Una cosa semplice, e di gusto. Come voleva il sindaco Machetti e la sua Amministrazione: «siamo un Comune piccolo, ma non insignificante. E il nostro impegno ci fa fare sempre bella figura», ha dichiarato.

Così, nel segno della semplicità, la giornata che Trequanda ha voluto dedicare a Siena 2019 è stata un successo. Ed ha impressionato anche Maurizio Ciampolini, che nella sua veste di Reponsabile dell’Ufficio Stampa Internazionale SI2019 ne era l‘ospite d’onore.

Un sabato bello e significativo, ricco di contenuti e suggestioni: dove la cultura della nostra terra l’ha fatta da padrona: «Se Siena 2019 vuol dire essere aperti e curiosi verso il nuovo, e al tempo stesso valorizzare il nostro modo di essere, la nostra storia e le nostre tradizioni, la serata di Petroio dimostra che abbiamo molte carte da giocare» ha detto Ciampolini.

Anche in un paese piccolo che però ha risposto in maniera entusiastica ed ha esibito una vivacità per certi versi sorprendente. La perfetta organizzazione della Società Operaia ha fatto il resto, punteggiando come meglio non si poteva un’ospitalità davvero speciale.

Loretta Lucaroni è stata un’elegante padrona di casa, conducendo l’interessante incontro su Siena 2019 all’interno del quale è stato presentato il libro “La Libertà è un colpo di tacco” dell’autore locale Riccardo Lorenzetti.

Poi, dopo il buffet, sono saliti in scena gli attori del “Massischermo”, con il loro spettacolo sul quale Siena 2019 ha voluto porre il suo patrocinio. Poliziani-Storelli-Dispenza hanno strappato applausi, dimostrando come la provincia possa essere capace di una proposta culturale semplice, ma efficace. Emozionante e ricca di significati.

Una manifestazione, insomma, che è stata un piccolo gioiellino. Complimenti agli organizzatori.

Print Friendly, PDF & Email