La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: sport

I Vikings Chianciano vincono sull’Empoli Rugby

In una domenica primaverile si sono affrontati Empoli Rugby e Vikings Chianciano, che forse esprimono il miglior gioco dal punto di vista dello spettacolo e non hanno tradito le aspettative….

In una domenica primaverile si sono affrontati Empoli Rugby e Vikings Chianciano, che forse esprimono il miglior gioco dal punto di vista dello spettacolo e non hanno tradito le aspettative.

Nella squadra dei Vikings Chianciano, l’allenatore Ugo Massai opta per una vera rivoluzione, cambia la linea dei trequarti e ottiene una partita tutta votata all’attacco ed i risultati non tardano ad arrivare: infatti l’Empoli, che gioca in maniera molto aperta e con continui cambi di fronte, si ritrova chiuso nella propria metà campo senza riuscire a imprimere il proprio gioco.

Il primo tempo vede i Vikings, dominanti nella mischia, realizzare due mete nei primi 20 minuti con Paolo Sestini ed il capitano Bacherotti, poi risposta dell’Empoli con una meta non trasformata e subito ancora Vikings con meta di Ferretti anch’essa trasformata da Movileanu che nel primo tempo, finito 21-5 per gli ospiti, fallisce due calci di punizione.

Nel secondo tempo l’Empoli tenta il tutto per tutto, velocizzando il gioco e cercando di pressare per rubare il possesso, riescono a realizzare due mete, una sola trasformata e si portano sul 21-17, ma la mischia ordinata dei Vikings è dominante, con una prova maiuscola delle prime linee e porta i vichinghi a realizzare un’altra meta con una splendida serpentina di Rosati, trasformata da Movileanu, nel finale meta dell’Empoli trasformata che fissa il risultato sul 24-28 per i Vikings.

Bella,  bellissima partita giocata in maniera spettacolare, da un Empoli che si dimostra una squadra corretta e che esprime il più bel gioco del campionato, con la facilità del cambio di gioco, passando da un fronte all’altro e una grande velocità dei giocatori. Bellissima partita anche dei Vikings, che grazie all’ottimo lavoro dell’allenatore di mischia Nicolas Annoscia e alla rivoluzione dei trequarti, trova il modo di gestire la fonte del gioco e realizzare mete in attacco, ottimo anche l’arbitro, facilitato dal gioco corretto delle due squadre.

Domenica prossima riposo, poi per i Vikings Chianciano sfida con i primi della classifica, gli Arieti Arezzo per il sesto Derby della Valdichiana.

VIKINGS CHIANCIANO: Ferretti Pietro, Giuliacci Francesco, Sestini Paolo, Lipsi Emanuele, Roghi Mirko, Movileanu Doru Vasilica, Rosati Riccardo, Marchetti Gabriele, Storelli Flavio, Chierchini Alessio, Sestini Jacopo, Terrosi Simone, Bacherotti Stefano, Alfatti Matteo, Cappelli Andrea.

A DISPOSIZIONE: Dottori Emiliano, Casagni Enrico, Senatore Fabio, Fè Massimiliano, Bettollini Simone, Barbetti Stefano, Mendez Diego Socrates.

ALLENATORI: Ugo Massai e Nicolas Annoscia – Allenatore dei Forwards / Mischia.

Nessun commento su I Vikings Chianciano vincono sull’Empoli Rugby

Emozioni e tanti goal nel fine settimana calcistico della Valdichiana

Eccellenza – Girone B Chiusi-Lanciotto C. 3-2 Il Chiusi si sblocca dopo due mesi e mezzo e torna alla vittoria, anche se ancora si sentono i postumi dei disastri fatti…

Eccellenza – Girone B
Chiusi-Lanciotto C. 3-2
Il Chiusi si sblocca dopo due mesi e mezzo e torna alla vittoria, anche se ancora si sentono i postumi dei disastri fatti in casa nelle gare già vinte e improvvisamente rimesse in discussione. Dopo un primo tempo che ha rasentato la perfezione, tre reti realizzate e altrettante mancate per un soffio, i biancorossi hanno subito il ritorno degli ospiti rovinando quasi tutto con una prova che le attanagliava, rischiando di rovinare tutto. Così non è stato e i tre punti conquistati sono utilissimi per la classifica e per una fiducia che sembrava persa e forse ora ritrovata, per dare un seguito agli ottimi risultati.

