Viene rinnovato ampiamente il Magistrato delle Contrade di Montepulciano.L’organo che sovrintende all’organizzazione del Bravìo delle Botti e delle altre attività collettive delle contrade di Montepulciano, si presenta largamente rinnovato grazie all’inserimento di nuove figure che vanno ad affiancarsi ad altre di consolidata esperienza.

fracassi-bazzoni-rossi-biagianti-contradeIl nuovo Reggitore, è Stefano Bazzoni. Già vicario durante le reggitoria di Giorgio Massoni, è stato eletto dal Consiglio di indirizzo che raggruppa gli otto Rettori ed i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale in seguito alla scadenza del mandato di Paolo Abram.

Dello staff di vertice del Magistrato fanno parte anche Alessandro Fracassi, a sua volta ex-Reggitore, che assume la responsabilità dell’organizzazione generale del Bravìo delle Botti con delega alla logistica ed alla sicurezza della manifestazione, e il Reggitore e la Cerimoniera uscenti, Paolo Abram e Cinzia Cinelli, a cui sono affidati l’organizzazione degli spettacoli per il proclama del Gonfaloniere e per il Corteo dei Ceri.

Si presenta invece del tutto rinnovato il Consiglio di gestione, l’organo esecutivo del Magistrato, irrobustito dall’arrivo dalle contrade di un gruppo di giovani elementi che provengono però da una lunga militanza sotto i rispettivi colori.
I nuovi vicari del Reggitore sono quindi Giulio Pavolucci (Gracciano) e Giacomo Volpi (Le Coste), il Camerlengo è Marco Torelli (Talosa), tre sono le cerimoniere e cioè Jessica Angiolini (Le Coste), Chiara Innocentini (Voltaia) e Francesca Mozzini (Poggiolo) mentre il Notaio è Francesco Gusmano (Cagnano).
Dello staff di vertice entrano a far parte Andrea Ciolfi (Gracciano), in qualità di responsabile degli spingitori, Stefano Mazzetti (Poggiolo), che curerà i rapporti con il Gruppo Sbandieratori e Tamburini, e Aebano Accetturo (Collazzi).

L’obiettivo che si sono posti il Comune e le Contrade è dunque far crescere nuove figure che possano garantire, su un arco di tempo ampio, il ricambio generazionale. Ma intanto questi innesti permettono di rinsaldare il legame tra le Contrade e il Magistrato.

m.b.

Print Friendly, PDF & Email