Otto progetti innovativi, otto promettenti idee di business pronte a entrare sul mercato con nuove soluzioni, servizi e tecnologie. Sono i vincitori della seconda fase dell’edizione 2013 del bando “Terre di Siena Creative”, promosso dalla Provincia di Siena in collaborazione con Apea, Camera di Commercio e il contributo di ChiantiBanca. Offrire nuovi modi di risolvere e affrontare bisogni emergenti, portare innovazione nei settori tradizionali, proporre tecnologie e soluzioni applicate ad ambiti quali la medicina, il turismo, la cultura e il sociale: questi, in sintesi, gli obiettivi a cui si sono ispirati gli otto team vincitori che questa mattina, lunedì 10 febbraio, hanno presentato i progetti presso il Palazzo della Provincia.

I numeri. Al bando, destinato a idee proposte da under 40, avevano risposto in 74. Tutti gli ammessi hanno partecipato al corso di formazione #traintostart, 20 progetti selezionati hanno potuto usufruire dell’assistenza one to one, mentre per tutti, compresi gli esclusi, è stato assicurato un percorso di affiancamento, networking, condivisione e collaborazione. Complessivamente, i progetti ricevuti attraverso i bandi (2012 e 2013, prima e secondo fase) sono 165; circa 500 i creativi coinvolti; circa 700 i contatti con aspiranti imprenditori; 24 i progetti premiati; 14 le imprese già costituite e operative in provincia di Siena, per un totale di 48 persone coinvolte; 10 imprese in fase di costituzione e 8 nuovi progetti vincitori sul nuovo bando in scadenze il 17 febbraio.

I progetti vincitori. Sul podio il progetto PanSpeech presentato da Massimiliano Coviello, che si è assicurato 32 mila euro per l’implementazione di una versione avanzata della piattaforma di social networking, già attiva, per la produzione partecipata di conoscenza e la valorizzazione di saperi e competenze. Bastata sul modello del crowdsourcing, la nuova versione mira a proporre progetti e lanciare challenge e diventare una porta di accesso al lavoro in cui la ricerca possa rispondere ai bisogni sociali e produrre innovazione. PanSpeech nasce all’interno dell’Università di Siena, grazie alle esperienze di un gruppo di ricercatori e dottori di ricerca nell’ambito delle scienze umane e sociali, esperti di informatica e progettazione europea. Secondo classificato il progetto di produzione di dispositivi medici e di protezione su misura proposto dal team composto da Nicola Giardini, Alessandro Sorri e Federco Papi. Per lo start up di Swap! i tre giovani ingegneri che si propongono di realizzare protesi e tutori in vari materiali sfruttando le tecnologie del laser scanner e della stampa 3D, avranno a disposizione 26 mila euro.

Si chiama Strade Maestre il progetto presentato da Lorenzo Ceccherini con l’obiettivo di portare nella distribuzione on line globale le produzioni toscane e italiane ad alto valore aggiunto, tipicità e prevalenza di artigianalità. Per sviluppare un department store online multilingua il terzo classificato potrà contare su 21 mila euro. Quarta classificata la Cittadella cultura, un innovativo spazio-contenitore che verrà realizzato nel centro di Siena nel quale andranno a convivere esperienze enogastronomiche, artistiche, culturali e di comunicazione digitale promosso da un gruppo di giovani imprenditori in diversi settori. Il progetto, presentato questa mattina da Ernesto Alaimo, Andrea Spinelli e Diego Giachetti, prevede l’organizzazione di più eventi, anche diversi, nello stesso giorno e nello stesso luogo con la collaborazione di tutte le realtà cittadine interessate (imprenditoriali, associative ed artistiche) e un significativo supporto di comunicazione. Per lo start up di impresa avranno a disposizione 17 mila euro.

Si è piazzato in quinta posizione, con 14 mila euro di premio, la Fattoria sociale La Mattonaia di Riccardo Panelli. Promozione e innovazione sociale attraverso le attività rurali sono le parole chiave di un progetto di cooperativa sociale che include inserimento lavorativo di soggetti con svantaggio economico e o sociale, progetti educativi con le scuole, agricamping, apicoltura e terapie riabilitative con animali. Diecimila euro andranno a sostenere anche il sesto, settimo e ottavo progetto in graduatoria: la start up di impresa di Bandshare, la piattaforma web in chiave social di condivisione di skills e creatività per la co-creazione e co-produzione di progetti musicali, presentata da Francesco Poggianti, Maso Ricci e Marco Consumi; Horse & Design, illustrato da David Dall’Orso e Maria Vittoria Gozio, che si propone di aprire uno studio di lavorazione e sperimentazione della tecnica di fusione del policarbonato e collaborare con realtà dell’artigianato e del terziario avanzato senese; Siena Suits You, presentato da Elisa Romei, pensato per dare al viaggiatore la possibilità di comporre ogni minima parte del suo soggiorno a Siena, con un’unica interazione, su un unico portale.

