La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: francesco landi

I comuni del Monte Cetona contro l’IMU sui terreni agricoli

Lunedì 12 gennaio presso la Camera dei Deputati a Roma, l’UNCEM ha organizzato una manifestazione per la difesa dei servizi e del territorio e i nuovi assetti istituzionali. Alla manifestazione…

Lunedì 12 gennaio presso la Camera dei Deputati a Roma, l’UNCEM ha organizzato una manifestazione per la difesa dei servizi e del territorio e i nuovi assetti istituzionali.

Alla manifestazione erano presenti oltre 200 sindaci e assessori, fra cui Francesco Landi (sindaco di Sarteano), Eva Barbanera (sindaco di Cetona) e Agnese Carletti (vice sindaco di San Casciano dei Bagni) per i Comuni del Monte Cetona, alla presenza del Ministro Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta e del Viceministro alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Andrea Olivero, i rappresentanti dei Comuni Montani hanno affrontato le criticità che si trovano a trattare ogni giorno.

A favorire la discussione il tema caldo dell’IMU sui terreni agricoli, provvedimento per il quale è stato chiesto al governo di fare un passo indietro in quanto giudicato inaccettabile sia nel merito che nel metodo. Infatti, a seguito della variazione dei criteri in base ai quali i Comuni vengono definiti montani, molti territori storicamente esenti dal pagamento dell’imposta, si sono scoperti collinari. Questo a fine anno, con i bilanci comunali chiusi, e con le amministrazioni comunali che si vedono tagliare i trasferimenti statali di decine di migliaia di euro che dovrebbero reperire dalle tasche dei proprietari degli appezzamenti di terreno non coltivati da imprenditori professionisti. Nei comuni tra 281 e 600 metri di altezza sarebbero esclusi dal pagamento solo le imprese agricole.

“Il provvedimento deve essere ritirato – affermano i tre rappresentanti dei comuni senesi – è difficile pensare che entro il 26 di gennaio, termine previsto dal governo, centinaia di contribuenti pagheranno ai comuni l’IMU sui terreni agricoli delle zone adesso classificate come ex montane. Questo declassamento è sbagliato nella sostanza e nei modi, non essendoci i tempi per una adeguata comunicazione. Significa penalizzare proprio chi pur non traendone un beneficio in termini imprenditoriali, coltiva e tiene curate terre magari meno fertili che in pianura, contribuendo a mantenere lo straordinario paesaggio che caratterizza il territorio del Monte Cetona. Ci auguriamo davvero che il governo ci ripensi”.

I comuni di Cetona e San Casciano avevano già approvato a fine 2014 in Consiglio Comunale un ordine del giorno sulla finanza locale per chiedere allo Stato Centrale maggiore trasparenza, pianificazione e certezza nell’applicazione delle imposte, per evitare di trasformare i comuni in meri strumenti di riscossione delle entrate, rischiando di minare il rapporto fiduciario tra cittadini e amministrazioni comunali.

Nessun commento su I comuni del Monte Cetona contro l’IMU sui terreni agricoli

Verso la gestione unica per Cetona, Sarteano e San Casciano

I Comuni di Sarteano, Cetona e San Casciano dei Bagni hanno avviato un percorso per gestire le funzioni fondamentali dei rispettivi enti (bilancio, affari generali, ufficio tecnico, edilizia scolastica, ecc.)…

I Comuni di Sarteano, Cetona e San Casciano dei Bagni hanno avviato un percorso per gestire le funzioni fondamentali dei rispettivi enti (bilancio, affari generali, ufficio tecnico, edilizia scolastica, ecc.) in modo associato, all’interno dell’Unione di Comuni della Valdichiana Senese.

“La normativa statale indica nell’associazione delle funzioni la strada obbligata per i piccoli comuni – commentano i sindaci Eva Barbanera (Cetona), Francesco Landi (Sarteano), Paolo Morelli (San Casciano dei Bagni) – noi lo facciamo dentro all’Unione dei comuni, che reputiamo il luogo naturale in cui gestire i servizi, dimostrando di credere nelle politiche d’area e di voler lavorare per un suo funzionamento sempre più efficiente. Non sarà un percorso immediato, servirà il coinvolgimento dei dipendenti, ma l’obiettivo è quello di creare servizi migliori per i cittadini”.

La legge Del Rio obbliga i comuni sotto i 3000 abitanti, quindi Cetona e San Casciano ad associare le funzioni fondamentali dal 1 gennaio 2015 (Cetona aveva già associato negli anni scorsi bilancio ed ufficio tecnico). Sarteano, essendo comune di una ex comunità montana non è obbligato per legge – almeno non ancora – ma ha deciso comunque di iniziare un percorso condiviso con i comuni della montagna di Cetona, dentro all’Unione dei Comuni, per creare uffici unici con un miglioramento delle competenze e risparmi nel medio periodo per i cittadini.

