La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Per i Vikings Chianciano esordio amaro

Seconda giornata di campionato serie c girone 2 Toscana, a Borgo San Lorenzo i Vikings Chianciano giocano la partita di esordio in campionato, dopo il riposo della prima giornata, contro…

Seconda giornata di campionato serie c girone 2 Toscana, a Borgo San Lorenzo i Vikings Chianciano giocano la partita di esordio in campionato, dopo il riposo della prima giornata, contro il Rugby Mugello che domenica scorsa, fuori casa, aveva battuto il Siena RC 2000 per 20 a 0.

Il clima rigido con un campo in ottime condizioni, il Rugby Mugello parte forte e mette una buona pressione ai Vikings Chianciano che si difendono bene e mostrano ottimi placcaggi ed una buona mischia, supremazia territoriale del Mugello che porta 3 punti grazie alla trasformazione di un calcio di punizione, negli ultimi 15 minuti i Vikings spostano il baricentro ed in 14 avendo subito un espulsione temporanea di Cestari riescono a creare due occasioni da meta e ad ottenere un calcio fallendolo, primo tempo si chiude 3 a 0.

Nel secondo tempo il Mugello riparte a spron battuto dominano nelle ruck, dove i Vikings devono migliorare, e realizzano due mete di cui solo una trasformata portandosi sul 15 a 0, ma arriva la reazione dei Vikings che pur ritrovandosi ancora in inferiorità, a causa dell’espulsione temporanea di Barbetti, realizzano una bellissima meta con Bettollini grazie ad una azione alla mano da manuale.

Nel finale continua la pressione dei Vikings, ma la stanchezza porta ad abbassare i ritmi ed il Mugello si difende bene la partita finisce sul 15 a 5.

Buona prestazione dei vichinghi che all’esordio hanno trovato una delle squadre favorite del campionato,soddisfazione dei coachs Annoscia e Massai, per i progressi fatti, anche se con un pò di grinta in più il risultato sarebbe stato diverso, prossima partita per i Vikings Chianciano in casa contro il fortissimo Empoli Rugby.

VIKINGS CHIANCIANO: Paradisi Guido, Giuliacci Francesco, Rossi David, Storelli Flavio, Pagano Filippo, Movileanu Doru Vasilica, Rosati Riccardo, Sestini Paolo, Cestari Tommaso, Marchetti Gabriele, Sestini Jacopo, Terrosi Simone, Bacherotti Stefano, Barbetti Stefano, Cappelli Andrea A DISPOSIZIONE: Dottori Emiliano, Roghi Mirko, Fè Massimiliano, Chierchini Alessio, Alfatti Matteo, Bettollini Simone, Ferretti Pietro ALLENATORI: Ugo Massai, Nicolas Annoscia, Guido Paradisi

 

Campionato Serie C Girone 2 – 2ª Giornata Risulati

Rugby Mugello – Vikings Chianciano (Bordea) 15-5 (4-0)

Empoli Rugby – Siena Rugby Club 2000 (Antonazzo) – Rinviata

Arieti Rugby Arezzo – Isol8 Rugby Club (Paoletti) 29-7 (5-0)

Clanis Cortona – Grosseto Rugby Club (Acciari) 8-11 (1-4)

Riposa: Gambassi Rugby

Classifica Serie C girone 2

Squadra

Punti

 

CLANIS CORTONA

6

RUGBY MUGELLO

4

ARIETI AREZZO

2

ISOL8 RUGBY CLUB

0

GAMBASSI RUGBY

0

EMPOLI RUGBY

-3

VIKINGS CHIANCIANO

-4

GROSSETO RUGBY CLUB

-4

SIENA RUGBY CLUB 2000

-8

 

1 commento su Per i Vikings Chianciano esordio amaro

Praticantati retribuiti in tutta la Toscana grazie a GiovaniSì

GiovaniSì: rimborso di 300 euro mensili dalla Regione Toscana per praticanti e tirocinanti di età compresa tra 18 e 32 anni.

GiovaniSì: Rimborso di 300 euro mensili dalla Regione Toscana per praticanti e tirocinanti

Dopo i tirocini retribuiti, la Regione Toscana si è data da fare per promuovere anche i praticantati retribuiti per i giovani toscani. Un’opportunità già operativa dal primo di febbraio, grazie a tre accordi firmati con 39 fra ordini e associazioni professionali.

Per il presidente della Regione Toscana si tratta di un’altra tappa fondamentale del progetto Giovanisì che contribuirà a facilitare l’accesso dei giovani alle professioni e a porre le basi della loro autonomia, misurandosi concretamente con la realtà del lavoro e inserendosi in un progetto di crescita civile. Per il presidente questa è un’occasione anche per i datori di lavoro, che possono mettere alla prova nuove competenze e nuovi possibili collaboratori. Dopo aver reso obbligatoria la retribuzione dei tirocini non curricolari presso enti pubblici o privati, la Regione ora estende questa possibilità anche ai praticantati, obbligatori e non, finalizzati all’esercizio della professione. La stessa cosa avverrà per i tirocini curricolari appena sarà firmato un ulteriore atto con le Università. Negli accordi stipulati con gli ordini la Regione si impegna a rimborsare 300 euro mensili agli studi professionali o agli enti che attivano praticantati per almeno 500 euro mensili lordi. Il Consorzio Professional Service (CPS), come rappresentante dei professionisti, gestirà le procedure tramite il portale web dedicato.

