La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Allerta meteo: avviati i primi lavori di ripristino

Scesi ormai fortunatamente tutti i livelli idrometrici di tutti i corsi d’acqua della Toscana Centrale, la mattinata al Consorzio di Bonifica comincia con i report della giornata di ieri da…

Scesi ormai fortunatamente tutti i livelli idrometrici di tutti i corsi d’acqua della Toscana Centrale, la mattinata al Consorzio di Bonifica comincia con i report della giornata di ieri da parte dei tecnici consortili e l’organizzazione dei primi interventi d’urgenza su tutto il territorio. Il primo dato positivo è legato alla manutenzione delle pertinenze fluviali: su tutti i principali corsi d’acqua della Toscana Centrale non si sono riscontrati significativi cumuli di materiale legnoso, segno che le campagne di controllo della vegetazione per l’abbattimento e l’eliminazione delle piante più vecchie, a rischio caduta e mobilitazione, a favore invece di una fascia riparia giovane capace di reggere in caso di piena hanno sortito diffusamente gli effetti sperati.

Le maggiori criticità, invece, si sono registrate generalmente in relazione alle acque non regimentate di versante e ai tombamenti dei fossi minori nei pressi di centri abitati e aree artigianali, localizzate sul territorio dei comprensori di bonifica del Chianti e della Valdelsa. La curva idrometrica del Fiume Elsa, via via cresciuta a Poggibonsi, Certaldo e Castelfiorentino al passaggio dell’ondata di piena, ha raggiunto livelli considerevoli tanto da far attivare tutti e tre i settori della grande Cassa di espansione di Madonna della Tosse (Castelfiorentino). Più a monte, anche in questo caso come sulla Piovola a Empoli, argini inadeguati hanno ceduto a Certaldo senza però causare danni.

Siena-Grosseto. Resta chiuso, come comunicato dall’ Anas, lo svincolo di San Rocco a Pilli (km 59,800), in entrata e in uscita in entrambe le direzioni, sulla strada statale 223 “di Paganico”.

Serre di Rapolano. Danni procurati alle strade, ai terreni e ai bacini d’acqua del territorio comunale colpito duramente  straordinaria ondata di maltempo che si è abbattuta in tutta la provincia di Siena. Prosegue lo stato di emergenza idrica dopo l’allagamento dei pozzi dei Quercioni: i tecnici di Acquedotto del Fiora hanno lavorato tutta la notte per il ripristino del servizio e sono in arrivo a Rapolano e Serre altri 400 sacchetti di acqua e due autobotti che vanno ad affiancarsi alle due già arrivate ieri. Il personale dell’ufficio tecnico del Comune, insieme ai volontari della Misericordia e della Protezione Civile di Rapolano Terme, sta provvedendo alla pulizia e alla messa in sicurezza delle strade che sono state colpite da frane nella giornata di ieri. È stata chiusa al traffico Via Serraia a Serre di Rapolano, colpita ieri dal crollo del muro su cui poggia il manto stradale. Per permettere la viabilità al centro storico della frazione, aperta con un doppio senso unico alternato in Via Salita dei Poveri.

La rete ferroviaria Siena-Chiusi è ancora interrotta nella zona di Rapolano, mentre la linea Siena-Grosseto è interrotta a Murlo. Sono attivi i collegamenti con Firenze e garantito il trasporto sostitutivo per le tratte interrotte.

E’ stata riaperta ieri sera, 21 ottobre, intorno alle 22,30 la Cassia, rimasta interrotta tra Monteroni d’Arbia e Buonconvento. Riaperta anche la Sp 11 in prossimità del ponte sul Foenna, in località Rigomagno, nel comune di Sinalunga, mentre Sp 451 in località Armena, tra Buonconvento e Monte Oliveto, è stata riaperta questa mattina.

 “Quella di ieri è stata una giornata ad altissima tensione – commenta il vicepresidente e assessore alla Protezione civile della Provincia di Siena, Alessandro Pinciani – perché l’ondata di maltempo, in alcune zone del nostro territorio, ha colpito con un’intensità eccezionale. Purtroppo questa ennesima emergenza conta una vittima, per cause ancora in corso di accertamento; alla sua famiglia va il primo pensiero e le nostre condoglianze. Voglio anche esprimere solidarietà a chi ha subito danni e disagi e un grazie per quello che si è fatto e quello che si farà a tutti i soggetti coinvolti nel coordinamento di protezione civile, dai sindaci sempre in prima linea a tutte le forze dell’ordine, dai tecnici fino all’instancabile esercito dei volontari. Anche il coordinamento con Enel ha funzionato e nelle prime ore della mattina restavano solo una ventina le utenze disallineate”.

“L’emergenza non è affatto finita perché i danni sono tanti e servono risorse e coordinamento per intervenire. Quello che ci aspettiamo dal governo – prosegue Pinciani allargando il tiro – è di decidere una volta per tutte la sorte di quest’ente: finché sono in vita le Province restano un punto di riferimento nelle emergenze e per questo hanno bisogno di avere una capacità di azione sia in termini di previsione, che di gestione e intervento. La Provincia del domani deve essere un’istituzione capace di fare questo. Volete eliminarci? fatelo subito, ma dentro questo oblio istituzionale l’emergenza non aspetta”.

