Lo abbiamo fatto e lo facciamo spesso, quando andiamo a cercare la qualità tecnologica il nostro sguardo punta all’estero. Spesso non diamo valore o fiducia a ciò che viene prodotto vicino a noi perché partiamo dal presupposto che gli altri lo sappiano fare meglio, scordandoci del valore del made in italy, marchio in cui crede la Stonex, azienda italiana con sede a Monza all’avanguardia nel proprio settore di appartenenza (GPS RTK, stazioni totali robotiche e meccaniche a livello mondiale).

Sul finire del 2012 la Stonex decide di fare il suo ingresso nel campo della telefonia mobile lanciando l’STX, il suo primo smartphone offerto, in relazione all’hardware installato, ad un prezzo concorrenziale di 199€. Proseguirà il suo cammino con l’STX S mantenendo la formula del primo nato, attenzione nei dettagli, hardware in linea con la concorrenza e dual-sim su un dispositivo Android.

Seguendo la filosofia very smart, tanto hardware in poco spazio, dispositivi sottili e leggeri, la Stonex ha dato forma al suo ultimo progetto, lo Stonex STX Ultra, uno smartphone che presenta tutte le qualità per dar battaglia ad armi pari in un mercato ormai sempre più saturo.

Lo Stonex STX Ultra colpisce subito per il suo design, un telefono con uno schermo più ampio ed una scocca più sottile dei predecessori (solo 8mm), cornice frontale ridotta al minimo indispensabile, profilo laterale dal design ricercato ma semplice, peso minimo (144 gr. con batteria inclusa), aspetto solido grazie agli angoli poco raccordati ed una luminosità dello schermo davvero notevole. Sul frontale notiamo subito la mancanza di tasti fisici, sostituiti da tre capacitivi touch retroilluminati, la fotocamera per le videochiamate ed il largo speaker. Sul retro la fotocamera con flash-led, altro speaker sul fondo ed i loghi dell’azienda costruttrice su una cover molto piatta. I bordi presentano i classici comandi, a sinistra dello schermo il bilanciere del volume ed a destra il tasto accensione/spegnimento/stand-by, il jack audio da 3,5 mm e l’attacco micro-USB posti nella parte superiore, nel bordo inferiore il microfono. Se l’aspetto conquista già da subito, ciò che è nascosto dietro tanto design non deluderà sicuramente, infatti lo Stonex STX Ultra monta al suo interno hardware che (considerando il prezzo di lancio) non farà rimpiangere modelli più blasonati.

Lo Stonex STX Ultra si avvale del sistema operativo Google Android Jelly Bean 4.2, che permette la scrittura Vocale Offline (la possibilità quindi di dettare sms e mail). Inoltre l’aggiornamento del software è garantita in modo stabile e sicuro grazie all’applicazione Smart Updater e alla tecnologia Air Technology.

Di seguito le specifiche tecniche nel dettaglio di questo nuovo smartphone, ribadiamo italiano.

 

Dimensioni e peso

  • Peso: 144 gr (batteria inclusa)
  •  Misure: 142X72.9X8.3 mm

 

Display

  • HD (1280×720)
  • Dimensione: 5”
  • 16.7 Milioni di colori

 

Network

  • UMTS & 3G

 

Sistema Operativo

  • Android Jelly Bean 4.2
  • DSDS (Dual SIM, Dual standby)

 

Memoria

  • ROM 4GB
  • RAM 1GB
  • microSD fino a 32GB
  • (microSD 8 GB inclusa)

 

Fotocamera

  • 8 MP AF cmos posteriore
  • Flash LED
  • 2 MP FF anteriore
  • 720p @30 FPS

 

Connettività

  • IEEE Wi-Fi 802.11 b/g
  • Wi-Fi Hotspot
  • Bluetooth 4.0 Stereo
  • GPS assistito
  • A-GPS
  • EPO (Extended Prediction Orbit)
  • 2.0 High Speed
  • Supporto SyncML (DS) 1.2
  • HSPA+HSDPA 42 Mbps
  • HSUPA 11.5 Mbps

 

Batteria

  • 2000 mAh

 

Multimedia

  • wav, Mp3, Mp2, aac, amr-nb, amr-wb, midi, vorbis, ape, aac-plus v1, aac-plus v2, flac, wma, Mpeg4, H.264, H.263, VP8

 

Infine un ultimo ultimo sguardo più approfondito è riservato al processore installato, un Quad-core MT6589 da 1.2 GHz, introdotto sul mercato dall’azienda Taiwanese Media-Tek nel primo trimestre del 2013.  Un Quad-core basato su architettatura Cortex-A7 che promette bassi consumi, quindi una lunga durata della batteria (lo Stonex STX Ultra riesce a supportare un utilizzo intenso arrivando tranquillamente a fine giornata), costi contenuti ed una discreta alternativa ai Qualcomm. Il processore che sullo Stonex STX Ultra non è spinto al massimo delle sue potenzialità, potrebbe tranquillamente registrare video in Full-HD a 30fps supportando fotocamere da più di 13 megapixel, supportare la tecnologia Miracast, uno standard aperto che permette ai dispositivi mobile di inviare in streaming video e audio direttamente alle TV, senza necessità di cavi o di una rete wireless esistente, ed essere abbinato a scheri Full-HD.

In conclusione lo Stonex STX Ultra è uno smartphone che ha davvero tutte le caratteristiche per poter essere una scelta plausibile per chi avesse intenzione di sostituire il proprio cellulare con un device elegante e performante, che offre tanta qualità ad un prezzo in linea o di poco inferiore alla concorrenza, 399€, e -ricordiamo- con il valore aggiunto del made in italy.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close