Dal 2 Agosto il centro storico di Chiusi Città torna a riempirsi della magia e dei colori del teatro. La Fondazione Orizzonti d’Arte solleva il velo sulla sua manifestazione estiva, giunta alla diciottesima edizione. Si è subito messa a lavoro per portare avanti il suo progetto culturale. Il team di lavoro ha infatti già pianificato le misure tecniche di organizzazione, per rispettare al massimo le norme igienico-sanitarie di prevenzione, in tutti gli spazi in cui si svolgerà la manifestazione. Le necessità di questo momento, le misure igienico-sanitarie per il contenimento del Covid-19 sono state non solo messe in atto minuziosamente, ma anche sfruttate dalla direzione artistica per rendere ancora più forte l’esperienza dello spettatore. 

La parola-chiave scelta quest’anno, che lega tematicamente tutti gli spettacoli in programma, è “[ri]costruire”. «Perché di questo parleranno gli spettacoli del festival e questo ci impone il momento storico che stiamo vivendo» afferma il direttore artistico Gianni Poliziani «ricostruire vite, ricordi, esistenze, impegni, collaborazioni». 

Nella giornata di Domenica 2 Agosto è prevista un’anteprima in tre suggestive location del centro di Chiusi. Alle 18:30 Riccardo Lorenzetti presenta il suo nuovo libro “Un Bellissimo Spreco di Tempo” nel giardino del Museo della Cattedrale, a seguire “Aperitrusco”: l’apericena con visita guidata al Museo della Cattedrale (che include, oltre al Museo della Cattedrale, il Labirinto di Porsenna, la Cisterna Romana e la Torre Campanara). L’aperitivo si svolgerà all’aperto presso l’orto vescovile, mentre la visita guidata, sarà frazionata in quattro turni, con gruppi di massimo 12 persone, che partiranno alle 19:30, 19:45, 20:15 e 20:30. Alle 21:30 il Maestro Piergiovanni Domenighini eseguirà il suo Concerto d’Organo nella Cattedrale di S. Secondiano, accompagnato dalla voce recitante di Francis Pardeilhan: con brani da Bach a Wagner, da Kerll a Padre Davide da Bergamo, fino ad un omaggio al Maestro Ennio Morricone.

Il festival proseguirà poi dal 5 Agosto, con l’apertura della mostra personale di Roberta Betti, gli spettacoli della Filarmonica di Chiusi e lo spettacolo “Borgo degli Dei”. Dal 5 Agosto ogni serata sarà inoltre arricchita da “Il DopoFestival” in Piazza del Comune, a partire dalle 22:00, organizzato dai ristoratori di Chiusi in collaborazione con birrifici e cantine selezionati.  

«La Fondazione Orizzonti d’Arte come tutte le attività che si occupano di cultura e di spettacolo, ha fronteggiato un momento molto difficile» Afferma il sindaco Juri Bettollini a pochi giorni dall’inizio del Festival, «è stato necessario interrompere una stagione invernale, al Teatro Mascagni, di altissimo livello, premiata da una risposta di pubblico sempre crescente. Non ci siamo persi d’animo. Non ci siamo arresi. Attività culturali come il Festival Orizzonti sono il perno necessario per ristabilire il tessuto sociale all’interno della comunità. È una responsabilità di cui la Fondazione è ben consapevole». 

Gli ingressi agli spettacoli sono tutti su prenotazione, sia che questi siano gratuiti o meno. L’acquisto dei biglietti dovrà essere fatto direttamente presso la biglietteria della fondazione in Via Porsenna 81 negli orari di apertura, scrivendo a biglietteriafondazione@gmail.com oppure online su www.ciaotickets.com. Non sarà possibile acquistare il biglietto sul luogo dell’evento. 

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

1 thought on “A Chiusi si apre il sipario sul Festival Orizzonti 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close