Beneficiari del contributo sono i giovani in età compresa tra i 18 e i 32 anni (non compiuti alla data di presentazione della domanda, limite di età invece non previsto per i soggetti disabili e le categorie svantaggiate) e residenti o domiciliati in Toscana. I praticanti non devono avere in corso un rapporto di lavoro autonomo, subordinato o parasubordinato con il soggetto ospitante.

Tipologie di tirocinio incluse negli accordi:

  • Praticantati obbligatori. Sono quelli che devono necessariamente essere sostenuti per esercitare la professione una volta conseguito il titolo di studio. In questo caso la Regione si impegna a dare un contributo a partire dal settimo mese di praticantato per un massimo di 12 mesi.
  • Praticantati non obbligatori. Si tratta di tirocini non obbligatori ma comunque finalizzati all’esercizio della professione. Le modalità e l’entità del contributo regionale sono le stesse dei praticantati obbligatori, ma deve essere previsto un progetto formativo che espliciti gli obiettivi e le competenze da acquisire nel periodo di tirocinio.

Destinatari del contributo. Possono accedere al contributo della Regione Toscana sul rimborso dei praticantati, obbligatori e non, sia soggetti privati che enti pubblici. In caso di soggetto ospitante privato (ad esempio uno studio professionale) è consentita l’attivazione di queste tipologie di tirocinio anche in assenza di dipendenti a tempo indeterminato.

Durata. Il cofinanziamento regionale è corrisposto al soggetto ospitante per i praticantati, obbligatori e non, che hanno una durata minima di 2 mesi e per un massimo di 12 mesi. Nel caso dei praticantati obbligatori il contributo regionale sarà corrisposto a partire dal settimo mese.

Requisiti per l’ammissibilità al contributo regionale. Il praticantato deve essere svolto in Toscana presso la sede del soggetto ospitante. La domanda deve essere inoltrata mediante il sito web dedicato. Per le professioni ordinistiche con tirocinio obbligatorio, i praticantati devono essere in corso da almeno 6 mesi, mentre per quelli non obbligatori deve essere previsto un progetto formativo. Il praticante non può essere utilizzato per funzioni che non rispettino gli obiettivi formativi. Deve essere previsto un rimborso spese forfettario da parte del soggetto ospitante di almeno 500 euro mensili lordi. Deve essere previsto un tutore presso il soggetto ospitante.

Maggiori informazioni su sito web dedicato: progettogiovani.cpstoscana.it
Mail dedicata: progettogiovani@cpstoscana.it
Telefono: Consorzio Professional Service (CPS) 055/5522962

1 commento su Praticantati retribuiti in tutta la Toscana grazie a GiovaniSì

Amazon Kindle Fire HDX 7

Da quasi una settimana sono stati presentati ufficialmente i nuovi tablet Kindle Fire HDX da 7 e 8.9 pollici di Amazon, con caratteristiche tecniche nettamente migliori rispetto alle precedenti versioni. Andando a studiare…

Da quasi una settimana sono stati presentati ufficialmente i nuovi tablet Kindle Fire HDX da 7 e 8.9 pollici di Amazon, con caratteristiche tecniche nettamente migliori rispetto alle precedenti versioni.

Andando a studiare il modello da 7”, potremo vedere come questo tablet griffato Amazon, sarà il diretto avversario del Nexus 7, uno dei migliori tablet da 7” sul mercato, rispetto al quale vanta un processore più potente, e dell’iPad mini.

Concentrandosi prima sull’estetica, notiamo che il Kindle Fire HDX 7 propone dimensioni ridotte rispetto al vecchio modello, 18,5 x 12,7 x 0,9 cm, ed un peso minore che ferma l’ago della bilancia sui 300 gr con un aumento di 10 gr per la versione 4G. Le linee invece sono più nette con spigoli più marcati. Sul bordo sinistro sono collocati il bilanciere del volume e l’ingresso micro-USB, sul destro il pulsante d’accensione/spegnimento ed il jack audio. Sul retro spicca il logo Amazon e poco sopra troviamo i due microfoni e gli altoparlanti di sistema (Dolby Digital Plus), inoltre la superficie gommata del pannello posteriore garantisce un’ottima presa in qualsiasi condizione d’utilizzo.  La diffusione dell’audio avviene lungo i bordi del tablet in modo da evitare lo smorzamento del suono quando il Kindle Fire HDX 7 viene appoggiato su un piano. Assenti le uscite video ed uno slot micro-SD.

Kindle Fire HDX1Per quanto riguarda la dotazione hardware, come già detto il Kindle Fire HDX offre il meglio che possiamo trovare nella sua categoria. Partiamo dal display capace di supportare una risoluzione di 1920×1200 px, che in un display di 7” viene tradotta in una densità di 323 ppi. Il processore è un quad-core Snapdragon 800 che in abbinamento ai 2 GB di RAM e alla GPU Adreno 330 garantiscono prestazioni elevate, nonché la possibilità di eseguire tranquillamente applicazioni importanti e giochi 3D di ultima generazione. Il Fire HDX 7 non è però dotato di una fotocamera posteriore, presente nella versione da 9”, ma soltanto di una anteriore dedicata alle videochiamate, di cui però Amazon non ha reso noti i Megapixel, ma solo la possibilità di riprese HD da 720p. L’assenza dello slot micro-SD è ovviata dalla possibiltà di scegliere diversi tagli di memoria, 16, 32 e 64 Gb.  Un passo avanti è stato fatto anche sul fronte autonomia, dove a dispetto di una batteria più sottile è stata garantita una durata d’utilizzo di ben 11 ore, che diventano 17 se il tablet viene utilizzato come e-book reader nell’apposita modalità lettura.

