A Montepulciano durante la settimana del Bravìo delle Botti si consuma un’ulteriore sfida che vede concorrere le cucine delle otto contrade. Il concorso enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, prende infatti parte alla settimana degli eventi dal 2003, con un’unica riduzione nel 2020 causata dalla pandemia.

Il concorso ideato da Bruno Gambacorta, inviato del Tg2, realizzato insieme al Consorzio del Vino Nobile e al Magistrato delle Contrade, si pone come obiettivo l’esaltazione del territorio e dei suoi prodotti attraverso una gara che ha come protagonisti il prestigioso vino di Montepulciano e le contrade poliziane con i loro piatti. 

La sfida prende vita nel fine settimana che precede la corsa delle Botti dando inizio alla storica settimana ricca di eventi. Durante le giornate di sabato e domenica la giuria, composta da giornalisti proveniente da tutto il mondo, visita le otto contrade assaggiando i piatti proposti. La valutazione segue un’attenta scala di giudizio, che non coinvolge solo il palato ma anche la vista e l’olfatto.

I temi scelti sono spesso ricette della tradizione locale, ma non mancano di certo rivisitazioni e interpretazioni da parte dei cuochi che dopo anni si destreggiano tra i fornelli come veri chef. 

Una volta concluso l’assaggio la domenica pomeriggio viene allestita la premiazione all’interno del Teatro Poliziano. Qui si ripercorrono tutti i piatti e la storia del concorso grazie alla partecipazione dello stesso ideatore Gambacorta e all’intervento di alcune personalità del settore.

L’edizione 2021 ha visto vincitrice per la quinta volta la Contrada di Collazzi con il suo piatto “I Pici dell’Aia”. Sul podio si sono poi posizionate a Contrada di Talosa con i Pici delle Due Valli e Poggiolo con i Pici al ragù del Cortile.

Una diciannovesima edizione che torna con il botto, grazie al tema scelto: “I Pici”, un piatto della tradizione caro a tutto il nostro territorio. Come ogni anno non è mancata la degustazione dei vini assieme al piatto presentato, che ha permesso l’abbinamento di ben tre etichette di Vino Nobile di Montepulciano sorteggiate prima della gara.

Quello di “A Tavola con il Nobile” è un ritorno importante non solo per il mondo del Vino Nobile ma anche per le contrade poliziane, che fa sperare la comunità in un ritorno alla normalità e che fa già respirare a Montepulciano l’emozione della gara.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Chiara Cacace

Diplomata alle Scienze Umane senza neanche essersene resa conto, ha necessitato di un anno sabbatico durante il quale ha scoperto che non può fare nulla per placare la sua volontà di scegliere sempre la via meno praticabile. Per questo aspira a fare parte del mondo dei giornalisti poiché scrivere è l’unica cosa giusta che pensa di sapere fare, ma neanche lei ci giurerebbe, quindi non illudetevi.

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close