S.Donato-Sinalunghese 4-1
Una vittoria che proietta il San Donato solitario in testa alla classifica del girone “B” grazie anche al pareggio interno. Successo maturato nella prima frazione chiusa in vantaggio per 2-0 e consolidato nella ripresa dopo soltanto 4’ con un gran gol di testa di Massai. Poi al 25’ della ripresa Guidotti chiude definitivamente l’incontro con un bel diagonale di sinistro dopo aver saltalto elegantemente del neo entrato Serrapica. Bello anche il gol della bandierina della Sinalunghese realizzato quasi allo scadere da Lucatti. Un monologo della formazione di Ghizzani che prima rischia di sbloccare il risultato con Bruzzone e due volte con Taflaj per poi passare in vantaggio con lo stesso Bruzzone bravo a riprendere un cross di Guidotti. Il gioco è sempre nelle amni dei padroni di casa che al 42’ raddoppiano ancora con Bruzzone. La partita prosegue fino al gol di Guidotti e poi quello di Lucatti.

Bucinese-Rignanese 1-1
Calenzano- Sangimignano Sport 0-1
Castelnuovese- Baldaccio Bruni 0-0
Giallo Blu Figline- Albinia 4-1
N. Foiano-Sangiovannivaldarno 0-2
Porta Romana-Sestese 2-1

Prima Categoria – Girone E
Bettolle-Traiana 0-1
Il Traiana espugna il comunale di Bettolle ma pesa come un macigno il grossolano errore arbitrale commesso dal direttore di gara a dieci minuti dal termine quando Loi, chiaramente strattonato in area di rigore viene messo giù e l’arbitro anziché decretare l’ineccepibile clacio dagli undici metri ammonisce e poi espelle il centravanti bettolino. Il gol partita arriva nella ripresa all’89’ con Casalini con un preciso diagonale e poi si mangia almeno tra altre limpide palle gol per il raddoppio.

Cesa-Poliziana 1-0
Partita che il Cesa doveva solo vincere per poter agganciare la Poliziana in classifica, e così è stato. Al termine di 90 minuti nei quali non sono mancate diverse occasioni da gol da ambo le parti. Al 32’ l’occasione clamorosa per il Cesa capita sul piede di Cuccoli ma il pallonetto scavalca il portiere ed esce di un soffio di lato. Si va a riposo sull’ 0-0. Ripresa: al 55’ Salvadori lambisce il palo. Ma all’89’ il gol del Cesa: Scarpellini si procura la punizione al limite dell’area da posizione favorevole. Sul pallone Patriarchi che fa secco Bastreghi con un gran tiro, è il tripudio sul campo e sugli spalti.

Torrita-Vaggio P. 1-0
Il Vaggio Pian di Scò, decimato dagli infortuni, gioca all’arma bianca. Al 7’ Ghini su punizione coglie in sette alla destra di Tilli firmando il vantaggio. nella ripresa il 17’ Cecchetti sfiora l’incrocio dei pali su punizione. Spensierati centra lo specchio ma Tilli salva di pugno. Al 43’ Lucarelli detta il passaggio a Ghini che incombe in area; il sinistro è sull’esterno. Il Torrita vinca di misura con la punizione di Ghini.

Alberoro-Olmoponte 1-1
B.Agnano- Ambra 2-2
Cortona C.-Rassina 3-1
Talla-Lucignano 0-2
Terontola-A.Montevarchi 0-1

Prima Categoria – Girone F
Valdarbia- Virtus Chianciano 2-0
Vince con netta supremazia la Valdarbia contro un Chianciano che non è stato certo a guardare, ma che alla fine ha dovuto arrendersi ai padroni di casa che hanno giocato con più determinazione. La Valdarbia parte subito forte e la già al 2’ la partita si sblocca: su calcio d’angolo di Minucci, Ventrone si avventa sulla palla verso il primo palo e riesce a metterla dentro portando così in vantaggio la Valdarbia. Il Chianciano reagisce, cerca qualche affondo, ma non si rende però pericoloso e il primo tempo termina 1-0. La ripresa si apre come il primo tempo , la Valdarbia infatti al primo affondo va in rete: Donatelli passa a Meconcelli il quale mette in mezzo una palla invitante per Vetrone che appoggia a rete per il 2-0.

Castiglionese-S.Quirico 2-2
Pienza-Ribolla 1-3

Seconda Categoria – Girone N
Asinalonga- Battifolle 0-1
Non ha avuto problemi il Battifolle a portare a casa tre punti sul campo dell’Asinalonga. La posizione di quest’ultima, terz’ultima ma, non dava molte speranze, se non un miracolo, ai padroni di casa. La partita non ha portato grandi sorprese anche se le squadre hanno cercato entrambe di giocarsela in campo. È finita con un classico 0-1.

