La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: francesco landi

Sarteano: inaugurato il centro sociale ‘La Costa di Piazza’

Alcuni giorni fa, a circa un anno di distanza dalla sua chiusura, è stato inaugurato a Sarteano il nuovo centro sociale e ricreativo per anziani  “La Costa di Piazza”, con sede in…

Alcuni giorni fa, a circa un anno di distanza dalla sua chiusura, è stato inaugurato a Sarteano il nuovo centro sociale e ricreativo per anziani  “La Costa di Piazza”, con sede in piazza XXVI giugno. All’inaugurazione, tenuta dal sindaco Francesco Landi, hanno partecipato numerosi cittadini, la giunta comunale, i consiglieri e il parroco. I festeggiamenti sono stati accompagnati dai musicisti della Filarmonica di Sarteano.

La realizzazione di questa opera di ristrutturazione, avvenuta in tempi record e costata 55.000 euro (dei quali 40.000 provenienti da un bando Gal leader) ha suscitato grande entusiasmo e soddisfazione.  La scelta del nome è avvenuta attraverso un referendum che ha visto un’ottima partecipazione (128). Il nome vincitore ha ottenuto 64 voti, a poca distanza dal secondo classificato “La meglio gioventù” (57). La terza opzione “La garibaldina”, ha ottenuto 7 consensi.

“Siamo riusciti in tempi brevissimi – osserva il sindaco Landi – a trovare le risorse per la ristrutturazione e a metterlo a norma. Questo risultato si deve al lavoro dei nostri uffici e dell’assessore ai lavori pubblici Mauro Crociani”.

La gestione del nuovo servizio è stata affidata attraverso un bando all’associazione di promozione sociale Circolo lavoratori Sarteano, in raggruppamento temporaneo con il comitato provinciale di Siena dell’Arci, e avrà la durata di dieci anni. In questo modo saranno garantite per un lungo periodo la funzionalità e la progettualità di un luogo dedicato agli anziani e alla loro qualità della vita.

Dal nuovo anno, per usufruire dei servizi del centro per anziani, sarà necessario richiedere una tessera comunale gratuita, in modo che il Comune possa tenere traccia di chi usufruisce del nuovo servizio e monitorarne l’andamento. Per accedere al punto di ristoro, invece, sarà necessario dotarsi della tessera dell’associazione di promozione sociale che si è aggiudicata il servizio in concessione.

Nessun commento su Sarteano: inaugurato il centro sociale ‘La Costa di Piazza’

A Sarteano, lectio magistralis di Patrick Bateson

Patrick Bateson, professore emerito di etologia dell’università di Cambridge, terrà una lezione magistrale al teatro comunale degli Arrischianti di Sarteano, sabato 16 novembre 2013 (ore 10:00). Continuano così gli incontri…

Patrick Bateson, professore emerito di etologia dell’università di Cambridge, terrà una lezione magistrale al teatro comunale degli Arrischianti di Sarteano, sabato 16 novembre 2013 (ore 10:00). Continuano così gli incontri autunnali, di altissimo livello, organizzati dall’Abbazia di Spineto, dal Comune e da Aboca.

PatrickBateson

A moderare l’iniziativa sarà un medico, Giorgio Ciacci di Elea onlus. Dopo i saluti di Francesco Landi, sindaco di Sarteano, e di Marilisa Cuccia (Abbazia di Spineto incontri e studi), sono previsti gli interventi di Roberto Monaco, presidente dell’Ordine dei medici di Siena, di Massimo Mercati (Aboca spa) e Bruno d’Udine (Aboca for Ecology).

A seguire la lezione di Patrick Bateson e, infine, la consegna ai medici partecipanti del volume “Plasticità, robustezza sviluppo ed evoluzione” di Patrick Bateson e Peter Gluckman, autografato dal famoso docente di Cambridge. La mattinata si chiude con un aperitivo nella Sala del capitolo dell’Abbazia di Spineto.