1 commento su Allerta meteo: avviati i primi lavori di ripristino

In udienza da Papa Francesco con Banca Valdichiana

Mercoledì 23 ottobre si terrà il pellegrinaggio a Roma con udienza da Papa Francesco promosso da Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-Umbro (sede di Chiusi). Ad accompagnare i vertici della Banca, il Vescovo…

Mercoledì 23 ottobre si terrà il pellegrinaggio a Roma con udienza da Papa Francesco promosso da Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-Umbro (sede di Chiusi). Ad accompagnare i vertici della Banca, il Vescovo Rodolfo Cetoloni e tantissimi soci e clienti. I pullman in partenza da tutto il territorio compreso tra le province di Siena, Arezzo e Perugia.

“E’ una soddisfazione aver avuto una così grande risposta dai nostri soci e clienti – sottolinea la presidente della BCCMara Moretti – ma non avevamo dubbi che l’iniziativa riscuotesse un successo. Appena eletto Papa Francesco abbiamo pensato di volerlo incontrare e dare questa opportunità ai nostri soci e clienti, insieme ricorderemo anche il nostro socio fondatore, Don Domenico Pipparelli che nel lontano 1908 fondò la nostra banca. E’ importante valorizzare gli ideali ed i valori che 105 anni fa furono determinanti per la nascita della nostra banca e che oggi continuano ad essere di grande attualità nel difficile momento che stiamo vivendo. “

Ben ventiquattro i pullman che mercoledì partiranno per Roma dalle cittadine dove la Banca è presente con filiali, ovvero da Chiusi e dai comuni del Monte Cetona (Cetona, San Casciano dei Bagni e Sarteano), da Arezzo e provincia (Camucia, Castiglion Fiorentino e Monte San Savino) e dai comuni del Trasimeno, in provincia di Perugia (Castiglion del Lago, Città della Pieve e Panicale).

Banca Valdichiana non è nuova a queste iniziative. “Questa è la terza volta – aggiunge il direttore generale Fulvio Benicchi – che promuoviamo il pellegrinaggio a Roma in udienza dal Papa: la prima volta fu nel 2005, la seconda nel 2008 in occasione del centenario della fondazione della nostra Banca. Sono sempre esperienze molto toccanti e di grande condivisione con i nostri Soci e clienti, che si ispirano alla natura di cooperativa sociale e ai valori di mutualità e sussidiarietà di ogni Banca di credito cooperativo.”

Ad accompagnare la presidente Mara Moretti, il direttore Fulvio Benicchi e gli amministratori, anche il Vescovo Monsignor Rodolfo Cetoloni, il Parroco di Chiusi Scalo, Don Antonio, e i parroci di tutte le parrocchie coinvolte. Insieme a loro,  tanti Soci, clienti e dipendenti. Saranno inoltre presenti i rappresentanti di molte associazioni locali. In particolare, si esibiranno in Piazza San Pietro per il Pontefice, la Filarmonica Città di Chiusi, le Contrade di Chiusi Scalo e i Terzieri di Chiusi Città e la Corale Jacob Arcadelt di Chiusi.

La giornata di pellegrinaggio promossa da Banca Valdichiana si concluderà dopo l’Udienza papale, nel pomeriggio, con una Santa Messa in Sala Nervi che verrà celebrata dal Vescovo, Monsignor Rodolfo Cetoloni insieme con tutti i Parroci presenti.

1 commento su In udienza da Papa Francesco con Banca Valdichiana

Primo punto casalingo per l’Asinalonga

Asinalonga- S. Firmina 1 – 1 Marcatori: Laurenzi Gia.28′ 66′ Benocci Asinalonga: Crociani Rosasdal 79′ Rosi Rocchi Farsetti dal 74′ Terrosi Cresti Duchini Nakour Paesano Martorelli dal 63 De Luca…

Asinalonga- S. Firmina 1 – 1
Marcatori: Laurenzi Gia.28′ 66′ Benocci
Asinalonga: Crociani Rosasdal 79′ Rosi Rocchi Farsetti dal 74′ Terrosi Cresti Duchini Nakour Paesano Martorelli dal 63 De Luca Benocci Garosi. A disposizione: Bartoli Di Zappalorto Guazzini Allenatore: Finetti

S. Firmina : Iacobelli Mariottini Innocenti Baldi Borri Bichi Terziani Tacchini Aliberti Terrazzani Laurenzi Gia. A disposizione: Laurenzi Giac. Mariottini J. Calussi Rosati Giusti Angioli Gialli. Allenatore: Bacci

