Prosegue la campagna di vaccinazione per il periodo autunnale e invernale, in cui gran parte degli sforzi sanitari sono concentrati nella somministrazione delle “terze dosi” per migliorare le possibilità di sviluppare anticorpi contro le versioni più gravi della malattia da Coronavirus.

Dallo scorso settembre è partita la somministrazione delle terze dosi in Toscana per circa 50mila persone tra soggetti trapiantati e immunocompromessi. Nel nostro territorio la vaccinazione di queste categorie di persone avviene attraverso chiamata diretta dell’Asl Toscana sud est, che ha comunicato di aver raggiunto la piena copertura vaccinale dei pazienti dializzati.

“Abbiamo somministrato la terza dose di vaccino alla quasi totalità dei nostri pazienti dializzati. La percentuale è del 96,5%. Siamo praticamente al totale dei 430 che avevano già fatto le due dosi e che seguiamo nell’intera Asl Toscana sud est, tenendo conto che alcuni non sono nelle condizioni di ricevere la terza dose”.

Paolo Conti, direttore del dipartimento di Nefrologia e dialisi, sottolinea il risultato della campagna vaccinale: “I nostri pazienti hanno risposto in modo massiccio e immediato. I vaccini sono stati fatti direttamente in ospedale, nel giorno in cui hanno eseguito la dialisi, nelle 13 strutture dialitiche presenti in tutti gli ospedali della Asl Toscana sud est, evitando ai pazienti di recarsi appositamente in ospedale”.

Il completamento del ciclo vaccinale è particolarmente importante in rapporto anche alla loro condizione di immunocompromessi: rischiano il 30% in più delle persone in condizioni di salute. Il problema non è solo quello di contrarre l’infezione ma anche di essere maggiormente in difficoltà in caso di ricovero ospedaliero per Covid.

“Naturalmente – conclude Conti – anche questo richiamo è stato fatto con il consenso dei pazienti ed è importante che tutti i dializzati abbiano risposto positivamente alla proposta della terza dose. Clinicamente poi c’è da osservare che nei dializzati, benché categoria a rischio, con la vaccinazione e mantenendo alto il livello di attenzione, in particolare l’uso delle mascherine, abbiamo avuto un numero di infezioni Covid particolarmente basso”.

Ti piace quello che facciamo?
Supporta il giornalismo indipendente!

ISCRIVITI A LA-V CLUB!

Puoi anche sostenerci con una donazione:

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close