La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: eventi

Bravìo delle Botti 2017 – Tutte le notizie

Branded Content a cura di Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2017 del Bravìo delle Botti  Poggiolo vince l’Arca d’Argento 2017, alla Contrada…

Branded Content a cura di Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2017 del Bravìo delle Botti 


Tamburini e Sbandieratori Contrada di Talosa – Foto di Enea Barbieri

Poggiolo vince l’Arca d’Argento 2017, alla Contrada di Talosa il premio miglior sbandieratori e tamburini (18/09/2017)

Tante premiazioni al Teatro Poliziano di Montepulciano per salutare, solo in maniera formale, l’edizione 2017 del Bravìo delle Botti. Il premio ‘Bravìo nel cuore’ a Lorenzo Martire detto Torello, spingitore prematuramente scomparso.

Montepulciano – Tante emozioni si sono susseguite sul palco del Teatro Poliziano di Montepulciano in occasione della chiusura dell’anno contradaiolo 2017. Una chiusura solo formale, quella di quest’anno, perché l’anno contradaiolo rimarrà simbolicamente aperto in continuità con il 2018, in onore dei 700 anni dalla morte di Sant’Agnese Segni, co-patrona di Montepulciano.

Dopo la Santa messa della mattina che si è svolta nella Chiesa di Sant’Agnese, la comunità ha avuto modo di assistere all’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini poi seguita dal Corteo Storico per i borghi poliziani. Nel pomeriggio, riflettori accesi al Teatro Poliziano per l’atto finale della giornata, ovvero la cerimonia di premiazione, momento molto atteso dai contradaioli, e un momento anche per fare il bilancio dell’edizione del Bravìo appena conclusa e che ha visto trionfare sul sagrato del Duomo la Contrada di Voltaia con la coppia Attilio Niola ‘Attila’ e Matteo Paganelli ‘White Kenyan’.

Il lungo pomeriggio al teatro è stato aperto dalla proiezione dell’emozionante e suggestivo filmato di Alex Marchi che ha ripercorso, attraverso le espressioni dei volti di tutti i protagonisti della manifestazione, quella che è stata la settimana degli eventi del Bravìo 2017. Le emozioni sono poi continuate con la consegna del premio ‘Bravìo nel Cuore’, assegnato dal Magistrato delle Contrade ad una personalità che ha dimostrato grande amore per la manifestazione, profonda sincerità e passione per la corsa del Bravìo. Il premio è andato a Lorenzo Martire detto Torello, spingitore prematuramente scomparso che con Giovanni Zorn, detto Cacio, ha vinto ben 7 Bravìi, cinque con la contrada Le Coste e due con la Contrada di Talosa. Ed è stato proprio Giovanni Zorn a ritirare il premio e a ricordare Lorenzo in un teatro poliziano visibilmente commosso.

A salire poi sul palco è toccato ai vincitori del concorso fotografico organizzato dal Photoclub Poliziano, con la collaborazione del Magistrato delle Contrade e il patrocinio del Comune. Anche quest’anno il concorso era suddiviso in due sezioni: la sezione “Luci e ombre” ha visto trionfare Marco Paolo con la foto dal titolo ‘L’Attesa del guerriero’, secondo posto per Alessandro Piccardi con ‘Ritratto maschile’ e terzo posto per Roberto Leonardi con ‘Sole di mezzogiorno’. Per questa sezione la giuria ha attribuito anche un premio speciale al portfolio di fotografie di Valentina Daviddi. Per quanto riguarda, invece, il tema libero la giuria non stilato una classifica ma ha segnalato la foto di Samuele Romagnoli dal titolo ‘Sublimità’.

Vincitori Concorso Fotografico – Foto di Enea Barbieri

Infine il momento più atteso, ovvero la consegna del premio Memorial cav. Trabalzini, andato alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di tamburini. La giuria di esperti ha premiato la contrada di Talosa come migliore coppia di sbandieratori (Simone Mosca e Francesco Perugini) e per il quarto anno consecutivo, ancora la contrada di Talosa per la migliore coppia di tamburini (Adele Giannettoni e Cristina Mosca).

Il premio Arca d’Argento, dedicata al miglior corteo storico del Bravìo delle Botti 2017 è andato alla Contrada di Poggiolo. Le addette al Corteo, Anna Bigozzi, Emma Bernardini, Fabiola Conti, Anna Bernardini e Margherita Pellegrini, hanno ritirato il premio commosse e molto emozionate. I premi consegnati sono stati tutti elaborati da Debora Betti.

Addette al Corteo e Rettore Contrada Poggiolo – Foto di Enea Barbieri

Gli organizzatori del Bravìo, Giulio Pavolucci Reggitore del Magistrato delle Contrade di Montepulciano, insieme al vice sindaco Luciano Garosi e al consigliere con delega al Bravìo Stefano Bazzoni, hanno espresso grande soddisfazione per l’edizione 2017 del Bravìo in quanto per tutto il periodo della manifestazione, la cittadina poliziana è stata letteralmente invasa dai visitatori, che ne ha incrementato ulteriormente la sua fama e la sua visibilità.


Bravìo delle Botti 2017, un’edizione piena di emozioni (12/09/17)

Non si sono ancora placate le emozioni della gara del Bravìo delle Botti di domenica 27 agosto, che ha visto la coppia Attilio “Attila” Niola e Matteo “White Kenyan” Paganelli arrivare per primi sul sagrato del Duomo. Domenica 17 settembre le emozioni continueranno al Teatro Poliziano, con tutte le premiazioni previste dall’ormai consolidata tradizione della manifestazione di Montepulciano.

Domenica mattina, a partire dalle ore 10, partirà la sfilata del corteo storico lungo le strade di Montepulciano, partendo dal Palazzo del Comune e arrivando fino alla Chiesa di S.Agnese; quest’anno non si svolgerà formalmente la chiusura dell’anno contradaiolo, ma rimarrà simbolicamente aperto in continuità con il 2018, in onore dei settecento anni dalla morte di Sant’Agnese Segni. Dopo la messa, la comunità poliziana avrà l’opportunità di assistere all’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini, prima che ogni contrada torni alla propria sede.

Domenica pomeriggio tutti gli occhi saranno puntati sul Teatro Poliziano, in cui si svolgeranno numerose premiazioni a partire dalle ore 16. I momenti più attesi sono il premio “Arca d’Argento” dedicato al miglior corteo storico e il “Memorial cav. Trabalzini” dedicato alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di tamburini. Si svolgeranno inoltre le premiazioni del concorso fotografico “Attimi di Bravìo” organizzato dal Photoclub Poliziano e il “Bravìo nel cuore”, premio assegnato direttamente dal Magistrato delle Contrade ai personaggi che hanno mostrato particolare passione e dedizione alla manifestazione poliziana nel corso degli anni.

La giornata al Teatro Poliziano sarà anche il primo momento dei bilanci dell’edizione 2017; gli organizzatori del Bravìo, il Magistrato delle Contrade di Montepulciano, ha già espresso grande soddisfazione. Complice un periodo estivo dalle temperature molto calde, la cittadina poliziana è stata letteralmente invasa dai visitatori durante tutti i giorni della manifestazione, che ha incrementato ulteriormente la sua fama e la sua visibilità.

“Siamo molto felici dell’esito di quest’edizione del Bravìo delle Botti, soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Tutto si è svolto in maniera serena: la collaborazione con il Comune di Motnepulciano, le forze dell’ordine, la protezione civile e le associazioni ha dato i suoi frutti. Nonostante le preoccupazioni per le circolari sulla sicurezza, abbiamo gestito tutto con attenzione e serenità, dimostrando un’ottima compattezza di squadra e una continua crescita della manifestazione.”


Bravìo 2017: ancora una vittoria per Voltaia (27/08/17)

I colori rossoneri di Voltaia tornano a sventolare su Montepulciano, grazie alla coppia formata da Attilio Niola, detto Attila, e Matteo Paganelli, detto White Kenyan, che bissa il successo dello scorso anno e si aggiudica la vittoria nell’edizione 2017 del Bravìo delle Botti.

Voltaia era la contrada favorita, forte del convincente successo dello scorso anno: le estrazioni mattutine della griglia di partenza, inoltre, l’avevano ulteriormente facilitata concedendo alla forte coppia di spingitori la prima posizione. In prima fila erano presenti anche Collazzi, Talosa e Le Coste; in seconda fila Poggiolo, Gracciano, Cagnano e San Donato.

La caldissima giornata a Montepulciano è proseguita con la sfilata del Corteo Storico lungo il centro cittadino e l’esibizione degli sbandieratori e dei tamburini delle otto contrade sul sagrato del Duomo. Un nutrito pubblico ha partecipato con entusiasmo alla gara, che ha visto le coppie di spingitori portare botti di circa 80kg per le strade di Montepulciano.

Inizio scoppiettante per quest’edizione del Bravìo, con Voltaia che è subito scattata in prima posizione e Collazzi che è rimasta incastrata in uno scontro con la retrostante coppia di Poggiolo, perdendo subito contatto con la testa della gara. La coppia Niola – Paganelli ha preso immediatamente un vantaggio considerevole, che ha mantenuto fino all’arrivo con un tempo di 8 minuti e 34 secondi. Notevole la prova di San Donato, che dalle retrovie ha raggiunto un encomiabile secondo posto, e della stessa Collazzi, che ha recuperato posizioni fino ad arrivare quinta. Lodevole anche la prova della coppia di Gracciano, composta da due giovanissimi spingitori al loro esordio, che ha concluso la gara in quarta posizione.

La coppia di Voltaia, forte del successo dello scorso anno, si è quindi aggiudicata l’ambito panno dipinto dal pittore senese Luca Pollai, dedicato ai 700 anni dalla morte di S.Agnese. Un’altra vittoria quindi per il giovane rettore Alessio Bellari, e la quinta vittoria totale per la contrada dai colori rossoneri. Tutti i sedici spingitori in gara hanno indossato casacche listate a lutto per la recente scomparsa di Lorenzo Martire detto Torello, storico spingitore del Bravio delle Botti.


Bravìo 2017: tutto pronto per la gara tra le 8 contrade (25/08/17)

L’affascinante appuntamento del Corteo dei Ceri non ha tradito le aspettative: il pubblico di Piazza Grande è rimasto affascinato dalle esibizioni del gruppo sbandieratori e tamburini di Montepulciano e dai fuochi d’artificio sulla facciata del palazzo comunale. Il miglior modo per stemperare l’attesa nei confronti della gara di domenica 27 Agosto con la sfida tra le otto contrade del Bravìo delle Botti.

La giornata inizierà alle ore 10:00 della mattina in Piazza Grande, con l’estrazione delle posizioni di partenza e l’esibizione di sbandieratori e tamburini di Montepulciano. Le botti della gara verranno marchiate a fuoco e all’interno de Duomo si terrà l’offerta dei ceri a San Giovanni Decollato, la messa e la benedizione degli spingitori.

Il pomeriggio, alle ore 15:00, comincerà la sfilata del corteo storico lungo le vie cittadine, con partenza dalla Colonna del Marzocco. Il pubblico comincerà a radunarsi in Piazza Grande, dove spettacoli ed esibizioni allieteranno l’attesa fino al momento della gara.

