bettolle! Il 10, 11 e 12 Maggio 2013 si sono esibite sul palco sette band tra le più rappresentative dell’attuale panorama indie…

Il Frontiera Rock Festival vi attende ogni anno al Parco Villa Olda di Bettolle! Il 10, 11 e 12 Maggio 2013 si sono esibite sul palco sette band tra le più rappresentative dell’attuale panorama indie del nostro paese. [divider]

Domenica 12 Maggio

pinsuti

Nonostante l’impietosa pioggia mista a grandine che si è abbattuta sul piazzale durante il pomeriggio, anche la terza serata del FRF si è conclusa con un meritato successo.

“Di fronte al rischio concreto di dover annullare l’ultima serata per maltempo, come già accaduto lo scorso anno – ha dichiarato Damiano Magliozzi, tecnico audio responsabile sound service del Frontiera Rock Festival – gli organizzatori e i tecnici hanno dato fondo a tutte le loro energie per mettere in sicurezza la piazza e le apparecchiature elettriche, dando vita a una serata emozionante all’insegna della musica.”

L’affluenza del pubblico è stata all’altezza delle esibizioni: dapprima i Telesplash, originari di Arezzo e già molto attivi nel circuito dei festival locali. Ha chiuso la serata e la manifestazione il bettollino Andrea Pinsuti, che ha da poco presentato il disco d’esordio “Storie di Roma”.

Andrea Pinsuti [button style=’2′ caption=’MySpace’ link=’http://www.myspace.com/andreapinsuti’][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’https://www.facebook.com/pages/Andrea-Pinsuti/110714039033341?fref=ts’][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/user/AndreaPinsuti’][/button] [divider] Tele Splash
[button style=’2′ caption=’MySpace’ link=’http://www.myspace.com/telesplash’][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’https://www.facebook.com/pages/TELESPLASH/37877899490?fref=ts’][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/user/Telesplashband’][/button] [divider]

Sabato 11 Maggio

Anche la seconda serata del Frontiera Rock Festival 2013 ha avuto un’ottima risonanza; la risposta del pubblico è stata forte ed esuberante. Sono stati premiati dall’acclamazione della folla che si era creata sotto palco, tre band di eccezionale qualità.

Frontiera Rock Festival 2I Fumiprofumi con il loro folk bohemienne, la loro ritmica poetica popolare, hanno aperto le danze nel piazzale del parco villa Olda.

I Soul Killa Beatz che hanno chiuso il loro Saudade Tour in grande stile, con una valanga di energia che ha coinvolto il sempre più ampio pubblico.

The Bad Mexican, infine, hanno portato le orecchie della gente presente al borderline della sperimentazione riuscendo a far tremare i flussi palco-pubblico e scuotendo il parco di ruvido rock’n’roll.

Stasera di nuovo musica dal vivo, sotto qualsiasi stato meteorologico, con Andrea Pinsuti e i Telesplash.

FumiProfumi[button style=’2′ caption=’Sito Web’ link=’http:/fumiprofumi.com/’][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’http://www.facebook.com/pages/FumiProfumi/192395600798981′][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/user/Fumiprofumi’][/button]

[divider]

Soul Killa Beatz

[button style=’2′ caption=’Blogspot’ link=’http://soulkillabeatz.blogspot.it/’][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’https://www.facebook.com/soulkillabeatz’][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/soulkillachannel’][/button]

[divider]

The Bad Mexican

[button style=’2′ caption=’MySpace’ link=’http://www.myspace.com/thebadmexican’][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’https://www.facebook.com/thebadmexican’][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/user/TheBadMexicanTBM’][/button]

[divider]

Venerdì 10 Maggio

La prima serata del Frontiera Rock Festival 2013 è stata un trionfo di colore e musica

Frontiera Rock Festival 2I F.A.S. Hanno rotto il ghiaccio con la ruvidità delle loro corde, aizzando il pubblico che ha risposto all’evento in maniera roboante. Una scaletta energica e vibrante, funzionale per la scioltezza della serata che ha preso da subito una direzione ascendente.

I Sycamore Age hanno realizzato un quadro meraviglioso, onirico e coinvolgente. Uno spettacolo psichedelico che ha incantato qualsiasi tipo di utenza. L’evento è stato trasmesso in diretta su Radio TvSpenta.

Presenti erano i ragazzi del Goodfellas Team che hanno presentato il loro Charity Rail in Mongolia.

Stasera di nuovo buona musica con i Bad Mexican, i Soul Killa Beatz e i Fumiprofumi!

