A Lucignano è stata inaugurata, nella giornata di domenica 26 luglio, la personale di pittura “La terra (ri)trovata” del professor Giuliano Censini, che è stata anche lo spunto per un convegno sullo stesso tema che si è tenuto alle ore 17 nella sala Don Enrico Marini.

Il Comune di Lucignano, sempre molto sensibile, attento e attivo sui temi legati alla valorizzazione del territorio, al suo sviluppo e alla valorizzazione dei piccoli borghi , si è fatto promotore dell’iniziativa, che si va ad aggiungere ad altre già realizzato in passato. Lucignano è infatti comune capofila del progetto per l’iscrizione del Paesaggio storico della bonifica Leopoldina nel registro Nazionale del Paesaggio Rurale, che riguarda tutta l’area della Valdichiana Toscana; inoltre, è attivo su progetti di area come “La Valle del gigante Bianco”, “Distretto Rurale della Toscana del Sud”, “Associazione Aglione della Valdichiana”, “Comunità del cibo della Valdichiana” per quanto riguarda la valorizzazione del territorio agricolo; “Associazione Comuni Bandiere Arancioni” e “I Borghi Più Belli d’Italia” per quanto concerne la salvaguardia ambientale, la sostenibilità e la vivibilità dei piccoli centri.

Il convegno della scorsa domenica aveva come temi la sostenibilità ambientale, gli obiettivi del green new deal, le prospettive nazionali ed europee. Il convegno li ha posti al centro del dibattito, assieme alla necessità di valorizzare e riscoprire i piccoli borghi; hanno partecipato il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, la vicepresidente regionale Lucia De Robertis e l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, assieme al prof. Mauro Agnoletti, presidente dell’Osservatorio del Paesaggio della Regione Toscana.

“La dimensione della Toscana del futuro deve essere quella di una Toscana diffusa e connessa – ha commentato Eugenio Giani – quindi non solo le città, ma ognuna delle aree della nostra Regione, per bellezza e caratteristiche deve avere pari dignità. In questa Toscana diffusa e connessa la Valdichiana ha un ruolo centrale, sin dai tempi degli etruschi, è il granaio di prodotti di eccellenza”

“Abbiamo voluto abbinare a questa mostra, pensata originariamente per la Maggiolata, un convegno con delle riflessioni importanti – ha aggiunto il Sindaco Roberta Casini – Abbiamo parlato di paesaggio, di Valdichiana, di vocazione agricola, dell’importanza che l’agricoltura ha rivestito nei secoli e che dovrà rivestire anche nel futuro.”

Dopo il convegno è stata inaugurata la mostra personale di pittura di Giuliano Censini, all’interno del Museo di Lucignano, dal titolo evocativo “La terra (ri)trovata”, che rimarrà esposta fino al 2 settembre.

Nato nel 1951, Giuliano Censini vive e opera a Torrita di Siena, dipingendo fin da giovanissimo. Nel corso degli anni, oltre ad aver progettato varie opere pubbliche, sia di carattere pittorico che scultoreo, collocate in contesti civili e religiosi, ha esposto in numerose mostre collettive e rassegne sia in Italia che all’estero. Le sue opere si trovano esposte in musei, enti e amministrazioni pubbliche, in collezioni private non solo in Italia e in Europa, ma anche negli Stati Uniti d’America e in altri continenti.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close