La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: francesco landi

Dino Faleri a Fontevetriana, il partigiano racconta la Liberazione

Il partigiano novantenne Dino Faleri ha ricordato le vicende di Fontevetriana, rifugio degli antifascisti. Un’escursione nella memoria organizzata da Comune, Anpi e Sarteanoviva A Fontevetriana c’era anche lui, diciannovenne partigiano,…

Il partigiano novantenne Dino Faleri ha ricordato le vicende di Fontevetriana, rifugio degli antifascisti. Un’escursione nella memoria organizzata da Comune, Anpi e Sarteanoviva

A Fontevetriana c’era anche lui, diciannovenne partigiano, capobrigata della Simar. Settant’anni dopo Dino Faleri è tornato in quel luogo che raccolse un centinaio di giovani antifascisti, e l’emozione è stata grande. L’occasione è stata la “passeggiata resistente”, organizzata domenica scorsa da Anpi, Comune, e dall’associazione Sarteanoviva. Dopo circa due ore di cammino, davanti al cippo che ricorda l’epopea delle bande Simar, si sono ritrovati il sindaco Francesco Landi, la consigliera regionale Rosanna Pugnalini, il presidente della locale sezione Anpi Mirco Del Buono, il vicepresidente Mauro Crociani, il consigliere comunale Alessandro Morgantini e tanti sarteanesi.

Dino Faleri ha ricevuto una targa, piena di parole di riconoscenza, da parte del Comune. E il vecchio partigiano, ormai novantenne, ha raccontato di quel periodo, quando un centinaio di giovani rifiutò di prendere le armi con i fascisti e scelse di nascondersi in questo borgo, ai piedi del Monte Cetona. Un luogo carico di ricordi, a partire di compagni morti, e Dino Faleri non ha potuto trattenere le lacrime. Ma si è anche intrattenuto sui rischi corsi, e sulle astuzie utilizzate per sopravvivere. Una di queste, l’dea dello stesso Faleri di dare ai partigiani non un nome di battaglia, ma una matricola, partendo però dal numero duemila. Facendo trapelare questa nuova identità, si dette l’impressione di un numero molto più ampio di combattenti, rispetto al reale. Forse anche per questo non furono mai attaccati direttamente da fascisti e tedeschi.

“Con questa iniziativa – ha affermato il primo cittadino, Francesco Landi – si è concluso un fitto programma di celebrazioni dei settant’anni della liberazione di Sarteano. Dalla consegna della Costituzione ai neo diciottenni, alla cerimonia in ricordo della barbara uccisione di due cittadini a Castiglioncello del Trinoro, fino alla consiglio comunale straordinario di martedì scorso, 24 giugno, dedicato alla Liberazione di Sarteano, il Comune di Sarteano ha voluto testimoniare la propria attenzione al tema della memoria”.

Nessun commento su Dino Faleri a Fontevetriana, il partigiano racconta la Liberazione

Sarteano: Tutti in piazza per la Liberazione

Consiglio comunale straordinario a Sarteano. A settant’anni dal 24 giugno 1944, suoni, immagini, testimonianze SARTEANO – A settanta anni esatti dalla liberazione di Sarteano, avvenuta il 24 giugno dell1944, il…

Consiglio comunale straordinario a Sarteano. A settant’anni dal 24 giugno 1944, suoni, immagini, testimonianze

SARTEANO – A settanta anni esatti dalla liberazione di Sarteano, avvenuta il 24 giugno dell1944, il consiglio comunale si è riunito, in serata, nella piazza principale del paese, subito ribattezzata nel dopoguerra con questa data fatidica.

“Siamo qui, con orgoglio commozione, a ricordare questo importante evento e i suoi protagonisti – ha esordito il sindaco Francesco Landi davanti a un folto pubblico, prima di ribadire – il valore prezioso delle istituzioni democratiche, come questo consiglio comunale, che sono state conquistate con il sacrificio, spesso estremo, di donne e di uomini che lottarono per quei valori di democrazia e di libertà oggi sanciti nella nostra Costituzione”.

La riconoscenza e il ricordo hanno assunto così, proprio nella piazza 24 giugno, un valore ancora più simbolico.

“Sono sentimenti – ha aggiunto il sindaco – che ci legano a tutti quei sarteanesi che combatterono nella guerra di Liberazione, e a tutti i martiri, caduti per darci il diritto di scegliere attraverso il voto da chi essere amministrati, la libertà, la democrazia, l’uguaglianza davanti alla legge.