“E’ una decisione forte, che lega questi tre comuni all’interno dell’Unione dei Comuni della Valdichiana – aggiungono i tre sindaci – Sarteano inizierà con i servizi economico-finanziari per poi procedere gradualmente con altri settori, mentre per Cetona e San Casciano il percorso sarà più immediato. I cittadini non noteranno questi cambiamenti interni agli uffici comunali, ma anzi, ne vedranno i benefici quanto prima. Mentre da tante parti si parla di fusioni dei comuni, noi invece facciamo un passo concreto nell’ottica del risparmio e nella gestione unica di molti servizi tra tre municipi. I nostri comuni mantengono la loro specificità, ma avviano un percorso comune di modernizzazione della macchina amministrativa per certi aspetti storico che certamente andrà seguito e concertato: l’obiettivo è ottenere uffici unici con più competenze e più specializzati”.

La convenzione che regola l’associazione delle funzioni fondamentali dentro l’Unione dei Comuni, è stata approvata anche nei tre consigli comunali dei comuni interessati negli ultimi giorni del 2014. Nei prossimi giorni dovrà essere sottoscritta dai rispettivi sindaci e dal Presidente dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese.

Nessun commento su Verso la gestione unica per Cetona, Sarteano e San Casciano

Sarteano: manutenzione stradali nei prossimi mesi

Nuovi asfalti e lavori di manutenzione: chiusa via Firenze. Landi “Opere necessarie per migliorare la vivibilità” Il Comune di Sarteano ha fatto partire importanti lavori in via Firenze: prevedono la…

Nuovi asfalti e lavori di manutenzione: chiusa via Firenze. Landi “Opere necessarie per migliorare la vivibilità”

Il Comune di Sarteano ha fatto partire importanti lavori in via Firenze: prevedono la sostituzione dei sotto servizi idrici, a carico dell’acquedotto del Fiora, quindi di un nuovo asfalto. Dopo aver sistemato nei giorni scorsi via degli Spartitoi, la strada che dal campeggio con il parco delle piscine si collega a viale Amiata, adesso è il turno di questa strada, attigua.

spartitori3“Il nostro compito è migliorare la qualità delle vie di comunicazione e dei servizi – commenta il sindaco Francesco Landi – chiediamo solo un po’ di pazienza a chi abita nella zona. Nel caso specifico era arrivato il momento di asfaltare completamente strade non più sanabili con la singola ‘toppa’. L’intervento del Fiora, poi, consentirà di risolvere problemi cronici del quartiere. Più in generale, vogliamo intervenire presto anche sul manto stradale di altre zone Sarteano, così come su alcune strade bianche del territorio, a partire dalle due frazioni, Fonte Vetriana e Castiglioncello del Trinoro”.

Qualche mese fa il Comune era intervenuto in viale Etruria, realizzando un nuovo marciapiede, nuovi sotto servizi e asfalti. Così, al termine dei lavori attuali, ci saranno due vie adiacenti che danno verso Cetona, Radicofani e San Casciano dei Bagni, oltre che sulla zona artigianale, completamente rinnovate. Come dire: la viabilità di accesso verso il centro di Sarteano, rimessa a nuovo in pochissimo tempo.

“Le necessità di lavori pubblici sono numerose, e le risorse a disposizione del Comune non bastano mai – aggiunge il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Mauro Crociani – ma contiamo di fare interventi importanti e necessari nei prossimi mesi oltre a quelli in corso, partendo proprio dalle situazioni più critiche e con maggior transito di auto. Non a caso avevamo messo risorse importanti a bilancio per intervenire nel corso del 2014 in modo significativo”.

Il divieto di transito in via Firenze è previsto dalle ore 8 alle ore 18 di tutti i giorni feriali, almeno fino alla data prevista del 28 settembre, ma che non può essere certa. In ogni caso, basterà attenersi alla segnaletica temporanea apposta in loco. Dalle ore 18 alle ore 8 di tutti i giorni feriali e festivi, sempre fino al termine dei lavori, è istituito un senso unico di marcia con accesso da viale Etruria e uscita in viale Amiata.

Nessun commento su Sarteano: manutenzione stradali nei prossimi mesi

A Sarteano, le scuole materne sono a colori

Il 15 settembre, alle scuole materne di Sarteano sono state inaugurate le coloratissime novità che hanno accolto i piccoli alunni all’apertura dell’anno scolastico: una pavimentazione nuova e vivace e giochi…

Il 15 settembre, alle scuole materne di Sarteano sono state inaugurate le coloratissime novità che hanno accolto i piccoli alunni all’apertura dell’anno scolastico: una pavimentazione nuova e vivace e giochi nuovi di zecca.