La gara vera e propria del Bravìo delle Botti comincerà alle ore 19:00 dalla Colonna del Marzocco: due atleti per ogni contrada dovranno spingere una botte di circa 80kg per le strade di Montepulciano, facendola rotolare in salita fino al sagrato del Duomo. La prima contrada a raggiungere il traguardo si conquisterà il panno dipinto dal pittore senese Luca Pollai e dedicato a Sant’Agnese.

La grande affluenza che in questi giorni si è registrata a Montepulciano ha ampliato le misure di sicurezza per la giornata di domenica 27 agosto. Durante il pomeriggio, dalle ore 14:00 alle ore 19:00, l’ingresso al centro storico sarà regolamentato da un biglietto di ingresso di 2,50€, disponibile presso le biglietterie poste alle porte della città. All’interno di Piazza Grande verrà installato un maxischermo dove sarà possibile seguire in diretta tutto il corteo storico e la gara.


Le prove notturne degli spingitori, aspettando il Corteo dei Ceri (23/08/17)

Le notti di Montepulciano non stanno tradendo le aspettative: il caratteristico rumore delle botti che rotolano sulla pietra serena sta infatti accompagnando i contradaioli e i visitatori del centro storico, in attesa della grande gara di domenica 27 agosto. Le prime serate di prove notturne degli spingitori hanno già dato alcuni interessanti elementi su cui riflettere, per cercare qualche anticipazione sulla contrada che potrebbe aggiudicarsi la vittoria finale.

Le prove sono principalmente l’occasione per testare i punti più ostici del percorso, preparare le strategie per la gara ufficiale e mettere alla prova lo stato fisico della squadra, soprattutto per le contrade che non hanno ancora scelto la coppia da schierare. Particolarmente interessanti, nella serata di prove di domenica 20 agosto, i tempi di Collazzi (8 minuti e 58 secondi), Voltaia (8 minuti e 14 secondi) e Le Coste (8 minuti e 47 secondi). Prove più blande nella serata di lunedì 21 agosto, con soltanto la contrada Le Coste scesa sotto la soglia dei 9 minuti. Ci sarà comunque tempo fino a venerdì 25 agosto per provare il percorso e svolgere gli aggiustamenti atletici necessari.

Nel frattempo, cresce l’attesa per l’appuntamento tradizionale con il Corteo dei Ceri, che si terrà giovedì 24 agosto: l’affascinante atmosfera del centro storico di Montepulciano, illuminato soltanto dalle fiamme delle padellette e dalle torce degli armati, sarà attraversata dal corteo notturno con i figuranti, gli sbandieratori, i tamburini e i portatori di cero di ogni contrada. Con partenza alle ore 21:15 dalla Colonna del Marzocco, la cerimonia si concluderà in Piazza Grande con l’offerta dei Ceri in nome di San Giovanni Battista Decollato.

A seguire, l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano e lo spettacolo messo in scena dalla compagnia teatrale “Piccolo Nuovo Teatro” intitolato “Zoè”, realizzato con trampoli, costumi, fuoco, luci ed effetti speciali. La serata si concluderà con lo spettacolo pirotecnico sulla facciata del Palazzo Comunale di Montepulciano.


Bravìo 2017: presentato il panno dedicato a Sant’Agnese (21/08/17)

Emozioni e momenti di commozione nel pomeriggio del 20 Agosto al Teatro Poliziano: nel tradizionale appuntamento della domenica antecedente al Bravìo delle Botti è stato infatti svelato il panno dipinto da Luca Pollai, dedicato ai 700 anni dalla morte di Sant’Agnese, co-patrona di Montepulciano. Il panno sarà l’ambito trofeo che si aggiudicherà la contrada vincitrice del Bravìo delle Botti 2017, al termine della gara che si correrà domenica 27 Agosto.

Luca Pollai è al suo primo panno, ma è figlio di un altro pittore senese, Enzo Pollai, già autore del Panno del Bravìo delle Botti del 1996 e lo scorso anno ha dipinto il drappellone del Palio di Siena. Prima dello svelamento è stato omaggiato con un commosso ricordo il pittore dei panni delle edizioni 2015 e 2016, il maestro Cesare Olmastroni, scomparso durante la primavera. Una figura particolarmente apprezzata dalla comunità poliziana, che si era fatta benvolere dal mondo delle contrade per la sua simpatia e la sua umanità artistica, tanto che l’Amministrazione Comunale di Montepulciano ha deciso di dedicare un premio permanente alla sua memoria, spettante al bozzetto ritenuto particolarmente pregevole e vicino alla visione artistica del maestro Olmastroni. La prima edizione di questo nuovo premio, alla presenza del figlio di Cesare Olmastroni, Duccio, è stata vinta da Tommaso Andreini, proprio uno degli allievi preferiti dello scomparso pittore senese.

Altre importanti cerimonie si sono svolte sul palco del Teatro, tra cui la consegna del “Grifo Poliziano”, il premio attribuito a personalità che si sono distinte per il loro impegno nella valorizzazione di Montepulciano in ambito internazionale. Il riconoscimento è stato consegnato a Riccardo Pizzinelli, presidente della Società Storica Poliziana e dell’Opera Ecclesiastica Riunita di Montepulciano, impegnata nella valorizzazione di importanti opere storiche e architettoniche come il Tempio di San Biagio.

Seguendo una linea tracciata già dallo scorso anno, anche durante quest’edizione  sono stati presentati ulteriori nuovi costumi del corteo pubblico, commissionati dal Magistrato delle Contrade alla costumista e scenografa Noemi Grottini, già collaboratrice del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

Infine, un altro attesissimo appuntamento, giunto alla sua quindicesima edizione è stato il concorso enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, organizzato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.  Quest’anno il tema del concorso, che vedeva la sfida tra le otto contrade, era un primo piatto a base di pecorino. Le ricette sono state giudicate da una giuria di giornalisti internazionali e food blogger presieduta da Bruno Gambacorta, ideatore del concorso. Il premio è stato vinto dalla contrada di Voltaia con “Il Cappello del Pastore”. I piatti del concorso si potranno gustare negli stand gastronomici delle rispettive contrade durante tutta la settimana degli eventi.

Si conclude così il primo weekend dell’edizione 2017 del Bravìo delle Botti, che ha già fatto registrare una notevole affluenza di pubblico durante la serata di Cantine in Piazza di venerdì 18 agosto e del Proclama del Gonfaloniere di sabato 19 agosto. Proprio questo spettacolo, che caratterizza l’inizio delle cerimonie in onore di San Giovanni Decollato, è stato particolarmente apprezzato per l’impegno profuso da tutto il Magistrato delle Contrade, anche nella figura della nuova cerimoniera Sara Tonini.


Al via l’edizione 2017 del Bravìo delle Botti di Montepulciano (17/08/17)

La lunga attesa è finita: venerdì 18 agosto prende il via la nuova edizione del “Bravìo delle Botti” che si concluderà con la grande gara tra le otto contrade di Montepulciano lungo le vie del centro storico di domenica 27 agosto. Prima di quel momento, come da tradizione, la cittadina poliziana si animerà di tante iniziative per una settimana densa di eventi ed emozioni.

Il primo appuntamento è per venerdì 18 agosto alle ore 18 con la seconda edizione di “Daniele’s Drink”, la gara tra le otto contrade per la preparazione di un cocktail. L’iniziativa è organizzata dalla Contrada del Poggiolo in ricordo dell’amico e contradaiolo Daniele Santoni, apprezzato barman locale, scomparso prematuramente lo scorso anno. La serata proseguirà alle ore 20 in Piazza Grande con “Cantine in Piazza”, in cui decine di produttori di Vino Nobile di Montepulciano troveranno spazio nei banchi d’assaggio in uno scenario affascinante, reso ancora più magico dalla chitarra di Giacomo Rossetti; le degustazioni si svolgeranno in abbinamento ai prodotti tipici del territorio, selezionati dal Magistrato delle Contrade.

Sabato 19 agosto arriva il primo spettacolo della settimana, ovvero il “Proclama del Gonfaloniere”. Il corteo storico delle otto contrade, suddiviso in terzieri, sfilerà lungo le vie cittadine fino ad arrivare di fronte al Sagrato del Duomo, per udire la lettura del proclama che sancirà l’inizio della sfida tra le contrade. Il Gruppo Sbandieratori e Tamburini si esibirà prima dello spettacolo messo in scena dal Gruppo Storico Spadaccini di Soriano, con esercizi di gruppo in sincronia e duelli fuori dai classici schemi della schermata storica. Per le prenotazioni e l’acquisto dei biglietti, fino a esaurimento, è possibile rivolgersi agli uffici turistici della Pro Loco di Montepulciano (Piazza Don Minzoni, 1) e della Strada del Vino Nobile (Piazza Grande, 7)

Altri importanti appuntamenti per domenica 20 agosto, a partire dalle ore 15:30 con la passeggiata storica  del Gruppo Sbandieratori e Tamburini e Montepulciano e la “Presentazione del Panno” al Teatro Poliziano. Durante il pomeriggio verrà infatti svelata l’opera realizzata dall’artista senese Luca Pollai e dedicata a Sant’Agnese, di cui ricorrono quest’anno i 700 anni dalla morte. Verrà inoltre premiata la contrada vincitrice della 15esima edizione di “A Tavola con il Nobile”, il concorso gastronomico organizzato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. Al termine, il panno destinato alla contrada vincitrice del Bravìo delle Botti sarà esposto in Piazza Grande assieme all’esibizione dei piccoli e grandi Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano.

La giornata dia domenica sancisce anche l’inizio delle prove notturne degli spingitori, che si terranno tutte le sere alle ore 21, fino a venerdì 25 agosto. Per tutta la settimana le contrade di Montepulciano saranno aperte, con cene e intrattenimenti, fino alla grande gara di domenica 27 agosto. Tutta la manifestazione sarà raccontata in diretta anche dal programma televisivo “Quelli che la Botte”, con approfondimenti, interviste e riprese esclusive, in onda su Tele Idea (canali 86 – 190 – 625 – 699 del digitale terrestre) e in differita su Teletruria (canale 10 del digitale terrestre).


Piccoli Sbandieratori e Tamburini: vincono San Donato e Gracciano (07/08/17)

Si è conclusa la 35° edizione dell’ormai tradizionale appuntamento estivo con le nuove generazioni di Sbandieratori e Tamburini del Bravìo delle Botti. In occasione della festa patronale, la contrada di San Donato ha infatti organizzato per la giornata di Domenica 6 Agosto il concorso tra i giovani Sbandieratori e Tamburini delle otto contrade di Montepulciano, che ha visto una grande partecipazione per tutto il pomeriggio.

Per la categoria junior, dedicata ai bambini di età compresa tra 6 e 10 anni, la contrada vincitrice è stata Gracciano con Lorenzo Tonini, Pietro Canapini, Ludovica Gonzi, Cristiano Rusciano e Simone Rusciano. Come migliori tamburini, la vittoria è andata a Talosa con Maria Gambacciani, Giulia Pagliai, Emma Toppi e Diletta Chierchini; per i migliori sbandieratori, invece, la contrada di Poggiolo con Tommaso Migliorucci, Dafne Rosati, Giulio Rossi e Alessandro Massoni.

Per la categoria senior, dedicata ai ragazzi di età compresa tra 11 e 14 anni, la contrada vincitrice è stata invece San Donato con Daniele Fiorini, Martina Fiorini, Francesco Chiavai, Caterina Chiavai, Lorenzo Scorza, Alessandro Niosi, Simone Zerillo e Filippo Angelo Pannevis. Come migliori tamburini, la vittoria è andata a Le Coste con Guido Ilari, Christian Alessandro Nocchi e Sofia Guerri; per i migliori sbandieratori sono stati premiati Andrea Nocchi e Gabriele Guerrini di Gracciano.