F.A.S. [button style=’2′ caption=’MySpace’ link=’http://www.myspace.com/fas07′][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’https://www.facebook.com/f.a.s.band’][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/user/FAS07100′][/button] [divider] SYCAMORE AGE
[button style=’2′ caption=’Sito Web’ link=’http://www.sycamoreage.com/’][/button] [button style=’3′ caption=’Facebook’ link=’https://www.facebook.com/pages/Sycamore-Age/189958737712962′][/button] [button style=’6′ caption=’YouTube’ link=’http://www.youtube.com/user/sycamoreagetv’][/button] [divider]

Nessun commento su Frontiera Rock Festival 2013: report della terza serata

Il direttore Trabalzini inaugura la chirurgia dal vivo a Siena

Un evento di rilevanza internazionale è in programma per il 16 maggio presso l’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena. Grazie al reparto di Chirurgia Otologica e della Base Cranica,…

Un evento di rilevanza internazionale è in programma per il 16 maggio presso l’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena.
Grazie al reparto di Chirurgia Otologica e della Base Cranica, il cui direttore è Franco Trabalzini – originario di Montepulciano Stazione – in collaborazione con quello di Neurochirurgia di Giuseppe Olivieri, avrà luogo una sessione di chirurgia della sordità dal vivo.
L’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena sarà l’unica struttura del nostro Paese ad effettuare interventi in diretta, assieme ai centri di eccellenza di altri quattordici Paesi: Australia, Brasile, Spagna, Belgio, Polonia, Svizzera, Germania, Turchia, Olanda, Francia, Regno Unito, Brasile, Arabia Saudita, Austria.

L’organizzatore dell’evento è l’EAONO – European Academy of Otology and Neuro-Otology. L’organo è presieduto dal dottor Trabalzini, il quale ha anche il merito di aver attivato, proprio a Siena, l’unico reparto italiano interamente dedicato alla Chirurgia Otologica e della Base Cranica.

“È un grande onore per noi – dichiara Trabalzini – essere presenti tra le migliori eccellenze del pianeta. Durante la sessione italiana effettueremo due interventi abbastanza complessi su un paziente toscano e su una donna campana, entrambi colpiti da sordità grave a causa di una lesione del nervo acustico associata ad un’infezione cronica erosiva”.

L’evento sarà trasmesso in streaming. Grazie al supporto dei tecnici informatici Stefano Galli e Maurizio Cataldo dell’Università di Siena, sarà possibile seguire la diretta collegandosi al sito www.lion-web.org. Gli interventi verranno effettuati alle 10:00 e alle 14:00 circa.

Nessun commento su Il direttore Trabalzini inaugura la chirurgia dal vivo a Siena

TC Sinalunga – Poker di vittorie

Il TC Sinalunga non arresta la sua cavalcata trionfale conquistando la sua quarta vittoria consecutiva. Dall’inizio della stagione la formazione sinalunghese non ha sbagliato nulla imponendosi alla guida della classifica….

Il TC Sinalunga non arresta la sua cavalcata trionfale conquistando la sua quarta vittoria consecutiva. Dall’inizio della stagione la formazione sinalunghese non ha sbagliato nulla imponendosi alla guida della classifica. Questa domenica i biancoverdi hanno sfidato il Tennis Club Terni, sbarazzandosi degli avversari già nelle prime 4 partite, dovendo ripiegare nel primo doppio a causa di un infortunio nella coppia toscana e tornando alla vittoria nel sesto e ultimo match, per un finale di 5 a 1.

Le sfide, iniziate la mattina alle 10, hanno visto calcare il terreno di gioco prima Giovanni Galuppo che sbriga egregiamente la sua pratica con un netto 6/0 6/0, mentre il maestro Nahuel Fracassi lottava con l’esperto David Iacoboni vincendo per 6/3 7/5. Dopo è stato il turno di Federico Polvani, che sbalordisce con il suo dritto devastante l’avversario della formazione umbra con un facile 6/2 6/0. L’ultimo match singolare ha visto il polacco/sinalunghese, ex numero 185 del mondo, Dawid Olejniczak demolire con un facile 6/1 6/0 il 2.4 Brunetti. Dopo il quarto vittorioso incontro è arrivato l’infortunio del maestro argentino che ha costretto la coppia Fracassi/Polvani al ritiro lasciando la vittoria per la propria squadra nel doppio alla coppia Galuppo/Olejniczak che vincono facilmente il duo “forte” Brunetti/Iacoboni.