Dove però il Kindle Fire HDX si trova, secondo noi, svantaggiato rispetto agli altri device è nel settore software. Infatti il Fire monta la versione 3.0 di Fire OS nome in codice Mojito, un sistema operativo basato su Android Jelly Bean, al quale sono state rimosse le Google apps ed il Play Store. Questo vuol dire una ridotta gamma di app e quindi l’assenza dei più diffusi applicativi presenti sulle altre piattaforme, con un conseguente ridimensionamento dell’utilizzo del tablet a ciò che Amazon può offrire con le proprie applicazioni, di sicuro non paragonabili a ciò che possiamo trovare sugli altri Store.

Questa mancanza però non pregiudica il valore reale di questo tablet, ottimo per vedere contenuti multimediali dopo una ricerca sul web e controllore e-mail prima di lanciare qualche gioco davvero pesante. In conclusione a chi non sentisse la mancanza delle Google apps e del Play Store, ci sentiamo tranquilli nel consigliare il Kindle Fire HDX 7, un ottimo prodotto ad un prezzo minore della concorrenza. Infatti il Fire da 7” è venduto a partire da un prezzo minimo di 229 dollari fino ad un masimo di 424 per la versione 4G da 64Gb, e sarà presente in Italia dal 18 ottobre nella versione Wi-Fi e da circa un mese dopo in veste 4G.

A seguire la consueta scheda tecnica.

SCHEDA TECNICA 

  • Dimensioni – 18,5 x 12,7 x 0,9 cm
  • Peso – 300 g (Wi-Fi) – 310 (4G)
  • Display – 7” Full HD (1920×1200) e 323 PPI
  • Audio – Dolby Digital Plus
  • Processore – Snapdragon 800 Quad Core
  • GPU – Adreno 330
  • RAM – 2 GB
  • Memoria – 16/32/64 GB
  • Sistema Operativo – Fire OS Mojito (basato su Jelly Bean)
  • Fotocamera anteriore – Riprese HD 720p – Risoluzione non pervenuta
  • Batteria – 11/17 ore di autonomia – Capacità non pervenuta
  • Connetività – LTE, 4G (dove specificato)

 

Nessun commento su Amazon Kindle Fire HDX 7

Chianciano, via libera per il consumo sul posto dei prodotti alimentari

Importante modifica la regolamento d’Igiene nel comune di Chianciano Terme: d’ora in poi nelle attività di vicinato che vendono prodotti alimentari, sarà possibile il consumo sul posto dei prodotti venduti…

Importante modifica la regolamento d’Igiene nel comune di Chianciano Terme: d’ora in poi nelle attività di vicinato che vendono prodotti alimentari, sarà possibile il consumo sul posto dei prodotti venduti anche in assenza di bagno dedicato al pubblico.

La modifica al vecchio regolamento è stata approvata dal consiglio comunale della cittadina termale nella seduta del 10 ottobre, con soli tre voti d’astensione.

Un’innovazione che permetterà agli avventori di consumare sul posto gli alimenti. In questi casi non sono offerti i servizi che si trovano nel ristorante in quanto non è permesso il servizio al tavolo, non è permesso l’utilizzo di posate, piatti o bicchieri, ma soltanto di materiale a perdere.

Nei locali dove è praticata la somministrazione non assistita dovranno essere esposti cartelli ben visibili al pubblico con la scritta “In questo esercizio non è autorizzato il servizio al tavolo” in modo che non vengano richiesti servizi che soltanto in un ristorante possono essere dati.

La modifica riguarda le attività svolte in esercizi di vicinato: laboratori di produzione, pizza da taglio, gastronomie, rosticcerie, panifici, laboratori di produzione gelato, pasticcerie.

1 commento su Chianciano, via libera per il consumo sul posto dei prodotti alimentari

Tomba della Quadriga Infernale: festa per il decennale della scoperta

Sabato 12 ottobre si è festeggiato a Sarteano il decennale della scoperta della Tomba della Quadriga Infernale.

Sabato 12 ottobre a Sarteano è stato festeggiato il decennale della scoperta della tomba che rappresenta uno dei più interessanti capitoli dell’etruscologia degli ultimi anni. A dieci anni dalla sua scoperta, avvenuta l’11 ottobre del 2003, la Tomba della Quadriga Infernale continua a riscuotere grande attenzione da parte del pubblico e degli esperti. In quel giorno, agli occhi stupiti dei volontari del gruppo archeologico Etruria, sotto la direzione del museo civico archeologico di Sarteano, si presentò il magnifico Demone, alla guida della sua Quadriga.

“Scoprire una tomba etrusca – afferma l’archeologa Alessandra Minetti, direttrice del museo sarteanese – è sempre una grande emozione. Ma entrare, strisciando in uno stretto varco, e trovarsi di fronte un’intera parete decorata di pitture, è una fortuna che capita a pochi. È quanto ci è successo quell’11 ottobre – aggiunge Alessandra Minetti – quando siamo entrati camminando carponi in un lungo corridoio decorato da pitture dai colori vivacissimi. Alla luce tremolante della torcia sfilavano teste di animali reali e fantastici, figure umane, motivi decorativi e simbolici.
Non sapevamo ancora che stavamo aprendo uno dei più interessanti capitoli dell’etruscologia degli ultimi anni”.