Nel corso della seduta è stato votato un ordine del giorno, all’unanimità, per riaffermare i valori della lotta al nazifascismo e contro ogni forma di revisionismo storico. Si sono ascoltate le note immortali di “Bella ciao” e le parole di “Cronaca di un eccidio”, brano tratto dal diario dell’allora parroco di Castiglioncello del Trinoro: il resoconto dei tragici eventi accaduti nella frazione.

Nell’occasione è stato presentato film documentario di circa 30 minuti, realizzato dall’Anpi e dall’Associazione Triora di Chiusi, con la regia Gianluigi Marrati, per conto dell’Unione dei comuni della Val di Chiana. Un lavoro che contiene le testimoniane dei partigiani che operarono nel sud della provincia di Siena in quegli anni, con le musiche di Nicola Piovani.

“Si tratta di una testimonianza cruda, dura, a tratti straziante di quegli eventi – osserva ancora Landi – che serve a ricordare da dove veniamo, per apprezzare ciò che oggi diamo per scontato forse con troppa facilità”.

La seduta-evento è stata possibile grazie al lavoro de Silvia De Bellis, di Mauro Sini e della nuova accademia degli Arrischianti.

Nessun commento su Sarteano: Tutti in piazza per la Liberazione

Sarteano: inaugurata la nuova aula di informatica

Sarteano inaugura la nuova aula di informatica alla scuola secondaria: la sinergia tra pubblico e privato ha consentito di raggiungere il risultato La scuola secondaria di primo grado Emanuele Repetti…

Sarteano inaugura la nuova aula di informatica alla scuola secondaria: la sinergia tra pubblico e privato ha consentito di raggiungere il risultato

La scuola secondaria di primo grado Emanuele Repetti di Sarteano ha una nuova aula informatica, appena inaugurata. Comprende venti postazioni che, dal prossimo settembre, potranno essere utilizzate degli studenti. A tagliare il nastro sono stati il sindaco Francesco Landi, il vice Mauro Crociani e l’assessore all’istruzione Luisa Gandini. Con loro, Donatella Patanè, Cinzia Venturini e Sara Francavila del Comitato dei genitori di Sarteano, Gianpietro Cocco e Maria Letizia Ceccuzzi, rispettivamente responsabile Centro enti Chiusi e direttrice della filiale di Banca Monte dei Paschi di Siena, il fiduciario della scuola media Mario Marrocchi e ovviamente, il sindaco delle ragazze e dei ragazzi di Sarteano, Niccolò Tistarelli.

L’aula è stata realizzata grazie alla collaborazione tra il Comune e l’Istituto scolastico comprensivo del Cetona, e a un contributo della Regione Toscana. Persino i consiglieri comunali di Centrosinistra per Sarteano hanno sostenuto l’operazione, utilizzando allo scopo i loro gettoni di presenza del 2013. Inoltre, Banca Monte dei Paschi, su richiesta del comitato genitori, ha donato per mezzo della filiale di Sarteano le postazioni informatiche necessarie, dismesse, ma ancora perfettamente funzionanti. “Un’importante lezione anche per quanto riguarda il tema del riuso”, dicono i genitori, che si sono fatti carico dell’installazione dei software attraverso il tecnico Stefano Romagnoli.

Tutto è nato nei mesi scorsi, quando alcuni insegnanti si erano attivati per partecipare al bando della Regione Toscana “classi 2.0” per la fornitura di materiale informatico. A questi computer si sommavano quelli donati da Banca Monte dei Paschi. Per l’allestimento dell’aula invece, ha provveduto il Comune di Sarteano con il proprio bilancio.

“Lavorando insieme, si danno risposte alla comunità – afferma il sindaco Francesco Landi – superando i limiti di spesa ai quali sono sottoposti gli enti locali. L’aula di informatica era una delle richieste più sentite, e ci era stata posta fin dalla prima seduta del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi”. A dimostrazione dello spirito unitario, basti segnalare che i cavi e la componentistica per l’aula sono stati acquistati con le poche centinaia di euro dei gettoni di presenza dei consiglieri di maggioranza.

“Abbiamo accolto con piacere la richiesta dei genitori – commenta Gianpietro Cocco, responsabile Centro enti Chiusi di Banca Monte dei Paschi – per un contributo a sostegno degli studenti della scuola Emanuele Repetti. Banca Monte dei Paschi è da sempre vicina a questa comunità e sensibile ai bisogni dei più giovani, per favorire l’istruzione e la formazione. I ragazzi sono il nostro futuro, dobbiamo supportarli e incoraggiarli nel loro percorso di crescita professionale e umana”. L’inaugurazione, mercoledì scorso, si è conclusa con una visita classe per classe durante la quale il sindaco Landi ha augurato buone vacanze agli studenti.

