La Misericordia di Chiusi, la Pubblica Assistenza e l’associazione “La Goccia” hanno recentemente firmato un protocollo d’intesa assieme a USL 7 e alla Società della Salute della Valdichiana, con lo scopo di riconoscere e promuovere il ruolo delle realtà associative presenti nel territorio e dare quindi concretezza al principio di sussidiarietà nella definizione delle politiche di welfare.

Il protocollo sarà a beneficio esclusivo dei ragazzi ospiti della casa famiglia “Il Girotondo” di Chiusi, struttura gestita dall’Azienda Usl 7 su delega della Società della Salute della Valdichiana. Grazie al protocollo saranno individuati dalle associazioni dei volontari che potranno, con delega ufficiale, collaborare alle varie attività organizzate dalla casa famiglia. In generale, l’impegno consisterà nel supportare gli operatori della casa famiglia nell’ambito di un progetto educativo formulato per ciascun soggetto e in relazione alle attività di gruppo inserite nella programmazione approvata dal responsabile della struttura. Nel particolare, gli operatori potranno, ad esempio, partecipare e collaborare alle attività ricreative e di socializzazione che coinvolgono i ragazzi, ma anche accompagnare i ragazzi in uscite con possibilità di un mezzo e di un autista, oppure dare un supporto, ad esempio con ripetizioni, alle attività scolastiche.

“Siamo soddisfatti della firma raggiunta con questo protocollo d’intesa perché in questo modo sarà garantito ai ragazzi della casa famiglia maggiore sostegno e maggiori servizi – sottolineano il sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli e l’assessore alla qualità della vita Andrea Micheletti – come Comune abbiamo voluto favorire la nascita di questo accordo perché crediamo che la qualità della vita, specialmente in situazioni complesse, passi soprattutto dalla collaborazione e dall’unione delle forze. Oltretutto grazie a questa firma vengono in qualche modo legittimate le visite dei volontari che in alcuni casi hanno stretto anche legami affettivi con i ragazzi ospitati al Girotondo, legami molto importanti per il benessere dei ragazzi e questo è forse l’aspetto più importante”.

Le associazioni firmatarie dovranno adesso individuare i giorni e gli orari nei quali sarà possibile la visita e la collaborazione nelle varie attività così come i volontari più idonei ai quali affidare i compiti sopra elencati per quanto riguarda attività di insegnamento e ripetizioni ad esempio il compito sarà affidato ad ex maestre o professoresse.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close