Il primo giorno di scuola si è infatti trasformato in una festa colorata, alla scuola dell’infanzia “Gianni Rodari” di Sarteano, grazie alla variopinta pavimentazione antiurto, che si aggiunge ad altri recentissimi lavori. La scuola, rinnovata grazie a 60mila euro di investimenti, è stata inaugurata questa mattina dal sindaco Francesco Landi, accompagnato dagli assessori comunali.

inaugurazione pavimenti“Una mattinata festosa è il miglior modo per iniziare un nuovo anno scolastico – dichiara il sindaco Francesco Landi – specie se gli edifici sono più confortevoli e sicuri. Investire sul futuro di una comunità non solo è un obbligo per chi gestisce la cosa pubblica, ma dà anche molte soddisfazioni visto il clima di allegria che abbiamo respirato in mezzo ai bambini. Nei prossimi giorni saranno inaugurati altri interventi”

I lavori alla scuola dell’infanzia di Sarteano, realizzati da aziende locali, hanno riguardato anche delle manutenzioni: dalle imbiancature alle migliorie all’impianto di riscaldamento, cui si è aggiunto un regalo inaspettato. La ditta Ecotessile, ha ringraziato l’intera comunità donando un’altalena per la materna, dopo il notevole successo della raccolta di indumenti e materiale tessile dello scorso anno.

All’inaugurazione hanno partecipato, oltre ai bambini e alle insegnanti, il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Cetona, Sarteano e San Casciano dei Bagni Salvatore  Di Costanzo, il comitato genitori Sarteano, rappresentanti della Ecotessile. Altra sorpresa è stata l’animazione per i bambini, con clown e palloncini colorati, a cura di attrici della Nuova accademia degli Arrischianti.

“Lunedì prossimo faremo un saluto e una inaugurazione anche alla scuola primaria – continua Landi –  dove abbiamo ci siamo occupati consolidamento statico dell’edificio per altri 60 mila euro, e ad altre opere di manutenzione”.

pavimenti coloratiIl Comune ha previsto migliorie agli arredi sia interni che esterni al nido, insieme a progetti musicali, teatrali e non solo. Altra novità è la rimodulazione del costo del pasto, con una netta diminuzione delle rette: il costo unitario è passato dai 4,20 euro dello scorso anno, ai 2,20 euro odierni. Infine, alla scuola secondaria di primo grado, grazie a una sinergia di più soggetti (comitato genitori, Banca Monte dei Paschi, l’utilizzo del gettone presenze dei consiglieri comunali del Centrosinistra per Sarteano), sarà attiva la nuova aula di informatica.

Nessun commento su A Sarteano, le scuole materne sono a colori

L’estate di Sarteano continua con la Fiera di Settembre

L’estate di Sarteano continua con la Fiera di Settembre: appuntamento per domenica 14, dalle 8 alle 20 Domenica 14 settembre a Sarteano torna la Fiera di settembre, forte di un…

L’estate di Sarteano continua con la Fiera di Settembre: appuntamento per domenica 14, dalle 8 alle 20

Domenica 14 settembre a Sarteano torna la Fiera di settembre, forte di un crescente successo nelle ultime edizioni. Il teatro è quello dello spazio esterno alle mura cittadine, con decine di espositori presenti. I quali, dalle 8 alle 20, animeranno l’intera via di Fuori e parte di viale Europa. Così l’estate sarteanese continua, dopo gli intensi appuntamenti, ricchi di qualità e di emozioni.

“Oltre all’evento – dice il sindaco Francesco Landi – mi preme sottolineare che la Fiera testimonia la grande attenzione che stiamo dando alle attività commerciali, che svolgono una importante funzione e che devono essere valorizzate. Accanto agli eventi nel centro storico, ecco una iniziativa che sposta l’attenzione all’esterno del centro storico”.

Per la fiera ci saranno espositori di varie categorie merceologiche: artigianato alimentare e artistico, bricolage, piante e fiori, libri nuovi e usati, stampe, abbigliamento, dolciumi, ma anche stand relativi alle energie rinnovabili e ai tessuti ricavati dalla trasformazione di prodotti da agricoltura biologica. Ecco l’ennesima iniziativa di una realtà dinamica, che vive di occasioni culturali e di incontri, sempre con una grande partecipazione popolare.

Nessun commento su L’estate di Sarteano continua con la Fiera di Settembre

Sarteano, parte la pedonalizzazione del centro storico

Il sindaco Landi: “Fino al 15 settembre Corso Garibaldi sarà chiusa al traffico la sera. Prima sperimentazione per progetto più complessivo”. Un’area pedonale sperimentale, che per ora coinvolge il centralissimo…

Il sindaco Landi: “Fino al 15 settembre Corso Garibaldi sarà chiusa al traffico la sera. Prima sperimentazione per progetto più complessivo”.