Nessun commento su Sarteano: inaugurata la nuova aula di informatica

Sarteano: consegnata la Costituzione a tutti i neo-maggiorenni

“Di sana e robusta Costituzione”: Domenica 1 giugno al teatro degli Arrischianti di Sarteano è stata consegnata la Costituzione a tutti i neo-maggiorenni. In occasione poi della festa della Repubblicata…

“Di sana e robusta Costituzione”: Domenica 1 giugno al teatro degli Arrischianti di Sarteano è stata consegnata la Costituzione a tutti i neo-maggiorenni. In occasione poi della festa della Repubblicata si è svolta il concerto della Filarmonica.

E’ stata una Festa della Repubblica dal sapore tutto particolare per i diciottenni di Sarteano. Domenica 1 giugno, alle 21, presso il Teatro delgli Arrischianti, hanno ricevuto una copia della Costituzione dal Sindaco Francesco Landi. L’appuntamento battezzato “di sana e robusta Costituzione” è organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con la locale sezione Anpi. Si è svolto nel contesto del tradizionale concerto della Filarmonica dedicato ai festeggiamenti per la nascita della Repubblica.

“L’ iniziativa, ripetuta dopo il successo della scorso anno – dice il Sindaco Landi – è animata dalla volontà di questa amministrazione di far affezionare le giovani generazioni alla struttura e alle regole democratiche del Paese. I nuovi maggiorenni devono comprenderé che i loro comportamenti, per esempio scegliere di partecipare oppure no alle elezioni, non è indifferente. La forma repubblicana funziona se esistono cittadini consapevoli del loro peso specifico all’interno del contesto democratico in cui vivono.”

“I principi genarali della Costituzione – continua Mirco Del Buono, presidente della locale sezione Anpi – rappresentano il frutto più maturo dei valori di uguaglianza e giustizia sociale che hanno animato la Resistenza. Le nuove generazioni devono capire che c’è bisogno della loro partecipazione attiva per ridurre lo scarto tra i principi costituzionali e la loro applicazione pratica”.

Questa celebrazione rientra nel fitto calendario di eventi previsto per i 70 anni della Liberazione di Sarteano dall’occupazione nazi-fascista.

I prossimi appuntamenti saranno due trekking: le “passeggiate resistenti”, in progamma il 15 e il 29 giugno. Partenza alle 9 da piazza XXIV giugno e arrivo, rispettivamente, a Castiglioncello del Trinore e Fontevetriana.

Nessun commento su Sarteano: consegnata la Costituzione a tutti i neo-maggiorenni

Sarteano: priorità a lavoro, sociale e cultura

Il bilancio di previsione del Comune di Sarteano, appena approvato, guarda con attenzione al mondo del lavoro, a misure di impulso per chi apre nuove attività, alla tutela delle fasce…

Il bilancio di previsione del Comune di Sarteano, appena approvato, guarda con attenzione al mondo del lavoro, a misure di impulso per chi apre nuove attività, alla tutela delle fasce deboli e al potenziamento dei servizi sociali e culturali, come l’asilo nido, il castello e la biblioteca comunale. L’amministrazione di centrosinistra, guidata da Francesco Landi ha concentrato circa 30 mila euro provenienti da risparmi al funzionamento della macchina comunale, per mettere a punto misure di impulso per l’economia locale. Circa 30 mila euro di contributi, a fondo perduto, per chi ristruttura abitazioni o apre nuove attività economiche. Nelle prossime settimane verranno dettagliate e regolamentate altre misure di impulso economico.

Determinante per lo sviluppo economico di Sarteano, ha ricordato il sindaco Landi, sarà l’ambizioso programma di opere pubbliche, che potrebbe portare oltre 4 milioni di investimenti sul territorio, in parte grazie al bilancio comunale, per la maggiora parte grazie alla capacità di attrarre finanziamenti esterni attraverso Unione europea, fondi ministeriali, Regione Toscana e Unione dei Comuni.

“Tutela del lavoro e misure di impulso da una parte, attenzione a cultura, turismo e sociale dall’altra: sono queste le due direttive che abbiamo seguito per il bilancio 2014 – afferma Landi – il comune di Sarteano vuol fare la sua parte per riattivare economia”.