Primo punto casalingo per la compagine sinalunghese, al cospetto di un buon pubblico le due squadre hanno dato vita ad un match privo di contenuti tecnici rilevanti dove il pareggio è stato sicuramente il risultato giusto, nonostante gli sforzi profusi dalle due squadre; nei primi venti minuti una buona Asinalonga ha provato a giocare con il duo d’attacco Martorelli Benocci, ma un pò per sfortuna, un pò per imprecisione la rete non è arrivata; come spesso accade il calcio punisce chi sbaglia e al 27′ gli ospiti passavano in vantaggio con un gran destro dai 30 metri di Laurenzi che batteva Crociani proteso in volo. I minuti finali del primo tempo riservavano molto nervosismo, ma poche occasioni se si eccettua un colpo di testa di Cresti finito sulla traversa, dopo una punizione ben battuta da Paesano. Poco altro da segnalare fino al meritato pareggio che arrivava a metà secondo tempo con Benocci abilissimo a sfruttare un assist aereo di Duchini, nel finale le squadre si sono allungate tantissimo rischiando di far capitolare più volte le rispettive difese; a 2 minuti dallo scadere Terrazzani sfiorava il gol dal limite dell’area, ma al 94 l’occasione d’oro capitava a Garosi che si liberava in piena area dopo un bell’assist di Benocci, il tiro dell’esperto giocatore rossoblu risultava troppo centrale così da permettere a Iacobelli di compiere l’intervento più importante della giornata, lasciando l’incontro in parità.

Altro importante risultato da segnalare è quello della Poliziana che dopo un inizio in sordina sbanca e vince con il Montevarchi per un 2-3. Primo punto anche per il Chiusi che pareggia con il Foiano per 2-2, mentre per il Bettolle sconfitta clamorosa per 2-1 contro l’Olmoponte. Stop anche per la Virtus Chianciano che perde per 3 a 1 contro Fonteblanda. In terza categoria risultato positivo per La Frontiera, che finalmente si sblocca e pareggia con il Siena Nord per 2-2, pareggio anche per Luigi Meroni – Atl.Piazze con uno 0-0. Battuta invece la Città di Chiusi dalla Nuova Pol. Serre per 0-2, anche il Guazzino perde fuori casa contro lo Sport- Acquaviva per 1-0. 

1 commento su Primo punto casalingo per l’Asinalonga

A Montepulciano consigli anti-truffe: le forze dell’ordine al servizio dei cittadini

 La truffa corre sul filo o addirittura viaggia nell’aria. E’ sempre più difficile, anche per le fasce di popolazione più giovani ed evolute, sentirsi al sicuro dai tentativi di raggiro,…

 La truffa corre sul filo o addirittura viaggia nell’aria. E’ sempre più difficile, anche per le fasce di popolazione più giovani ed evolute, sentirsi al sicuro dai tentativi di raggiro, messi in pratica con strumenti, come il telefono, internet o la posta elettronica, che consentono ai malintenzionati di non “metterci la faccia”.

Per offrire ai cittadini elementi di conoscenza e mezzi di difesa, il Coordinamento Comunale dell’AUSER di Montepulciano e il Sindacato Pensionati – CGIL, Lega comunale di Montepulciano, organizzano per mercoledì 23 ottobre un incontro pubblico sui temi della sicurezza personale e dei tentativi di truffa, anche telematici.

L’iniziativa si svolgerà presso il Centro Sociale AUSER, a partire dalle 21.00, e vedrà la partecipazione dei rappresentanti della Compagnia Carabinieri, della Tenenza di Guardia di Finanza e dal Corpo di Polizia Municipale di Montepulciano che, partendo da casi concreti, forniranno suggerimenti e consigli. Il format sarà successivamente ripetuto nelle altre frazioni del comune.

1 commento su A Montepulciano consigli anti-truffe: le forze dell’ordine al servizio dei cittadini

Promosiena: nuove commesse edili in Iraq

L’edilizia senese cerca nuovi partner in Medio Oriente. L’occasione è offerta da “Project Iraq & Energy Iraq 2013”, dal 18 al 21 ottobre, il più importante evento del settore nell’area…

L’edilizia senese cerca nuovi partner in Medio Oriente. L’occasione è offerta da “Project Iraq & Energy Iraq 2013”, dal 18 al 21 ottobre, il più importante evento del settore nell’area medio-orientale dove Promosiena e le nostre aziende saranno all’International Fair Ground di Erbil, le due fiere in contemporanea dell’edilizia e dell’energia. Un’efficace opportunità per le nostre imprese che in questo mercato, spiega il presidente della Camera di Commercio di Siena Massimo Guasconi, “possono trovare sbocchi alternativi alla crisi che ha colpito il mercato interno.

La crescita e’ stata notevole negli ultimi 4 anni in conseguenza dello sviluppo dell’economia e dell’aumento esponenziale nella richiesta di alloggi derivato anche dall’immigrazione. Le stime indicano in 15 mila le famiglie che si sono trasferita a Erbil da altre zone dell’Iraq, e in 38 mila quelle che si sono trasferite a Sulaimaniya. Il risultato e’ una domanda immediata di case, scuole, ospedali e altre infrastrutture per un ammontare di circa 5 miliardi di dollari. L’ediliza civile e’ quindi in forte espansione con l’approvazione di progetti per la costruzione di 40.000 unita’ abitative. A Erbil, la capitale del Kurdistan iracheno, il settore costruzioni si sta sviluppando notevolmente: complessi residenziali sono in fase di realizzazione nella periferia della citta’, case a due piani che costano più di $ 1 milione, i centri commerciali spuntano come funghi e marchi di lusso come la Porsche sono in arrivo nella citta` . La città ha in fase di realizzazione la costruzione di una nuova Torre che sara’ un centro business dove ospitera’ la “Borsa” e diversi alberghi.