La giornata si è conclusa con la cena della contrada di San Donato e la musica presso la Fortezza di Montepulciano, nonostante non fosse cominciata sotto i migliori auspici: la notizia della scomparsa di Lorenzo Martire detto “Torello”, uno dei più importanti spingitori nella storia del Bravìo delle Botti, ha infatti profondamente scosso il mondo contradaiolo. Unanime il cordoglio, che è stato espresso anche attraverso una passeggiata di commemorazione lungo il centro storico da parte degli amici di contrada, i colleghi spingitori e la comunità di Montepulciano per il tragico evento.

La macchina organizzativa del Bravìo delle Botti continua giovedì 10 Agosto con la nuova edizione di “Calici di Stelle”, organizzata dalla Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese. Alle ore 18 si terrà l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, mentre per la cena tutte le contrade apriranno le cucine con i prodotti tipici della tradizione locale in abbinamento al Vino Nobile a al Rosso di Montepulciano.


 Dame della Botte: vince Collazzi (03/07/17)

È stata proprio la contrada di Collazzi a trionfare nella tanto attesa prima edizione delle “Dame della Botte”, la versione al femminile del Bravio delle Botti di Montepulciano che si è svolta sabato 1 Luglio in Piazza Grande. Collazzi, che nella gara maschile attende ancora la prima vittoria, si è così aggiudicata il premio nella gara femminile, grazie alla bravura drlle spingitrici Ludovica Galli e Daniela Braconi.

C’era grande attesa per la prima edizione di questo evento innovativo, ideato e organizzato dalla contrada di Dan Donato. La gara si è svolta con quattro batterie eliminatorie con due contrade alla volta, in cui le spingitrici dovevano fare un giro con la botte attorno al Duomo. La finale con le quattro contrade qualificate prevedeva invece due giri attorno al Duomo, ed è stata proprio la coppia di Collazzi a spingere per prima la botte sul sagrato.

“Siamo molto soddisfatti della riuscita di questa prima edizione – ha dichiarato Alessio Betti, rettore di San Donato – Le ragazze si sono divertite, la risposta del pubblico è stata ottima. Desideriamo ringraziare l’amministrazione comunale, il Magistrato delle contrade, il Cantiere internazionale d’arte e il Bruscello per l’aiuto e il supporto. Un ringraziamento particolare a Marco Tonini, che ha ideato l’evento”

Dopo la gara di sabato 1 Luglio la festa è continuata con la cena in fortezza e la “Selfie Night” ovvero una serata musicale con Dj set in Piazza Grande. Dopo la gara femminile, a questo punto, cresce l’attesa per la gara maschile, che si terrà domenica 27 Agosto con il consueto appuntamento con il Bravio delle Botti di Montepulciano


Piccoli spingitori del Bravìo: vincono Voltaia e Poggiolo (26/06/17)

Sono le contrade che si sono spartite le ultime cinque edizioni del Bravìo delle Botti, e che continuano a sfornare giovani e talentuosi atleti: le contrade di Voltaia e di Poggiolo si sono infatti aggiudicate la nuova edizione dei “Piccoli Spingitori del Bravìo delle Botti”, organizzata come di consueto dalla contrada di Talosa.

Lo scorso 24 e 25 Giugno si è infatti svolto il 10° “Memorial Lucci” in Piazza Grande a Montepulciano, con l’esibizione del gruppo sbandieratori e tamburini e la gara tra i piccoli spingitori delle otto contrade poliziane, che hanno gareggiato nelle categorie “Allievi” e “Senior”. Per quanto riguarda la categoria “Allievi” la vittoria è andata alla contrada di Voltaia con Alessandro De Micco e Alessandro Mazzetti (seconda classificata Talosa), mentre per la categoria “Senior” a trionfare è stata la contrada di Poggiolo con Giovanni Guarino e Jacopo Parissi (seconda classificata San Donato). Ai vincitori delle rispettive categorie sono stati consegnati i panni dipinti dall’artista poliziana Laura Cozzani.

Proseguono inoltre i preparativi per il Bravìo delle Botti del 27 Agosto, quando a gareggiare saranno gli spingitori ufficiali delle contrade. L’ambito panno di quest’anno sarà dipinto dallartista senese Luca Pollai, il cui bozzetto è stato selezionato dalla giuria composta dal Comune di Montepulciano e dal Magistrato delle Contrade.

Luca Pollai è nato a Siena nel 1966 ed è diplomato all’istituto d’arte; musicista ed esperto di grafica e realizzazione di oggettistica, è artista a tutto tondo. Figlio di Ezio Pollai, che dipinse il Bravìo del 1996 dedicato al cinquantesimo della Repubblica Italiana e vinto dalla contrada di Voltaia. Il tema del panno di quest’anno è dedicato a Sant’Agnese, di cui ricorrono i 700 anni dalla morte; oltre a conferire l’incarico a Luca Pollai, la giuria ha assegnato tre menzioni speciali agli artisti Tommaso Andreini, Luca Scaglione e Maria Luisa Taranta.


Nuovi costumi e tante novità per l’edizione 2017 del Bravìo delle Botti (20/06/17)

La macchina organizzativa del Bravìo delle Botti 2017 si è già messa in moto da molti mesi, e in questo periodo fervono i preparativi per i mesi più intensi della manifestazione poliziana. Il gruppo di lavoro del Magistrato delle Contrade, con un consiglio di gestione rinnovato, sta lavorando con entusiasmo già dai primi di febbraio; sono molte le novità che hanno in serbo per la nuova edizione, tra cui l’acquisto di nuovi costumi:

“La costumista Grottini, dopo lo splendido lavoro dello scorso anno, sta realizzando otto nuovi costumi per il Magistrato. – dichiara il reggitore Giulio Pavolucci I costumi, uno per contrada e realizzati anche grazie al contributo delle stesse, sono frutti di un’attenta ricerca storica. Grazie ai risparmi di gestione degli anni precedenti siamo riusciti a finanziare il rinnovo dei costumi del corteo, per continuare a investire nella crescita della manifestazione. La speranza, per il prossimo anno, è quella di rinnovare anche i gli otto costumi dei portatori di cero.”

Prosegue inoltre il corso di chiarine realizzato con l’Istituto di Musica di Montepulciano, finanziato dal Magistrato delle Contrade in collaborazione con la Fondazione Cantiere. Grazie all’impegno del maestro Bruno Bocci, sono cresciuti i partecipanti al corso di questo strumento musicale, tanto che è stato necessario acquistare altre due chiarine, la tipologia di tromba che viene utilizzata per manifestazioni di carattere storico come il Bravìo delle Botti.

“Un’altra importante novità è caratterizzata dal Bravìo delle Donne – commenta il Magistrato delle Contrade – organizzato dalla Contrada di San Donato. Si tratta di un’ottima idea del rettore Betti che abbiamo accolto di buon grado e sostenuto, che andrà ad animare Piazza Grande il prossimo sabato 1° luglio. Con il Bravìo delle Donne si va ad allargare il gruppo di manifestazioni collaterali, assieme al mini-Bravìo e ai Piccoli Sbandieratori e Tamburini, che sono già radicate e apprezzate dal mondo contradaiolo.”


Con l’apertura dell’anno contradaiolo cominciano i lavori per il Bravìo 2017 (24/04/17)

Domenica 23 aprile si è svolta la cerimonia di apertura dell’anno contradaiolo del Bravìo delle Botti, che sancisce l’inizio dei lavori per la nuova edizione della manifestazione poliziana più amata. Nel rispetto della tradizione, le otto contrade cittadine hanno sfilato in corteo storico lungo le vie del paese e hanno raggiunto il santuario di S.Agnese, in una splendida e limpida mattina che ha fatto registrare un grande afflusso di visitatori. Dopo la messa e l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, i contradaioli sono ritornati nelle rispettive sedi per dare il via al Bravìo 2017.

Anche se mancano ancora quattro mesi alla corsa del Bravìo delle Botti, che si svolgerà domenica 27 agosto lungo le vie di Montepulciano, le contrade fervono di attività. Il Magistrato delle Contrade è stato rinnovato per il prossimo triennio, con la conferma di Giulio Pavolucci come Reggitore e la formazione di nuovi ragazzi, per rinnovare continuamente la manifestazione e la partecipazione alla vita di contrada.

“L’arrivo di nuovi componenti del Gruppo Operativo del Consiglio di Gestione ha portato una ventata di entusiasmo – ha dichiarato Giulio Pavolucci – La macchina organizzativa si è messa in moto da oltre due mesi e stiamo lavorando al meglio per preparare la settimana degli eventi del Bravìo delle Botti di Montepulciano.”

La cerimonia di domenica scorsa ha sancito anche il forte legame tra la manifestazione e S.Agnese: l’anno contradaiolo, infatti, non chiuderà nel 2017, ma proseguirà per tutto il prossimo anno, formando un legame diretto con la prossima edizione. Se nel 2017 ricorrono i 700 anni dalla morte di Agnese Segni, nel 2018 ricorreranno i 750 anni dalla nascita, e il mondo del Bravìo delle Botti ha così pensato di omaggiare la ricorrenza.


Bravìo delle Botti: si apre l’anno contradaiolo (19/04/17)

Mancano ancora quattro mesi al Bravìo delle Botti, ma la cittadina poliziana è già al lavoro per la manifestazione più attesa dell’estate: la settimana degli eventi che culminerà con la gara tra le otto contrade di domenica 27 agosto, attraverso la sfida che porterà gli spingitori a far rotolare le botti in salita lungo le vie cittadine, fino al sagrato del Duomo.

L’inizio dei preparativi per il grande evento estivo è testimoniato dall’apertura dell’anno contradaiolo, che si terrà domenica 23 aprile presso il santuario di S.Agnese a Montepulciano. Come da tradizione, le contrade riceveranno la benedizione e renderanno omaggio alla santa patrona della cittadina, di cui quest’anno ricorrono i 700 anni dalla morte. Le celebrazioni di rito cominceranno la mattina della domenica, alle ore 10, con il corteo storico delle otto contrade; alle ore 11 si svolgerà la messa, e all’uscita si terrà la tradizionale sbandierata del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, nel piazzale antistante la chiesa.

L’apertura dell’anno contradiolo sarà anche la prima uscita pubblica del nuovo Magistrato delle Contrade di Montepulciano, le cui cariche sono state rinnovate per il prossimo triennio. Confermato alla guida, in qualità di reggitore, Giulio Pavolucci: dopo le positive esperienza dello scorso triennio, il gruppo di lavoro composto da giovani appassionati provenienti dal mondo contradiolo è pronto a mettere in campo tutta l’esperienza degli anni precedenti. Oltre al reggitore Pavolucci, sono stati eletti Giacomo Volpi e Francesca Mozzini con la carica di vicari, Sara Tonini come cerimoniere, Marco Torelli con il ruolo di camerlengo. I componenti della gestione precedente del Magistrato delle Contrade rimasti a far parte del nuovo triennio si sono adoperati per cercare nuovi componenti del Gruppo Operativo, in modo da permettere la formazione di nuovi ragazzi e rinnovare continuamente la manifestazione.