A Sarteano la nuova tassa “Tasi” sulle attività economiche su locali di proprietà, non viene applicata. Rimane l’Imu, ma a livelli minimi: l’8 per mille.  Torna la tassazione sulle prima case, che il comune ha scelto di mettere al 2,5 per mille, minimo indispensabile per colmare i mancati trasferimenti statali avuti invece nel 2013.  Anche sulla nuova Tari (imposta sui rifiuti), il Comune mantiene attenzione alle aziende, con la conferma di alcune agevolazioni (-30% per aziende che smaltiscono rifiuti speciali e -60% per attività stagionali) e per alcune categorie (-15% per monofamiglie con reddito Isee inferiore a 12mila euro). La novità sono alcuni miglioramenti nelle agevolazioni, rispetto al passato: -20% per nuclei con più di due figli con tetto Isee che si alza da 14 mila euro a 18mila annui; e nuova agevolazione per le famiglie con portatori di handicap a carico (-20% con Isee inferiore a 12mila euro).

Da sottolineare, inoltre, l’esenzione totale (confermata) dell’addizionale Irpef comunale fino a 10mila euro di reddito, introdotta lo scorso anno dall’amministrazione Landi: in questo modo vengono tutelati i pensionati con la minima, lavoratori precari o stagionali. Sopra questa soglia, sono previsti quattro scaglioni di reddito a fasce progressive. Il fondo per l’emergenza sociale nel bilancio è stato raddoppiato (da 7 a 13mila euro); si confermano i servizi alla persona senza aumenti (assistenza domiciliare, pulmino scolastico, mensa, pasti a domicilio per anziani); continua il contributo affitti per soggetti in difficoltà. Nella casa di risposo comunale le rette rimangono invariate, e rimangono le più economiche della Val di Chiana.

Migliorano anche i servizi dell’asilo nido.

“Abbiamo dato – sottolinea Landi – un segnale alle famiglie dimezzando il costo di ogni pasto, passando da 4,20 euro a 2,20 euro, pur mantenendo la stessa qualità, mentre gli orari di apertura aumentano, senza costi aggiuntivi per i cittadini. Anzi, è prevista una rimodulazione delle tariffe, per garantire più equità”.

Ma Sarteano ha bisogno anche di cultura: in bilancio 20mila euro per potenziare l’apertura e animare la Biblioteca comunale, rimanendo nel circuito della Rete documentaria senese. Si amplia anche l’apertura del castello (del 25%) e dell’ufficio turistico, con l’ulteriore servizio della reperibilità telefonica. In questo quadro, il valore aggiunto è dato dal progetto Sarteano Living, che prevede un ulteriore stadio di avanzamento, con significativi risultati previsti.

Commenti disabilitati su Sarteano: priorità a lavoro, sociale e cultura

Sarteano: il bilancio comunale guarda allo sviluppo economico e sociale

Nel bilancio del Comune di Sarteano ci sono 30mila euro di contributi a fondo perduto per chi ristruttura abitazioni o apre nuove attività economiche. Ovvero, fino a 1.500 euro per…

Nel bilancio del Comune di Sarteano ci sono 30mila euro di contributi a fondo perduto per chi ristruttura abitazioni o apre nuove attività economiche. Ovvero, fino a 1.500 euro per interventi di riqualificazione e 3.000 euro per chi apre nuove attività nel centro storico (metà nel 2014, metà nel 2015). Analogo contributo, ma per una cifra inferiore (2.000 euro) per le attività che saranno aperte al di fuori delle mura. Lo ha annunciato il sindaco Francesco Landi nel corso di una presentazione pubblica, nei giorni scorsi, in una sala gremita di cittadini.

Il segnale verso una riqualificazione del tessuto urbano e dell’economia è significativo, con misure di impulso e di sostegno all’economia, dando incentivi e tagliando tasse.

“’L’attenzione – afferma Landi – verso le categorie produttive è al massimo delle possibilità. Da ulteriori risparmi e tagli sul nostro bilancio abbiamo trovato risorse per dare impulso a chi vuole investire o fare dei lavori di manutenzione alla propria casa. Con lo stesso principio, riduciamo le imposte. La nuova Tasi sulle attività economiche non verrà applicata. Rimane l’Imu, ma  al minimo consentito dalla legge: l’8 per mille”.