Un’area pedonale sperimentale, che per ora coinvolge il centralissimo Corso Garibaldi, ma che in futuro potrebbe estendersi anche ad altre aree del centro storico di Sarteano. E’ questo quanto disposto dall’amministrazione comunale, dopo averne discusso con residenti e attività economiche, e che ha preso il via già dallo scorso 22 agosto.

“Sarteano è un paese dalla vocazione turistica – commenta il sindaco Francesco Landi – da tempo stiamo impostando azioni innovative, come lo sono quelle raccolte dal progetto Sartenoliving. Voglia portare avanti i cambiamenti positivi con il coinvolgimento della cittadinanza, senza imporre scelte, ma coinvolgendo i vari soggetti a sposare un’idea e un progetto condiviso. Come in questo caso abbiamo ricevuto molte richieste sia dagli operatori economici che dai turisti per poter vivere il centro storico senza macchine, anche in seguito alla bella riuscita dei tanti eventi che hanno caratterizzato la nostra estate. Va visto quanto questa operazione sia conciliabile con le esigenze legittime di chi risiede nel centro storico. Per ora, i primi segnali sono incoraggianti”.

A Sarteano già dal 2010, in realtà, è presente una ZTL all’interno del centro storico con inizio alle ore 18:00 e fino alle ore 07:00 della mattina successiva, nel periodo compreso tra il 1 giugno ed il 15 settembre di ogni anno. Questo nuovo provvedimento, punta ad estendere dalle 18 fino alle 24, il divieto assoluto di transito dei veicoli nella centralissima Corso Garibaldi. Qui le attività economiche che vi si affacciano potranno richiedere ed usufruire del suolo pubblico per esporre, in concomitanza con la stagione turistica estiva, la propria merce e i propri prodotti, purché rimanendo attenti a non arrecare fastidio o penalizzare la serena quotidianità dei residenti.

“Si tratta di un primo passaggio – commenta ancora il sindaco Landi – che ci darà elementi di valutazione da tenere presenti per un progetto più ampio che vorremmo realizzare nella prossima estate. Aspettiamo suggerimenti per aprire un confronto sul tema con la cittadinanza. Devo dire che nei primi giorni è andato tutto bene e si riscontra un’ottima risposta dei sarteanesi e dei turisti che possono godere del nostro magnifico corso tranquillamente a piedi o in bicicletta”.

Nessun commento su Sarteano, parte la pedonalizzazione del centro storico

Sarteano: stazione ecologica approvata all’unanimità dal consiglio comunale

A Sarteano sarà realizzata una nuova stazione ecologica. Lo ha previsto la variante al regolamento urbanistico approvata all’unanimità dall’ultimo consiglio comunale. L’atto, illustrato dal sindaco Francesco Landi in quella occasione, prevede l’individuazione di un’area contigua…

A Sarteano sarà realizzata una nuova stazione ecologica. Lo ha previsto la variante al regolamento urbanistico approvata all’unanimità dall’ultimo consiglio comunale. L’atto, illustrato dal sindaco Francesco Landi in quella occasione, prevede l’individuazione di un’area contigua all’isola ecologica esistente, ma di circa 2.500 metri quadrati: circa cinque volte l’attuale spazio.

«Abbiamo avviato un percorso importante per la tutela dell’ambiente e la gestione dei rifiuti nel nostro territorio – afferma Landi – allineando gli strumenti urbanistici. Presto daremo ai sarteanesi una nuova area per raccogliere e differenziare i rifiuti più grande, spaziosa, funzionale per i mezzi impiegati dal gestore. Soprattutto, porrà le basi per un potenziamento futuro della gestione dei rifiuti, ma anche di riuso dei materiali».

L’opera, come da accordi informali già avviati, sarà a carico del gestore Sei Toscana. Il piano economico dell’investimento, che si aggira poco al di sotto dei trecentomila euro, sarà ammortizzato per una metà dalla cittadinanza, ma diluito in venti anni in bolletta e, per la restante metà, coperto dalla Regione Toscana attraverso l’Ato. Insomma, per i sarteanesi sarà un investimento quasi impercettibile nel medio periodo.

«Adesso che abbiamo approvato la variante urbanistica – commenta il vicesindaco con delega all’ambiente Mauro Crociani,  –  comincia il percorso per realizzare quest’opera, che potrà cambiare completamente il nostro sistema di gestione rifiuti. Abbiamo già iniziato col riorganizzare le isole ecologiche, potenziando l’informazione stampando e distribuendo in tutte le famiglie nuove guide per la differenziata in tre lingue, facendo formazione nelle scuole e avviando progetti di porta a porta per indumenti. La nuova stazione ecologica  potrà dare un’altra prospettiva nei prossimi anni, consentendo uno stoccaggio più semplice, maggiore funzionalità, e spazi per iniziative legate a riuso o al porta a porta».