Nessun commento su Bravìo delle Botti 2017 – Tutte le notizie

Si chiude l’edizione 2016 di Foiano Fotografia

Lo scorso weekend si è chiusa la 17° edizione di Foiano Fotografia, il festival interamente dedicato alla fotografia che ha animato la cittadina di Foiano della Chiana con un mese…

Lo scorso weekend si è chiusa la 17° edizione di Foiano Fotografia, il festival interamente dedicato alla fotografia che ha animato la cittadina di Foiano della Chiana con un mese di eventi, mostre, workshop, laboratori e iniziative collaterali. Il progetto era cominciato già dallo scorso aprile, con la raccolta fondi e la campagna di crowdfounding che ha portato all’apposizione dello striscione lungo le mura castellane: una mostra collettiva con oltre 500 fotografie, esposta durante l’estate e l’autunno, che ha anticipato la nuova edizione del festival.

L’ultima tappa del lungo percorso di Foiano Fotografia è stata il workshop con Edoardo Agresti e Annalisa Natali Murri, dedicato alla fotografia di viaggio e di matrimonio. Due giorni di studio e approfondimento sulla fotografia di reportage, sulle metodologie di storytelling, ripercorrendo lo stile e gli approcci di molti fotografi e delle loro filosofie di lavoro.

“Credo che quest’anno a Foiano sia stato un anno speciale, una delle edizioni più interessanti. – ha dichiarato Edoardo Agresti –  L’esperienza del workshop è stata positiva, i partecipanti sono rimasti contenti. Il problema principale, per una certa categoria di fotografi, credo che sia legato al fattore culturale. Alcuni pensano che si possa fare fotografia senza avere un background culturale, senza studiare, senza guardare o partecipare a mostre, workshop, leggere libri fotografici… credo che questo sia un problema forte e importante. Il nostro workshop verteva proprio su questo aspetto, abbiamo cercato di di stimolare le persone ad approfondire la cultura fotografica, in maniera tale che si abbia una consapevolezza maggiore sia nel momento in cui leggi delle fotografie, sia nel momento in cui scatti o editi delle fotografie. L’importante, dietro uno scatto, è che ci sia una storia da raccontare.”

Nel workshop del 26 e 27 novembre a Foiano sono state affrontate tematiche relative alla cultura fotografica, cercando di comprendere meglio ciò che sta dietro a uno scatto, a uno stile o a un modo di approcciarsi con il soggetto. Molti fotoamatori hanno avuto l’opportunità di entrare in contatto con la visione di fotografi professionisti, e di chiedersi quale sia la strada giusta per intraprendere la professione fotografica, tra studio ed esperienza.

“Secondo me è difficile dare una risposta, ogni caso è diverso. – ha risposto Annalisa Natali Murri – Però è importante conoscere la cultura della fotografia, bisogna sapere cosa c’è stato fino a questo momento per riuscire a dare il proprio contributo. I geni esistono anche in fotografia, quelli che nascono con il dono, ma serve lo studio e la consapevolezza di cosa vuol dire fare fotografia, non ci si può improvvisare.”

“Essere fotografo significa raccontare e parlare con le immagini. – ha concluso Edoardo Agresti – Non è fotografo necessariamente chi vive di fotografia, ma la fotografia è un linguaggio; essere fotografo significa raccontare un mondo con le immagini, essere in grado di raccontare emozioni, situazioni. Quando arrivi a fare questo, puoi definirti fotografo, però devi avere la consapevolezza di stare raccontando qualcosa in una maniera interessante e comprensibile.”

workshop-foiano

Si chiude così un festival di indubbio valore, che ha proposto numerose mostre gratuite con fotografi internazionali di grande spessore. Grande soddisfazione da parte degli organizzatori, il Fotoclub Furio del Furia, che stanno tracciando il bilancio degli eventi del mese di novembre per gettare le basi per la prossima edizione.

“Siamo andati oltre le aspettative – ha dichiarato Marcello Fatucchi – partendo da zero, senza la certezza di mettere in piedi il festival, stiamo chiudendo il bilancio in pareggio, quindi è andata bene. Questo weekend si è tenuto un workshop molto interessante, che ha richiamato gente da tutta Italia. C’è stato chi è venuto appositamente da Bolzano, vuol dire che il fotografo è bravo, Foiano è un festival conosciuto, se proponiamo qualcosa la gente conosce la serietà con cui lavoriamo e la qualità del festival viene apprezzata anche da molti fotografi che vengono da fuori.”

“Quest’anno è stata una bellissima edizione – ha aggiunto Marco Sallese – la prima settimana è stata carica di eventi, l’affluenza è stata alta. Ci auguriamo possa passare più gente, soprattutto del luogo. Il messaggio che ci è stato restituito dai commenti dei visitatori e dei fotografi è quello di un festival di qualità, e questo ci riempie di orgoglio. Diventa uno stimolo per il prossimo anno, ci siamo già messi al lavoro per capire cosa fare nel 2017; ancora la questione è lontana e difficile, perché i problemi di quest’anno forse si ripresenteranno. Magari cambieremo alcuni aspetti, cercheremo di innovare, ma ci sarà una nuova edizione nel 2017.”

Nessun commento su Si chiude l’edizione 2016 di Foiano Fotografia

Storie di Contrada – Bravìo delle Botti

L’ultima domenica di Agosto si svolge a Montepulciano il tradizionale “Bravio delle Botti”, rievocazione storica di una sfida tra le otto contrade cittadine. Le botti, dal peso di circa 80…

L’ultima domenica di Agosto si svolge a Montepulciano il tradizionale “Bravio delle Botti”, rievocazione storica di una sfida tra le otto contrade cittadine. Le botti, dal peso di circa 80 kg ciascuna, vengono fatte rotolare da due “spingitori” per ciascuna contrada, lungo il percorso in salita di circa 1800 metri che si snoda tra le suggestive vie del centro storico della città poliziana fino all’arrivo situato sul sagrato del Duomo in Piazza Grande.

La storia delle contrade poliziane si può far risalire alla fine del XIV secolo; avevano un ruolo di controllo e amministrativo e suddividevano il territorio cittadino in: Cagnano, Collazzi, Coste, Gracciano, Poggiolo, San Donato, Talosa e Voltaia. Ogni contrada aveva una sua “Societas” con un capo denominato “Rettore” che le rappresentava nelle occasioni solenni. Con il recupero della tradizione del Bravìo delle Botti nel 1974, le contrade di Montepulciano sono tornate a nuova vita associativa.

Nel corso degli ultimi quarant’anni le contrade di Montepulciano hanno vissuto diverse vicissitudini: personaggi, storie, scontri e amicizie che hanno gettato le basi per una comunità vivace e fiorente. Nel corso degli speciali documentari “Storie di Contrada”, realizzati assieme all’emittente televisiva Tele Idea, siamo andati alla scoperta dei protagonisti dell’epoca e dei contradaioli di oggi, cercando di ricostruire i ricordi del passato e la vita del presente, fino alle aspettative per il futuro. Buona visione!

 

Nessun commento su Storie di Contrada – Bravìo delle Botti

I nostri propositi per il 2016: senza paura, verso il futuro

Sono le nostre azioni a scrivere il futuro, e noi ci crediamo fermamente. Ecco i nostri progetti per l’anno 2016

L’inizio di un nuovo anno è sempre un momento di grande analisi introspettiva, come si fa alla fine di un viaggio, quando si è già pronti per ripartire.

Il 2015 di Valdichiana Media è stato bello, intenso, ricco di nuove sfide e di possibilità inaspettate, che hanno concesso a tutti noi che ci abbiamo lavorato l’opportunità di imparare e crescere sia come persone che come professionisti. La strada per il miglioramento è sempre, giustamente, in salita: affrontare le difficoltà può risultare difficile, ma il viaggio è sempre piacevole quando si è in buona compagnia.

Per tutti i soci e i collaboratori di Valdichiana Media, questo 2016 inizia con la promessa di fare ancora meglio, di evolversi, sperimentare, scoprire. Siamo un gruppo di persone dalle formazione e dagli interessi più disparati, una fucina creativa in continua attività che vuole coinvolgere sempre più persone e instaurare nuovi rapporti per dare vita a nuovi progetti che valorizzino le nostre bellissime città e campagne, senza escludere nessuno. Ora più che mai, vogliamo lavorare per mostrare al mondo le nostre bellezze e peculiarità, la storia, le tradizioni, le nuove frontiere che esploriamo.

Quali sono i nostri progetti per il futuro?

Assieme a Toscana Media continueremo a tenervi informati sui fatti e sugli eventi del territorio, proseguendo l’attività di QuiNewsValdichiana e Valdorcia, QuiNewsArezzo e QuiNewsAmiata con la stessa passione e puntando sempre al miglioramento.

La Valdichiana continuerà a essere un osservatore del territorio, teatro di una comunità unita nell’arte, nella solidarietà e nell’amore per i luoghi che abita. Vogliamo raccogliere nuove storie locali e portare un po’ di mondo in Valdichiana, analizzare la situazione economica e sociale che la caratterizza e dare spazio alle voci di coloro che, in un modo o nell’altro, continuano a sognare.

In collaborazione con l’Associazione Albergatori di Chianciano Terme lavoreremo per dare vita alla seconda edizione del Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese, per dare modo alle realtà locali di incontrarsi e discutere assieme un percorso da seguire assieme, per un’azione coordinata a supporto dello sviluppo turistico nel nostro territorio.

E poi ci sarà la stagione degli eventi, che animeranno tutto il nostro territorio e che vi racconteremo alla nostra maniera. Oltre alle iniziative abituali, quest’anno aspiriamo ad avere un ruolo più attivo nello sviluppo di nuovi eventi che possano rendere la nostra comunità ancora più unita, come ad esempio il torneo nato dalla nostra rubrica “Fantacalcisticamente”, serate dedicate alla musica e ad artisti di ogni tipo.

Sono le nostre azioni a scrivere il futuro, e noi ci crediamo fermamente. Per questo non smetteremo mai di dare il massimo e di impegnarci per offrire passione e professionalità a tutti coloro che incontreremo sul nostro cammino. Speriamo di poter continuare questo cammino assieme a voi, per un altro anno: buon 2016 a tutti!