A ciò si somma la deducibilità del 20% sugli immobili strumentali delle attività di impresa, e l’esenzione delle aziende agricole da Tasi e Imu.  Anche sulla nuova Tari, l’imposta sui rifiuti che continuerà a gravare su cittadini e imprese, il Comune mantiene attenzione alle aziende, con la conferma di alcune agevolazioni (meno 30% per aziende che smaltiscono rifiuti speciali in maniera alternativa e meo 60% per attività stagionali come quelle turistiche). Sempre sulla nuova Tari, per i nuclei familiari rimangono agevolazioni per alcune categorie (meno 15% per monofamiglie con reddito Isee inferiore a 12mila euro e – 60% nelle zone non servite). La novità sono alcuni miglioramenti nelle agevolazioni, rispetto al passato: -20% per nuclei con più di due figli con tetto Isee che si alza da 14 mila euro a 18mila annui; e nuova agevolazione per le famiglie con portatori di handicap a carico (-20% con Isee inferiore a 12mila euro).

Viene confermata, inoltre, l’esenzione totale dell’addizionale Irpef comunale fino a 10mila euro di reddito, introdotta lo scorso anno dall’amministrazione comunale: in questo modo vengono tutelati i pensionati con la minima, lavoratori precari o stagionali. Sopra questa soglia sono previsti quattro scaglioni di reddito a fasce progressive. “Il ragionamento à semplice – chiosa Landi – chi ha di più contribuisce di più alla propria comunità, e chi è in difficoltà da noi non paga”.

Determinante per lo sviluppo economico di Sarteano sarà il programma di opere pubbliche, attivato a partire dal 2014, e che potrebbe portare oltre 4milioni di investimenti sul territorio (grazie al bilancio comunale, per e alla capacità di attrarre finanziamenti esterni attraverso Unione Europea, fondi ministeriali, Regione Toscana e Unione dei Comuni). Intanto in consiglio comunale è stato appena approvato il bilancio consuntivo 2013, mentre il bilancio previsionale 2014 sarà approvato nei prossimi giorni.

Nessun commento su Sarteano: il bilancio comunale guarda allo sviluppo economico e sociale

Sarteano guarda allo sviluppo economico e sociale

“Trentamila euro di contributi a fondo perduto per chi ristruttura abitazioni o apre nuove attività economiche, questa una della voci in bilancio del Comune di Sarteano. Fino 1.500 euro per…

“Trentamila euro di contributi a fondo perduto per chi ristruttura abitazioni o apre nuove attività economiche, questa una della voci in bilancio del Comune di Sarteano. Fino 1.500 euro per interventi di riqualificazione e tremila euro per chi apre nuove attività nel centro storico (metà nel 2014, metà nel 2015). Analogo contributo, ma per una cifra inferiore (duemila euro) per le attività che saranno aperte al di fuori delle mura”.

Lo ha annunciato il sindaco Francesco Landi alla presentazione pubblica, in una sala gremita di cittadini.

«L’attenzione – afferma Landi – verso le categorie produttive è al massimo delle possibilità. Da ulteriori risparmi e tagli sul nostro bilancio abbiamo trovato risorse per dare impulso a chi vuole investire o fare dei lavori di manutenzione alla propria casa. Con lo stesso principio, riduciamo le imposte. La nuova Tasi sulle attività economiche non verrà applicata. Rimane l’Imu, ma al minimo consentito dalla legge: l’otto per mille».

A ciò si somma la deducibilità del 20% sugli immobili strumentali delle attività di impresa, e l’esenzione delle aziende agricole da Tasi e Imu. Anche sulla nuova Tari, l’imposta sui rifiuti che continuerà a gravare su cittadini e imprese, il comune mantiene attenzione alle aziende, con la conferma di alcune agevolazioni (meno 30% per aziende che smaltiscono rifiuti speciali in maniera alternativa e meno 60% per attività stagionali come quelle turistiche). Sempre sulla nuova Tari, per i nuclei familiari rimangono agevolazioni per alcune categorie (meno 15% per monofamiglie con reddito Isee inferiore a 12 mila euro e – 60% nelle zone non servite). La novità sono alcuni miglioramenti nelle agevolazioni, rispetto al passato: -20% per nuclei con più di due figli con tetto Isee che si alza da 14 mila euro a 18 mila annui; e nuova agevolazione per le famiglie con portatori di handicap a carico (-20% con Isee inferiore a 12 mila euro).

Viene confermata, inoltre, l’esenzione totale dell’addizionale Irpef comunale fino a 10 mila euro di reddito, introdotta lo scorso anno dall’Amministrazione comunale: in questo modo vengono tutelati i pensionati con la minima, lavoratori precari o stagionali. Sopra questa soglia sono previsti quattro scaglioni di reddito a fasce progressive.

