Tre anni di Comitato dei genitori: a Sarteano una storia unica, con risultati straordinari

L’avventura didattica del Comitato dei genitori di Sarteano riparte con il nuovo anno scolastico. Aggregandosi, hanno creato una storia unica, e un esempio: affiancando la scuola e il Comune, stanno contribuendo alla crescita educativa degli studenti. La formula è semplice e geniale al tempo stesso: il comitato promuove iniziative che coinvolgono i ragazzi, educandoli e, contemporaneamente, servendo a finanziare progetti o materiale didattico. Nato nel marzo del 2012, questo gruppo di persone molto affiatate, è stato protagonista di originali iniziative su vari temi: educazione ambientale, salute, intercultura, regolamento scolastico, carta dei servizi, analisi dei problemi inerenti ai servizi e alle strutture scolastiche.

Questa sensibilità ha consentito di lanciare la raccolta differenziata dell’alluminio, che si aggiunge a quella di altri materiali, in occasione delle Ricicliadi. Sempre in tema di riciclo e riuso, molti oggetti “recuperati” sono stati oggetto di scambio, di lotterie, di fiere di beneficenza. Senza considerare che, l’utilizzo di computer donati dal Monte dei Paschi di Siena (grazie al lavoro del direttore della filiale sarteanese Maria Letizia Ceccuzzi), ha consentito di realizzare un’aula di informatica per le scuole medie.

C’è stata, poi, l’iniziativa di educazione alla cittadinanza e stradale, organizzata con la polizia municipale e gli insegnanti. Ma non è tutto. Sono partiti laboratori per il gioco di ruolo di Civitas Infernalis, coinvolgendo una fascia di età (10-16 anni) con la quale è difficile interagire. Per questo, il comitato sta pensando ad attività e su temi a loro vicini. Ed è nata una collaborazione con le associazioni Sarteanoviva e Spaziosport per organizzare la festa del carnevale in maschera.

Il bello è che tutte queste attività, oltre a educare, divertire, unire genitori e figli, consentono di raccogliere fondi tutti reinvestiti in attività, materiali e attrezzature scolastiche. Nel primo anno di attività del comitato, le cifre raccolte sono state impiegate per l’acquisto di materiale didattico e come contributo per la partecipazione al bando “scuola@2.0”, peraltro vinto, finalizzato all’informatizzazione. Lo scorso anno sono stati acquistati lettori cd e set di burattini per la materna; alla scuola primaria si è provveduto alla sistemazione e posa di brecciolino nel piazzale antistante l’edificio scolastico, mentre per la secondaria si è acquistata una lavagna multimediale.

“Senza esperienze precedenti – osserva il sindaco Francesco Landi – ma seguendo la voglia di agire per il bene comune, il Comitato dei genitori di Sarteano sta acquisendo una propria identità, con la funzione di corpo attivo accanto ai bambini e ai ragazzi: un ponte per una collaborazione tra scuola, amministrazione, famiglie e società. Tutto ciò è straordinario”.

Accanto alla soddisfazione, la presidentessa del gruppo di genitori, Donatella Patané, lancia un appello:

“La nostra speranza – afferma – è che i cittadini-genitori sarteanesi scelgano di partecipare attivamente al comitato, assumendo un atteggiamento etico verso la vita scolastica e contribuendo, insieme alla direzione didattica e al Comune, a un processo di crescita culturale e civica dei propri figli e, di conseguenza, di tutta Sarteano”.

Print Friendly, PDF & Email