Per la sua rapida crescita Erbil ha guadagnato il soprannome di “nuova Dubai”, ma le autorità locali preferiscono definire il Kurdistan come “l’altro Iraq ” per evidenziare le condizioni di stabilità e di pace della regione , in contrasto con le uccisioni settarie e attentati quotidiani ancora devastano l’ resto del paese. La sicurezza che il governo regionale curdo (KRG) è stato in grado di fornire è infatti una delle ragioni principali dietro il boom economico. Grazie alla sua omogeneità etnica e con le proprie forze armate responsabili della sicurezza , la regione è diventata un rifugio sicuro per molti iracheni e minoranze (cristiani, soprattutto) in fuga dalla violenza a Mosul e Baghdad.

È a 360° il programma di Promosiena impegnata ad assicurare una presenza sul mercato internazionale delle imprese senesi dei vari settori: una strategia tanto più importante oggi perché, continua il presidente Promosiena Massimo Terrosi, “dobbiamo confrontarci sul mercato globale dove la concorrenza è aperta”. Così, dal 4 al 6 novembre, Promosiena, in collaborazione con Toscana Promozione, Toscana Life Sciences ed ICE, accompagnerà le aziende a Vienna alla 19° edizione Bio-Europe, il più importante appuntamento del settore che attira operatori da tutto il mondo. Bio-Europe, spiega il direttore generale di Promosiena Lorenzo Millo,

“È un forum per le start-up innovative, il biotech, le grandi e medie imprese farmaceutiche, che rappresentano un mercato importante dell’economia senese. A Vienna, dove sono attesi 3.000 partecipanti del settore da oltre 40 paesi, avranno la possibilità di presentare i prodotti, le strategie aziendali e di conoscere le possibilità di partenariato. Il programma alterna workshop di alto livello, presentazioni, una mostra interattiva, incontri istituzionali per valutare accordi e collaborazioni”.

Nessun commento su Promosiena: nuove commesse edili in Iraq

Momenti Musicali – I Talent Show

Come ben sappiamo, oggi l’industria musicale sta passando tempi tutt’altro che felici. Ebbene, bisogna ridare lustro alle uscite musicali – a dire il vero, ci sarebbe anche da dire che…

Come ben sappiamo, oggi l’industria musicale sta passando tempi tutt’altro che felici. Ebbene, bisogna ridare lustro alle uscite musicali – a dire il vero, ci sarebbe anche da dire che esce fin troppa musica rispetto a quella che qualcuno può riuscire effettivamente ad ascoltare, forse perché basta saper usare un po’ il computer e i programmi appositi, per fare musica decente e si è perso il lume per quanto riguarda la qualità e la cura di un prodotto, tale per cui molti artisti sfornano compulsivamente un album di media ogni due anni – e quindi, dato che oramai la musica, e ci sarebbe anche da aggiungere il costo scandaloso di un CD nel nostro Paese, si scarica, non si compra più, e aiutano relativamente piattaforme come Spotify o Deezer, o anche piattaforme d’acquisto come iTunes o Amazon. I benefici che daranno, saranno calcolabili su un lungo periodo, non di certo entro breve. E quindi, come si fa a rilanciare un panorama musicale italiano? Ottima domanda, dato che è in una situazione agghiacciante quanto a qualità complessiva, tra uomini che cantano canzoni strappalacrime, o si reputano molto rock, quando di rock non hanno proprio niente e il rock, per gente dotata di buonsenso e buongusto musicale, dovrebbero essere artisti come MusePearl Jam, Franz Ferdinand, The Killers, Queens Of The Stone Age, i primi artisti decenti che vengono fuori scrivendo “rock bandsu Google, insomma… Gente di altra caratura – e non ce ne vogliano – rispetto ai Negramaro e ai Modà, di cui non sai se la nuova canzone sia effettivamente nuova o una canzone vecchia che assomiglia a una nuova, o forse una nuova che assomiglia a una vecchia. Oppure, ci propinano donne che cantano sgraziate e sguaiate come delle scaricatrici di porto – Alessandra Amoruso, Emma e la nuova, sgradevolissima voce di Bianca Atzei – con quella sensazione che abbiano la gola infestata da noduli e poca, insufficiente, tecnica vocale per cantare in quel modo, tutt’altro che gradevole e ascoltabile.