«Il ragionamento à semplice – chiosa Landi – chi ha di più contribuisce di più alla propria comunità, e chi è in difficoltà da noi non paga».

Nessun commento su Sarteano guarda allo sviluppo economico e sociale

Sarteano: bilancio di previsione ”concertato”

Il bilancio di previsione 2014 del Comune di Sarteano sarà presentato ai cittadini mercoledì 23 aprile nella sala mostre (ore 21,15). Sarà l’occasione per annunciare maggiori risorse per il sociale,…

Il bilancio di previsione 2014 del Comune di Sarteano sarà presentato ai cittadini mercoledì 23 aprile nella sala mostre (ore 21,15). Sarà l’occasione per annunciare maggiori risorse per il sociale, incentivi per il lavoro e un piano importante di investimenti. Queste, in sintesi, le linee guida di un bilancio che è già stato oggetto di una concertazione tra gli amministratori pubblici sarteanesi, a partire dal sindaco Francesco Landi e dall’assessore al bilancio Daniela Nardi, le associazioni di categoria e i sindacati.

I soggetti economici e sociali hanno potuto apprezzare lo sforzo del Comune di Sarteano che, anche quest’anno, intende gravare il meno possibile sui cittadini, e che prevede alcune misure per tutelare e incentivare il lavoro. Si preannunciano, inoltre, novità sia sui servizi che offre il Comune, che nella parte di investimenti e opere pubbliche. A questo proposito ci saranno interventi per il decoro urbano, l’ambiente, la riqualificazione del centro storico.

“Nonostante il momento difficile – sostiene il sindaco Landi – il bilancio del Comune di Sarteano è sano e ci consente di sostenere lo sviluppo economico e sociale, investimenti sui servizi e le infrastrutture. Ulteriori tagli alle spese della macchina comunale ci metteranno in condizione di dare incentivi per chi investe a Sarteano. Sul sociale, raddoppiamo il fondo di emergenza e confermiamo l’esenzione totale dell’Irpef, così come introdotta lo scorso anno, per i redditi sotto i 10mila euro. Purtroppo per i cittadini, come prevede l’introduzione della Tasi a livello nazionale, il Comune è obbligato a tassare la prima casa. Faremo il possibile – conclude il sindaco – per tenere questa tassa al minimo e, in generale, per tutelare il lavoro”.

Nessun commento su Sarteano: bilancio di previsione ”concertato”

Durante la Pasqua, al via i lavori alle scuole primarie di Sarteano

Sono appena partiti, in concomitanza con le vacanze di Pasqua, i primi avori di rinforzo statico all’edificio delle scuole primarie di Sarteano, secondo un programma che proseguirà in estate. Questo…

Sono appena partiti, in concomitanza con le vacanze di Pasqua, i primi avori di rinforzo statico all’edificio delle scuole primarie di Sarteano, secondo un programma che proseguirà in estate. Questo il piano messo a punto dal Comune insieme al dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Cetona, Sarteano e San Casciano dei Bagni, Salvatore Di Costanzo, appena presentato a insegnanti e genitori del Consiglio d’istituto in una riunione convocata dal sindaco Francesco Landi.

Il Comune di Sarteano nei mesi scorsi ha effettuato delle indagini sugli edifici scolastici, avvalendosi di professionisti esterni, per verificarne la sicurezza sia dal punto di vista statico che antisismico. Gli esiti sono stati rassicuranti. L’unico intervento suggerito dallo studio riguarda un aspetto statico dell’edificio delle scuole elementari: consiste in un pilastro rompitratta su ognuna delle finestre centrali delle aule poste al piano terra.

“Investire sulle scuole rappresenta una delle nostre priorità per il 2014, sulla sicurezza dei bambini non si scherza – afferma il sindaco Francesco Landi – questo è un primo intervento necessario, che vogliamo gestire senza interrompere l’attività didattica. In estate partiranno altri lavori alle elementari, ma sono già in cantiere altri lavori di manutenzione alle scuole medie e materne nei prossimi mesi. Sulla sicurezza e la funzionalità degli edifici scolastici vogliamo essere scrupolosi fino in fondo, nonostante i vincoli stringenti del patto di stabilità”.