1 commento su I nostri propositi per il 2016: senza paura, verso il futuro

Eventi di Luglio 2015 nelle Terre di Siena

“Le notti dell’archeologia in Toscana” – dal 1° al 31 luglio Musei delle Terre di Siena Evento annuale organizzato dal Settore Musei della RT con Associazione Musei Archeologici della Toscana AMAT…

“Le notti dell’archeologia in Toscana” – dal 1° al 31 luglio
Musei delle Terre di Siena

Evento annuale organizzato dal Settore Musei della RT con Associazione Musei Archeologici della Toscana AMAT dal 2000, cui aderiscono tradizionalmente circa 100 musei e aree archeologiche con oltre 200 iniziative, durante l’intero mese di luglio

elena.pianea@regione.toscana.it / Tel: 0554382698


“TV Spenta dal vivo” – dal 2 al 5 luglio
Rapolano Terme

Tre giorni di musica dal vivo, mercatino espositivo, stand enogastronomici a chilometri zero. Presso il parco dell’acqua delle Terme Antica Querciolaia di Rapolano, concerti con artisti del calibro di Sogno Livido, Post CSI, Pan del Diavolo, Bud Spencer Blues Explosion e tanto altro ancora.

www.tvspenta.it / Tel: 389-0941804


“30° International Wolkswagen Meeting” – dal 2 al 5 luglio
Staggia Senese

La festa del “maggiolino” con cene bavaresi, concerti e aree campeggio. Giunto alla 30esima edizione, il raduno è un evento divenuto ormai ‘storico’ e tra i più conosciuti d’Europa; sotto le mura trecentesche della rocca di Staggia arriveranno maggiolini provenienti da tutta Italia e da mezza Europa, con equipaggi in marcia da Slovenia, Serbia, Francia, Inghilterra, Svizzera e Germania.

www.gruppoamicimaggiolino.it / Tel: +39 342 0924030


“San Galgano Festival” – dal 3 al 26 luglio
Abbazia di San Galgano

Organizzato dall’associazione Musica e Palcoscenico e sostenuto dal comune e dalla Pro Loco di Chiusdino, il festival vede la rappresentazione di opere sinfoniche, concerti musicali, esibizione di musica classica e serate a tema dedicate alla musica celtica.

www.sangalganofestival.com / Tel: 0577 756738


“Monteriggioni di Torri si Corona” – dal 3 al 5 luglio e dal 10 al 12 luglio
Monteriggioni

La festa al castello rinnova il suo appuntamento annuale: una Monteriggioni riportata alla vita del XIII-XIV secolo, con personaggi attivi, suoni e voci, fungerà quasi come un set in cui si dipaneranno storie di vita e di morte, storie di amore, felicità e di odio. Il primo fine settimana è dedicato all’ambientazione di un mondo medievale in cui prevalgono gli aspetti del sacro con attenzione alla musica e alla spiritualità; il secondo fine settimana è dedicato al profano con accento sull’atipico, il meraviglioso e lo stupefacente.

www.monteriggionimedievale.com


“Fiera Antiquaria” – 4 e 5 luglio
Arezzo

La Fiera Antiquaria di Arezzo è nata nel 1968, la prima sul territorio nazionale, e da quarantacinque anni ininterrotti, ogni prima domenica del mese e sabato precedente, in Piazza Grande e nelle vie del centro storico cittadino, presenta al pubblico, ai collezionisti e agli amanti del genere una grande quantità di oggetti che costituiscono la storia e l’identità della nostra civiltà, regalando ad appassionati e addetti ai lavori il piacere della trouvaille, ovvero la scoperta e la ricerca del pezzo raro o curioso.

www.fieraantiquaria.org / Tel: +39 0575 377 468


“Notti rosa della shopping” – 4 e 5 luglio
Chiusi

Tornano le Notti rosa dello Shopping a Chiusi scalo. Le strade dello Scalo si animeranno con spettacoli, musica, cibo e tanto divertimento. Un ampio programma vi offre la possibilità di vivere Chiusi scalo: raduto di vespine, nutella parti, spettacoli per i più piccini, musica dal vivo e tanto altro!

www.chiusinvetrina.it / Tel: 0578/226632


“Musica negli Horti” – dal 5 all’11 luglio
San Quirico d’Orcia

6° Festival internazionale di Musica, Letteratura, Vino, Cibo in Val d’Orcia. Cornice del Festival saranno alcuni dei luoghi e dei monumenti più suggestivi del comune di San Quirico d’Orcia: il giardino rinascimentale degli Horti Leonini, ma anche il secentesco Palazzo Chigi, la preziosa chiesa Collegiata, il Loggiato medievale di Santa Caterina nell’antico borgo termale di Bagno Vignoni e la piccola ed incantevole cappella di Vitaleta.

musicaneglihorti.it / amici@musicaneglihorti.it


“2° Vespa Raduno Nazionale” – 5 luglio
Chianciano Terme

Raduno nazionale a cura del Vespa Club Chianciano Terme, con tour cittadino e pranzo con prodotti tipici locali, giro turistico in direzione del Lago di Chiusi e del Lago Trasimeno.

www.vespaclubchiancianoterme.it


“Festa del Vino di Palazzone” – dall’8 al 12 luglio
Palazzone – San Casciano dei Bagni

Festa del vino nella frazione di Palazzone, con enoteca e mostra fotografica dedicata al vino, stand enogastronomici e torneo di calcetto. Cena in piazza con piatti tipici, musica live con orchestre e DJ, sfilata di abiti medievali e antichi giochi di paese.

www.palazzone.org


“Luci sul Lavoro” – dal 9 all’11 luglio
Montepulciano

Il mondo del lavoro, nella storia del cinema e della letteratura: la città di Montepulciano diventa il luogo privilegiato in cui il lavoro ritornerà ad essere elemento centrale e non marginale o precario, visibile e non sommerso. Dibattiti, interviste, testimonianze, spettacoli teatrali ed informazioni specifiche avranno come filo rosso proprio il “lavoro”

www.lucisullavoro.com


“Aurora Festival” – dal 9 al 12 luglio
Pienza

Aurora Festival di Natura e Spirito è un’occasione di scambio e approfondimento su temi di interesse attuale, come il rapporto con natura e ambiente, in termini scientifici, ecologici, spirituali e personali. Ogni anno il festival offre un ventaglio di proposte da parte di maestri, artisti, studiosi, terapeuti, ricercatori di qualità. Seminari, conferenze, incontri, tavole rotonde, concerti, letture, consultazioni private, danze collettive, cerimonie, eventi serali aperti al pubblico.

www.aurorafestival.it / Tel: 346 3622407


“Umbria Jazz” – dal 10 al 19 luglio
Perugia

Umbria Jazz: dal 1973 dieci giorni di musica nel centro storico di Perugia, da mezzogiorno fino a tarda notte, con concerti a pagamento ed eventi gratuiti, che utilizzano gli ambienti più suggestivi della città antica, trasformandola in un palcoscenico naturale unico e irripetibile. Quest’anno tra gli artisti spiccano Paolo Conte, Stefano Bollani, Tony Bennet e Lady GaGa

www.umbriajazz.com / Tel: +39.075.5732432


“International Festival & Summer Academy” – dal 10 luglio al 31 agosto
Siena

L’Accademia Musicale Chigiana dal 1932  ospita prestigiosi docenti di fama internazionale e allievi provenienti da tutti i continenti. Grazie alle particolari origini e per il modello di cultura e di valorizzazione e promozione musicale che ha rappresentato nel secolo scorso e rappresenta, l’Accademia senese viene riconosciuta tuttora a livello internazionale quale una delle più prestigiose istituzioni musicali italiane.

www.chigiana.it / Tel. +39 0577 22091


“40° Cantiere Internazionale d’Arte” – dall’11 luglio al 1° agosto
Montepulciano

Opera lirica, concerti sinfonici, danza contemporanea, musica, teatro: 50 eventi dislocati in 8 Comuni della Valdichiana, dall’11 luglio all’1 agosto. In scena la prima opera di teatro musicale dedicata a Pier Paolo Pasolini, la Banda dell’Aeronautica ricorda il centenario della Grande Guerra, tre celebri direttori d’orchestra per il Concerto di Chiusura

www.fondazionecantiere.it / Tel: +39 0578.757089


“Lars Rock Fest” – 10 e 11 luglio
Chiusi

Due serate all’insegna della musica rock a Chiusi Scalo, con street food, birreria, vinili, fumetti e mercatino etnico. Tra gli ospiti gli Unknow Mortal Orchestra, i Crayon Made Army, The Soft Moon e Squadra Omega. Ingresso gratuito

www.fondazioneorizzonti.it


“Blues DiVino” – 11 e 12 luglio
Vagliagli

La decima edizione di Blues DiVino, figlio di una grande collaborazione tra musicisti, organizzato grazie all’aiuto della Polisportiva Vagliagli. Quest’anno due serate di grande musica con Little Blues Slim, Danny Franchi, J-Fast One Man Band, Luke Winslow King, Blues Barber Shop.

www.bluesdivino.com


“Montalcino Jazz & Wine” – dal 14 al 19 luglio
Montalcino

Nuova edizione del Montalcino Jazz & Wine a cura della Pro Loco Montalcino. Alcuni dei più grandi interpreti del jazz italiano e internazionale trovano spazio suggestivo nella splendida Fortezza trecentesca, sede delle esibizioni, dove lo spettatore può degustare vini prestigiosi.

www.prolocomontalcino.com


“Serate musicali all’anfiteatro del Chianti” – dal 14 luglio al 18 agosto
Castelnuovo Berardenga

Tornano per il sesto anno consecutivo gli appuntamenti con la musica nella suggestiva cornice del Parco Sculture del Chianti a Pievasciata. Lì, dove l’arte si sposa con il tipico paesaggio del Chianti Senese, ogni martedì si susseguiranno concerti di jazz, flamenco, tango ed altro. Tutti gli eventi si svolgeranno nell’Anfiteatro del Parco, una location particolarmente adatta ad ospitare la più universale delle arti: la musica.

www.chiantisculpturepark.it / Tel: +39 0577 357151


“Un bagno di birra” – dal 17 al 19 luglio
Bagno Vignoni

Il “Festival della Birra Toscana” è un evento organizzato dal Comune di San Quirico d’Orcia in collaborazione con la Proloco di Bagno Vignoni. Dedicato ai piccoli produttori di birra artigianale, con punti di ristorazione e stand gastronomici, spettacoli di musica dal vivo e laboratori di degustazione.

www.unbagnodibirra.com


“Festa della Musica” – dal 22 al 26 luglio
Chianciano Terme

All’interno del Parco Fucoli di Chianciano Terme, una delle feste musicali più famose e apprezzate del territorio, a ingresso libero. Tanti artisti tra proposte internazionali ed emergenti, il meglio della musica indipendente italiana e l’attenzione per le band locali. E ancora istallazioni, mercatino dell’artigianato e area relax, oltre agli stand gastronomici, tutto organizzato dal Collettivo Fabrica.

www.collettivofabrica.org


“Radicondoli Festival” – dal 24 luglio al 2 agosto
Radicondoli

Ventinovesima edizione del Festival che si è conquistato uno spazio nel panorama delle manifestazioni teatrali più importanti d’Italia, con un suo profilo originale e definito che cerca di non essere omologato a quello di tanti altri festival estivi: teatro, musica, danza, nuova drammaturgia italiana e straniera, ma anche altre esperienze in un’osmosi e una comunicazione tra i diversi linguaggi espressivi e le diverse culture.

www.radicondoliarte.org


“Campionato europeo di Quidditch Babbano” – dal 24 al 27 luglio
Sarteano

Dal torneo sportivo nato dalla famosa saga di libri di “Harry Potter”, Sarteano ospiterà le fasi finali del campionato europeo di Quidditch, con un ricco programma di iniziative che animeranno lo splendido borgo, tra artisti di strada, stand gastronomici, animazione e musica dal vivo.

www.sarteano2015.eu


“Accademia delle crete senesi” – dal 26 al 31 luglio
Asciano

Da oltre dieci anni l’Accademia delle Crete Senesi coniuga la musica allo splendido paesaggio di Asciano e dintorni, per un festival appassionante con 3 concerti di mezzogiorno e 6 concerti serali. Aperitivi al tramonto offerti dagli Amici dell’Accademia, magnifici concerti interpretati da musicisti affermati o giovani talenti, cene in compagnia dei musicisti su lunghe tavolate.