La prenotazione è obbligatoria.
Segreteria organizzativa: dottor Giorgio Ciacci
0578265856 – 3393726357
dottorciacci@gmail.com

Per ulteriori informazioni: www.sarteanoliving.it

Nessun commento su A Sarteano, lectio magistralis di Patrick Bateson

Mattia Nocchi “Perchè mi candido segretario del Pd di Sarteano”

“So bene che sfido il senso comune di diffidenza di molti di voi. Molti degli amici al quale l’ho detto hanno sgranato gli occhi, poi hanno capito, qualcuno ha approvato….

“So bene che sfido il senso comune di diffidenza di molti di voi. Molti degli amici al quale l’ho detto hanno sgranato gli occhi, poi hanno capito, qualcuno ha approvato. Alcuni mi danno per spacciato. E’ una malattia strana, la militanza. Che uno si convince che le cose si cambiano cambiandole. Dal basso, perdendoci tempo, sacrificando buona parte del tuo tempo e della tua vita privata. E che se adesso è più difficile prendere per le corna il pessimismo e il disincanto, non è detto che sia meno entusiasmante”. Così un intervento di Mattia Nocchi che presenta la propria candidatura a segretario del Pd di Sarteano.

Ho molte ragioni per accettare l’invito che molte persone – fuori e dentro il Pd -, mi hanno rivolto. La principale è che se vuoi bene ad una comunità, e vuoi farla crescere, lo fai spendendoti all’interno. Prima di accettare mi sono preso del tempo per parlare con un po’ di persone (con altre ci parlerò in queste ore). Capire cosa ne pensassero. Se è possibile allargare il cerchio e far entrare aria fresca. Qualcuno sì, qualcuno forse, qualcuno in futuro se saremo bravi.

Mi candido per riprendere e continuare quella stagione straordinaria delle elezioni amministrative 2012, che hanno portato Francesco Landi e la sua squadra a guidare con mitezza e passione questa comunità. Si respirava un’aria bella in quei giorni, ed i primi risultati dell’amministrazione confermano quanto avevamo detto alla gente. Con qualche difficoltà, certo, ma sempre mettendoci sincerità e lavoro.

Domenica prossima, 20 ottobre, ci sarà il congresso locale del Partito democratico. Lì presenterò formalmente la mia candidatura, una piattaforma programmatica di lavoro, e un gruppo di persone hanno deciso di sostenermi; in modi diversi, dentro e fuori dal Pd. Non ho fatto bilancini. Di alcuni di loro non so nemmeno cos’hanno votato alle primarie dello scorso novembre, né ho chiesto cosa voteranno nelle primarie di dicembre. Sono logiche di schieramento più vecchie del vecchio. Mi basta che siano un po’ arrabbiati con il PD, ma che gli vogliano anche bene. Tanto da volerlo cambiare. Alcuni si sono fatti convincere adesso, altri si uniranno lungo il cammino. Che c’è da fare tanto, e da soli non si va da nessuna parte.”

“Alla tua età non ci si può disimpegnare di fare l’uomo, e la politica è l’occupazione umana e non l’ultima o la meno nobile. Il che non vuol dire intrupparsi senza discernimento, ma partecipare, in un’ora incandescente e decisiva, alla vita del paese, portandovi con sincerità e disinteresse, il proprio modesto contributo di anima e di passione, d’esperienza. Vuol dire mettersi vicino a color che hanno un sentire eguale al nostro, affinché la nostra voce possa venir meglio udita. Essere di punta, stare di vedetta fuori e dentro il partito: e non aver paura di urtare contro i miti, vecchi o nuovi che siano. E’ tempo di gridare sui tetti tutta la verità che si crede di possedere, e di combattere tutti gli errori che vediamo”. Don Primo Mazzolari, lettera di un prete partigiano ad un ventenne.

Fatemi sapere cosa ne pensate.

