In questa seconda uscita di “Prospettiva Valdichiana” parliamo del pendolarismo nel nostro territorio. I dati, sempre analizzati dall’Istituto di ricerca reteSviluppo, sono quelli del censimento 2011 e vanno ad indagare i flussi delle persone che lavorano o studiano fuori dal proprio comune di residenza.

In Valdichiana Senese il 39,2% delle persone che studiano o lavorano lo fanno fuori dal proprio comune di residenza; la percentuale è molto simile sia a livello provinciale (39,9%) che a livello regionale (39,3%). Tuttavia i dati cominciano a variare di qualche punto se consideriamo la percentuale di persone che lavorano fuori comune, ma all’interno della stessa provincia: in questo caso i lavoratori e gli studenti che lo fanno in provincia di Siena sono il 32,7%, mentre in Valdichiana tale categoria ammonta al 28,7% (di cui solo il 15,7% si reca nel comune di Siena); nel nostro territorio una percentuale maggiore di lavoratori e studenti si reca fuori provincia. Sono infatti il 10,2% coloro che studiano o lavorano fuori comune e fuori provincia, contro il 7,2% della provincia di Siena, mentre le persone che studiano o lavorano fuori regione sono l’1% in provincia di Siena ed il 3,9% in Valdichiana.

Ma vediamo dove sono diretti i flussi di pendolari che ogni mattina escono dal proprio comune di residenza per andare a studiare o a lavorare. In Valdichiana l’89,7% di coloro che studiano o lavorano fuori provincia si dirigono in provincia di Arezzo, in provincia di Firenze e in provincia di Perugia. Nel dettaglio, il 7,8% è diretto verso la provincia fiorentina (di questi l’82,3% si reca nel comune di Firenze), il 53,8% verso la provincia di Arezzo (di questi il 33,5% si dirige nel comune di Arezzo) ed il 28,1% verso la provincia di Perugia (di questi solo il 21% si reca nel comune di Perugia).

Al di là delle recenti vicende che hanno riguardato la possibile realizzazione della stazione dell’alta velocità Media Etruria nel territorio della Valdichiana, è evidente come tale territorio non possa prescindere da uno sviluppo infrastrutturale e dei servizi nel settore dei trasporti che, sicuramente utile e necessario dal punto di vista turistico, vada a sostegno di tutti quei pendolari costretti a recarsi verso le principali città regionali e non solo e che negli ultimi anni hanno visto il taglio quasi totale dei treni Intercity.

È ovviamente l’asse che va verso Firenze, e che passa per la provincia di Arezzo, quello a essere più utilizzato, anche se non manca una buona percentuale di pendolari che si reca fuori regione e gravita nella zona della provincia di Perugia.

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Nicolò Caciotti

Nato nel 1983, laureato in Scienze Politiche, ha collaborato con istituti di ricerca socio-economica, enti pubblici e imprese. Ogni tanto si diletta a scattare qualche foto, e appena può se ne scappa in bici. Insomma, ha poche idee, ma confuse.

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close