accademiadellecrete.com / Tel: +39 0577 84 52 32

Nessun commento su Eventi di Luglio 2015 nelle Terre di Siena

Eventi di Giugno 2015 nelle Terre di Siena

“Tutte noi insieme, Donne del Mondo” – dal 27 marzo al 28 giugno Cetona / Chianciano Terme / Montepulciano / San Casciano dei Bagni / Sarteano / Valdichiana / Sinalunga /…

“Tutte noi insieme, Donne del Mondo” – dal 27 marzo al 28 giugno
Cetona / Chianciano Terme / Montepulciano / San Casciano dei Bagni / Sarteano / Valdichiana / Sinalunga / Torrita di Siena / Trequanda

Laboratori interculturali al femminile attraverso il teatro condotti da Valeria Bassi. Progetto Blooming Gemma. Gratuiti – Organizzati in gruppi su tutto il territorio.

tel. 392 4976155 / info@migrantwomen.eu


“La Valle del Gigante Bianco” XI edizione – dal 22 maggio al 2 giugno
Bettolle (Sinalunga) – Uscita A1 Valdichiana

La manifestazione organizzata dall’associazione “Amici della Chianina” e dedicata alla razza chianina e alla sua zona di origine, la Valdichiana. Eventi culturali, rassegne fotografiche, degustazioni enogastronomiche e rievocazioni storiche.

tel. 333 7287320 / info@amicidellachianina.it / www.amicidellachianina.it


“Sagra dei Pici” – dal 29 al 31 maggio
Celle sul Rigo (San Casciano dei Bagni)

La più antica e tradizionale sagra dei pici fatti a mano. Esibizione di scuole di ballo e della società filarmonica di Celle sul Rigo, tombola e serate danzanti.

www.sagradeipici.it


“Cantine Aperte”– dal 30 maggio al 2 giugno

Cantine Aperte è l’evento enoturistico più importante in Italia. Dal 1993 le cantine aprono le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino. Oltre alla possibilità di assaggiare i vini e di acquistarli direttamente in azienda, è possibile entrare nelle cantine per scoprire i segreti della vinificazione e dell’affinamento.

www.movimentoturismovino.it


“FootGolf Siena CUP” – 30 maggio
Golf Club Valdichiana – Bettolle (Sinalunga)

L’ associazione AIFG in collaborazione con il Footgolf Siena, organizza un torneo promozionale, nello splendido Golf Club Valdichiana. Il footgolf è l’unione di due sport diametralmente opposti, ma entrambi assolutamente affascinanti. Il torneo è aperto a tutti purchè abbiano compiuto il 14° anno di età , e siano in possesso di un regolare certificato medico che ne attesti le buone condizioni fisiche.

FootGolf Siena CUP


“La vita è un ballo fuori dal tempo” con Andrea Scanzi – 31 maggio
Caffeina Festival Anteprima – Pienza

Presentazione dell’ultimo libro di Andrea Scanzi a Pienza, in occasione dell’Anteprima del Caffeina Festival. Una fiction piena di riferimenti e caricature, una travolgente parodia italiana che ci coinvolge troppo per lasciarci indifferenti.

www.andreascanzi.it


“5° Ecogiro al Lago di Montepulciano” – 2 giugno
Lago di Montepulciano

Organizzata dalla Chianina Running, la manifestazione sportiva comprende una gara podistica di 13,5 km, un’eco-passeggiata e una prova di nordic walking, lungo i sentieri del Lago di Montepulciano

www.lachianinarunning.it


“Rinnòvati Rinnovati” – dal 23 aprile al 3 giugno
Teatro Rinnovati – Siena

La primavera della musica al teatro dei Rinnovati: una rassegna di sei eventi che faranno ritornare la musica pop rock e la narrazione d’autore nel prestigioso teatro cittadino. Brunori sas, Davide Toffolo dei “Tre allegri ragazzi morti”, Erriquez della Bandabardò, Nada, Ginevra Di Marco, il rapper Murubutu, Andrea Scanzi, Giulio Casali, Oscar de Summa, i Tetes de Bois e Sergio Staino.

www.usienawelcome.unisi.it


“Fiera dell’Antiquariato” – 6 e 7 giugno
Arezzo

La Fiera Antiquaria di Arezzo è nata nel 1968, la prima sul territorio nazionale; in Piazza Grande e nelle vie del centro storico cittadino, presenta al pubblico, ai collezionisti e agli amanti del genere una grande quantità di oggetti che costituiscono la storia e l’identità della nostra civiltà, regalando ad appassionati e addetti ai lavori il piacere della trouvaille, ovvero la scoperta e la ricerca del pezzo raro o curioso.

www.fieraantiquaria.org


“Castelnovino 2015” – 6 giugno
Castelnuovo Berardenga

Una passeggiata fra tradizione ed eccellenze, calici e buon gusto. Per passare una giornata all’insegna degli ottimi vini in degustazione, street food, artigianato e arte. Per i bambini un menù dedicato: il baby street food.

Castelnovino


“Grand Tour Terme d’Etruria” – 6 giugno
Rapolano Terme

Organizzato da Bulletta Bike, un suggestivo percorso ciclistico che da Rapolano Terme fa visita a storici luoghi termali del senese e della maremma fino alle terme romane di Venturina. Bagno Vignoni, Chianciano, San Casciano dei Bagni e Saturnia sono le celebri località delle acque calde che anticipano la visita alle acque salate del mare di Follonica e della costa Etrusca.

www.bullettabike.it


“Pienza International Music Festival” – dal 6 al 27 giugno
Pienza

Un grande Festival in un posto unico al mondo, dove è nata l’idea e la concezione del Rinascimento nel 1462 ad opera di Papa Pio II e Bernardo Rossellino. Posti magici e unici che dominano la Val d’Orcia, grandissimi artisti, tra cui Chris Jarrett, David Jackson, John Hackett, Andrea Padova e Vincenzo Maltempo.

www.marcolomuscio.com


“XXI Sagra del Ciaffagnone e del tagliolino al tartufo” – dal 6 al 14 giugno
San Casciano dei Bagni

Protagonista assoluto della rassegna gastronomica è il Ciaffagnone, frittella che rende omaggio alla cucina tradizionale e ai sapori tipici del territorio. Si tratta di una crêpe rustica, preparata mescolando farina, acqua, uovo e poco sale. Una volta divenuta dorata e soffice, trova un degno accompagnatore nel cacio pecorino locale, o in versione “moderna” condita con zucchero o nutella.

www.sancascianodeibagni.org


“Corso di Cucina Gluten Free” – 12 e 13 giugno
Villa Cucina Resort – Castelnuovo Berardenga

Giorgio Trovato, Chef, Food Stylist e Personal Chef, organizza corsi di cucina gluten free con la farina di canapa, dedicati a chi vuole approfondire la conoscenza e l’abilità in cucina, ma anche a chi è sensibile al problema delle intolleranze.

www.freesenzaglutine.it


“Expogustando a 4 mani” – 10 e 18 giugno
Monteriggioni / Murlo

Menù a quattro mani e artisti figurativi per gemellaggi gastronomici in concomitanza con l’Expo di Milano. Il 10 giugno l’Osteria “la Bottega di Lornano” di Monteriggioni accoglierà “l’Osteria delle Spezie”di San Salvo (Chieti) e l’artista Samanta Casagli. Il 18 giugno, la Trattoria il “Libridinoso” di Murlo accoglierà il Ristorante “Enis Monte Maccione” di Oliena (Nuoro) e le creazioni di Tommaso Andreini.

www.girogustando.tv


“2° Brunello Scooter Party” – dal 12 al 14 giugno

Montalcino

Organizzato da Hotwheels Scooter Club Siena, secondo brunello scooter party e decennale dello scooter club,che si svolgerà a Montalcino, Podere La Piombaia.

http://www.wherevent.com/detail/HOTWHEELS-SCOOTER-CLUB-2%C2%B0-Brunello-Scooter-Party


“Vintage Day” – 14 giugno
Campiglia d’Orcia

Il Vintage Day 2015 permetterà a tutti gli amanti del vintage di trascorrere una giornata all’insegna dei tempi passati. Raduno auto, moto e scooter d’epoca, biciclette; esibizioni di scuola di ballo, musica e concerti, esposizione di oggettistica d’epoca diffuso per le vie del piccolo borgo nel cuore della Val d’Orcia.

www.vintageday.it


“Il Fegato specchio della salute” – 19 giugno
Chianciano Terme

Laura Raimondo, Ferruccio Bonino e Bruno Gridelli hanno il piacere di invitarvi alla conferenza in occasione dell’inaugurazione dei nuovi spazi e servizi di medicina preventiva di UPMC Institute for Health di Chianciano Terme

tel. 06 20393300 / email: info@upmc.it / www.upmcchianciano.it


“Festa del Barbarossa” dal 17 al 21 giugno
San Quirico d’Orcia

A giugno la Festa del Barbarossa, giunta alla 55esima edizione, torna ad animare le vie del Centro storico di San Quirico d’Orcia. Sfilata storica, taverne e spettacoli medievali, nella sfida tra i quattro quartieri cittadini: Borgo, Canneti, Castello e Prato.

www.festadelbarbarossa.it


“24H MTB delle acque termali di Chianciano” – dal 19 al 21 giugno
Chianciano Terme

Nella suggestiva cornice del Parco Fucoli, percorso di mountain bike e iniziative legate al benessere. Piscine olimpioniche all’aperto Wellness Town, Terme Sensoriali e piscini termali Theia, oltre al Parco Avventura fresco di inaugurazione.

www.mtbchiancianoterme.it


“Torrita Blues” 27° edizione – dal 25 al 27 giugno
Torrita di Siena

Nuova edizione del Torrita Blues che si terrà in Piazza Matteotti, organizzata dall’associazione culturale Torrita Blues. La cittadina della Valdichiana è stata insignita del premio di “capitale europea del blues” per l’anno 2016

www.torritablues.it


“Nottilucente” 4° edizione – 27 giugno

San Gimignano

Quarta edizione di Nottilucente: musica, teatro, arte e cultura tra le vie di San Gimignano.

www.comune.sangimignano.si.it


“Francigena Bike & Run” – 28 giugno

Monteroni d’Arbia

Un evento sportivo pensato per per aggregare la passione sportiva sia di chi cerca la prestazione agonistica, sia di chi vuole soltanto trascorrere una bella giornata di sport. Un duathlon particolare che prevede corsa e mountain bike, gareggiando su distanze brevi e circuiti divertenti, sugli sterrati collinari che segnano in parte il percorso della Via Francigena di Monteroni.

www.ciclisticavaldarbia.it


“Partita a scacchi vivente” – 28 giugno
Sarteano

La partita a scacchi vedrà scendere in campo 32 pedine viventi in costume rinascimentale in piazza San Lorenzo, dove sarà allestita appositamente una enorme scacchiera. Intorno ci saranno i rappresentanti delle altre tre contrade, sempre in costume. Da un palco poi il maestro di scacchiera darà le indicazioni dei movimenti dei figuranti sulla base delle mosse che faranno i rispettivi capitani delle due squadre su una scacchiera tradizionale.

www.sarteanoliving.it

 

 

 

Nessun commento su Eventi di Giugno 2015 nelle Terre di Siena

Natale a Montepulciano: manca una settimana all’inizio dell’evento

Nonostante il ritardo che l’inverno, quello meteorologico, continua a far registrare rispetto al normale incedere delle stagioni e le temperature miti, che inducono a pensare più a un prolungato e…

Nonostante il ritardo che l’inverno, quello meteorologico, continua a far registrare rispetto al normale incedere delle stagioni e le temperature miti, che inducono a pensare più a un prolungato e dolce autunno che non ai rigori tipici del periodo, a Montepulciano già si avverte distintamente l’atmosfera elettrizzante del Natale.

