Comunicato stampa della Questura di Siena del 1 Novembre 2014

La sera prima aveva rubato un paio di scarpe, un giacchetto mimetico ed un cappellino all’interno di un negozio di sport; il giorno successivo, pensando di non essere stato notato, spavaldamente ritorna nello stesso esercizio commerciale dove viene invece riconosciuto da uno dei titolari che immediatamente avvisa il 113.

Mentre la volante della Polizia si precipitava sul posto, uno dei proprietari del negozio, senza essere visto, in maniera molto discreta, decideva di pedinare il ladro che, non sapendo di essere pedinato, si stava allontanando dal ‘luogo del delitto’ senza particolare fretta, visto che stavolta non aveva sottratto niente.

Il responsabile del furto, S.N., un uomo di circa 40 anni originario di Taranto, veniva quindi raggiunto e bloccato dai poliziotti in questa Via Caduti di Vicobello.

Al momento del fermo l’uomo calzava ancora ai piedi il paio di scarpe rubate la sera precedente nel negozio mentre nello zaino che portava con sè erano nascosti il giacchetto mimetico e il cappellino.

Non riuscendo a fornire spiegazioni plausibili circa la provenienza degli indumenti, l’uomo veniva accompagnato in Questura e, dopo essere stato sottoposto ai rilievi dattiloscopici da cui é risultato essere persona con vari analoghi precedenti penali, gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico lo hanno denunciato in stato di libertà per il reato di furto.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione

Print Friendly, PDF & Email