Il sindaco Landi: “Fino al 15 settembre Corso Garibaldi sarà chiusa al traffico la sera. Prima sperimentazione per progetto più complessivo”.

Un’area pedonale sperimentale, che per ora coinvolge il centralissimo Corso Garibaldi, ma che in futuro potrebbe estendersi anche ad altre aree del centro storico di Sarteano. E’ questo quanto disposto dall’amministrazione comunale, dopo averne discusso con residenti e attività economiche, e che ha preso il via già dallo scorso 22 agosto.

“Sarteano è un paese dalla vocazione turistica – commenta il sindaco Francesco Landi – da tempo stiamo impostando azioni innovative, come lo sono quelle raccolte dal progetto Sartenoliving. Voglia portare avanti i cambiamenti positivi con il coinvolgimento della cittadinanza, senza imporre scelte, ma coinvolgendo i vari soggetti a sposare un’idea e un progetto condiviso. Come in questo caso abbiamo ricevuto molte richieste sia dagli operatori economici che dai turisti per poter vivere il centro storico senza macchine, anche in seguito alla bella riuscita dei tanti eventi che hanno caratterizzato la nostra estate. Va visto quanto questa operazione sia conciliabile con le esigenze legittime di chi risiede nel centro storico. Per ora, i primi segnali sono incoraggianti”.

A Sarteano già dal 2010, in realtà, è presente una ZTL all’interno del centro storico con inizio alle ore 18:00 e fino alle ore 07:00 della mattina successiva, nel periodo compreso tra il 1 giugno ed il 15 settembre di ogni anno. Questo nuovo provvedimento, punta ad estendere dalle 18 fino alle 24, il divieto assoluto di transito dei veicoli nella centralissima Corso Garibaldi. Qui le attività economiche che vi si affacciano potranno richiedere ed usufruire del suolo pubblico per esporre, in concomitanza con la stagione turistica estiva, la propria merce e i propri prodotti, purché rimanendo attenti a non arrecare fastidio o penalizzare la serena quotidianità dei residenti.

“Si tratta di un primo passaggio – commenta ancora il sindaco Landi – che ci darà elementi di valutazione da tenere presenti per un progetto più ampio che vorremmo realizzare nella prossima estate. Aspettiamo suggerimenti per aprire un confronto sul tema con la cittadinanza. Devo dire che nei primi giorni è andato tutto bene e si riscontra un’ottima risposta dei sarteanesi e dei turisti che possono godere del nostro magnifico corso tranquillamente a piedi o in bicicletta”.

Print Friendly, PDF & Email