Nessun commento su Sarteano: stazione ecologica approvata all’unanimità dal consiglio comunale

Sarteano: tutto pronto per la Giostra del Saracino

Tutto pronto per la Giostra del Saracino a Sarteano: il 15 agosto scendono in piazza oltre quattro secoli di storia  Il 15 Agosto è il gran giorno della Giostra del…

Tutto pronto per la Giostra del Saracino a Sarteano: il 15 agosto scendono in piazza oltre quattro secoli di storia

 Il 15 Agosto è il gran giorno della Giostra del Saracino di Sarteano, dedicata a San Rocco. La gara vera è propria è prevista nel pomeriggio (ore 17,30). Ma si comincia prima (ore 15.30) con il corteo storico che solca le vie del centro prima di entrare nella piazza Bargagli pronta per la gara, con un manto di terra sopra l’asfalto e le tribune gremite che contornano la pista.

giostra del saracinoIntanto nel tardo pomeriggio del 14 agosto, alla presenza vescovo, monsignor Stefano Manetti, si è svolta la Provaccia. Prima ancora, c’è stata (lunedì scorso) la Tratta dei bossoli, che ha definito ordine di partenza e abbinamento tra contrade e giostratori. Nella piazza d’armi del castello, il “capitano del popolo” Sergio Cappelletti e il “governatore” Francesco Landi (in realtà il sindaco) hanno officiato all’estrazione che ha dato questo esito: partirà per prima Sant’Andrea (capitano Giancarlo Betti e giostratore Francesco Fabbrizzi). A seguire, le contrade Santissima Trinità (capitano Massimo Piazzai, giostratore Giacomo Perugini), San Lorenzo (capitano Alessio Rosati, giostratore Tony Bartoli), San Bartolomeo (capitano Lori Mazzetti, giostratore Claudio Rossi), San Martino (capitano Giovannino Giani, giostratore Fabio Tamagnini).

Bartoli, vincitore per quattro volte consecutive (ma non nell’ultima Giostra del Saracino), sembra il favorito. Ma l’esperienza e la conoscenza della piazza di Tamagnini e Rossi non sono da sottovalutare. E gli stessi giovani Fabbrizzi e Perugini (quest’ultimo protagonista, lo scorso anno, di una bellissima gara di esordio) possono dare filo da torcere. Molto probabilmente ci sarà ancora una gara aperta fino all’ultima stoccata.

Chi vince avrà in premio un drappellone prezioso, che sembra un’icona russa. Lo ha dipinto la senese Marta Perugini utilizzando le tecniche del Trecento, con pigmenti naturali stesi su una foglia d’oro. Un riferimento all’antico più che giustificato: oltre quattro secoli di storia accompagnano questo torneo cavalleresco, le cui prime testimonianze risalgono al 1583. Nei secoli successivi diviene sempre più stretto il legame fra Sarteano e la Giostra del Saracino, fino ad arrivare al Novecento, con le sole interruzioni dovute alle due guerre e quella che ha caratterizzato il ventennio che va dal ’62 all’82.

“La Giostra è la manifestazione di punta di Sarteano – dice il sindaco Francesco Landi – e richiede un imponente sforzo organizzativo portato avanti tutti gli anni dai tantissimi contradaioli delle cinque contrade. Le cinque carriere al cardiopalma ogni anno regalano grandissime emozioni”

Nessun commento su Sarteano: tutto pronto per la Giostra del Saracino

Nuovo svincolo tra Sarteano e Chianciano

Sarteano, aperta la viabilità a Palazzolino: nuovo svincolo verso Chianciano È stata aperta al traffico via Sant’Andrea a Sarteano, una nuova arteria che collega via dei Cappuccini con la strada…

Sarteano, aperta la viabilità a Palazzolino: nuovo svincolo verso Chianciano

palazzolino2È stata aperta al traffico via Sant’Andrea a Sarteano, una nuova arteria che collega via dei Cappuccini con la strada provinciale per Chianciano. La nuova strada, legata alla lottizzazione della zona di Palazzolino, era bloccata da oltre dieci anni per alcune incomprensioni tra le parti private, e tra queste e l’amministrazione comunale. Dopo un lavoro accurato di mediazione, l’amministrazione Landi è riuscita a consegnare alla cittadinanza una importante via, che servirà un’ampia area residenziale, Inoltre, va considerata un nuovo biglietto da visita, una volta completate le aree verdi presenti nella rotatoria, per chi entra a Sarteano proveniendo dalla vicina località termale.