Chi sono. Mattia Nocchi, 34 anni, consigliere Capogruppo del Centrosinitra per Sarteano. Dopo una serie di collaborazioni nel campo della comunicazione locale e nazionale (ufficio stampa Comune di Chiusi, corrispondente da Siena per Rtl 102.5), ho diretto “Facoltà di Frequenza”, la radio dell’Università di Siena. Laureato in Scienze dalla Comunicazione, giornalista pubblicista, nel 2006 approdo a Milano, a Radio24 – il Sole 24Ore dove vengo assunto a tempo indeterminato nella redazione programmi come autore e reddattore. Dal maggio 2010 sono dipendente a tempo determinato della Regione Toscana. Dopo una precoce militanza nella Sinistra Giovanile, nel 2011 torno all’impegno politico e mi iscrivo al Partito Democratico, partecipando attivamente all’elezione di Francesco Landi sindaco nel 2012, risultando il primo degli eletti.

3 commenti su Mattia Nocchi “Perchè mi candido segretario del Pd di Sarteano”

Tomba della Quadriga Infernale: festa per il decennale della scoperta

Sabato 12 ottobre si è festeggiato a Sarteano il decennale della scoperta della Tomba della Quadriga Infernale.

Sabato 12 ottobre a Sarteano è stato festeggiato il decennale della scoperta della tomba che rappresenta uno dei più interessanti capitoli dell’etruscologia degli ultimi anni. A dieci anni dalla sua scoperta, avvenuta l’11 ottobre del 2003, la Tomba della Quadriga Infernale continua a riscuotere grande attenzione da parte del pubblico e degli esperti. In quel giorno, agli occhi stupiti dei volontari del gruppo archeologico Etruria, sotto la direzione del museo civico archeologico di Sarteano, si presentò il magnifico Demone, alla guida della sua Quadriga.

“Scoprire una tomba etrusca – afferma l’archeologa Alessandra Minetti, direttrice del museo sarteanese – è sempre una grande emozione. Ma entrare, strisciando in uno stretto varco, e trovarsi di fronte un’intera parete decorata di pitture, è una fortuna che capita a pochi. È quanto ci è successo quell’11 ottobre – aggiunge Alessandra Minetti – quando siamo entrati camminando carponi in un lungo corridoio decorato da pitture dai colori vivacissimi. Alla luce tremolante della torcia sfilavano teste di animali reali e fantastici, figure umane, motivi decorativi e simbolici.
Non sapevamo ancora che stavamo aprendo uno dei più interessanti capitoli dell’etruscologia degli ultimi anni”.

Durante i festeggiamenti di sabato 12 ottobre a Pianacce, in prima fila, c’erano il sindaco Francesco Landi e, naturalmente, l’archeologa del ritrovamento della Tomba della Quadriga Infernale, attuale direttrice del Museo Civico Archeologico sarteanese, Alessandra Minetti. Domenica 13, nell’ambito della giornata delle Bandiere arancioni, si sono moltiplicate le visite guidate e gli spettacoli teatrali, dedicati soprattutto ai bambini, nei luoghi etruschi come nel centro storico, al castello come di fronte all’Annunciazione o al celebre dipinto del Beccafumi. Nell’occasione sono stati realizzati circa 120 disegni da rispedire al Touring club, cui il progetto delle Bandiere arancioni fa riferimento.

Decine di persone sono arrivate alla scoperta di Sarteano, sull’onda dell’iniziativa, mentre il Touring ha fatto seguire da alcuni blogger quanto stava avvenendo in questo comune (privilegio dato a un paio di realtà selezionate per ogni regione). Spettacoli ed escursioni hanno, ancora una volta, coinvolto le associazioni, la vera anima di Sarteano: accanto al Comune e al Museo, hanno preso parte attiva la Pro Loco, Nonsolomamme, Sarteanoviva, la Riserva naturale di Pietraporciana, gli Arrischianti, Giullargallo, i produttori agricoli, i ristoratori, i blogger di 100days e le guide.

Maggiori informazioni all’interno della pagina web dedicata alla Tomba della Quadriga Infernale.

