L’Amministrazione Comunale, d’intesa con il Comitato di Partecipazione di Sant’Albino, ha organizzato una visita al cantiere della scuola materna ed elementare in costruzione nella frazione, aperta ai genitori dei bambini che la frequenteranno e alle insegnanti che svolgeranno sul posto la propria attività.

Obiettivo dell’iniziativa, che punta a rendere trasparente ed effettivamente partecipata l’attività della Pubblica Amministrazione, consentire agli interessati di prendere visione dello stato di avanzamento dei lavori e di smentire, nei fatti, le illazioni che si rincorrevano sulle condizioni del cantiere e delle strutture già realizzate.

I lavori avevano subito un imprevisto stop per l’abbandono del cantiere da parte della ditta appaltatrice, prima trovatasi nell’impossibilità di proseguire per proprie difficoltà economiche; poi, dopo ulteriori traversie, definitivamente fallita.

La necessità di tornare a dotare al più presto la popolosa frazione termale della propria scuola materna ed elementare (la cui attività didattica era stata nel frattempo trasferita a Montepulciano Capoluogo) ha indotto l’Amministrazione Comunale a compiere tutti gli sforzi possibili per riprendere la costruzione; così a marzo è avvenuta la consegna dei lavori alla nuova ditta appaltatrice.

La visita, guidata dal Geom. Cosimo Coviello e dall’Arch. Carlos Machado, in rappresentanza della Direzione Lavori e dello staff di progettazione, ha dimostrato che in poche settimane non è stato solo recuperato il gap derivante dal periodo di un anno di inattività ma che sono stati compiuti grandi progressi.

Il gruppo, composto anche dal Sindaco Andrea Rossi, dal vice-Sindaco, con delega ai Lavori Pubblici Luciano Garosi, dall’Assessore all’Istruzione Francesca Profili, dall’Ingegnere Comunale Giorgio Fanciulli nonché da altre rappresentanti istituzionali, anche di Sant’Albino, ha preso atto anzitutto della validità del progetto, che presenta spazi accoglienti, ampi, luminosi ed impianti allineati alle più recenti tecnologie in materia di risparmio energetico ed ottimizzazione dell’abitabilità dei locali e del confort, ma anche dello stato di avanzamento dei lavori.

Come hanno dichiarato i tecnici al gruppo di famiglie ed insegnanti, a fine ottobre i lavori saranno terminati, quindi si procederà con i collaudi e, se non sorgeranno contrattempi, durante le vacanze di Natale potrà essere effettuato il trasloco in modo che dai primi giorni di scuola del 2015 l’attività riprenderà nella nuova sede.

“Dopo il fallimento dell’impresa titolare del primo appalto – ha dichiarato il Sindaco Andrea Rossi – abbiamo messo in campo tutte le nostre facoltà per evitare che il cantiere rimanesse coinvolto nella disavventura societaria e quindi bloccato a tempo indefinito. L’impegno congiunto dell’Amministrazione Comunale, del Comitato di Partecipazione ma anche delle famiglie, sempre vigili ed attente alle vicende della “propria” scuola, ha consentito di scongiurare questo pericolo e di riprendere i lavori con l’obiettivo di entrare nel nuovo edificio dall’inizio del 2015. Ci attendono altri mesi di intensa attività ma siamo fiduciosi che le scadenze indicate dall’impresa possano essere rispettate e vigileremo affinché ciò avvenga”.

Print Friendly, PDF & Email