Durante i festeggiamenti di sabato 12 ottobre a Pianacce, in prima fila, c’erano il sindaco Francesco Landi e, naturalmente, l’archeologa del ritrovamento della Tomba della Quadriga Infernale, attuale direttrice del Museo Civico Archeologico sarteanese, Alessandra Minetti. Domenica 13, nell’ambito della giornata delle Bandiere arancioni, si sono moltiplicate le visite guidate e gli spettacoli teatrali, dedicati soprattutto ai bambini, nei luoghi etruschi come nel centro storico, al castello come di fronte all’Annunciazione o al celebre dipinto del Beccafumi. Nell’occasione sono stati realizzati circa 120 disegni da rispedire al Touring club, cui il progetto delle Bandiere arancioni fa riferimento.

Decine di persone sono arrivate alla scoperta di Sarteano, sull’onda dell’iniziativa, mentre il Touring ha fatto seguire da alcuni blogger quanto stava avvenendo in questo comune (privilegio dato a un paio di realtà selezionate per ogni regione). Spettacoli ed escursioni hanno, ancora una volta, coinvolto le associazioni, la vera anima di Sarteano: accanto al Comune e al Museo, hanno preso parte attiva la Pro Loco, Nonsolomamme, Sarteanoviva, la Riserva naturale di Pietraporciana, gli Arrischianti, Giullargallo, i produttori agricoli, i ristoratori, i blogger di 100days e le guide.

Maggiori informazioni all’interno della pagina web dedicata alla Tomba della Quadriga Infernale.

1 commento su Tomba della Quadriga Infernale: festa per il decennale della scoperta

Brutte cadute per il Sarteano e la Virtus Chianciano: tutti i risultati del calcio in Valdichiana

Eccellenza Baldaccio Bruni-Nuova società Chiusi 4-1 Il risultato della giornata è stato a favore della Baldaccio per 4-1 contro il Chiusi. Il Chiusi parte con la ferma intenzione di infastidire…

Eccellenza

Baldaccio Bruni-Nuova società Chiusi 4-1
Il risultato della giornata è stato a favore della Baldaccio per 4-1 contro il Chiusi. Il Chiusi parte con la ferma intenzione di infastidire la Baldaccio. A fare gioco sono gli ospiti con l’evidente progetto di far punti, ma i piani del Chiusi sono sovvertiti al 18’ con Terzi che porta in vantaggio la Baldaccio. I chianini, in inferiorità numerica, non demorde, ma è la Baldaccio a capitalizzare gli episodi. Terzi al 37’ riceve palla, svicola la marcatura e trafigge ancora il portiere, Baldaccio 2 Chiusi 0. La tripletta arriva nei minuti di recupero con Ruggeri che lesto imbuca la palla del 3 a 0. La ripresa è in sordina al 60’ il Chiusi accorcia le distanze su calcio piazzato da Dongarrà. La rete numero 4 arriva all’88 con uno stacco di Lischi.

Sinalunghese-Sangimignano Sport 2-2
La Sinalunghese fa una bella gara che dopo aver agguantato il pareggio sfiora il successo pieno. Nella prima parte dell’incontro è la Sangimignano Sportad affacciarsi pericolosamente in area di rigore con ottime giocate di rimessa con Bruno, Baccini e Bandini. Al 22’ passa in vantaggio la Sanginignano Sport con Baccini, la Sinalughese non ci sta e dopo soli due minuti pareggia. Nella ripresa la gara è sempre più viva e gli ospiti si rifanno sotto con Bruno, che al 23’ segna con un preciso diagonale. I padroni di casa rientrano prepotentemente in gioco e al 38’ con una punizione dalla lunga distanza Vasseur riagguanta la partita.

N.Foiano – Castelnuovese: 1-1

Prima Categoria Girone E

Rassina-Bettolle 4-0
Prima vittoria del Rassina con un secco 4-0 nei confronti del Bettolle. Dopo soli tre minuti il Rassina si porta in vantaggio con Cerofolini. Il Rassina crea diverse occasioni mentre il Bettolle riesce solo a fare qualche contropiede senza impensierire l’avversario. Alla fine del primo tempo l’arbitro concede tre minuti di recupero, al secondo di questi, esattamente al 47’ Cristelli del Rassina porta il risultato sul 2 a 0. Al 10’ del secondo tempo Cerofolini realizza il tre a zero. Passano i minuti e al 35’ Simon materializza il 4 a 0 per il Rassina.

Poliziana-Terontola 1-1
La prodezza di Pellegrini evita un’altra giornata “no” alla Poliziana. Primo tempo senza reti, mentre al 10’ della ripresa il Terontola passa in vantaggio: discesa sulla destra di Casini, traversone per Guerri che rimette dentro per Solfanelli il cui piatto buca Bastreghi. Al 70’ capolavoro di Pellegrini che raccoglie un assist di castellani, si coordina e in rovesciata pareggia. La partita finisce sullo 1-1.

G.S. Olmoponte Arezzo-Torrita 2-2
Olmoponte pareggia con un Torrita che raramente aveva impensierito. Al 12’ vanno in vantaggio i locali con Vassari. Al ’39 il Torrita si fa pericoloso con Elbassraoui che lambisce il palo. Finisce il primo tempo con il predominio territoriale degli ospiti. Al 60’ Vassari in traiettoria devia la palla che finisce nell’angolo, 2-0 per l’Olmponte. Ma al 67’ i padroni di casa si lasciano sorprendere da un cross laterale di Gregori e Ghini di testa anticipa Claudi in uscita, 2-1 per gli ospiti. Passano solo sue minuti Cecchetto batte, gol per il Torrita. Risultato comunque buono per i padroni di casa, che con un punto si assestano nella parte centrale della classifica.