1 commento su Tomba della Quadriga Infernale: festa per il decennale della scoperta

Inaugurata la nuova sede per l’Auser di Sarteano

Sabato 12 ottobre è stata inaugurata a Sarteano, in viale Amiata la nuova sede dell’Auser “Il bosco di Giano”, per gli oltre 500 soci locali.

Inaugurata a Sarteano la nuova sede dell’Auser “Il bosco di Giano”

Sabato 12 ottobre è stata inaugurata a Sarteano la nuova sede dell’Auser “Il bosco di Giano”. La nuova collocazione è facilmente raggiungibile, occupa solo il piano terreno di un edificio lungo viale Amiata, di fronte alla biblioteca e ai giardini comunali. C’è grande soddisfazione per l’obiettivo raggiunto da parte della presidente dell’associazione sarteanese Carla Verni e i circa cinquecento soci, un abitante su dieci, che condividono le numerose iniziative e i servizi dedicati agli anziani.

La nuova sede è stata inaugurata sabato scorso alla presenza del vicepresidente nazionale Auser Luigi De Vittorio, del presidente provinciale Artimino Cappelli, dell’assessore comunale Luisa Gandini. Carla Verni e il sindaco Francesco Landi, dopo la benedizione di don Fabrizio Ilari, hanno tagliato il nastro di fronte a un gran numero di persone.

«L’Auser – ha sottolineato Landi – è un fondamentale punto di riferimento per la comunità sarteanese. La sua valenza sociale è importantissima: basti citare i corsi di informatica, ceramica e di ballo, che si aggiungono alle altre occasioni di incontro e ai servizi di accompagnamento, come quello verso l’ospedale di Nottola»

L’Auser “Il bosco di Giano” (tel. 0578265628, 3319066334) contribuisce a innalzare la qualità della vita di un piccolo centro, che cerca di puntare sui servizi. Solo in viale Amiata, ci sono i giardini dove giocano i nipoti dei soci Auser, un chiosco che ospita un bar, una biblioteca. A poca distanza, il palazzetto dello sport e gli impianti sportivi. Nella formula Sarteano Living, lanciata dal Comune, si racchiude la volontà di incidere a tutti i livelli sul benessere dei residenti.

6 commenti su Inaugurata la nuova sede per l’Auser di Sarteano

Polizia Municipale: l’Unione dei Comuni approva la gestione associata

La proposta di convenzione per la gestione associata della polizia municipale di Montepulciano, Chianciano, Torrita di Siena, Sinalunga, Trequanda, Chiusi, Sarteano, Cetona e San Casciano dei Bagni, è stata approvata…

La proposta di convenzione per la gestione associata della polizia municipale di Montepulciano, Chianciano, Torrita di Siena, Sinalunga, Trequanda, Chiusi, Sarteano, Cetona e San Casciano dei Bagni, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio dell’Unione dei nove Comuni della Valdichiana senese.

La gestione associata si articolerà entro i limiti minimi necessari, senza quindi aumenti dei costi per nessuno. Si tratta quindi di un piccolo passo verso una maggiore integrazione, anche se per il momento non è stato possibile spingersi oltre a causa delle polemiche sollevate negli anni passati.

“E’ una base di partenza – ha osservato il presidente dell’Unione Andrea Rossi –per arrivare nel tempo all’integrazione vera per tutta la Valdichiana della polizia municipale”.

Il presidente Rossi ha dapprima dichiarato che il coordinamento del servizio associato sarebbe stato probabilmente affidato a due comandanti: quello di Chianciano e quello di Chiusi. Tuttavia, pare che questo orientamento non sia stato condiviso dal sindaco di Torrita di Siena, Giordano Santoni, secondo il quale la convenzione stessa avrebbe rappresentato un passo indietro rispetto a quella già preesistente tra il suo Comune, Sinalunga e Trequanda. Secondo Santoni, il coordinamento sarebbe stato territorialmente sbilanciato.