Eppure, nell’immediato, esistono i talent show, ovvero la musica portata in televisione, i meccanismi per diventare un prediletto delle case discografiche sono a portata di tutti! Selezioni piene di gente che di musica ne ha studiata, ma anche gente che non ha la minima idea di che cosa significhi affrontare un talent show, una carriera da musicista, fare un disco e sottostare alle dure leggi delle case discografiche. Giurie – perlomeno qua – discutibili, che cercano, forse su commissione, l’ennesima marionetta da utilizzare, per quanto? Per la durata del programma e nell’immediato periodo successivo all’uscita del proprio disco. Perché molto spesso, questi artisti usciti costruiti dalla televisione vengono lasciati a loro stessi, con la promessa di promuovere bene un disco, di dare notorietà, ma alla fine, sembra quasi che ai produttori e alle case discografiche, interessi tirare fuori un personaggio buono per qualche stagione, qualche sagra, evento di assoluto secondo piano, come la musica che spingono a produrre. Qualche canzone buona per saturare le radio, che, se ci avete fatto caso, in certi periodi hanno tutti la stessa programmazione e mi viene in mente che, quest’estate, nell’ordine la programmazione era fatta così: Max Pezzali, Icona Pop, Emma, Modà, Alessandra Amoruso (ogni tanto), poi Bianca Atzei, Daft Punk… E nel pomeriggio, via ancora così, con la medesima sequenza.

A onor del vero, non tutti gli artisti citati vengono dai talent show, ma nemmeno tutti quelli che provengono da uno show simile, sono dei pessimi esempi di musica: si pensi a Nathalie, che ritengo che sia un valido esempio di artista che si è fatta una gavetta precedente, che poi è andata incontro alle meccaniche del talent show, ben conscia di quello a cui andava incontro, e ha pubblicato due dischi niente male, da quando ha vinto X-Factor e conduce la propria carriera con semplicità e musica molto più raffinata di certe canzoni-pattume propinate in radio. No, Chiara Galiazzo l’hanno propinata al pubblico come una nuova Florence and The Machine italiana, per la voce, che francamente è sempre il solito misto sgraziato e sgradevole… Alla Giusy Ferreri, un’altra sgradevolissima voce uscita da un talent show, frutto dell’incompetenza di un'”esperta” come Simona Ventura, che probabilmente ha dimostrato di saperne di musica come una persona normale sa di ingegneria nucleare, eliminando voci come quella di Roberto Tiranti durante le selezioni – decisamente, per chi non lo sa, una delle voci più belle e preparate qua in Italia. A proposito, nessuno sa più niente di Giusy?

Eppure, comunque, continuo a pensare che i talent show debbano tirare fuori dei talenti veri e duraturi, non delle marionette da riciclare stagionalmente. Già, non dimentichiamoci che, se perlomeno negli altri anni questo tipo di show rivelava qualche proposta valida, quest’anno, per esempio, il livello di X-Factor è abissale, in senso negativo. E non dimentichiamoci che, esordire dicendo: “Voglio trovare la Bjőrk italiana” (Morgan dixit), non è affatto un buon inizio, perché preannuncia solo di voler cercare qualcuna con la voce inconsapevolmente sgraziata e inascoltabile (e ancora, si finirà ad avere una voce alla Giusy Ferreri) che metterà qualche suono di synth o campanelloso in più nella propria musica, passando per eclettica o particolare. Ma sarà lontana anni luce dal genietto islandese e dalla sua musica veramente ricercata. Ecco, vorrei anche che si smettesse, perlomeno negli show italiani, di trovare qualcuno che imiti qualcuno. Non si potrebbe dire: “Quest’anno, vorrei che il vincitore fosse veramente indimenticabile e che faccia un minimo di musica personale e di qualità?“.

Nel pessimismo cosmico che avvolge i miei pensieri circa la situazione musicale italiana, mi viene da pensare, che questo pensiero sia puramente utopia. Ma ogni tanto, è bello sognare.

1 commento su Momenti Musicali – I Talent Show

Fritjof Capra, stupefacente lezione all’Arrischianti

Non poteva che stupire il fisico-ecologo Fritjof Capra, celebre fra l’altro come autore del Tao della fisica, ospite al Teatro degli Arrischianti di Sarteano dove ha tenuto ha una lezione…

Non poteva che stupire il fisico-ecologo Fritjof Capra, celebre fra l’altro come autore del Tao della fisica, ospite al Teatro degli Arrischianti di Sarteano dove ha tenuto ha una lezione magistrale su Leonardo Da Vinci, e fatto il tutto esaurito al Teatro degli Arrischianti di Sarteano.