“Terre di Siena Creative – ha commentato l’assessore alle attività produttive della Provincia di Siena, Tiziano Scarpelli – si conferma un progetto di successo. La migliore conferma ce la danno i numeri: complessivamente i due bandi hanno coinvolto, dal 2012 a oggi, circa 500 giovani under 40 e stimolato la creazione di 165 progetti e circa 700 contatti con aspiranti imprenditori. Le start up operative oggi sono 14, con la prospettiva di superare le 35 unità entro giugno 2014”.

“Per la Provincia significa aver centrato un grande risultato – ha chiosato il presidente Simone Bezzini – che premia l’impegno di tutti i soggetti promotori, a partire società in house Apea che ha accompagnato passo dopo passo il percorso, e che sta contribuendo a creare una cultura d’impresa più aperta e collaborativa, che valorizza il saper fare e le vocazioni territoriali attraverso le nuove opportunità offerte dalla tecnologia”.

“I risultati ottenuti dal bando Terre di Siena Creative – ha aggiunto il Presidente di Apea, Alessandro Fabbrini – confermano la buona azione della Provincia di Siena a sostegno di nuove imprese sul territorio e al fianco della creatività. In un momento così difficile per tutta l’Italia questo progetto ha dato speranza e gambe a tante idee che sono potute diventare vere e proprie imprese. Come Apea abbiamo cercato di dare il nostro contributo, mettendo tutte le conoscenze e le professionalità del nostro staff al servizio dei giovani creativi. Adesso l’obiettivo è di fare del Terre di Siena Creative una rete di idee e opportunità che porti valore aggiunto al nostro territorio”

“Mi preme esprimere soddisfazione, soprattutto in questa fase di crisi economica, per il successo riscontrato, in questi anni, dai bandi Terre di Siena Creative – dichiara il presidente della Camera di Commercio di Siena Massimo Guasconi – Si è registrata una dinamicità da parte dei nostri giovani del territorio quale segnale positivo che incoraggia noi amministratori a proseguire nella direzione della valorizzazione delle nuove generazioni. Il progetto Terre di Siena Creative è sostenuto anche dalle Associazioni Economiche di Categoria, soggetti che svolgono un ruolo importante per l’economia del nostro territorio. Infine, vorrei segnalare la sensibilità dimostrata dalla Provincia di Siena, da Apea e da ChiantiBanca per questa progettualità a sostegno all’economia provinciale”.

terredisiena

Collaborazione e promozione sono due parole chiave per ChiantiBanca Credito Cooperativo che, dice il presidente Claudio Corsi, considera essenziale la partecipazione e la condivisione delle sue azioni con i soci e gli stakeholders.

“Questi aspetti integrano la generale strategia di ChiantiBanca che privilegia il sostegno dell’economica locale; promuove l’accesso al credito; contribuisce ad aumentare le opportunità;assicura una funzione anticiclica, tanto più importante oggi per l’attuale situazione economica. Tutto questo ed altro sostengono la sensibilità di ChiantiBanca a rispondere alle migliori sollecitazioni ed a sostenere i validi progetti, come Terre di Siena Creative, quarta edizione, del quale siamo ancora partner, con altri enti, dell’Amministrazione provinciale di Siena. Tanto più motivati dalla natura dell’intervento: premia le migliori idee imprenditoriali capaci di attivare un indotto, in sintonia con la vocazione di ChiantIBanca per la quale il merito e l’efficacia sono misure di valore universale. L’unione delle forze, il lavoro di gruppo, la condivisione degli obiettivi, sono alcune condizioni per migliorare il territorio e contribuire ad un futuro diverso e migliore”.

Terre di Siena Creative: la nuova edizione. Per partecipare al nuovo bando, consultabile sul sito www.terredisienacreative.apea.siena.it, c’è tempo fino al 17 febbraio 2014. Al bando possono partecipare tutti i giovani under 40 con idee di impresa in materia di agricoltura, turismo, ICT, energie rinnovabili, risparmio energetico, cultura, manifatturiero, sociale, terziario avanzato, artigianato e scienze della vita. Per ulteriori informazioni, è possibile anche scrivere all’indirizzo e-mail: terredisienacreative@apea.siena.it.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close