Santoni ha pertanto proposto un modo per aumentare la ‘funzionalità territoriale’, prevedendo un comandante di un Comune del nord e uno del sud della Valdichiana. Questa proposta non è invece piaciuta al consigliere di minoranza di Chianciano Andrea Angeli.

“Se qualche sindaco vuole avere un comandante del proprio comune, come fa capire Santoni, allora si dimostra che non c’è alcun intento unitario per il servizio. Il progetto deve portare vantaggi per tutti e le distinzioni vanno superate”.

Alla discussione ha preso parte anche il sindaco di Sarteano, Francesco Landi.

“Si tratta di una questione logistica come dice Santoni e non di campanilismo”

L’intervento di Andrea Rossi prima del voto finale ha tranquillizzato sia Santoni che Angeli, il quale ha dichiarato:

“I coordinatori dovranno  essere scelti in base alla loro professionalità e capacità e dovranno solo tenere i rapporti in generale senza contare che dal primo gennaio 2014 i piccoli comuni sotto i tremila abitanti, per legge, dovranno associare e integrare i servizi”.

4 commenti su Polizia Municipale: l’Unione dei Comuni approva la gestione associata

Sarteano, due notizie da una comunità molto coesa

Alcune notizie giunte in questi giorni dal comune di Sarteano ci trasmettono l’immagine di una comunità molto coesa. La prima notizia riguarda un grave fatto, accaduto pochi giorni fa,  che…

Alcune notizie giunte in questi giorni dal comune di Sarteano ci trasmettono l’immagine di una comunità molto coesa. La prima notizia riguarda un grave fatto, accaduto pochi giorni fa,  che ha sconvolto l’intera cittadinanza.

A pochi giorni dal furto delle corone d’oro che sovrastavano le effigi di Maria Santissima del Buonconsiglio (cui è dedicata una congregazione, a Sarteano) e di Gesù, nella chiesa di San Lorenzo, tantissimi cittadini hanno partecipato alla cerimonia religiosa e alla solenne processione che hanno coinvolto un’intera comunità. La chiesa era stracolma, con gente rimasta fuori, il corteo religioso lunghissimo. Il furto avvenuto ha fatto scattare un senso di identità, che porta a tutelare i propri simboli. Dall’altare don Fabrizio Ilari ha ribadito la volontà di realizzare nuove corone, annunciando una raccolta in alcuni esercizi commerciali di Sarteano. Oltre al danno materiale, Sarteano ha reagito con fermezza a un atto che colpito le coscienze, in un luogo abituato e tenere le chiese aperte al mattino, per una preghiera o la visita dei turisti. Le modalità e il giorno in cui è avvenuto, il 22 agosto, quello dedicato alla Beata Vergine Maria Regina, hanno suscitato sdegno anche da parte dei non credenti, come dei rappresentanti delle istituzioni. Il sindaco Francesco Landi, insieme agli altri amministratori pubblici, era in testa alla processione che si è svolta in un’altra data simbolica, quella del giorno di Sant’Agostino, vescovo di Ippona, fondatore dell’ordine devoto alla Madonna del Buonconsiglio, che viene ricordata il 26 Aprile. La speranza è che, per quel giorno, il dipinto torni ad avere le sue corone. Lo hanno chiesto tutti i sarteanesi, indirettamente, partecipando in massa alla processione, aperta dalla Filarmonica. I canti e le preghiere, la voglia di stare insieme, hanno come esorcizzato un episodio che è il segno dei tempi. Per fortuna i sarteanesi hanno ancora la sensibilità di stupirsi, di esprimere sdegno nei confronti di simili atti di barbarie, e di ribadire la volontà di vivere in tranquillità e pace.

La seconda, più leggera, notizia riguarda un interessante iniziativa legata all’evento SarteanoLiving.it.