Al termine della giornata il vice presidente Enrico Grazi si è detto orgoglioso dei “suoi” ragazzi e del gruppo che, insieme ai dirigenti e al presidente, ha contribuito a creare, ribadendo che il risultato indica non solo la superiorità del TC Sinalunga, ma anche la giustificata voglia di un ritorno in serie A2. Con altri tre punti in cassaforte il team della valdichiana si prepara con una crescente sicurezza al match che si disputerà, sui campi del CT Cesena, domenica 19 maggio.

Nessun commento su TC Sinalunga – Poker di vittorie

Montepulciano, pubblicato il bando per l’ammissione agli asili nido

Domande anticipate per l’Asilo Nido e sgravi per le famiglie. Il bando per l’ammissione al servizio di Asilo Nido per l’anno educativo 2013/2014, verrà pubblicato lunedì 6 maggio ed il termine…

Domande anticipate per l’Asilo Nido e sgravi per le famiglie.

Il bando per l’ammissione al servizio di Asilo Nido per l’anno educativo 2013/2014, verrà pubblicato lunedì 6 maggio ed il termine per la presentazione delle domande scadrà il 25 maggio, con un sensibile anticipo rispetto alla tradizionale scadenza del 5 giugno. Questa novità è collegata ad un’ipotesi di profonda revisione del servizio alla quale ha messo mano l’Amministrazione Comunale di Montepulciano dopo aver preso atto del diverso andamento che hanno assunto gli Asili Nido.

TizianaTerrosi450v

Negli ultimi due anni abbiamo visto che le iscrizioni sono diminuite al punto da non coprire i posti a disposizione e si è verificato un continuo avvicendamento nella frequenza dei bambini” spiega Tiziana Terrosi, Assessore al Sociale. “Ci chiediamo quindi se possa esserci minor bisogno da parte delle famiglie o non sia piuttosto la grave crisi economica che schiaccia il paese ad indurre alle rinunce”.

“Per disporre di una fotografia della situazione il più nitida possibile, necessaria per programmare l’attività nel prossimo anno educativo” prosegue Terrosi “abbiamo quindi bisogno di conoscere al più presto le reali necessità delle famiglie; ecco perché la scadenza per la presentazione delle domande è stata anticipata di dieci giorni”.

Ma abbiamo operato anche su un altro aspetto, quello economico” aggiunge l’Assessore al Sociale. “L’Amministrazione Comunale ha infatti deciso di destinare maggiori risorse al servizio, alleggerendo lo sforzo complessivo che fino ad oggi era a carico delle famiglie”.

Aumentiamo la nostra compartecipazione per rendere gli Asili Nido meno onerosi e più fruibili dalla comunità. Si tratta di un impegno non indifferente che affrontiamo in un momento di particolare difficoltà” puntualizza il Sindaco Andrea Rossi. “Ma siamo convinti che il sostegno alla comunità possa essere offerto anche attraverso una maggiore attenzione alla categoria delle madri lavoratrici, direttamente interessate al servizio, ed all’equilibrio economico delle famiglie. Se l’intervento dell’Ente si tradurrà in una ripresa delle iscrizioni vorrà dire che avremo raggiunto il nostro scopo sociale”.

Le fasce di contribuzione saranno tre, con una tariffa base mensile che varierà dai 150,00 Euro, per i redditi ISEE fino a 12.000 Euro, a 370,00 Euro, per i redditi oltre i 25.000 Euro.

Il bando con la relativa documentazione sarà pubblicato sul sito web istituzionale del Comune, www.comune.montepulciano.si.it ; i moduli con la domanda di iscrizione potranno essere anche ritirati in Comune, presso lo Sportello Per Il Cittadino (SPIC), o presso gli Asili Nido comunali di Montepulciano e Montepulciano Stazione. Dal numero delle richieste pervenute e dalla valutazione delle stesse emergeranno le effettive necessità e, di conseguenza, le modalità di organizzazione del servizio. Le famiglie interessate saranno invitate un incontro con gli Amministratori ed i tecnici che consentirà di mettere a fuoco le problematiche e di pianificare l’attività.