Cortona Camucia – Alberoro: 2-0
Lucignano – A.Montevarchi: 0-1
Traiana – Cesa: 2-0

Girone F
Virtus Chianciano-Paganico 1-2
Brutta caduta per la Virtus Chianciano contro il Paganico. La squadra di Ferraro va sotto di un gol, acciuffa il pareggio con Bernetti, ma spreca troppe occasioni davanti alla porta di Marchi, finendo poi per subire la rete decisiva da parte del Paganico al 72’ con Pieri che non sbaglia la conclusione a rete.

Alberese- Pienza: 2-1

Seconda Categoria Girone N
Cozzano- Asinalonga 0-1
L’Asinalonga vince, Rocchi al 25’: angolo da destra di farsetti e Rocchi di testa in mischia batte Scanzi del Cozzano. Con questa vittoria l’Asinalonga vola e il Cozzano resta fermo ad un punto.

Battifolle – Olimpic 96: 1-0

Fratta S.Caterina – Arezzo F.Academy: 0-1
Montagnano – Camucia Calcio: 1-1
S.Marco La Sella – Montecchio: 2-2
Spoiano – Pieve al Toppo: 0-0
Tegoleto – Fratticiola: 4-1

Terza Categoria
Meroni- Città di Chiusi 1-2
Parte forte il Chiusi con un tipo di Pellegrini che finisce fuori al 5’. Al 15’ il Chiusi passa in vantaggio con Della Ciana in contropiede. Nel secondo tempo al 35’ arriva il pareggio di Taddei del Meroni che viene atterrato in area e che poi segna il rigore. Nel secondo tempo sempre pari tra le due squadre, ma in pieno recupero su mischia in area viene dato un rigore che il Chiusi realizza.

GSD Berandenga-SPA Acquaviva 2-0
Il Berardenga parte subito bene attaccando e pressando al squadra allenata da Mariani. Il padroni di casa dettano i ritmi del gioco e al 25’ trovano il gol con Pasquini. Il Berardenga non si accontenta e continua ad attaccare, ma bravo Mezzanotte a neutralizzare le numerose incursioni dell’attaccante castelnovino. Al 34’ su punizione il Berardenga raddoppia. La ripresa è tutta dell’Acquaviva, ma i ragazzi di Magrini sono bravi a chiudersi in difesa. Alla seconda giornata punteggio pieno per il Berardenga.

Tressa-Sarteano 4-0
Finisce con un 4 a 0 a favore dei padroni di casa un incontro che non è stato mai messo in discussione e che, senza gli errori di mira ed un pizzico di superficialità da parte dei locali, poteva terminare con un risultato più pesante. I gol sono arrivati per opera di Spitaletta al 20’ e al 83’, di Kokora al 38’ e di Caccamo al 45’. Da segnalare l’ottima prestazione di Culicchi del Sarteano.

Atl.Piazze – Vescovado: 2-0
Guazzino – San Miniato: 6-0
Nuova Pol.Serre – La Frontiera: 4-0

1 commento su Brutte cadute per il Sarteano e la Virtus Chianciano: tutti i risultati del calcio in Valdichiana

Nuovo francobollo dedicato al Vino Nobile di Montepulciano

Venerdì 18 ottobre, tra i quindici francobolli appartenenti alla serie tematica “Made In Italy” e dedicati ai vini DOCG, sarà emesso anche quello che avrà come protagonista il Vino Nobile…

Venerdì 18 ottobre, tra i quindici francobolli appartenenti alla serie tematica “Made In Italy” e dedicati ai vini DOCG, sarà emesso anche quello che avrà come protagonista il Vino Nobile di Montepulciano. La conferma è arrivata da Poste Italiane, dopo l’autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il francobollo, atteso già da alcuni mesi, avrà un valore di 0,70 euro, è stato stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e l’autore del bozzetto è Gaetano Jeluzzo. Nell’immagine sono riportati un grappolo di Prugnolo Gentile (il vitigno dal quale si ricava il Nobile) ed un inconfondibile panorama collinare con, sullo sfondo, il profilo della cittadina. Il Comune di Montepulciano e il Consorzio del Vino Nobile hanno allestito un programma di iniziative per festeggiare l’emissione che ha il valore di un forte e capillare strumento di promozione del territorio e del prodotto.

Venerdì mattina alle 12.00, presso la Fortezza il sindaco Andrea Rossi, il presidente del Consorzio del Vino Nobile, Andrea Natalini, e la dottoressa Tiziana Morandi di Poste Italiane, saranno i primi a presentare il nuovo francobollo e ad apporre il primo annullo speciale. Per l’intera giornata il biglietto di ingresso alla mostra “Giorgio de Chirico. Il ritratto – Figura e forma” comprenderà in omaggio la cartolina filatelica dedicata al Vino Nobile di Montepulciano affrancata e bollata con “primo giorno di emissione” ed una degustazione di Vino Nobile di Montepulciano.

Sabato 19, la concomitanza con la Festa del Vino, promossa dal Rotary Club Montepulciano, consentirà di presentare il francobollo “a tema” ai rotariani provenienti da tutta Italia. Inoltre, dalle 13.00 alle 17.00, presso l’Enoteca del Consorzio dei produttori, la degustazione di Vino Nobile darà diritto a ricevere in omaggio la cartolina celebrativa.

Domenica 20, in occasione della Fiera d’Autunno, presso la postazione dell’associazione Filatelica Poliziana di Montepulciano, sarà possibile acquistare le cartoline con il francobollo e l’annullo speciale “giorno emissione”.