Per garantire la sicurezza dei bambini e del personale delle scuole e, allo stesso tempo, per non creare disagio all’attività educativa, il Comune ha fatto partire il lavoro di rinforzo a carattere provvisorio dal 17 al 21 di aprile. Per meglio spiegare ancor meglio i risultati degli studi effettuati e per dare le giuste informazioni ad insegnati, genitori e a tutti gli interessati, è stato convocato un incontro presso l’edificio delle scuole elementari in cui sono stati illustrati gli interventi. Oltre al sindaco Francesco Landi, erano presenti gli assessori Mauro Crociani (lavori pubblici) Luisa Gandini (istruzione), il responsabile di patrimonio e opere pubbliche Claudia Frangiosa e il responsabile servizio Istruzione Francesca Mazzetti. Per la massima condivisione, il sindaco Landi ha invitato anche una rappresentanza del comitato dei genitori.

Nessun commento su Durante la Pasqua, al via i lavori alle scuole primarie di Sarteano

Abbattute le barriere architettoniche al Teatro degli Arrischianti

Da qualche giorno il magnifico Teatro degli Arrischianti è accessibile anche per i diversamente abili e per le persone a mobilità ridotta, grazie all’intervento portato a termine dal Comune di…

Da qualche giorno il magnifico Teatro degli Arrischianti è accessibile anche per i diversamente abili e per le persone a mobilità ridotta, grazie all’intervento portato a termine dal Comune di Sarteano, con il contributo della Regione Toscana.

“Era un impegno che ci eravamo presi in campagna elettorale e siamo soddisfatti di averlo mantenuto – afferma Francesco Landi, sindaco di Sarteano – garantire l’accessibilità al nostro magnifico Teatro degli Arrischianti, e presto rinnovare il montascale al Museo, sono gesti di civiltà importanti. La qualità della vita che vogliamo garantire a Sarteano passa anche da questi interventi. Tutti i cittadini devono sentirsi uguali e devono poter usufruire delle nostre bellezze storiche e godere della vivacità artistica di Sarteano. Anche se spesso non è facile adeguare palazzi storici realizzati secoli fa, è un lavoro che vogliamo portare avanti con gradualità e costanza anche nei prossimi anni”.

Il Teatro Comunale degli Arrischianti, si trova in Piazza XXIV Giugno, nel Centro storico di Sarteano. Gestito dalla Nuova Accademia degli Arrischianti, vede nel corso di tutto l’anno svariate manifestazioni di tipo teatrale, culturale, sociale, politico, scolastico, persino celebrazione di matrimoni. Si tratta di un luogo molto frequentato dalla cittadinanza, nonché dei numerosi turisti che annualmente visitano la cittadina.

carrozzina teatro2La particolare conformazione del piccolo teatro, realizzato a fine del seicento, ha sempre reso difficile garantire la completa accessibilità a tutte le funzioni presenti nel teatro, a causa delle peculiarità strutturali dello stesso, dei dislivelli presenti tra i piani su cui sono collocate le varie funzioni del Teatro (biglietteria, bar, bagno, platea e guardaroba).

Adesso, con l’acquisto di un apposito montascale mobile, finanziato con un contributo del 50% della Regione Toscana, sarà possibile accedere a tutte le aree del teatro. Il Comune di Sarteano, infatti, ha partecipato a fine 2013 ad un bando regionale per cofinanziare interventi di abbattimento delle barriere architettoniche. Oltre all’acquisto della piattaforma mobile al Teatro degli Arrischianti, verrà presto realizzata una nuovo montascale presso il Museo civico Archeologico, altro gioiello della cittadina medievale.

Nessun commento su Abbattute le barriere architettoniche al Teatro degli Arrischianti

Il castello di Sarteano al buio per “M’illumino di meno”

Nessuna paura se nella serata San Valentino i sarteanesi non vedranno, come sempre, il castello illuminato. Si tratta della scelta del Comune di Sarteano di aderire a “M’illumino di meno”,…

Nessuna paura se nella serata San Valentino i sarteanesi non vedranno, come sempre, il castello illuminato. Si tratta della scelta del Comune di Sarteano di aderire a “M’illumino di meno”, la giornata di silenzio energetico promosso dal programma radiofonico di Radio2 Caterpillar. Per questo, in nome della sostenibilità energetica, non verranno accese per l’intera serata di venerdì 14 febbraio, le luci del monumento simbolo della cittadina.

“Anche quest’anno aderiamo a quello che è sicuramente un gesto simbolico – afferma il sindaco Francesco Landi – ma che rappresenta un momento importante per ricordarci ad utilizzare con più responsabilità e maggiore consapevolezza le risorse energetiche che abbiamo a disposizione. Questa iniziativa serve a ricordarci che le politiche ambientali partono dai singoli comportamenti dei cittadini”.