Capra è arrivato a Sarteano in occasione dell’assegnazione del premio di ecologia umana “Le terre e il cielo dell’Abbazia di Spineto”. Sono stati premiati anche dieci ragazzi dei licei poliziani selezionati per i temi scritti seguendo la traccia dell’ultimo esame di maturità, con una frase di Capra: “Tutti gli organismi macroscopici, compresi noi stessi, sono prove viventi del fatto che le pratiche distruttive a lungo andare falliscono. Alla fine gli aggressori distruggono sempre se stessi, lasciando il posto ad altri individui, che sanno come cooperare e progredire. La vita non è quindi solo una lotta di competizione, ma anche un trionfo di cooperazione e creatività. Di fatto, dalla creazione delle prime cellule nucleate, l’evoluzione ha proceduto attraverso accordi di cooperazione e di coevoluzione sempre più intricati”.
«È stato un grande onore – afferma il sindaco Francesco Landi – ospitare un personaggio di questo livello a Sarteano, per un evento prestigioso che ha richiamato ospiti da tutto il mondo e, tra l’altro, meritato la diretta della tv on line La Nuova Ecologia, di Legambiente. La collaborazione tra Pubblico e Privato, come questa tra il Comune e l’Abbazia di Spineto, riesce a dare risultati importanti».
Tante persone che non sono potute entrare al teatro hanno assistito alla diretta on line, a casa o nello schermo allestito alla sala mostre del Comune, di un’argomentata presentazione su Leonardo, lo scienziato “che ha sempre cercato di scoprire il segreto della vita”. Ne è uscito il quadro di un artista, filosofo, inventore nell’accezione più contemporanea, al punto da poterlo definire ecologista ed eco-designer. «La dimostrazione – ha osservato Capra – che esiste un Leonardo per ogni epoca. Peccato che il suo Codice sia stato riscoperto solo nell’Ottocento».
I suoi infiniti appunti nascondono un invisibile filo conduttore, legato alla continua ricerca in ogni campo. Così, i suoi disegni sull’acqua si associano a quelli dei capelli, e corrispondono agli studi sui fluidi. La ricerca ecologica ha portato Fritjof Capra ad approfondire lo studio sul genio leonardesco, non solo nell’opera artistica e nei progetti d’idraulica e ingegneria, ma anche in un suo aspetto poco conosciuto, il mondo delle piante al quale ha dedicato La Botanica di Leonardo, testo pubblicato a cura di Aboca for Ecology, tra i sostenitori del premio sarteanese. Si aggiunge ad altri due volumi: L’anima di Leonardo e La Scienza di Leonardo.
Capra è attuale direttore del Center for ecoliteracy dell’Università di Berkeley, in California e autore di libri di enorme impatto nel dibattito culturale contemporaneo. Oltre Tao della fisica, si possono ricordare Il punto di svolta, La rete della vita e La scienza della vita. Fritjof Capra contesta la tesi secondo cui le cosiddette “due culture”, umanesimo e scienza, non possono essere collegate tra loro per un sistema di conoscenza unitiva della realtà, a tutto vantaggio di una crescita avveduta e qualitativa dei beni della Terra. Leonardo Da Vinci rappresenta il più alto esempio di questo concetto, che il premio “Le terre e il cielo dell’Abbazia di Spineto”, ha permesso di evidenziare. Significativo il legame del riconoscimento (va alle personalità dell’arte, della scienza e dell’etica che contribuiscono a un miglioramento del rapporto dell’uomo con l’ambiente) con un luogo immerso nella natura e destinato da un millennio agli studi, scelto di recente dal primo ministro Enrico Letta per due giorni di lavoro del suo governo.

Nessun commento su Fritjof Capra, stupefacente lezione all’Arrischianti

La Valdichiana nella morsa del maltempo

Disagi, esondazioni, frane, allagamenti si stanno registrando in queste ore in tutta la provincia per l’emergenza meteo che da questa notte sta colpendo il territorio senese. La Provincia di Siena…

Disagi, esondazioni, frane, allagamenti si stanno registrando in queste ore in tutta la provincia per l’emergenza meteo che da questa notte sta colpendo il territorio senese. La Provincia di Siena ha attivato al Sala operativa della protezione civile, con il costante coordinamento con la Regione Toscana. Visto il perdurare della criticità meteorologiche la Provincia di Siena invita tutti i cittadini alla massima cautela nella guida, limitando allo stretto necessario gli spostamenti con le auto.

Situazione in Valdichiana: esondazioni, chiusura strade. Nel Comune di Sinalunga il Torrente Foenna ha superato il 2° livello di guardia. A Rigomagno Stazione è stata brevemente interrotta la SP 11 per Lucignano a causa di esondazioni diffuse dei fossetti della collina. Attualmente si transita con cautela. Vari fossi affluenti del Foenna, tra i quali il Vertege sono esondati (in area agricola). La SP 10 A di Trequanda è stata transennata per una frana ed è percorribile a senso unico alternato.

Chiuso raccordo Siena-Bettolle dal km. 17 al 22 direzione nord e sud (Rapolano Terme – Colonna del Grillo) sul posto Polizia Stradale e Protezione Civile. Innalzamento dell’acqua sulla SR 2 cassia tra Monteroni e Isola d’Arbia, se non si abbassa l’intensità della pioggia prossima alla chiusura. Lo comunica la Polizia Stradale. I maggiori disagi si registrano tra Siena e Colonna del Grillo (dal km 19 al km 2,800), in direzione Siena, dove alcuni veicoli sono rimasti bloccati. Al momento il traffico in direzione Siena viene deviato allo svincolo di Rigomagno (km 36,400). Rallentamenti si segnalano anche in direzione Bettolle. Sul posto è intervenuto il personale Anas.