L’Ufficio Postale di Montepulciano utilizzerà l’annullo speciale che sarà quindi disponibile per collezionisti ed appassionati il 18 ottobre e per i successivi venti giorni dalla data di emissione. Alla scadenza del periodo, il bollo speciale, sarà conservato negli archivi del Museo Storico PT presso il Ministero dello Sviluppo Economico Comunicazioni a Roma.

3 commenti su Nuovo francobollo dedicato al Vino Nobile di Montepulciano

Inaugurata la nuova sede per l’Auser di Sarteano

Sabato 12 ottobre è stata inaugurata a Sarteano, in viale Amiata la nuova sede dell’Auser “Il bosco di Giano”, per gli oltre 500 soci locali.

Inaugurata a Sarteano la nuova sede dell’Auser “Il bosco di Giano”

Sabato 12 ottobre è stata inaugurata a Sarteano la nuova sede dell’Auser “Il bosco di Giano”. La nuova collocazione è facilmente raggiungibile, occupa solo il piano terreno di un edificio lungo viale Amiata, di fronte alla biblioteca e ai giardini comunali. C’è grande soddisfazione per l’obiettivo raggiunto da parte della presidente dell’associazione sarteanese Carla Verni e i circa cinquecento soci, un abitante su dieci, che condividono le numerose iniziative e i servizi dedicati agli anziani.

La nuova sede è stata inaugurata sabato scorso alla presenza del vicepresidente nazionale Auser Luigi De Vittorio, del presidente provinciale Artimino Cappelli, dell’assessore comunale Luisa Gandini. Carla Verni e il sindaco Francesco Landi, dopo la benedizione di don Fabrizio Ilari, hanno tagliato il nastro di fronte a un gran numero di persone.

«L’Auser – ha sottolineato Landi – è un fondamentale punto di riferimento per la comunità sarteanese. La sua valenza sociale è importantissima: basti citare i corsi di informatica, ceramica e di ballo, che si aggiungono alle altre occasioni di incontro e ai servizi di accompagnamento, come quello verso l’ospedale di Nottola»

L’Auser “Il bosco di Giano” (tel. 0578265628, 3319066334) contribuisce a innalzare la qualità della vita di un piccolo centro, che cerca di puntare sui servizi. Solo in viale Amiata, ci sono i giardini dove giocano i nipoti dei soci Auser, un chiosco che ospita un bar, una biblioteca. A poca distanza, il palazzetto dello sport e gli impianti sportivi. Nella formula Sarteano Living, lanciata dal Comune, si racchiude la volontà di incidere a tutti i livelli sul benessere dei residenti.

6 commenti su Inaugurata la nuova sede per l’Auser di Sarteano

L’ “Animalier” colpisce ancora!

Che vi piaccia o no, anche quest’anno la moda autunno-inverno 2013/2014 è ANIMALIER. Che sia zebrato, pitonato, a macchie, o ancora leopardato e tigrato, lo “zoo style” resta intramontabile e…

Che vi piaccia o no, anche quest’anno la moda autunno-inverno 2013/2014 è ANIMALIER. Che sia zebrato, pitonato, a macchie, o ancora leopardato e tigrato, lo “zoo style” resta intramontabile e continua a essere protagonista delle passerelle e delle vetrine della maggior parte dei negozi.

È passato indenne attraverso cicli e stagioni, caratterizzati sempre da elementi di stile tutti nuovi, infatti, la moda animalier fa la sua prima comparsa negli anni ’80, dove imperversava in molti video clip musicali e nelle passerelle dei maggiori marchi di moda. Negli anni ’90 è proseguita, ma molto più in sordina, l’animalier si poteva vedere soprattutto nelle borse, nelle cinture e negli accessori, nel 2013/2014 torna a fare la parte da padrona sia sull’abbigliamento, sia sulle borse che sugli accessori. In versione tigrata sui cappotti di Blugirl, un look totalmente ispirato alla savana per Moschino Cheap & Chic, oppure nella versione sporty targata DKNY, un accostamento in misure differenti su sweater, lunghi abiti, camicie e maxi bag. Giambattista Valli, invece, l’animalier è glam avant-garde, ovvero lo rende più soft a livello cromatico, ma allo stesso tempo lo “sporca” con incursioni di giallo. La maggior parte degli stilisti che si ispirano a questo genere di stile, scelgono di usare stampe o pellicce ecologie, ricreate in laboratorio per essere il più possibile simile alla realtà, rispettando così gli animali e l’ambiente.

La fantasia abito animalieranimalier più in voga è la macchia di leopardo o comunemente chiamato maculato, il quale nel corso del tempo ha acquistato quella nota sexy che non disturba. Dona quel tocco di grinta e quell’aggressività ad ogni outfit, anche se nelle ultime passerelle è stato addolcito con una nota più sofisticata. Ungaro, infatti, lo ripropone, ma in una variante spezzata che smorza i toni da “panterona” che rende la donna dominatrice, ma allo stesso tempo elegante e forte. Nella moda 2013/2014 il maculato è passato da fantasia per le serate super chic ad essere casual e da portare in qualunque ora del giorno: ovviamente dipende anche dagli abbinamenti, da evitare sicuramente il total look. Il look maculato, preso in piccole dosi, tipo una camicia, piuttosto che un leggings, o una giacca, andrebbe scelto da chiunque per sentirsi un po’ esotiche e un po’ femme fatale.

