Una sfida tra gruppi storici per la prima edizione del Palio della Battaglia: la manifestazione si è tenuta sabato 30 luglio a Pozzo della Chiana, con una spettacolare sfida mutuata dal XVI secolo

Tra sabato 30 e domenica 31 luglio 2022 si è tenuta a Pozzo della Chiana e Marciano della Chiana la rievocazione storica della Battaglia di Scannagallo, combattuta nel 1554 e fondamentale per la storia del Granducato della Toscana.

La rievocazione, curata dal gruppo storico Scannagallo, ha coinvolto centinaia di figuranti, con attenzione e fedeltà verso gli avvenimenti, i costumi e le gesta di una battaglia che fu un avvenimento importantissimo che toccò le terre chianine, legandosi fra storia e leggenda. Una sfida incrociata tra gruppi storici e squadre della provincia di Arezzo per la prima edizione del “Palio della Battaglia”, inserito nel più ampio contenitore della Battaglia di Scannagallo, giunta alla ventunesima edizione.

I concorrenti si sono sfidati utilizzando balle piena di paglia per ricordare le diecimila sacche di grano trafugate dai senesi nel saccheggio di Foiano della Chiana. Il Palio della Battaglia si è svolto in un prato circondato dagli accampamenti storici degli eserciti franco-senesi e mediceo-imperiali e si è sviluppato attraverso una corsa a squadre formate da tre elementi (un portatore e due difensori), con ogni squadra impegnata a trasportare la propria balla oltre la linea del traguardo.

La rievocazione storica si inserisce in un calendario che ha visto svolgersi anche a Marciano della Chiana concerti di musica rinascimentale, visite guidate alla torre e gastronomia.

«Edizione dopo edizione – commenta Alessio Bandini, responsabile degli eventi dell’associazione culturale Scannagallo, – abbiamo sempre inserito nuove idee per rinnovare la Battaglia di Scannagallo e proporre un viaggio nella storia capace di appassionare e di stupire i partecipanti. Lo stesso Palio della Battaglia risponde a questa finalità, con un gioco originale e con uno stretto collegamento con la storia della Valdichiana».

Dopo il riconoscimento ufficiale dal Ministero della Cultura che ha posto la manifestazione tra le 24 rievocazioni storiche in Italia con il più alto valore storico ed antropologico, è arrivata la consacrazione del pubblico. Durante il weekend 150 figuranti si sono affrontati nello scenario della battaglia, allestito nel campo sportivo di Pozzo della Chiana, oltre 600 spettatori per il confronto degli armigeri, 250 persone nella Torre di Marciano per il mercato medievale e i concerti e 50 persone alla presentazione del libro “Stupor Mundi” del direttore del MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli) Paolo Giulierini, al Tempio Santo Stefano alla Vittoria a Pozzo della Chiana.

“È stata un’edizione sorprendente. – dichiarano i responsabili dell’organizzazione – Abbiamo lavorato duramente assieme a tanti Enti e speravamo in questo risultato, che è andato aldilà di ogni più rosea previsione. Grazie ai Comuni di Foiano e Marciano della Chiana, alla Regione Toscana per averci sostenuto in questo viaggio. La Battaglia di Scannagallo è diventata uno degli elementi di forza di tutta la promozione culturale e turistica dell’intera Valdichiana.”

(gallery fotografica a cura di Andrea Viti)

Ti piace quello che facciamo?
Supporta il giornalismo indipendente!

ISCRIVITI A LA-V CLUB!

Puoi anche sostenerci con una donazione:

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close