Nel Comune di Asciano per esondazione del Bestina e Bestinino vi sono allagamenti nella zona de Le Piramidi. E’ stato attivato il volontariato per il pompaggio di acqua e per lo svuotamento degli immobili. Sempre nel Comune di Asciano è chiusa la SP 60 del Pecorile e transennata al km 1+100. Nel Comune di Rapolano Terme è stata registrata una frana sulla SP 64 dalle Serre di Rapolano in direzione Asciano. Segnalato incidente con una persona coinvolta.

L’allerta meteo in atto su tutto il territorio regionale per piogge e temporali è stata prolungata fino alle 12 di domani, martedì 22 ottobre, viste le diffuse criticità e le previsioni meteo odierne. Lo comunica la Sala operativa unificata della Protezione civile regionale.Nella prima parte della giornata di domani, 22 ottobre, precipitazioni previste sulle aree di nord-ovest con accumuli medi attorno a 5-10 mm e massimi fino a 30-40 mm. Piogge in esaurimento dalla tarda mattinata.

 

Nessun commento su La Valdichiana nella morsa del maltempo

Stelle al Teatro di Montepulciano per la stagione 2013/2014

Michele Placido, Filippo Timi, Alessandro Haber, Natalino Balasso, Maria Paiato, Marco Bellocchio, sono queste le prestigiose personalità del teatro italiano che animano la stagione 2013-’14 del Poliziano. Montepulciano si conferma…

Michele Placido, Filippo Timi, Alessandro Haber, Natalino Balasso, Maria Paiato, Marco Bellocchio, sono queste le prestigiose personalità del teatro italiano che animano la stagione 2013-’14 del Poliziano. Montepulciano si conferma sempre più presente sul panorama nazionale con un cartellone che alterna innovazioni contemporanee e autori classici come Checov, Beckett e Brecht. Forte anche l’attenzione al territorio, con le forze locali che realizzano un progetto dedicato al Giorno della Memoria e pensato anche per la formazione dei ragazzi. È inoltre in programma, fuori abbonamento, la produzione di Arteatro Gruppo, “L’opera da tre soldi” di Brecht a cui partecipano anche le formazioni legate all’Istituto di Musica “Henze”. I prezzi degli abbonamenti sono sempre più convenienti e quest’anno c’è anche uno spettacolo in omaggio per il pubblico più fedele del Poliziano. La Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano e Coop Centritalia rinnovano la convenzione con la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte per garantire ai soci sconti e promozioni sugli abbonamenti.

Si inizia mercoledì 27 novembre con “Zio Vanja”, capolavoro di Checov: uno degli allestimenti più attesi dell’anno, che vede protagonisti due fuoriclasse come Sergio Rubini e Michele Placido, diretti dall’autorevolezza di Marco Bellocchio, regista tra i più anticonformisti del cinema italiano. Il doppio appuntamento con “L’opera da tre soldi” è in agenda per sabato 14 e domenica 15 dicembre: il cast di Arteatro Gruppo guidato da Stefano Bernardini e affiancato per la parte musicale dall’Orchestra Poliziana, dalla Corale Poliziana e dal talentuoso direttore Alessio Tiezzi.

“Aspettando Godot” è un caposaldo nella storia del teatro: arriva al Poliziano sabato 11 gennaio 2014 nell’interpretazione comica di Jurij Ferrini (che firma anche la regia) e di Natalino Balasso, noto per le sue frequentazioni del cabaret televisivo. Sabato 25 e domenica 26 gennaio, la memoria dell’Olocausto è affidata a Carlo Pasquini che mette in scena “I sommersi”, elaborando con macabro umorismo la vita quotidiana in un campo di concentramento. Massimo Carlotto, autore di culto del romanzo noir italiano, presenta invece il 22 febbraio “Crime stories”, un racconto che si snoda tra cronaca nera e letterature, con l’accompagnamento musicale di Maurizio Camardi.

Venerdì 7 marzo tocca ad Alessandro Haber, qui in stato di grazia, interpretare un controverso e decaduto leader politico in “Una notte in Tunisia”. L’altro appuntamento di marzo è previsto per giovedì 13 con “Anna Cappelli, uno studio”, monologo sulla moderna condizione femminile: protagonista Anna Paiato, acclamata dalla critica per questa sua performance. E infine il colpo a sorpresa che arriva per la chiusura della stagione: domenica 13 aprile il Teatro Poliziano ospita in in data unica per la Toscana il nuovo progetto di e con Filippo Timi: s’intitola “Skianto” e va in scena quest’anno solo per poche e selezionate anteprime.

INFO Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte: tel. 0578 757007 / 757089 info@fondazionecantiere.it

2 commenti su Stelle al Teatro di Montepulciano per la stagione 2013/2014

Bar della Chiana – Commenti all’ottava giornata di Serie A

I commenti all’Ottava Giornata di Serie A del campionato di calcio italiano, a cura del Bar della Chiana. Alò, buttate ‘sto pallone in porta!

