Si parla spesso di filiera corta e di prodotti che passano nel breve tempo e con un breve tragitto dal produttore al consumatore.

In tempi di commerci globali e di tante parole dette e scritte anche sulla sicurezza alimentare, la questione della filiera corta è tornata assolutamente di attualità. E sempre più seguiti e apprezzati sono i luoghi dove tutto questo avviene, dove puoi trovare, acquistare, consumare e assaggiare prodotti del tuo territorio. Grande attenzione, insomma, viene dedicata a questo argomento.

L’attenzione che ha scelto di dedicare alla filiera corta anche l’amministrazione comunale di Torrita di Siena, guidata dal primo cittadino Giacomo Grazi. Il Comune di Torrita ha infatti scelto di legare una nota festa del territorio, la Fiera al Piano, proprio con la possibilità che verrà data a tutti coloro che decideranno di trascorrere qualche ora o un’intera giornata a Torrita, di gustare prodotti del territorio. L’enogastronomia si lega e collega, quindi, con un momento ed un appuntamento sentito ed atteso dalla popolazione. Ci saranno musica e concerti, ci sarà animazione per le vie del paese, e ci sarà anche la possibilità di mangiare buoni prodotti. Il tutto passeggiando per le strade di Torrita Stazione.

I giorni appena trascorsi a Torrita di Siena sono quindi stati contrassegnati anche dalla realizzazione di un regolamento per la filiera corta che andrà concretizzandosi proprio in occasione della Fiera al Piano:

“Il lavoro è stato realizzato e portato a termine in meno di quaranta giorni – spiega il primo cittadino, Giacomo Grazi – dalla commissione attività produttive e commercio insieme alla Polizia municipale. Mi riferisco alla Fiera al Piano e a quanto avverrà il 20 e il 21 settembre. Dentro la fiera ci sarà spazio per i prodotti del territorio: dal pomodoro alla caciotta fino alla porchetta, tutti prodotti di Torrita che qui saranno venduti. Durante la fiera ci saranno spettacoli, divertimenti e concerti organizzati dalle associazioni del nostro territorio. Ed in questo appuntamento molto sentito daremo spazio, come detto, ai nostri prodotti. Sono previste trenta postazioni, già tutte definite nel parco denominato “Giardini Peep””. La risposta per questa nuova idea mi sembra che sia stata buona e più che positiva”.

Non resta che trascorrere un po’ di tempo a Torrita di Siena per far felici i propri sensi e passare una giornata in allegria e spensieratezza.

Print Friendly, PDF & Email