Il sito SarteanoLiving.it, sarà arricchito da nuove foto, scattate il 31 agosto e il 1° settembre nella sala mostre, dal fotografo Mauro Sini, che ritraggono i cittadini sarteanesi, raccogliendo i volti degli abitanti e degli imprenditori del borgo toscano. Sabato 31 agosto e domenica primo settembre sono infatti in programma altre due sessioni fotografiche nel set allestito all’interno della sala mostre.  Il via agli scatti è previsto attorno alle 10.00, per poi continuare a oltranza nell’arco delle due giornate. All’opera, il fotografo Mauro Sini che curerà le foto per conto dell’agenzia Origo.

«Si tratta di un lavoro in divenire – commenta il sindaco Francesco Landi – eppure il sito pubblicato nemmeno un mese fa ha prodotto curiosità e una grande attenzione testimoniata dalla mole di visite, già molto importante. SarteanoLiving.it – aggiunge il sindaco Landi – è uno strumento basilare per sviluppare un progetto innovativo e articolato di promozione del territorio e della nostra offerta turistica. Ad esempio, comprende l’organizzazione di eventi sempre più qualificati, come quelli che sono stati realizzati nel periodo estivo».

Il sito SarteanoLiving riporta anche il racconto della vita di una comunità, con le notizie degli eventi, dialoga con i social network e ospita notizie e proposte commerciali. Obiettivo di Sarteanoliving.it parla in prima persona a chi lo visita, annullando le distanze tra proposte e potenziali clienti. L’intento è far sentire il turista che arriva a Sarteano come uno di famiglia, un ospite, che dovrà condividere lo stile di vita e le passioni della gente del borgo, ben visibili nel sito.

Nessun commento su Sarteano, due notizie da una comunità molto coesa

Bando per servizio civile presso il Comune di Sarteano

Servizio civile per quattro giovani presso il Comune di Sarteano, per un anno di lavoro Una buona notizia per tutti i giovani della Valdichiana alla ricerca di lavoro: è aperta la…

Servizio civile per quattro giovani presso il Comune di Sarteano, per un anno di lavoro

Una buona notizia per tutti i giovani della Valdichiana alla ricerca di lavoro: è aperta la selezione, presso il Comune di Sarteano, per quattro giovani da impiegare nel progetto di Servizio civile regionale, con una retribuzione mensile di 433 euro netti per 30 ore di lavoro settimanali. Fino al 24 settembre si potrà presentare la domanda al Comune per l’impiego della durata di un anno nel settore Servizi alla persona, cultura e politiche del turismo.

“Si tratta di un bell’impegno da parte dell’Amministrazione comunale – osserva il sindaco Francesco Landi – e in particolare del Settore servizi alla persona, cultura e politiche del turismo, che ha colto al volo l’opportunità presentata dalla Regione Toscana di far fare un’esperienza lavorativa e di alto contenuto sociale a quattro giovani. Svolgere il servizio civile nel nostro ente significa apprendere le dinamiche all’interno di un luogo di lavoro e con una retribuzione che, di questi tempi, non è trascurabile”.

Possono partecipare al bando di selezione i giovani di età compresa tra i 18 e 30 anni, di cittadinanza italiana, residenti in Toscana o qui domiciliati, in possesso di idoneità fisica, patente B, diploma di maturità o laurea (preferibilmente in area umanistica, delle scienze sociali, scienze della formazione), con interessi per l’area sociale, culturale e di promozione del territorio.

Sulla base di questi parametri, dando importanza al titolo di studio ma anche di precedenti esperienze e di un colloquio, il Comune di Sarteano pubblicherà una graduatoria dei candidati idonei. La domanda di partecipazione in formato cartaceo è reperibile presso gli uffici comunali o scaricabile dal sito web e deve essere indirizzata a:

 Comune di Sarteano – Settore Servizi alla Persona, Cultura e Politiche del Turismo – Corso Garibaldi, 7 – 53047 Sarteano (SI). Per informazioni si può chiamare lo 0578/269260 o scrivere a servizisociali@comune.sarteano.si.it. Le domande possono essere consegnate a mano o inviate per raccomandata e devono pervenire all’ente entro e non oltre le ore 12.00 del 24 settembre 2013.