Nessun commento su Montepulciano, pubblicato il bando per l’ammissione agli asili nido

Il cambiamento sociale: la frontiera che unisce modernità e tradizione

Nel corso dei miei articoli presenterò una panoramica di fatti e avvenimenti presi da differenti parti del mondo. Ciò che vi proporrò sarà una raccolta di questioni antropologiche che tratteranno…

Nel corso dei miei articoli presenterò una panoramica di fatti e avvenimenti presi da differenti parti del mondo. Ciò che vi proporrò sarà una raccolta di questioni antropologiche che tratteranno della contrapposizione tra il concetto di modernità e quello di tradizione: questi sono due elementi che, venendo a contatto, producono un cambiamento sociale. Attraverso una rassegna stampa di fatti reali, raccolti da tutto il mondo, mostrerò come quello che sembra un apparente ossimoro racchiuda invece un complesso processo di trasformazione culturale.

Il cambiamento culturale interessa ogni società del mondo da sempre: è una condizione naturale dell’essere umano, in quanto appartenente a un gruppo sociale determinato. Le società umane cambiano continuamente, in modo variabile, in ogni aspetto della loro cultura, come per esempio a livello di norme, credenze, valori, costumi, pratiche.

I gruppi sociali vivono continui cambiamenti a cui devono adattarsi proprio in virtù del fatto che i gruppi umani sono dinamici per definizione. Sono soggetti a forme di cambiamento soprattutto nel mondo contemporaneo a causa della globalizzazione, che influenza ogni aspetto della vita di un essere umano: infatti le società, ormai, sono in continuo contatto tra loro.

Che il cambiamento sociale sia spontaneo, indotto o pianificato, esso rimane una realtà dinamica che agisce all’interno del mondo sociale contemporaneo. I popoli entrano in contatto tra loro, il mondo è globalizzato e tutto si trasforma. Esso stimola negli attori sociali adattamento, promuove e forma la diversità culturale propria dell’incontro tra culture diverse.

Prendiamo ad esempio le migrazioni. Sono la forma primordiale di cambiamento sociale, poiché da sempre fanno parte del genere umano. Noi siamo un popolo di migranti. Ci mescoliamo, ci spostiamo, creiamo nuovi mondi in posti differenti da quello in cui siamo nati.

Migrare è una condizione naturale dell’essere umano. Amartya Sen ha elaborato un’interessante analisi sulle motivazioni che spingono l’essere umano alla migrazione: in funzione del luogo in cui si nasce la possibilità di vita differisce. Quindi le persone cercano la migliore possibilità di vita che il mondo possa offrire loro. Per un approfondimento dell’argomento rimando al libro di Sen, La democrazia degli altri.

migrazione

Il risultato di questa mobilità è una pluralità di culture in una società, ed è ciò che porta alla creazione della diversità culturale. Una diversità culturale che porta differenze sia all’interno che all’esterno dei grandi Stati politici. Senza contare che anche le differenze tra i continenti stessi nascono dalla minore o dalla maggiore possibilità di spostamento sia degli individui e dei gruppi umani, sia nel campo della tecnologia e delle idee: i popoli importano dall’esterno molto di più di quanto inventino. La possibilità di diffusione e circolazione di queste idee migranti in una determinata area ha un grosso peso nella storia delle società che vi abitano. Nel lungo periodo esse tendono a condividere le innovazioni. Un tema che affronta esaustivamente Jared Diamond in Armi, acciaio e malattie.

Si ritorna sempre all’idea che il cambiamento sia un processo inevitabile, implicito nella storia degli esseri umani e dei gruppi sociali a cui appartengono: la spinta alla migrazione (che sia di gruppi umani, di individui oppure di idee e tecnologie) è la caratteristica primordiale che porta l’uomo a generare nuove idee e nuove forme di adattamento.

Il cambiamento si traduce sempre nella ridefinizione degli elementi chiave appartenenti alla propria società: soprattutto nei contesti rurali, come ad esempio quelli africani, la modernità è il mezzo attraverso il quale la tradizione viene rivisitata e trasformata: riti, concezioni, credenze vengono plasmati per adattarsi alle nuove dinamiche sociali e culturali introdotte dalla modernità.

Nel corso dei miei articoli analizzerò nel dettaglio questa contrapposizione tra modernità e tradizione, riportando notizie e fatti da ogni angolo del mondo.

1 commento su Il cambiamento sociale: la frontiera che unisce modernità e tradizione

Al convegno di Sarteano la proposta del distretto culturale unico

Due aree, la Valdichiana e la Valdorcia, potrebbero essere unite in unico distretto culturale. La proposta è arrivata a Sarteano, in un recente convegno. Nell’occasione i sindaci dei comuni della…

Due aree, la Valdichiana e la Valdorcia, potrebbero essere unite in unico distretto culturale. La proposta è arrivata a Sarteano, in un recente convegno. Nell’occasione i sindaci dei comuni della Valdichiana e della Valdorcia hanno annunciato progetti congiunti come quello dei Paesaggi del benessere, che prevede un grande anello di 280 chilometri, con ulteriori itinerari e forme di comunicazione multimediale molto avanzate.

