Si è aperta domenica 15 dicembre, con grande successo di pubblico, la 59°edizione della Mostra dell’Artigianato di Montepulciano. Quarantacinque gli artigiani che animeranno, con i loro lavori, la Fortezza di Montepulciano fino al 6 gennaio 2014. I prodotti esposti, tutti legati alla storia commerciale dell’intera area della Valdichiana senese, sono stati realizzati da sapienti mani utilizzando materiali come ceramica, vetro, canapa, lana, rame, legni, vimini e materiali di recupero.

Istituzioni e visitatori presenti all’evento sono rimasti affascinati dalla qualità dei prodotti esposti e dalla macchina organizzativa, il sindaco di Montepulciano Andrea Rossi, dopo il taglio del nastro con cui si è aperta la manifestazione, ha dichiarato:

“Questo evento è la sintesi delle forze messe in campo come sistema Montepulciano e Unione dei Comuni della Valdichiana: volontà strategica ed economica di sviluppo dell’area attraverso azioni ed eventi aggregatori di competenze, leve di promozione ed attrattive a livello turistico”. Franco Rossi, assessore allo sviluppo ha commentato così l’evento: “La 59° mostra dell’artigianato è l’esempio di come le cose possono essere fatte bene se sinergicamente enti e istituzioni, volontari e non lavorano attivamente e con passione”.

Fondamentale è stato l’aiuto dell’Interior Designer poliziano Roberto Giorgetti, che in qualità di Direttore Artistico della Mostra, va il merito dell’allestimento di tutta l’esposizione.

Numerose le attività collaterali alla mostra che si svolgeranno per tutto il periodo di apertura, i visitatori, infatti, potranno cimentarsi ed imparare l’arte manifatturiera attraverso dimostrazioni pratiche e laboratori sotto la guida esperta di qualificati artigiani.

Un importante incontro dal titolo: “La Valdichiana tra mezzadria e artigianato: dall’identità del passato alla valorizzazione del territorio”, caratterizzerà il pomeriggio di domenica 22 dicembre. Un confronto tra ricercatori, professori, antropologi e rappresentanti delle associazioni, sugli attuali modelli economici e di valorizzazione del territorio, inteso come produzioni di qualità, made in italy, enologia e stile di vita, messo in relazione al passato mezzadrile. Lo spunto per questo dibattito sarà dato dallo scrittore Alessio Banini, che attraverso il suo libro “Dopo la mezzadria: scelte lavorative e familiari nella Valdichiana senese”, ha analizzato le scelte economiche e imprenditoriali dell’ultima generazione di mezzadri della Valdichiana senese, mettendo in luce i cambiamenti culturali e il passaggio all’imprenditorialità del secondo dopoguerra. La fine della mezzadria ha sancito il passaggio da un sistema agrario arretrato a una moderna fase di industrializzazione e nonostante la rapidità dei cambiamenti che hanno portato al boom economico, non vi è stata una cesura netta tra vecchio e nuovo sistema.

Importante apporto alla mostra verrà dato dai ragazzi del Liceo Linguistico e Pedagogico-Sociale “San Bellarmino” di Montepulciano, con il progetto “Cicerone dell’artigianato” che vedrà impegnati gli alunni del San Bellarmino nella raccolta di materiale inedito che poi verrà pubblicato sul sito web dedicato all’evento (http://artigianatoinmostra.it/).

Ovviamente oltre alla esposizione sarà data la possibilità al visitatore di fare acquisti per i regali natalizi. La mostra, organizzata per il secondo anno consecutivo dalla Strada del Vino Nobile e dal Comune di Montepulciano, rimarrà aperta fino al 6 gennaio 2014 con il seguente orario dalle 11.00 alle 19.00, aperto tutti i giorni tranne Natale e Capodanno.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close