Per maggiori informazioni, potute consultare il sito web del Comune di Sarteano.

Nessun commento su Bando per servizio civile presso il Comune di Sarteano

Sarteano Jazz & Blues 2013: un weekend all’insegna della musica

Sta per cominciare un weekend tutto all’insegna della musica, grazie alla nuova edizione di “Sarteano Jazz & Blues”. Giunta alla sua ventiquattresima edizione, la manifestazione vedrà sfilare per le vie…

Sta per cominciare un weekend tutto all’insegna della musica, grazie alla nuova edizione di “Sarteano Jazz & Blues”. Giunta alla sua ventiquattresima edizione, la manifestazione vedrà sfilare per le vie del centro storico e nel borgo di Castiglioncello del Trinoro artisti del calibro di Big Daddy Wilson e la Sousaphonix Bix Factor diretta da Mauro Ottolini. La loro esibizione di sabato 24 agosto, in piazza San Lorenzo, sarà accompagnata da una serie di videoproiezioni in bianco e nero con frammenti di film muti, vecchi cartoni animati e altro materiale appositamente prodotto.

“Il programma è ormai definito – afferma l’ideatore e coordinatore dell’evento Sergio Bologni – ma ancora abbiamo qualcosa da limare. Ci saranno comunque altre sorprese e, in ogni caso, musica di altissima qualità, con interpreti prestigiosi. Intanto si possono segnare sul calendario le date della manifestazione: 23, 24 e 25 agosto. Il festival, organizzato dall’Accademia degli Arrischianti, sarà equamente diviso tra Sarteano e Castiglioncello del Trinoro, secondo la formula collaudata nelle edizioni più recenti”.

Per la giornata conclusiva di Sarteano Jazz & Blues è prevista l’esibizione della Zastava Orkestar, una band maremmana dedita ai ritmi e alle melodie dei Balcani. Per finire, a Castiglioncello del Trinoro si esibiranno Diego Perugini, Mirco Rubegni e Luca Ravagni. I concerti, organizzati dalla Nuova Accademia degli Arrischianti, saranno tutti gratuiti, tranne l’esibizione dei Sousaphonix Bix Factor, per cui è previsto un biglietto d’ingresso di 10€.

“Si tratta di un evento – osserva il sindaco Francesco Landi – di grande spessore culturale, che valorizza gli angoli più belli di Sarteano e Castiglioncello del Trinoro. Dopo anni di successi, ora diventa un altro fiore all’occhiello del progetto SarteanoLiving”.

Per maggiori informazion:

Sarteano Jazz & Blues

Sarteano Living

PROGRAMMA 2013
23/08 Sound Street Band (h18) (centro storico)
23/08 Big Daddy Wilson – round midnight “Beyond Room 14” Siena Jazz Ensemble, diretto da Alessio Riccio (Castiglioncello del Trinoro)
24/08 Sousaphonix marching band (h18) (centro storico)
24/08 Mauro Ottolini Sousaphonix “Bix Factor” (Piazza San Lorenzo)
24/08 round midnight The Moody Blue Sisters (Castiglioncello del Trinoro)
25/08 Zastava Orkestar (h18) (centro storico)
25/08 Diego Perugini “Acoustic Fusion” (Castiglioncello del Trinoro)

sarteano jazz

Nessun commento su Sarteano Jazz & Blues 2013: un weekend all’insegna della musica

Giostra del Saracino 2013: vince San Martino

La Giostra del Saracino di Sarteano ha visto trionfare la contrada di San Martino durante l’edizione 2013, corsa sotto il sole di Ferragosto di fronte a un grande pubblico. Guido…