Poi c’è lo stile zebrato black and white, selvaggio come il maculato ma un po’ più audace. Il manto della zebra ha ispirato tanti stilisti per questa stagione, un esempio su tutti Versace. Lo stilista ne ha fatto il suo punto di forza per la propria collezione, presentandolo, oltre alla classica versione bianco e nero, mixato con altri colori, uno su tutto il giallo acceso. Ovviamente lo stile zebrato è già eccentrico di suo quindi meglio sceglierlo nei toni più conosciuti a meglio portabili. Lo zebrato è consigliato abbinarlo con capi di colori neutri come il nero o il gridio, mentre per il maculato possiamo scegliere anche il bianco, il marrone e tutte le tonalità di questo colore.

Curioso ma vero, nelle passerelle sono state avvistate le stampe dalmata. Valentino sceglie di macchiare un manto candido con macchie nere che ricordano quelle dei dolci ed eleganti dalmata. Una scelta fatta anche da Versace e da Burberry Prorsum, che rilegge l’animalier in chiave romantica e trasforma le chiazze in micro cuori. Certo Crudelia De Mon sarebbe stata sicuramente entusiasta di questa collezione, magari vendendola abbandonava anche l’idea di sacrificare i poveri cuccioli di Rudy e Anita.

stili animalierInfine c’è lo stile tanto amato da Cavalli, il pitonato. Un capo di questo stile riesce sempre a rendere qualsiasi look trendy e irresistibile, anche se molto spesso i capi pitonati corrono il rischio di risultate kitsch e finire in un angolo del nostro armadio per poi passare nel dimenticatoio. Cavalli e Valentino nelle loro ultime collezioni hanno, sì, utilizzato le stampe pitonate, ma con moderazione, utilizzandole per arricchire le fantasie e impreziosire gli abiti.

Indossare un capo maculato o leopardato, piuttosto che zebrato o pitonato attira sicuramente lo sguardo, concentrando su di noi l’attenzione, è quindi consigliato scegliere capi che esaltino il nostri punti di forza, lasciando o coprendo i punti in cui siamo più deboli. Per chi invece non piace proprio il genere meglio dirottare le nostre scelte su altre fantasie, per chi invece vorrebbe ma non se la sente troppo, meglio iniziare a piccoli passi, scegliere, all’inizio, accessori, come foulard, cinture, magliette o capi con piccole inserzioni di animalier, per poi passare a capi più impegnativi come giacche, pantaloni e cappelli. Invece, per le donne più audaci, che amano dominare e sfoggiare il proprio “zoo style” non resteranno a bocca asciutta, in quanto gli stilisti non hanno accennato a non accennano a voler in nessun modo rinunciare a vestire le proprie donne con capi dalle fantasie ispirate al mondo animale, con un occhio di riguardo all’eleganza e alla creatività.

4 commenti su L’ “Animalier” colpisce ancora!

Sequestri della Finanza alla Fiera di Sinalunga

Numerosi sequestri operati dalla Guardia di Finanza alla Fiera della Pieve di Sinalunga: oltre duecento articoli contraffatti, denunciate sei persone.

Numerosi sequestri operati dalla Guardia di Finanza alla Fiera della Pieve di Sinalunga: oltre duecento articoli contraffatti, denunciate sei persone.

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Siena ha operato un intervento in massa a contrasto dei marchi contraffatti durante uno degli eventi più importanti dell’ottobre in Valdichiana: la Fiera della Pieve in Sinalunga.

Gli interventi, nell’ambito dei servizi per il controllo economico del territorio, sono stati indirizzati alla tutela dei commercianti onesti, per evitare episodi di concorrenza sleale. L’operazione della Guardia di Finanza ha visto il dispiegamento congiunto degli uomini in forza alla Compagnia di Siena, alla Tenenza di Montepulciano e alla Brigata di Chiusi che si sono prodigati per controllare non solo la regolare emissione delle ricevute fiscali, ma anche per verificare la liceità in termini di sicurezza prodotti e tutela del Made in Italy dei beni commercializzati.

In una zona centrale della fiera, frapponendosi fra i vari banchi che avevano richiesto regolare autorizzazione al Comune, diversi venditori abusivi proponevano articoli di abbigliamento, scarpe, borse e accessori, tutti recanti marchi di note griffe, ma del tutto falsi.

Al momento dell’intervento dei militari, gli improvvisati venditori cercavano di dileguarsi nascondendosi tra la folla dove però hanno trovato ad attenderli altri Finanzieri che hanno provveduto alla loro identificazione ed al sequestro dei falsi. Sono pertanto stati posti sotto sequestro circa 200 articoli, comprendenti borse, portafogli, felpe ed accessori recanti marchi tra i più noti in commercio.

L’operazione di servizio ha consentito, oltre al sequestro di merce, la denuncia di sei soggetti – tre dei quali, successivamente ai riscontri effettuati presso la Questura di Siena ed il Commissariato di PS di Chiusi, non in regola con il permesso di soggiorno – per aver introdotto nello Stato e commercializzato prodotti con segni falsi, per frode nell’esercizio del commercio, per ricettazione e per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Prosegue, dunque, l’impegno della Guardia di Finanza senese a tutela dell’intera comunità dinanzi al fenomeno della contraffazione che evidenzia anche aspetti nocivi per la salute, in quanto i capi contraffatti vengono sovente prodotti con fibre e coloranti presenti in maniera difforme da quanto previsto dalle norme di sicurezza comunitarie e nazionali.

6 commenti su Sequestri della Finanza alla Fiera di Sinalunga

Nuovi Geositi di importanza regionale

Sono 16 i Geositi selezionati dalla Provincia di Siena tra quelli individuati dal Piano Territoriale di Coordinamento, Ptcp, che saranno sottoposti alla Regione Toscana per essere riconosciuti di importanza regionale, al…

Sono 16 i Geositi selezionati dalla Provincia di Siena tra quelli individuati dal Piano Territoriale di Coordinamento, Ptcp, che saranno sottoposti alla Regione Toscana per essere riconosciuti di importanza regionale, al fine di tutelarne la diversità naturale e geologica.