A creare questo clima, non è tanto il lavoro degli allestitori, impegnati nel corso con il montaggio delle luminarie, ma quanto una grande iniziativa inedita, legata alle feste di fine anno. L’idea è partita dall’Associazione “Vivi Montepulciano”, ed è stata presto condivisa dall’Amministrazione Comunale e, grazie alla sua validità e a un’efficace azione di comunicazione e di concreto coinvolgimento di un gran numero di realtà locali, è già decollata e ha proiettato l’intero territorio nell’atmosfera natalizia.

Il titolo “Natale a Montepulciano” è ampiamente descrittivo e introduce a un eccezionale carosello di iniziative, motivi di richiamo e autentiche attrazioni che saranno attive già da sabato 22 novembre.

Il programma comprende infatti un mercatino natalizio con venticinque postazioni situate nella zona di Piazza Grande, Via San Donato e Piazzetta Danese; il Castello di Babbo Natale, creato nella Fortezza, con il mitico personaggio che accoglierà i bambini, e laboratori di intrattenimento per i più piccoli; una pista di pattinaggio sul ghiaccio e il Mini Ranch con i pony, entrambi adiacenti alla stessa fortezza; carrozze trainate da cavalli che percorreranno il centro storico, ed ancora mostre (dei Presepi nelle Logge della Mercanzia, fotografica sul quarantennale del Bravio delle Botti e soprattutto dell’artigianato, sempre in Fortezza, dal 20 dicembre), spettacoli, concerti, degustazioni eno-gastronomiche di qualità, street food ed altre occasioni di intrattenimento.

Il 31 dicembre, poi, perpetuando la tradizione iniziata con l’ingresso nel terzo millennio, si ripeterà la festa di Capodanno in Piazza Grande con il grande falò che arderà fino all’alba del 1 gennaio, musica dal vivo e brindisi di mezzanotte, ad ingresso gratuito, organizzata dalla Pro Loco.

Si tratta di un’offerta pressoché unica nel panorama dell’Italia centrale in quanto, rispetto a iniziative simili, attua un effettivo coinvolgimento dell’intero territorio.

E, grazie al tam-tam garantito dalla magica parola “Natale”, che ora viaggia ancora più veloce sui social network, la risposta del pubblico è stata immediata ed entusiastica.

Fioccano le prenotazioni per trascorrere i week end a Montepulciano” annunciano gli organizzatori mentre gli uffici turistici  (Strada del Vino Nobile e Pro Loco) sono sommersi di richieste, che fanno felici gli operatori della ricettività.

“Natale a Montepulciano e’ un nuovo elemento che, dopo i grandi eventi estivi, dopo il Pass Key Art Festival di ottobre, continua l’azione di de-stagionalizzazione della nostra offerta e attua anzi quasi una saldatura, prima obiettivamente impensabile, tra il periodo estate-autunno e la primavera dell’anno seguente. Quindi e’ un motivo di richiamo turistico ma che nasce sul territorio: non e’ format importato ma un progetto che valorizza le nostre risorse, soprattutto quelle architettoniche, coinvolge tutte le nostre realtà (il main sponsor è la Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano mentre tra gli altri hanno già aderito il Cantiere, il Bruscello, il Bravìo, l’Arteatro Gruppo, il Consorzio del Vino Nobile, l’Associazione Albergatori etc.), garantisce motivi di svago ed attrazione per primi agli abitanti, bambini in testa, e offre opportunità ai nostri operatori economici”.

“Il beneficio ricadrà su tutti – sottolinea Andrea Rossi – sia su chi occuperà le ” casette” in legno del mercatino, che troverà spazio anche in una fetta di Piazza Grande, insieme ad un grande albero di Natale, sia sui commercianti delle altre aree, che godranno dell’afflusso turistico straordinario. Infine, grazie a questo cartellone, riusciamo ad attuare un ancor più effettivo coordinamento delle iniziative natalizie, stimolando anzi la nascita e la realizzazione di nuove idee. Insomma, Montepulciano fa sistema non solo durante l’estate ma ormai per tutto l’anno”.

Il Villaggio di Natale a Montepulciano sarà aperto il 22 e 23 novembre, il 29 e 30 novembre, dal 5 all’8 dicembre, dal 12 al 14 dicembre e dal 19 dicembre al 6 gennaio 2015. Il programma sarà aggiornato in tempo reale su www.comune.montepulciano.si.it, su www.nataleamontepulciano.it e sui relativi profili social.

Comunicato Stampa del Comune di Montepulciano del 15/11/2014. Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione.

Nessun commento su Natale a Montepulciano: manca una settimana all’inizio dell’evento

Banca Valdichiana: obiettivo puntato sulla Valdichiana

L’intera giornata di sabato 15 novembre sarà dedicata da Banca Valdichiana a questo territorio che rappresenta la sua area di riferimento. Nella mattinata, infatti, si svolgerà il convegno “Valdichiana: tradizione…

L’intera giornata di sabato 15 novembre sarà dedicata da Banca Valdichiana a questo territorio che rappresenta la sua area di riferimento. Nella mattinata, infatti, si svolgerà il convegno “Valdichiana: tradizione e innovazione” nell’ambito di Agri e Tour ad Arezzo, mentre nel pomeriggio verrà inaugurata a Cortona la mostra delle foto inviate nell’ambito del concorso “Sguardi sulla Valdichiana” promosso dall’associazione “Noi Giovani” di Banca Valdichiana.

Banca Valdichiana insieme con BIT spa e Iccrea BancaImpresa, società sue partner per il “Progetto 3A”, allo scopo di mettere in luce le potenzialità economiche del territorio della Valdichiana dal punto di vista dell’agricoltura, agroalimentare e ambiente, sarà presente con un proprio stand ad AGRIeTOUR, salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale, che si terrà ad Arezzo presso il Centro Arezzo fiere e Congressi dal 14 al 16 novembre. Nella mattinata di sabato 15 novembre, a partire dalle 10, si svolgerà nell’ambito di AgrieTour il convegno “Valdichiana: tradizione e innovazione”, promosso da Confesercenti. Al convegno interverranno la Presidentessa di Banca Valdichiana, Mara Moretti, e il Direttore Fulvio Benicchi, il direttore di Confesercenti Arezzo, Mario Checcaglini, l’assessore alle politiche economiche di Cortona, Albano Ricci, il professor Pierluigi Rossi, medico specialista in scienze dell’alimentazione. Quest’ultimo parlerà dei cereali della Valdichiana, tra tradizione e innovazione, e ci sarà anche una rappresentanza dell’Istituto Vegni di Cortona, che illustrerà il progetto avviato in collaborazione anche con la Banca, che darà vita ad una cooperativa scuola-lavoro, che consentirà ai ragazzi, una volta finiti gli studi presso l’Istituto agrario, di fare le esperienze necessarie per inserirsi poi nel mondo del lavoro. Banca Valdichiana sarà presente al salone nazionale Agri e Tour con  grande stand per tutti e tre i giorni della Fiera:

“un’ottima opportunità – spiegano la Presidente Moretti e il Direttore Benicchi della BCC – per illustrare agli operatori non solo del territorio, ma di livello nazionale, i servizi e le opportunità che la Banca mette loro a disposizione in questo settore grazie alla collaborazione con istituzioni e società partner”.

Nel pomeriggio di sabato 15 novembre invece, alle ore 15, verrà inaugurata a Cortona, in via Nazionale 60, la mostra fotografica “Sguardi sulla Valdichiana” nell’ambito della quale verranno esposte le cinquanta foto ritenute più belle tra quelle inviate in occasione dell’omonimo concorso indetto da “Noi Giovani”, l’associazione che riunisce i soci di Banca Valdichiana di età inferiore ai 35 anni. Tra le foto esposte saranno presenti anche le sei foto vincitrici selezionate dalla giuria composta da Antonio Carloni, Alessio Barbini e Nicola Tiezzi. Ai loro autori – Marco Mazzolai di Torrita di Siena, Giacomo Bischeri di Monte San Savino, Michele Genito di Montepulciano, Federico Cacioli di Castiglion Fiorentino, Maura Talozzi di Chiusi e Luca Micheli di Chianciano – verranno consegnati i premi sabato 22 novembre a Chiusi, nell’ambito della cerimonia di consegna delle Borse di Studio di Banca Valdichiana. Tra le cinquanta foto in mostra, i visitatori inoltre potranno scegliere  le dodici immagini che preferiscono, e che andranno ad abbellire il calendario 2015 di Banca Valdichiana.

Comunicato Stampa di Banca Valdichiana del 12/11/2014. Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione.

Nessun commento su Banca Valdichiana: obiettivo puntato sulla Valdichiana

Ferite a morte: lo spettacolo teatrale della Dandini a Cortona

Evento speciale, fuori dalla tradizionale stagione di prosa, al teatro Signorelli di Cortona Venerdì 24 ottobre ore 21,15. Ferite a Morte con Lella Costa, Orsetta De Rossi, Giorgia Cardaci, Rita Pelusio …

Evento speciale, fuori dalla tradizionale stagione di prosa, al teatro Signorelli di Cortona Venerdì 24 ottobre ore 21,15. Ferite a Morte con Lella Costa, Orsetta De Rossi, Giorgia Cardaci, Rita Pelusio 

Ferite a Morte nasce come un progetto teatrale sul femminicidio scritto e diretto da Serena Dandini, una antologia di monologhi sulla falsariga della famosa Antologia di Spoon River di Edgar Lee Master costruita con la collaborazione di Maura Misiti, ricercatrice del CNR.

I testi attingono alla cronaca e alle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”.

L’evento teatrale, in cui numerose donne illustri e note al grande pubblico danno voce a un immaginario racconto postumo delle vittime, vuole essere un’occasione di riflessione, un tentativo di coinvolgere l’opinione pubblica, i media e le istituzioni.

Tutti i monologhi di Ferite a Morte  parlano dei delitti annunciati, degli omicidi di donne da parte degli uomini che avrebbero dovuto amarle e proteggerle.

Non a caso i colpevoli sono spesso mariti, fidanzati o ex, una strage familiare che, con un’impressionante cadenza, continua tristemente a riempire le pagine della nostra cronaca quotidiana.

Dietro le persiane chiuse delle case italiane si nasconde una sofferenza silenziosa e l’omicidio è solo la punta di un iceberg di un percorso di soprusi e dolore che risponde al nome di violenza domestica. Per questo non bisogna smettere di parlarne e cercare, anche attraverso il teatro, di sensibilizzare il più possibile l’opinione pubblica.

Oggi Ferite a Morte è anche un blog che raccoglie e diffonde notizie sul tema della violenza alle donne, informazioni sui centri di accoglienza, segnalazioni di progetti messi in atto dai sostenitori per avviare buone pratiche in materia, storie, appuntamenti, iniziative nate sulla scia dei testi di Serena Dandini.

Al blog sono associati una pagina Facebook e un profilo Twitter, utili da un lato a rendere virale la diffusione dei contenuti, dall’altro a concentrare in quel luogo virtuale una comunità di uomini e donne uniti dalla necessità e dall’urgenza di questa battaglia di civiltà.