La Giostra del Saracino di Sarteano ha visto trionfare la contrada di San Martino durante l’edizione 2013, corsa sotto il sole di Ferragosto di fronte a un grande pubblico. Guido Gentili, il giostratore di San Martino, ha messo un’importante ipoteca sulla vittoria già al primo turno di stoccate: è stato infatti l’unico a infilare l’anello di sei centimetri di diametro, posto sopra lo scudo del buratto. Poi, per tre volte di fila, San Martino, San Lorenzo e Santissima Trinità non hanno più sbagliato. All’ultimo giro di stoccate dei cinque previsti, colpo di scena: Gentili ha fallito il punto che sembrava decisivo, dando alle contrade inseguitrici l’opportunità di rientrare in corsa, centrando l’anello. Ma tutti hanno commesso errori, tranne Sant’Andrea, ormai fuorigioco. Risultato finale: quattro anelli per San Martino, tre a testa per San Lorenzo e Santissima Trinità, uno per Sant’Andrea, zero per San Bartolomeo.

Così si dimostra l’imprevedibilità della Giostra, che lo scorso luglio ha richiesto, per aggiudicare la vittoria, una serie infinita di spareggi: diciassette stoccate in totale. In quell’occasione, Tony Bartoli non sbagliò mai, stavolta ha commesso due errori su cinque tentativi. Eppure aveva vinto tre giostre consecutive, facendo sempre centro. Da qui il fascino di una gara che ogni volta fa storia a sé, e che entusiasma per i possibili cambiamenti di fronte: lo dimostra l’enorme afflusso in piazza Bargagli, con migliaia di persone che hanno assistito alla gara e al bellissimo corteo storico, nonostante la diretta di una tv locale.

La classe di Bartoli, dunque, non è bastata a confermare una supremazia che molti davano per scontata: fatale, per lui come per gli altri, il primo errore. La sua è stata comunque una sconfitta onorevole, da campione. E ancor di più lo è stata quella di Giacomo Perugini di Santissima Trinità, grande promessa della Giostra. È giovanissimo (18 anni), e a vederlo sul cavallo sembra quasi un bambino, ma con una maturità inversamente proporzionale ai suoi anni.

giostradelsaracino

Per San Martino, Gentili ha rappresentato una scommessa vinta. Ma il suo nome, evidentemente, era scritto nel destino. Suo padre Luciano, ieri in lacrime di gioia, è stato giostratore e capitano di San Martino. E poi il caso ha voluto che un altro Guido Gentili stesse sugli spalti a vedere la Giostra, per la prima volta: si tratta di un prestigioso giornalista, già direttore e attuale editorialista del Sole 24 Ore, accompagnato dalla moglie e collega Maria Antonietta Calabrò, inviato speciale del Corriere della Sera. A questo punto scaramanzia vuole, per San Martino, che il Gentili giornalista non possa più mancare sugli spalti, come portafortuna del suo omonimo giostratore.

Il sindaco Francesco Landi – anche lui uno dei circa duecento figuranti, nel ruolo di capitano del popolo – è giustamente soddisfatto: la Giostra, ancora una volta, ha rappresentato uno spettacolo affascinante ma corretto. Ormai attrae i cittadini tedeschi delle città gemellate di Gundelsheim e Bagnolo San Vito, oltre a tanti turisti e ospiti illustri. E la comunità sarteanese continua a esprimere un crescente entusiasmo, la voglia di stare insieme, confermando la giusta intuizione del progetto SarteanoLiving.

La serata ferragostana è scorsa con il giro festante dei vincitori con bandiere e tamburi, subito dopo la consegna dell’anello e di una scultura al giostratore vittorioso e del panno dipinto da Simone Ginanneschi alla contrada di San Martino, oltre ai premi per il miglior corteggio (andato a San Martino) e quello per i migliori sbandieratori e tamburini (alla contrada della Santissima Trinità). I festeggiamenti, e la consegna di premi, sono proseguiti persino alla locale festa del Pd. Questa Giostra ha onorato la lunga storia di Sarteano.

Nessun commento su Giostra del Saracino 2013: vince San Martino

Type on the field below and hit Enter/Return to search