“L’apertura di via Sant’Andrea è un fatto importante per il nostro territorio – commenta il sindaco, Francesco Landi – ringrazio oltre agli uffici ed alla polizia municipale, tutti i soggetti che una volta messi attorno ad un tavolo hanno dimostrato grande maturità, senso di appartenenza a questa comunità, riuscendo a superare vecchie incomprensioni.

Il Comune – aggiunge Landi – ora ha il compito di vigilare sul traffico sull’area, nella consapevolezza che, cambiando abitudini consolidate, non è mai semplice né immediato adeguarsi alle novità. Per questo stiamo contattando i residenti nelle aree contigue il nuovo svincolo, per dar loro informazioni. In ogni caso si tratta di un grande obiettivo raggiunto da Sarteano”.

Alcuni lavori di sistemazione, che hanno preceduto la presa in carico da parte del Comune della strada, hanno riguardato la segnaletica orizzontale e verticale, piccoli interventi su marciapiedi e tombini e altre opere necessarie per perfezionare lo svincolo: le opere sono state segnalate attraverso  rilievi effettuati dai tecnici della Provincia.

Nessun commento su Nuovo svincolo tra Sarteano e Chianciano

Civitas infernalis: dal 31 luglio al 3 agosto Sarteano si trasforma

Civitas infernalis, dal 31 luglio al 3 agosto Sarteano si trasforma: giochi di ruolo, atmosfera fantasy per un medioevo reso attuale che diventa spettacolo Sta per iniziare Civitas infernalis, la…

Civitas infernalis, dal 31 luglio al 3 agosto Sarteano si trasforma: giochi di ruolo, atmosfera fantasy per un medioevo reso attuale che diventa spettacolo

Sta per iniziare Civitas infernalis, la festa medieval fantasy che lo scorso anno, per la prima edizione, riempì le vie dell’intero centro storico di Sarteano. Dal 31 luglio al 3 agosto la magia si ripete, con quattro intere giornate di mercato delle corporazioni, taverne, giocoleria e spettacoli di strada, esibizioni e concerti in castello tenute insieme dall’allegria e dalla determinazione dell’associazionismo sarteanese. “E’ proprio il caso sottolinearlo– commenta il Sindaco Francesco Landi – perché nei nostri piccoli borghi senesi non è facile lavorare insieme e mettere a punto un programma condiviso, accattivante e capace di valorizzare ogni singolo attore come sta avvenendo per la festa unica”.

civitas infernalisTutti insieme quindi, per la festa unica, come ormai viene chiamata in confidenza Civitas infernalis sia dai soggetti organizzatori che un po’ da tutti i sarteanesi: la Giostra e le contrade in prima fila, la proloco, le Nonsolomamme, gli sbandieratori, la filarmonica, gli Arrischianti, Sartenoviva, il comitato dei genitori, i pattinatori la Fenice e tante altre realtà che hanno imbastito la festa, insieme a figuranti e gruppi di artisti di strada locali e non: musici, cartografi, alchimisti, mercanti, esponenti della magistratura, banchieri, fabbri, maghi, cartomanti, orde barbariche e di soldati, orchi, giullari, sputafuoco e ammaliatori di serpenti.

Sono questi gli elementi di una ricercata animazione che faranno da corollario a “Tempus Fugit, le origini” fantastico gioco di ruolo, vero e proprio trait d’union della festa. “La scommessa è di allargare – dice Martina Fratangioli, una delle menti organizzatrici dell’edizione 2014 – i confini della festa, andando a comprendere parte di piazza Bargagli e anche parco Mazzini, una sorta di quartier generale dei partecipanti al gioco di ruolo”. Una festa che, rispetto allo scorso anno, vedrà anche l’ampliamento del mercato delle corporazioni con il Villaggio del sapere e con il Mercato della biccherna che prevede l’utilizzo del Sarrocchino, nuovo conio realizzato ad hoc per l’appuntamento.

Oltre alle taverne dislocate negli angoli più suggestivi del paese e al mercato delle corporazioni per le vie del borgo, fra gli appuntamenti spiccano subito quelli del primo giorno, giovedì 31: dalle 17.30 l’apertura della festa sarà caratterizzata da “sorprese dal cielo”, mentre in serata è prevista la “Festa di fiocco e bandiera”, con vessilli al vento nella magica cornice del Castello.

Venerdì 1 agosto inizia la costruzione delle armi per il gioco di ruolo e, per i più piccoli, i giochi da elfi; poi spazio all’animazione dei Sonagli di Tagatam, alla Compagnia di Santaccio e al Saracino sui Pattini. Sabato 2 sarà la volta della Filarmonica e, in serata, del corteo dei ceri seguito da musica dal vivo al castello. Domenica 3 gran finale con la battaglia conclusiva del gioco di ruolo, la disfida di Palla saracena e il saluto all’edizione 2014 della festa previsto nel dopocena in piazza XXIV giugno.