Affiancheranno Lella Costa (artista tra le più lucide, appassionate, socialmente consapevoli e impegnate delle nostre scene) tre attrici attive in campo televisivo, cinematografico e teatrale: Orsetta De Rossi, dopo il debutto nella Tv delle ragazze, ha preso parte a Tutti pazzi per amore e I Cesaroni e, al cinema, a La seconda volta di Mimmo Calopresti, Matrimoni di Cristina Comencini e L’amore è eterno finché dura di Carlo Verdone; Giorgia Cardaci che ha lavorato nelle produzioni televisive Camera Café, Raccontami, Il capo dei capi e Il commissario Manara e preso parte ai film Ferdinando e Carolina di Lina Wertmüller, Il trasformista di Luca Barbareschi e Io, loro e Lara di Carlo Verdone. Prossimamente reciterà in Stai lontana da me di Alessio Maria Federici; e Rita Pelusio che ha studiato mimo e clownerie e ha preso parte alle produzioni televisive Markette e Colorado Café, mentre in teatro ha lavorato con Natalino Balasso.

Info teatro Signorelli 0575 601882

Nessun commento su Ferite a morte: lo spettacolo teatrale della Dandini a Cortona

Eventi: 28.a Giornata Salvadoriana e MANDRAGOLA SI CHIAMA

28.a Giornata Salvadoriana Il Centro Studi e Documentazione ‘Giulio Salvadori’ e la Parrocchia dei Santi Egidio e Savino, con il patrocinio del comune di Monte San Savino, propongono nei giorni…

28.a Giornata Salvadoriana

Il Centro Studi e Documentazione ‘Giulio Salvadori’ e la Parrocchia dei Santi Egidio e Savino, con il patrocinio del comune di Monte San Savino, propongono nei giorni di domenica 12 ottobre e sabato 18 ottobre la 28.a Giornata Salvadoria, due momenti per ricordare questa figura straordinaria di intellettuale ed educatore cattolico. Il primo appuntamento è per domenica 12 ottobre, alle ore 11.00 nella Chiesa di Sant’Agostino dove verrà celebrata una Santa Messa in ricordo di Giulio Salvadori, mentre sabato 18 ottobre nella Chiesa di Sant’Agostino, alle ore 17.00, si terrà l’esecuzione dei brani vincitori del I° concorso di Composizione e di altri brani musicali su testi di Giulio Salvadori, cori: ‘Andrea Lippi’, ‘Lux Harmonica’, ‘Piccole note’, premiazione dei vincitori del concorso. La manifestazione è un’occasione offerta a tutti per conoscere ed incontrare un uomo la cui esperienza ha molto da testimoniarci ancora oggi.

MANDRAGOLA SI CHIAMA, al Teatro Verdi

Dopo aver tradotto in ‘lingua chianina’ Aristofane e Shakespeare, Goldoni e Pirandello, Ruzante e Eduardo, e averli portati tutti in ‘quel di Montagnano’ per il tradizionale Festival Internazionale Il Giogo, noi del Teatro Popolare abbiamo avuto il coraggio, o l’incredibile faccia tosta, di spostare il capolavoro di Machiavelli dalla Firenze dei Medici al Borghetto e dal ‘500 al 9 aprile 1945 – esordisce Giulio Vignoli, regista de ‘Mandragola si chiama’, in programma venerdì 17 ottobre, alle ore 21.30 al Teatro Verdi – qui da noi ci sono ancora gl’inglesi, che hanno il loro comando a Monte San Savino e proprio quel giorno, dopo mesi della stasi invernale, riprende l’offensiva Alleata contro i tedeschi asserragliati sulla Linea Gotica, l’offensiva che porterà alla fine della guerra, al 25 Aprile, alla Liberazione.

Un appuntamento da non perdere quello in programma al teatro savinese venerdì prossimo con sul gli ‘attori’ di casa nostra: Edoardo Manneschi, Enrico Roncucci, Delvina Basagni, Ugo Enrichetti, Letizia Bernardini, Loris Foianesi, Luigina Cresti, Patrizia Roggiolani; tencici di scena Vasco Basagni, Alvaro Nardi e Vladimiro Torresi; luci di Damine Salis; adattamento e regia di Giulio Vignoli.

Nessun commento su Eventi: 28.a Giornata Salvadoriana e MANDRAGOLA SI CHIAMA

Trequanda: successo per la serata dedicata a Siena 2019

Una cosa semplice, e di gusto. Come voleva il sindaco Machetti e la sua Amministrazione: «siamo un Comune piccolo, ma non insignificante. E il nostro impegno ci fa fare sempre…

Una cosa semplice, e di gusto. Come voleva il sindaco Machetti e la sua Amministrazione: «siamo un Comune piccolo, ma non insignificante. E il nostro impegno ci fa fare sempre bella figura», ha dichiarato.

Così, nel segno della semplicità, la giornata che Trequanda ha voluto dedicare a Siena 2019 è stata un successo. Ed ha impressionato anche Maurizio Ciampolini, che nella sua veste di Reponsabile dell’Ufficio Stampa Internazionale SI2019 ne era l‘ospite d’onore.

Un sabato bello e significativo, ricco di contenuti e suggestioni: dove la cultura della nostra terra l’ha fatta da padrona: «Se Siena 2019 vuol dire essere aperti e curiosi verso il nuovo, e al tempo stesso valorizzare il nostro modo di essere, la nostra storia e le nostre tradizioni, la serata di Petroio dimostra che abbiamo molte carte da giocare» ha detto Ciampolini.

Anche in un paese piccolo che però ha risposto in maniera entusiastica ed ha esibito una vivacità per certi versi sorprendente. La perfetta organizzazione della Società Operaia ha fatto il resto, punteggiando come meglio non si poteva un’ospitalità davvero speciale.

Loretta Lucaroni è stata un’elegante padrona di casa, conducendo l’interessante incontro su Siena 2019 all’interno del quale è stato presentato il libro “La Libertà è un colpo di tacco” dell’autore locale Riccardo Lorenzetti.

Poi, dopo il buffet, sono saliti in scena gli attori del “Massischermo”, con il loro spettacolo sul quale Siena 2019 ha voluto porre il suo patrocinio. Poliziani-Storelli-Dispenza hanno strappato applausi, dimostrando come la provincia possa essere capace di una proposta culturale semplice, ma efficace. Emozionante e ricca di significati.

Una manifestazione, insomma, che è stata un piccolo gioiellino. Complimenti agli organizzatori.

Nessun commento su Trequanda: successo per la serata dedicata a Siena 2019

Culturativi: nuovo appuntamento con Eugenio Baroncelli, scrittore

Dopo il successo del primo incontro della stagione 2014-2015, “I Culturativi – gli aperitivi di contrada dedicati alla cultura”, organizzati dalla contrada Porta a Sole, proseguono con un nuovo appuntamento….

Dopo il successo del primo incontro della stagione 2014-2015, “I Culturativi – gli aperitivi di contrada dedicati alla cultura”, organizzati dalla contrada Porta a Sole, proseguono con un nuovo appuntamento. Infatti, sabato 11 ottobre, presso il Teatro comunale degli Oscuri, a Torrita di Siena, alle 18.30 incontreremo lo scrittore ravennate Eugenio Baroncelli, con il quale parleremo delle sue pubblicazioni.

Attraverso fulminanti ritratti di uomini noti e meno noti, poeti, musicisti, scrittori, comandanti, filosofi, profeti e re, astronomi e imperatori, storici e santi, eroi, Baroncelli riesce a cogliere il tratto essenziale delle loro esistenze e in brevi “schizzi” ci restituisce vite vere e palpitanti. Le brevi o brevissime biografie, stilizzati ritratti di personaggi, grandi o sconosciuti, rappresentati nella loro futilità, piacevano a quegli scrittori – Borges, Savinio – infatuati del carattere paradossale del tempo, quando il suo immenso mistero fisico e metafisico mostra, solo per gli uomini, una piccola smorfia beffarda. Esistenze manifestate in un attimo infinito che solo l’inventiva, la cultura, l’umorismo possono avere la rapidità di fermare. Queste vite, scritte da Eugenio Baroncelli, frutto di un collezionismo intellettuale o del desiderio di aver «vissuto la vita degli altri» e ancor di più il loro capriccio, sono raccolte in sezioni, smilze categorie in cui lo scrittore mostra crudelmente che si possano riassumere. Dagli Amanti ai Fumatori di sigaro; da Come le foglie a Da qui all’eternità; Diavoli e maghi, Freaks, Scomparsi, Suicidi e molte altre fantasie ancora, dedicate «ai fantasmi che hanno un sacco di tempo per leggere perché nel tempo non vivono».

Alle vite affianca sempre la morte, come realizzazione perfetta della vita, che viene scelta come chiave da Baroncelli, in questi fulminanti microracconti, per rievocare le circostanze pratiche e spirituali del trapassare di altrettanti protagonisti della storia, della mente, della cultura, della memoria personale e collettiva. Sono quindi tanatografie, per così dire, o biografie ironiche, colte, capziose, prese da un particolare della vita, come una tela si prende da un lembo, che nel caso è la morte; e anche quando questa è tanto oscura o luminosa quanto un personaggio è stato brillante o opaco, la morte si offre comunque, nel racconto, come un’impossibile chiarificazione. Perché ci interpella, riuscendo a opporre sempre il suo abissale punto interrogativo. Da Agrippa a Mae West, passando per centinaia e centinaia di ombre persistenti nell’immaginazione; schierate per voci: Cari agli dèi, Cuori infranti, Di cosa?, Di freddo, Di gioia, Di spada, Di un male, Fantasmi, eccetera fino a Vecchi. Ci vengono incontro, sono infatti i morti, pensa Baroncelli, a evocare noi.

Sfacciatamente bravo, raffinatissimo letterato, instancabile ricercatore di trame e vite e sottili rimandi tra fili dispersi di uomini e destini che si intrecciano, si lasciano, si riprendono, è autore di una qualità stupefacente. Persino troppo bravo, anzi, per la letteratura italiana corrente (Stefano Salis, Il Sole-24 Ore).

Eugenio Baroncelli (1944) è nato a Rimini e vive a Ravenna. Ha insegnato italiano e latino nei licei e si è a lungo occupato di critica e teoria del cinema. Tra le sue opere Outfolio. Storiette scivolate dal quaderno durante un trasloco, 2005. Con Sellerio editore Palermo ha pubblicato Libro di candele. 267 vite in due o tre pose (2008), Mosche d’inverno. 271 morti in due o tre pose (2011, Premio Mondello e Piero Chiara), Falene. 237 vite quasi perfette (2012) e Pagine bianche. 55 libri che non ho scritto (2013). A breve uscirà nelle librerie la sua ultima pubblicazione.

L’incontro, nel quale conosceremo meglio l’autore e le sue pubblicazioni, è aperto a tutti e a seguire, al termine della serata, la Contrada di Porta a Sole offrirà ai partecipanti un’aperi-cena nei locali della biblioteca comunale.

Per informazioni e prenotazioni: iculturativi@gmail.com;

Lucia – 347 1479201

Alfredo – 347 6933582

Nessun commento su Culturativi: nuovo appuntamento con Eugenio Baroncelli, scrittore

Type on the field below and hit Enter/Return to search