La selezione dei 16 GIR, Geositi di importanza regionale, proposti ha tenuto conto del carattere rappresentativo del sito nell’intero territorio provinciale e dell’unicità dell’elemento individuato. I luoghi inseriti nella lista sono le Biancane di Leonina (Asciano); i Calanchi di Monte Oliveto Maggiore e Chiusure (Asciano); la Montagnola di travertino e la mofeta delle Terme di San Giovanni (Rapolano Terme); i terrazzi di Podere Le Rimbecche (Castiglion d’Orcia, Pienza, Radicofani); il Sentiero dei Mulini di Sarteano; i conglomerati continentali di Poggio Renieri (Montalcino); la cava Barbieri e la Faglia di Pienza; Lave a cuscino di Crevole (Murlo); i Bottini di Siena (Siena); la cava di Alabastro calcareo di Castelnuovo dell’Abate (Montalcino); i Canaloni e la formazione di Poggio al Carpino (Monticiano, Roccastrada); il delta pliocenico di Podere Bellaria (Montepulciano, Pienza); la miniera delle Cetine di Cotorniano (Chiusdino); la cava di serpentiniti di Poggio La Croce (Murlo); il percorso didattico lungo il Torrente Gonna (Monticiano, Sovicille) e la Formazione del Torrente Farma (Monticiano, Roccastrada).

La legge regionale 56 del 2000 definisce Geosito di importanza regionale una forma naturale del territorio, di superficie o sotterranea, costituita da particolari emergenze geologiche, geomorfologiche e pedologiche, che presenta un rilevante valore ambientale, scientifico e didattico, la cui conservazione e’ strategica nell’ambito dei territorio regionale. Lo scopo del riconoscimento è quello di comprendere il significato e l’importanza delle geodiversità, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio geologico e il potenziamento dell’attrattiva esercitata dal territorio e, quindi, dell’offerta turistica, nell’ottica dei principi di sostenibilità ambientale.

2 commenti su Nuovi Geositi di importanza regionale

Bar della Chiana – I migliori della serie A

I migliori giocatori della Serie A del campionato di calcio italiano in questa prima parte di stagione: una classifica a cura del Bar della Chiana!

Bar della Chiana – I migliori della serie A

Bentornati al Bar della Chiana: il modo migliore per sopravvivere alla serie A del campionato italiano di calcio. Questa settimana il campionato è in pausa a causa degli impegni della nazionale italiana, quindi il Bar della Chiana ha preparato una sorpresa per voi: la classifica dei migliori giocatori di serie A in questa prima parte di stagione!

serie a totti_SmallFrancesco Totti: voto 9
Dice che quando razzinghe s’è dimesso hanno sbaglio papa, a Roma un c’è solo Papa Francesco, c’è proprio Papa Totti! Lo volevano mandà alle feste dell’unità perchè era troppo vecchio, c’aveva la seggiolina dell’inpse bell’e pronta. E invece lui ha porto la Roma in vetta alla classifica!
[divider]
serie a tevez_SmallCarlos Tévez: voto 8
Bello da vedessi unn’è di sicuro, infatti più che n’apache pare ‘na marroca. Però s’è subito ambiento bene nella Juventus, pare na beschia nel su’ stallone. Ha già segno tre gol e ha spavento tutti i difensori. Poi l’hanno guardo nel muso e gliè presa anche peggio!
[divider]
serie a higuain_SmallGonzalo Higuaìn: voto 8
Quand’era ito via Cavani nel Napoli c’erano i tifosi lezzi, avevano lascio le bandiere a trainoni. Poi è arrivo Gonzo Higuain che unn’è mica un bischero, anzi, è un topplèie! Infatti ha bell’e fatto tre gol e corre per tre!
[divider]
serie a cerci_SmallAlessio Cerci: voto 7,5
Unn’è che ci so’ solo troiai in serie A, ci so’ anche i citti bellini che gli garbano alle spose. Tipo Cerci, che quando unn’è a fà l’amore gioca nel Torino e segna pure tanto. Infatti per ora ha fatto sei gol, il meglio dell’attaccanti del campionato!
[divider]
serie a balotelli_SmallMario Balotelli: voto 6,5
Quando gioca un c’ha mica paura di niente, nel Milan ha fatto tre gol e di solito unn’e sbaglia mai i rigori. Però si inguastisce troppo, infatti lo chiamano Balordelli, e metà delle partite va a finì che un le gioca!
[divider]
serie a moscardelliDavide Moscardelli: voto 5+
Gioca nel Bologna e di sicuro al fantacalcio un lo vole nessuno, unn’è mica parente di Maradona. Però Moscardelli c’ha la barba da omo vero e a noi ci garba parecchio!
[divider]
serie a mago falsettiMago Falsetti: voto 4,5
Un gioca però è sempre al baretto, fa la schedina da trent’anni e ci chiappa pure. Al Bar della Chiana fa le previsioni del calcio, del tempo e anche delle bocce. Però ne ‘sti giorni un c’ha chiappo niente, c’ha fatto sbaglià le schedine e unn’ha manco sentito i baturli del temporale. Ovvia ripigliati Mago Falsetti che domenica torna la serie A!

2 commenti su Bar della Chiana – I migliori della serie A

Type on the field below and hit Enter/Return to search