Gli interventi durante il convegno del presidente dell’Unione dei comuni della Valdichiana senese Andrea Rossi, del suo collega dell’area Amiata-Valdorcia Roberto Rappuoli, e dell’assessore al Turismo della Provincia di Siena Anna Maria Betti si possono sintetizzare così: la necessità di fare squadra e di sviluppare progetti integrati. Tutto ciò nella consapevolezza che i due territori hanno ancora molto da esprimere. Occorre un salto di qualità: una nuova narrazione. E ben venga il distretto, magari mettendo in sinergia Pubblico e Privato, come dimostrano il lavoro virtuoso tra enti locali e di investitori, come la signora Marilisa Cuccia dell’Abbazia di Spineto, protagonista anch’essa del dibattito che si è svolto a Sarteano. Al convegno sono intervenuti imprenditori, Università di Siena, varie associazioni, che hanno dimostrato quanto il territorio sia fertile di proposte. Si è parlato di enogastronomia, teatro,  della necessità di unire l’offerta di due territori dotati di una grande personalità.

Nessun commento su Al convegno di Sarteano la proposta del distretto culturale unico

Episodio #1 – Al di qua del fosso

episodio 2> Al di qua del fosso – Episodio n.1 Sophie è una ragazza ticinese che si trasferisce a Montepulciano con suo padre per motivi che non ci interessano. Mentre…

1_fosso

episodio 2>

Al di qua del fosso – Episodio n.1

Sophie è una ragazza ticinese che si trasferisce a Montepulciano con suo padre per motivi che non ci interessano.
Mentre la ragazza cerca di instaurare nuove amicizie, si accorge che nel paesello si verifica un numero esoso di eventi improbabili, e che c’è qualcuno che trama nell’oscurità.

Disclaimer: ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale

ARCHIVIO EPISODI
2 commenti su Episodio #1 – Al di qua del fosso

Il Governo Letta all’Abbazia di Spineto, tra promesse e proteste

I risultati della riunione del Governo Letta all’Abbazia di Spineto Si è conclusa la riunione informale dei ministri del Governo Letta all’Abbazia di Spineto. All’arrivo dei pullman, ieri sera, i…

I risultati della riunione del Governo Letta all’Abbazia di Spineto

Si è conclusa la riunione informale dei ministri del Governo Letta all’Abbazia di Spineto. All’arrivo dei pullman, ieri sera, i partecipanti erano stati accolti da un violento temporale e da alcuni striscioni di protesta nella piazza di Sarteano.

Il premier Enrico Letta, comunque, si ritiene soddisfatto della riunione e ha fatto delle importanti dichiarazioni al termine delle due giornate di lavori:

“La premessa dell’azione di governo è che stiamo cominciando a conoscerci e dovremo fare un lavoro il più possibile comune con regole di linguaggio improntate sulla franchezza e lealtà reciproca. La decisione che abbiamo assunto è di attenersi a una regola per la quale i ministri si occupano del governo, attraverso i loro settori specifici, con un impegno a stare fuori dalla vicende più prettamente politiche e partitiche a partire dalla campagna elettorale per le amministrative. È una decisione che ci è parsa di buon senso per superare problemi che ci sono e che non si risolvono con la bacchetta magica: per lavorare abbiamo bisogno di regole. Su questo punto non aggiungerò altro, spero che parlino i fatti”.

Dall’Abbazia di Spineto il Governo Letta esce con una Road Map in quattro punti, con provvedimenti da affrontare nei primi cento giorni di governo:

  1. Più lavoro per i giovani
  2. Decreto Imu
  3. Pacchetto di agevolazioni fiscali per le imprese
  4. Riforma della politica

La riforma della giustizia è importante, ma non rientra nelle priorità dei cento giorni del Governo Letta. Le risposte sull’Imu e sulla Cig, invece, arriveranno già dal prossimo consiglio dei ministri di venerdì 17 maggio. Il governo nominerà inoltre una commissione di esperti esterni per le riforme costituzionali, presieduta dallo stesso Enrico Letta.