Per informazioni e prenotazioni: www.sarteanoliving.com, turismo@comune.sarteano.si.it , 0578269204, 3475586716.

2 commenti su Civitas infernalis: dal 31 luglio al 3 agosto Sarteano si trasforma

Lo spettacolo equestre di Lindo Ferretti al Castello di Sarteano

Segnatevi questa data: 8 agosto 2014. Lo spettacolo equestre di Giovanni Lindo Ferretti dal titolo “Partitura per voce, cavalli, incudine con mantice e bordone”, nella splendida cornice del castello di…

castellosarteanoSegnatevi questa data: 8 agosto 2014. Lo spettacolo equestre di Giovanni Lindo Ferretti dal titolo “Partitura per voce, cavalli, incudine con mantice e bordone”, nella splendida cornice del castello di Sarteano, rischia di diventare l’evento più affascinante dell’estate in Valdichiana.

Affascinante per via della sua unicità, della sua particolarità e della sua irripetibilità. Il teatro equestre della “Corte Transumante di Nasseta” è infatti una forma artistica che gioca sull’esperienza dei suoi spettatori, con un teatro che viene definito barbarico e montano. Non viene utilizzato nessun artificio scenico, ma soltanto cavalli maremmani, meno spettacolari ma più legati alla tradizione della gente di montagna, che ha praticato per secoli la transumanza delle greggi dall’Alpe alla Maremma. Un teatro che viene messo in scena all’alba o al tramonto, utilizzando la luce naturale e l’illuminazione del fuoco, che crea un’affascinante combinazione con i paesaggi, gli animali e gli abitanti.

marcellougolettiLa conferenza stampa di presentazione dello spettacolo equestre ha subito messo in mostra l’eccezionalità di quest’evento. All’interno di una camera del Castello di Sarteano, seduti su balle di fieno, una manciata di redattori dell’informazione locale (La Valdichiana e TeleIdea) sono stati conquistati dalle parole di Giovanni Lindo Ferretti, artista che si è conquistato un posto nella storia della musica italiana. Inutile rievocare la sua storia, le sue creazioni e le sue opere: per quello, i più disinformati potranno spendere qualche minuto su wikipedia o su youtube. Ma la presenza dell’artista è solo un valore aggiunto a un teatro equestre che si mostra fin da subito come unico ed irripetibile: ogni volta che viene messo in scena, è un’esperienza nuova. Giovanni Lindo Ferretti è capace di estasiare con il suo racconto appassionato, non a caso nello spettacolo è definito come “Il Signore della Parola”:

“Le nostre famiglie sono sopravvissute per secoli praticando la transumanza – ha spiegato Lindo Ferretti – e il teatro equestre è la celebrazione delle nostre radici, della nostra identità e della nostra cultura. Racconta la storia dei nostri monti, della nostra comunità: è una storia epica. Abbiamo portato spettacoli equestri per i piccoli borghi dell’Appennino e sembravamo il pifferaio magico. Eravamo in grado di trascinare dietro di noi tutti coloro che vedevano i cavalli passare. Riuscivamo a tenere incantanti i bimbi e i ragazzini. Il nostro è stato un tentativo, ma il riscontro del pubblico ci ha dato la forza di proseguire: se qualcosa ai giorni nostri, che non sia una macchinetta, è in grado di incantare una banda di ragazzini, bisogna perseverare.”

ferrettisarteanoAlla conferenza era presente anche il Signore dei Cavalli, Marcello Ugoletti, che insieme alla moglie Cinzia Pellegri, Signora della Corte, nello spettacolo ha il compito di addestrare e guidare i maremmani. Una passione, quella per i cavalli, che non è soltanto nostalgia per il passato, ma il rispetto per un elemento che appartiene alla nostra identità e alla nostra tradizione, perché la storia dell’umanità è impensabile senza la storia del cavallo:

“Oggi la dimensione sportiva è l’unico contesto in cui i cavalli sono accettati nella società. Ma il nostro teatro non è riducibile alla pratica dei centri ippici, si inserisce nella tradizione equestre. Questo progetto ha una vera e propria dimensione letteraria e artistica, vuole trasmettere un sistema sapienzale e culturale che il rapporto uomo-cavallo ha accumulato nel corso del tempo.”

