Ffalstaff_Giuseppe BattistonIl Teatro Poliziano apre la nuova stagione di Montepulciano venerdì 12 dicembre 2014, alle ore 21.30, ospitando subito uno tra gli spettacoli più attesi dell’anno. Arriva infatti in prima toscana l’originale versione teatrale di “Falstaff”. Sul palco è protagonista Giuseppe Battiston, attore acclamato anche per i successi cinematografici, che rinnova la collaborazione con il regista Andrea De Rosa per questo nuovo allestimento ispirato principalmente all’Enrico IV di Shakespeare. Il personaggio di Falstaff appare infatti qui per la prima volta in tutta la sua potenza, ed è proprio a quel soggetto che si ispirò Arrigo Boito per fare del Falstaff il capolavoro di Verdi. Si tratta di una figura che ha avuto diverse rivisitazioni, anche in campo cinematografico (da Orson Welles a Gus Van Sant), e di uno spettacolo nel quale il pluripremiato Battiston interpreta anche il ruolo di Enrico IV.

“Tutto nel mondo è burla”, sostiene Falstaff, un personaggio dirompente, millantatore, sbruffone, vorace, furfante. La potente duttilità espressiva di Battiston dà vita al testo adattato da Nadia Fusini e impreziosito dalla regia di De Rosa che, tra l’altro ha appena diretto l’opera lirica d’apertura alla Fenice di Venezia. Attento a moltiplicare immagini, De Rosa si discosta dalle convenzioni per coniugare con la tradizione lirica con il linguaggio della prosa.

“C’è in Falstaff – scrive il regista Andrea De Rosa – qualcosa che ci conquista subito: un amore sfrontato per la vita, che si manifesta soprattutto nella forma dell’amore per la lingua, per le parole, per il motto di spirito, per la creazione instancabile di metafore e giochi linguistici; un senso pieno delle cose che accadono qui e ora e che di fronte al suo sguardo sembrano le sole che abbiano un qualche senso; c’è nelle sue parole una gioia che non si stanca mai, sempre pronta a rovesciare il male in bene, un senso dell’amicizia ingenuo e vorrei dire persino infantile, una ostinazione a fare di ogni dolore uno scherzo, di ogni situazione senza via d’uscita uno sprone a cercare di non lasciarsi imprigionare. Dopo il felice incontro con Macbeth, ho chiesto a Giuseppe Battiston di calarsi stavolta nei panni di questo buffone, convinto che ci sia anche qui qualcosa di inaspettato e imprevedibile da scoprire sotto la maschera solo apparentemente tranquilla e bonaria che egli sembra mostrarci”.

INFO > 0578 757007 – 757089, Via del Teatro, 4 – Montepulciano info@fondazionecantiere.it
BOTTEGHINO > 1° settore: 18 euro, 2° settore: 14 euro, studenti under 25: 10 euro

Comunicato stampa di Fondazione Cantiere d’Arte Internazionale di Montepulciano del 3 dicembre 2014.
Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione.

Print Friendly, PDF & Email