Dopo due anni di pausa torna L’infiorata di Farnetella: in occasione della festività del Corpus Domini, gli abitanti di Farnetella realizzeranno lunghi tappeti di petali e fiori per le vie del paese. L’usanza di realizzare tappeti floreali, nata a Roma nel XVIII secolo, si è diffusa in molti luoghi d’Italia e del mondo. A Farnetella, dove essa si è mantenuta per più di due secoli, assume caratteristiche di particolare pregio e qualità soprattutto in relazione all’esiguo numero di abitanti del paese. L’infiorata diventa così un’occasione di socialità e veicolo di valori identitari per la comunità di Farnetella che la nona domenica dopo Pasqua si riversa nei vicoli del paese per realizzare centinai di metri di tappeti e quadri floreali.

Il lavoro inizia diversi mesi prima con la pianificazione dei bozzetti, dei disegni e, sopratutto, della raccolta ed eventuale essiccazione dei fiori che avviene nei campi circostanti Farnetella. I fiori che più vengono impiegati sono: il maggio (la ginestra), la rombice, le rose, i papaveri, i fiordalisi e altri fiori di campo. Dalle prime ore del mattino fino alle ore 11 i vicoli si popolano di persone intente a realizzare la porzione di tappeto di fronte alla propria abitazione, testimonianza dell’amore per il proprio paese e dell’orgoglio di renderlo bello. A seguito della S. Messa, sarà la Filarmonica “Pietro Mascagni” di Farnetella ad accompagnare la Solenne Processione del Corpus Domini.

Nel tardo pomeriggio invece, nella pittoresca cornice di Piazza San Giovanni Battista, si svolgerà il piccolo festival nato con l’intento di unire la tradizione e la spiritualità del mattino con la letteratura, l’arte e la musica. Lo scopo del festival è quello di promuovere l’infiorata in tutte le sue sfaccettature.

Il programma di quest’anno prevede: alle ore 18 la presentazione del romanzo “Il rosso e il blu. Una comune favola di migrazione” dell’autore Luca Giommoni, finalista a due premi letterari nazionali. A seguire alle ore 20 il concerto d’apertura – chitarra e voce – con Simone Rocchi che racconterà il suo primo EP “Come nuvole di passaggio”; alle ore 21 concerto acustico di Maurizio Carucci degli Ex-Otago: prima data toscana del Tour Respiro 2022 con cui l’artista ha esordito quest’anno come solista. Maurizio Carucci, frontman della band genovese, ha calcato i più importanti palchi d’Italia tra cui quello del Festival di Sanremo nel 2019 ed è quindi un’occasione unica poterlo ascoltare dal vivo in Valdichiana. A conclusione della serata alle ore 22:30 dj set con TONIC DJ.

Tutti gli appuntamenti della manifestazione, patrocinata dal Comune di Sinalunga e dalla Provincia di Siena, sono ad ingresso libero e gratuito. L’intero centro storico sarà chiuso al traffico dalle ore 08:00 alle ore 00:00 e sarà a disposizione un servizio navetta gratuito dalle ore 17:30.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close