Bar della Chiana – Ottava Giornata

Bentornati al Bar della Chiana: il modo migliore per sopravvivere alla serie A del campionato italiano di calcio. Dopo la pausa delle nazionali della settimana scorsa, in cui abbiamo proposto la classifica dei migliori giocatori in serie A fino a questo momento, abbiamo seguito in esclusiva per voi tutte le partite di calcio dell’ottava giornata, e siamo pronti a raccontarvi tutte le emozioni di questo fantastico sport! O meglio, forse eravamo al bancone del bar a prenderci un grappino mentre andavano in onda le immagini di Novantesimo Minuto, ma vabbè, siamo pronti a cominciare!

Roma – Napoli 2-0
Ci s’aveva tutti il palletico pe’ sta sfida in vetta, poi c’erano Gonzo Higuain e Papa Totti a scontrassi, mica du’ rabaschiotti presi dal campino del prete. Quelli della Roma ormai si so’ inguastiti e un li ferma più nessuno, anche a ‘sto giro doppietta di Pjianic con ‘na punizione e co’n rigore, o richiappali ora che so lassù!

Cagliari – Catania 2-1
Il Catania era partito anche bene, subito il gol di testa di Bergessio. Però c’era sempre Ibarbo a trainoni, i difensori un riuscivano a richiappallo. E infatti prima ha pareggio, poi ha fatto buttà fori Legrottaglie, sguillava da tutte le parti. Alla fine il Cagliari ha pure vinto col gol di Pinilla.

Milan – Udinese 1-0
Tutti aspettano di vedè Balordelli tirà qualche busso ma lui un gioca mai, tra quando si fà butta fori dall’arbitro e tra quando si sbuccia i ginocchi nel breccino, ormai un si vede più. E allora ci pensa Birsa a tirà i su’ bussi, un gol di sinistro al volo e vallo a piglià! Tre punti pel Milan.

Birsa meglio di Balordelli?

Birsa meglio di Balordelli?

Atalanta – Lazio 2-1
L’Atalanta voleva vince senza faticà e senza sciupà il campino, che poi pe’ rizzollallo ci vogliono le ruspe. Però dopo il gol di Cigarini la Lazio ha pareggio con Perea, quindi gliè tocco aspettà verso la fine pe’ vince co’n gol di Denis. O vai, chiama le ruspe!

Fiorentina – Juventus 4-2
La Juventus fa scoprì subito Marroca Tevez pe’ spaventà i difensori, e infatti va in vantaggio co’n rigore e Pogbà. Poi però Giuseppe Rossi si fa un fiaschetto di rosso e tira dritto senza sentì rombe, fa una tripletta in dieci minuti e fa venì giù lo stadio, e tanto che c’è si candida pure a prossimo sindaco di Firenze.

Genoa – Chievo 2-1
C’era Gilardino che aveva tanta voglia di ruzzà, ha segno il gol nel primo tempo e pensava di vince, poi però ha pareggio Bentivoglio pel Chievo. Quelli del Genoa un gl’hanno voluto bene pe’ niente invece, e allora c’ha ripenso Gilardino a metteci il muso co’na pallonata e portà tre punti a Genova.

Livorno – Sampdoria 1-2
Questi hanno gioco piano tutta la partita, noi ci s’era addormenti a guardalli, e anche loro dopo il rigore di Eder s’erano quasi messi a letto. Poi si si svegli all’improvviso dopo il novantesimo, prima ha pareggio Siligardi pel Chievo, poi n’altro rigore pe’ la Sampdoria e Pozzi l’ha butta dentro.

Sassuolo – Bologna 2-1
A quelli del Sassuolo gliè preso il birbo all’improvviso, si pensava che fossero bell’e diretti verso la Serie B e invece cominciano a fà bene anche in Serie A! Hanno segno Berardi e Floro Flores e finalmente ce l’hanno fatta a vince la prima partita contro il Bologna!

Verona – Parma 3-2
Vedrai che ne ‘sta partita un ti potevi addormentà! Prima ha segno Cacciatore pel Verona, poi pareggio di Parola e Cassano che ha porto in vantaggio il Parma. Nel secondo tempo hanno comincio a dassi qualche striscio e busso, e con du’ rigori di Jorginho il Verona ce l’ha fatta a vince.

Torino – Inter 3-3
Dice che l’Inter l’hanno venduta in Indonesia, noi un si sa come andrà a finì, però intanto ne ‘sta partita è rimasta subito in dieci, se è questo l’andazzo c’è da sta freschi! Ma poi un ci scherzà che grazie a Palacio e Guarin stava anche a vincela la partita, se unn’era pel pareggio di Bellomo nel recupero.

Adesso ci si riposa un pochino che c’è da scollettà la coppa de’ campioni, ma un vi preoccupate che st’altra settimana si torna in pista!

2 commenti su Bar della Chiana – Commenti all’ottava giornata di Serie A

Type on the field below and hit Enter/Return to search