Il Live Rock Festival di Acquaviva si afferma come una delle manifestazioni ad ingresso libero più influenti del panorama nazionale. Da mercoledì 10 a domenica 14 settembre, i Giardini Ex Fierale ospitano la 18esima edizione dell’evento che chiude l’estate del rock: cinque serate, quindici concerti selezionati tra innovazioni internazionali e realtà italiane.

Tra i nomi più attesi Roy Paci & Aretuska, l’australiano Dub Fx e gli olandesi The Ex (annoverati tra migliori live band del mondo); ci sono poi nuovi e più recenti successi rock dei britannici We Have Band e dei francesi Jamaica, ma arrivano anche esclusive scoppiettanti come i macedoni Djaikowsky e gli inglesi Melt Yourself Down.

Le declinazioni più attuali del rock, i suoni meticci, l’elettronica, le sfumature jazz: una rassegna immersa nel paesaggio toscano e arricchita da un’offerta enogastronomica ampia e curata. La tradizione culinaria, le buone pratiche ecologiste e la raffinata selezione musicale fanno del Live Rock Festival un esempio di cultura sostenibile.
L’arena dei Giardini Ex Fierale accoglie migliaia di giovani appassionati che condividono la curiosità per le proposte di un festival indipendente e sempre più alternativo. E poi i più piccoli, le famiglie, i media: tutti ne parlano e tutti partecipano al festival più inebriante di fine estate.

Tra le collaborazioni più prestigiose ci sono quelle di Danjel Zèzèlj che firma le illustrazioni e le scenografie, la voce illustre di Silvia Boschero, l’impegno di Legambiente che assicura sensibilità ambientalista e il 95% di raccolta differenziata. Ci sono graphic novel e artigianato, acqua pubblica e musicisti virtuosi. E ci sono soprattutto i 150 giovani volontari che organizzano ogni anno un autentico evento sociale.

Novità eco-friendly: il Live Rock Festival si è distinto negli anni per la capacità di rinnovare le scelte ecocompatibili nella produzione di una rassegna partecipata ogni anno da circa 15mila giovani provenienti da tutta Italia. La novità eco-friendly del 2014 è Amicobicchiere: per evitare la dispersione dei numerosi bicchieri usa e getta, l’affollata birreria e le aree gastronomiche del festival si dotano quest’anno di bicchiere personale e riutilizzabile, così da ridurre ulteriormente l’impatto sulla produzione dei rifiuti. Gli standard di raccolta differenziata del Live Rock Festival si attestano ormai da anni al di sopra del 90%: percentuali record certificate da Legambiente.

Le eccellenze enogastronomiche della cultura toscana sono protagoniste del Live Rock Festival: grazie alla qualità delle materie prime ricercate tra i produttori locali si realizza una vera cucina a km zero che caratterizza con le sue innumerevoli specialità che attraggono un ampio pubblico di buongustai. Infrangendo gli stereotipi dei concerti rock, il Live Rock Festival valorizza il connubio tra cultura musicale e cultura del cibo, per una nuova consapevolezza sostenibile.

Per maggiori infomazioni: www.liverockfestival.it

Print Friendly, PDF & Email