La campagna di sensibilizzazione è la celebre M’illumino di meno, giornata del risparmio energetico lanciata da Caterpillar, con tantissimi sostenitori, da singoli cittadini a varie istituzioni, tutti decisi ad adottare comportamenti virtuosi in tema ambientale e a “scendere in campo” per un futuro più illuminato, all’insegna della razionalizzazione dei consumi energetici.

Dopo la stesura dell’Agendina Verde, in collaborazione con le menti più brillanti della ricerca ambientale, Caterpillar continua così la propria “campagna elettorale” per gestire in modo oculato le energie del paese con la diffusione di slogan, locandine e simbolo di M’illumino di meno. Nel frattempo, tutti gli ascoltatori sono invitati a coniare slogan che condensino l’ormai celebre decalogo di M’illumino di meno: “Yes we spegn”, “Il contatore è mio e me lo gestisco io”, “Rottama lo spreco” o “Liberté, égalité, risparmieté”.

Nessun commento su Il castello di Sarteano al buio per “M’illumino di meno”

A Sarteano, giornata dedicata alle aziende e alla ricerca di lavoro

Orientamento, tecniche per la ricerca attiva, incontro domanda-offerta, tirocini, formazione: sono questi alcuni dei temi che saranno trattati giovedì 13 febbraio a Sarteano, presso la sala mostre, in due incontri…

Orientamento, tecniche per la ricerca attiva, incontro domanda-offerta, tirocini, formazione: sono questi alcuni dei temi che saranno trattati giovedì 13 febbraio a Sarteano, presso la sala mostre, in due incontri pubblici sul tema del lavoro e dell’occupazione. Un approccio concreto, che vedrà protagonisti oltre all’amministrazione comunale e alla Provincia di Siena, il Centro per l’Impiego Zona Valdichiana che presenterà le proprie offerte di servizi sia per le aziende che per i disoccupati.

In un momento di crisi senza precedente va fatto ogni sforzo per dare una mano a chi è in difficoltà, per rientrare nel mercato del lavoro – afferma Francesco Landi, sindaco di Sarteano -, per questo abbiamo coinvolto i professionisti che ci illustrano i servizi già attivi, e le opportunità per aziende o inoccupati. Saranno illustrati gli strumenti di aiuto che ci sono, suggeriti percorsi di formazione e ricordate tutte le possibilità presenti in Valdichiana, per dare un contributo concreto a chi è in cerca di una nuova occupazione. La mattina è rivolto a chi cerca lavoro, il pomeriggio alle aziende, o agli studi professionali, in cerca di personale qualificato”.

Alle 10.30 l’incontro pubblico sarà su “I servizi pubblici a sostegno dei disoccupati”, direttamente dedicato a chi cerca lavoro. Oltre alla presenza del sindaco Francesco Landi, e dell’assessore Daniela Nardi, interverranno gli esperti del Centro Impiego per illustrare le opportunità e rispondere alla domande dei partecipanti. Verrà fatta una panoramica dei servizi territoriali di supporto all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro. Si parlerà dello Sportello Giovani attivo nei Centri per l’Impiego, le opportunità formative e di lavoro; ed infine delle richieste delle aziende, le tipologie di contratto e gli incentivi all’assunzione.

Alle 15.00 sono invitate le aziende, gli studi professionali, le associazioni datoriali, per parlare de “I servizi pubblici a sostegno delle aziende per il lavoro”. Interverrà Simonetta Pellegrini, Assessore Provinciale a formazione professionale e lavoro. Gli interventi degli esperti del Centro per l’Impiego tratteranno la panoramica dei servizi territoriali di supporto alle imprese in funzione dell’occupazione; i nuovi servizi dello Sportello grandi imprese e alte professionalità. Oltre che i servizi di preselezione, marketing e consulenza alle imprese, e gli incentivi per le aziende all’occupazione.

Il Comune di Sarteano – commenta Daniela Nardi, assessore alla formazione professionale – intende rafforzare, già da questa prima occasione, la propria collaborazione con il Centro per l’Impiego Zona Valdichiana per consentire ai nostri concittadini di conoscere meglio le opportunità che si possono aprire in questo momento difficile”.

Alla giornata di incontri parteciperanno: Marcella Giglioni, Responsabile del Centro Impiego Valdichiana; Monica Becattelli, Coordinatrice dei Centri Impiego della Provincia di Siena; e Daniele Terenzi, Consulente Servizio Preselezione e marketing del Centro Impiego.

Nessun commento su A Sarteano, giornata dedicata alle aziende e alla ricerca di lavoro

Type on the field below and hit Enter/Return to search