Le cronache di una battaglia a difesa del Castello di Sarteano durante Civitas Infernalis

La nuova edizione di Civitas Infernalis, che si è tenuta dal 31 luglio al 3 agosto 2014 a Sarteano, ha visto lo splendido borgo immergersi ancora di più nell’atmosfera medievale, fino ad ammantarsi di una magica atmosfera fantastica… che è stata soltanto il preludio di una nuova battaglia per il Castello, tra i Gaeli e il Piccolo Popolo, attraverso un gioco di ruolo dal vivo che ha animato le vie cittadine fino al tramonto.

Un intrepido eroe come il sottoscritto non poteva certamente sottrarsi alla battaglia per il Castello di Sarteano! Per questo, direttamente dalla redazione de La Valdichiana mi sono messo in marcia armato di un grosso spadone (utile anche come bastone da passeggio e coltellino svizzero d’emergenza) per partecipare al gioco di ruolo dal vivo, raccontandovi dall’interno le epiche cronache dello scontro tra i malefici Gaeli e i difensori del Piccolo Popolo.

Per l’occasione ho interpretato il ruolo di Agilulfo, un pacifico frate che si è trasformato in guerriero berserker non appena i Gaeli hanno assalito Sarteano e si è unito alle truppe dei cattivi, aiutando il Druido Nero ad attaccare il Castello del Piccolo Popolo. Il prode Agilulfo, armato di spadone a due mani, non si è mai tirato indietro di fronte agli avversari, e queste sono le cronache delle sue epiche gesta!

civitas 1 agilulfo

Agilulfo – La Scheda

  • Classe: Frate/Guerriero Berserker
  • Punti vita: 7
  • Armi: bastone da passeggio/spadone
  • Danni: 2
  • Punti di forza: indomito, accresce il morale delle truppe
  • Punti deboli: votato al martirio

 

Prologo: l’accampamento

Prima di partire per la battaglia ci armiamo all’accampamento.  I prodi guerrieri saggiano le armi e si alzano il morale a vicenda, preparandosi allo scontro imminente. Agilulfo affila lo spadone e incita i compagni: il Piccolo Popolo non vincerà!

IMG_2563

Capitolo 1: la battaglia campale

Gli eserciti dei Gaeli e del Piccolo Popolo si scontrano in piazza: l’assalto a sorpresa è stato vanificato! Agilulfo e i compagni si battono con valore, ma i difensori del Castello di Sarteano sono in troppi e li costringono alla ritirata. Le truppe dei Gaeli si leccano le ferite all’accampamento, poi si mettono nuovamente in marcia verso Sarteano. Urge trovare una via secondaria per accedere al castello e prendere alla sprovvista i difensori.

IMG_2593

Capitolo 2: verso il Castello di Sarteano

Le truppe dei Gaeli marciano verso l’accesso secondario ed elaborano una nuova strategia di battaglia. Gli assalitori vorrebbero lanciarsi subito all’attacco dei maghi e delle fate, che dalle schiere del Piccolo Popolo sono capaci di lanciare potenti magie agli attaccanti. Agilulfo, dal canto suo, si accontenta di abbattere il GiullarGallo per assicurarsi la cena.

IMG_2598

Capitolo 3: sortita contro le fate

Ci siamo! Un nuovo scontro lontano dal campo di battaglia, dove il Piccolo Popolo non può approfittare del numero superiore! Il prode Agilulfo e i compagni hanno trovato due fate che si erano allontanate dal gruppo e si sono lanciati impietosamente all’attacco. Le magiche creature hanno tentato di difendersi, ma poi sono state costrette alla ritirata tra le viuzze di Sarteano. Vittoria!

IMG_2607

Capitolo 4: il sacrificio dell’eroe

A nulla è valso lo scontro sul mattonato del Castello di Sarteano: il Piccolo Popolo difende con valore e coraggio ogni pietra della sua città. Il prode Agilulfo convince così un gruppo di compagni a intraprendere una sortita per raggiungere le retrovie, ma il drappello di Gaeli rimane vittima di una trappola! Agilulfo decide di sacrificarsi per lasciar fuggire i compagni, e cade valorosamente sotto i colpi dei guerrieri nemici. Che eroe!

IMG_2613

Capitolo 5: uno spettro si aggira per Sarteano

Colpito a morte nel fisico, ma non nell’onore, il prode Agilulfo abbandona il campo di battaglia e aleggia come uno spettro tra i misteriosi personaggi che affollano le vie medievali di Sarteano. Tra banchetti, taverne, maghi e giullari, il guerriero abbandona i Gaeli e torna il pacifico frate che tutti conoscevano. Ma è pronto a usare il suo spadone contro i furfanti e i saltimbanchi che minacciano il castello!

IMG_2617

Epilogo

Il Piccolo Popolo, ancora una volta, è riuscito a difendere il Castello di Sarteano e a respingere la malefica orda degli invasori Gaeli. Riuscirà la pace a perdurare nello splendido borgo della Valdichiana? Lo scopriremo il prossimo anno, perchè questa è un’altra storia…

Print Friendly, PDF & Email