Grande emozione nelle parole di Michele Rossi, autore di una biografia di Giovanni Lindo Ferretti, e del sindaco di Sarteano, Francesco Landi, orgoglioso di essere riuscito a portare uno spettacolo così particolare e affascinante nella splendida cornice del Castello di Sarteano:

“Artisti di grande passione e cultura – osserva il Sindaco Landi – hanno scelto lo scenario del nostro castello senese, struttura di fine Quattrocento, semplicemente per la sua bellezza. Si tratta di una grande occasione culturale e, insieme, di un grande riconoscimento. Questa è un’opera prima che reca il marchio Sarteano Living. Ne siamo lusingati e orgogliosi”

Ferretti_titoloNon ci resta quindi che attendere il prossimo 8 agosto per assistere a questo spettacolo. Il teatro equestre, barbarico e montano, è opera della “Corte Transumante di Nasseta”, libera compagnia fondata nel 2010 da Giovanni Lindo Ferretti, Marcello Ugoletti e Cinzia Pellegri, con l’intenzione di domare e addestrare razze maremmane e d’Appennino e praticare uno spettacolo contemporaneo anomalo, per collocazione geografia, stilistica e culturale. La corte vuole quindi salvaguardare il patrimonio che fa parte della nostra tradizione, e il teatro equestre viene definito come il restauro di un’opera d’arte.

Al Castello di Sarteano, nella serata dell’8 agosto, andrà in scena un teatro fatto di parola, suono e senso, che diventa canto epico, in cui il rapporto tra uomo e cavallo ripercorre la storia della civiltà. Presto partirà la prevendita dei biglietti all’ufficio turistico di Sarteano, corso Garibaldi 9. Tutte le informazioni saranno reperibili su www.sarteanoliving.com, al numero telefonico 0578269204 e, ovviamente, anche su www.lavaldichiana.it!

1 commento su Lo spettacolo equestre di Lindo Ferretti al Castello di Sarteano

SarteanoLiving premiata allo Smau di Firenze

SarteanoLiving premiata allo Smau di Firenze: premio alla tecnologia e l’innovazione per la cittadina Smart Il Comune di Sarteano si è aggiudicato il primo premio, quale esempio virtuoso di smart…

SarteanoLiving premiata allo Smau di Firenze: premio alla tecnologia e l’innovazione per la cittadina Smart

Il Comune di Sarteano si è aggiudicato il primo premio, quale esempio virtuoso di smart city, allo Smau di Firenze, grazie ai progetti SarteanoLiving e Adotta un’aiuola. La premiazione, avvenuta nel salone della tecnologia e dell’innovazione, ha visto emergere su 31 progetti finalisti il “caso” SarteanoLiving, insieme ad altri progetti innovativi del Comune di Lucca, della Usl 5 e della Scuola San’Anna di Pisa.

“Un grande risultato – afferma il sindaco di Sarteano Francesco Landi – reso ancora più prestigioso da una selezione cui ha partecipato l’Anci, che premia la strada intrapresa dal Comune di Sarteano, dalle attività economiche, dalle associazioni del paese e gli investimenti dedicati al progetto”.

Il riconoscimento dimostra che le idee possono superare la dimensione periferica di un piccolo centro, ai confini meridionali della Toscana. È stato lo stesso sindaco a lanciare il brand SarteanoLiving poco più di un anno fa. Quindi, l’agenzia Origo di Simone Marrucci, con il supporto del fotografo sarteanese Mauro Sini e del webmaster Niccolò Angeli, ha ideato un sito (www.sarteanoliving.it) che esprime una nuova narrazione in campo turistico.

Grande valore è stato dato agli abitanti: albergatori, ristoratori, ma anche il meccanico o l’estetista, insieme ai volti di associazioni società sportive hanno avuto il ruolo, mediatico, di incarnare lo stile di vita locale. Frasi dei vari personaggi, insieme e a una navigazione georeferenziata, consentono di individuare le persone, condividere le loro passioni.

I contenuti su arte, storia, enogastronomia e tradizioni ci sono comunque, ma in modo più fruibile e, allo stesso tempo, profondo. SarteanoLiving promuove l’offerta turistica del paese facendo leva sullo stile di vita di una comunità che ama vivere bene, in un contesto di relazioni positive e buone pratiche: sono le stesse persone fotografate che accudiscono le aree verdi del paese attraverso l’iniziativa “adotta un’aiuola”.

“Questo premio – conclude Landi – ci dà nuova energia per continuare a investire sull’immagine e sull’offerta turistica. Non è facile, per un piccolo borgo come Sarteano, fare promozione e ottenere risultati tangibili; tuttavia i cambiamenti istituzionali e la soppressione delle Apt ci impongono di sperimentare nuove soluzioni che devono dialogare con i circuiti promozionali di più ampio respiro provinciale e regionale ma che, allo stesso tempo, riescano a valorizzare le specificità locali. Una cosa è certa: azioni di questo tipo devono essere portate avanti con l’entusiasmo e il coinvolgimento di Pubblico, aziende e associazioni insieme. È una bella fatica ma, quando si raggiungono risultati di questo livello, anche una bella soddisfazione”.

Nessun commento su SarteanoLiving premiata allo Smau di Firenze

Type on the field below and hit Enter/Return to search