Altri temi caldi sono l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, che il premier Letta intende affrontare fin da subito, e l’abolizione del Porcellum:

“Con questa legge elettorale non si può andare a votare, è ciò che vogliamo escludere. Quindi in tempi rapidi possiamo avere una rete di protezione, di cui si occuperà il ministro Quagliariello, per la quale non ci sia la paura, se succedesse l’imponderabile, di andare a votare con questa legge”.

[divider]


[divider]

Il Sindaco di Sarteano ha dato il benvenuto al Governo Letta

Sotto una pioggia battente, ieri il sindaco di Sarteano Francesco Landi ha dato il benvenuto ad Enrico Letta e a tutti i ministri del nuovo Governo all’Abbazia di Spineto. Con lui erano presenti anche il Presidente della Regione Enrico Rossi, il Presidente della Provincia Simone Bezzini, ed il Prefetto di Siena, Renato Saccone. Queste le dichiarazioni del Sindaco Landi:

“Ho dato il benvenuto a tutto il Governo a Sarteano ho potuto scambiare alcune parole con il Presidente Letta e con tutti i 21 componenti della squadra di governo, augurando loro buon lavoro. Mi sono soffermato un po’ di più con i ministri Zanonato e Del Rio, colleghi sindaci di due città importanti come Padova e Reggio Emilia, che ben conoscono i problemi dei Comuni , che sono messi sempre meno in condizione di dare risposte ai cittadini. Nelle loro parole ho trovato grande consapevolezza e disponibilità”.

Prima della partenza, in tarda mattinata, è previsto un colloquio tra il sindaco Francesco Landi ed il Presidente del Consiglio Enrico Letta.

[divider]

I ministri del Governo Letta sono arrivati alle ore 18:30 all’Abbazia di Spineto.

La riunione informale del Governo Letta è cominciata alle ore 16, a Roma, quando è partito il pullman. I Ministri sono in arrivo nell’abbazia di Spineto, dove si riuniscono a porte chiuse e  senza segretari, portavoce o assistenti. Si tratta di un evento autofinanziato dai partecipanti.

Enrico Letta, che ha viaggiato con Angelino AlfanoDario Franceschini e Maurizio Lupi, è arrivato all’Abbazia di Spineto intorno alle ore 18:30. Anche il secondo pullman è arrivato a destinazione, con a bordo Emma BoninoBeatrice LorenzinCecile KyengeGianpiero D’AliaMario MauroEnrico Giovannini e tutti gli altri che non sono giunti in loco con mezzi propri.

Alla spicciolata, erano giunti: Maria Chiara CarrozzaFabrizio SaccomanniAndrea OrlandoMassimo Bray, il primo ad arrivare a destinazione.

Alle ore 19:00 si aprono i lavori. Il premier Enrico Letta e il vicepremier Angelino Alfano (dopo le polemiche che hanno visto quest’ultimo protagonista, vista la sua partecipazione alla manifestazione di Brescia voluta da Berlusconi), hanno concordato che i ministri e i membri del governo non parteciperanno né a manifestazioni elettorali né a dibattiti radiotelevisivi

«che non siano incentrati sull’attività di governo o sulle competenze dei rispettivi dicasteri».

[divider]

Grande attesa all’Abbazia di Spineto per l’arrivo dei ministri del governo Letta

Come annunciato la settimana scorsaEnrico Letta è pronto a portare i suoi ministri nel raduno informale all’Abbazia di Spineto, nei pressi di Sarteano. Per l’occasione, il premier ha scelto gli spostamenti low cost: niente auto blu, per dare un segnale di sobrietà. Il Governo Letta arriverà da Roma in pullman e la riunione si svolgerà a porte chiuse.

Il Governo Letta, in carica dal 28 aprile 2013, utilizzerà questa occasione per “programmare, conoscersi, fare spogliatoio” (come scritto dal premier in un tweet). Il raduno comincerà nel pomeriggio di domenica 12, dopo le ore 17, e si concluderà nella tarda mattinata di lunedì 13. Vi parteciperanno, oltre al presidente dei Consiglio e ai ministri, il sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi.

La mossa a sorpresa di Enrico Letta per la sua squadra di governo ricorda il 1997, quando Romano Prodi scelse il convento di Gargonza, in provincia di Arezzo, per una riunione seminariale; in quell’occasione, tuttavia, erano stati invitati anche i leader dei partiti che sostenevano l’esecutivo oltre ad alcuni intellettuali dell’area di centrosinistra. Questa volta, il Governo Letta sarà l’unico protagonista del raduno.

Nessun commento su Il Governo Letta all’Abbazia di Spineto, tra promesse e proteste

Type on the field below and hit Enter/Return to search