Arezzo F. Academy- Spoiano 1-3
Fratticciola- Montagnano 0-0
Montecchio- Camucia Calcio 1-4
Olimpic 96- Tegoleto 3-1
Pieve al Toppo- S. Marco La Sella 2-0
S.Firmina- Fratta S. Caterina 0-1
Viciomaggio- Cozzano 4-0

Terza Categoria
Atl. Piazze- Nuova Pol. Serre 2-2
Alla fine ha vinto il pareggio in una partita equilibrata e sicuramente bella tra due squadre in ottima forma. Una gara insomma che prometteva spettacolo e finalmente in campo che è tornato in buone condizioni dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi. Il Serre parte fortissimo e già al secondo minuto su calcio d’angolo ben battuto, Marcatoni si fa trovare pronto e sigla subito il gol del vantaggio. La reazione del Piazze arriva all’8’con Roncolini che da lunga distanza manda di poco alto sopra la traversa. Il primo tempo termina così. 0-1. Nella ripresa al 6’ arriva il pari per i locali, siglato da Cicchelli. Al 17’ Roncolini serve Illiano che defilato a destra del limite d’area trova un altro fantastico gol portando i locali in vantaggio. Al 38’ il Piazze toglie Roncolini ed entra Cardetti, al 44’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto bene da Landi, Marcatoni colpisce di testa e sigla il gol del pareggio.

Berardenga- Città di Chiusi 1-1
Entrambe le squadre lottano per poter entrare nei paly off, ma il risultato finale non favorisce nessuna delle due compagini. La partita parte subito male per i ragazzi allenati da Magrini, quando dopo soli 8’ minuti subiscono gol, cross dal fondo, la difesa casalinga dorme e Tiezzi M. ha tutto il tempo di colpire di testa scavalcando Lotti. I padroni di casa però raggiungono il risultato dopo solo un minuto; Toussani viene atterrato in area, per il direttore di gara non ci sono dubbi decreta il calcio di rigore.

Vescovado- Sport Acquaviva 2-1
Il clima primaverile favorisce la squadra locale. Su azione di contropiede, Bischeri nell’intento di controllare il pallone lo tocca con la mano appena fuori dall’area di rigore ne consegue una punizione dal limite che Menconi calcia di potenza verso la porta difesa da Guerranti, la netta deviazione di Mariani spiazza inesorabilmente il portiere. Al quarantacinquesimo, una buona triangolazione Poggialini Russo porta al tiro Martorana che supera Bellumori con un diagonale imprendibile. Al rientro dagli spogliatoi sono ancora i locali ad avere in mano il gioco e al cinquantesimo si portano in vantaggio con Severi.

Sarteano-San Miniato 4-3
Il Sarteano scende in campo così carico e grintoso da riuscire ad agguantare il vantaggio già dopo un minuto e mezzo. Passano sette minuti ed ancora Anselmi a far esultare. Al 20’ così arriva il terzo meritato gol dell’Olimpic Sarteano. Si va quindi al riposo sul 3-0. Al 54’ da una disattenzione del centrocampo locale nasce il rpimo gol del San Miniato. Al 67’ l’Olimpic Sarteano cala il poker con una spettacolare punizione forte e tesa battuta da Amato da fuori area che Petrilli non trattiene, irrompe di testa Rossetti che appoggia in rete. Il peggio per i locali arriva però al 90’ quando su calcio d’angolo Marandola sulla destra tocca di testa e spedisce in rete la palla dopo una mischia in area.

Guazzino- La Frontiera 0-0
Finita in parità una partita ben equilibrata da entrambe le parti.

Siena Nord- Luigi Meroni 1-1
Tressa-Pol.Sovicille 0-0

Nessun commento su Emozioni e tanti goal nel fine settimana calcistico della Valdichiana

Basket – MBk Chiusi in continua crescita

 Lo staff della Motoriamente Basket Chiusi è in continuo aumento: quattro nuovi Ufficiali di Campo che si aggiungono alla già presente Paola, e quattro nuovi mini-arbitri, Alessio, Pietro, Michael e…

 Lo staff della Motoriamente Basket Chiusi è in continuo aumento: quattro nuovi Ufficiali di Campo che si aggiungono alla già presente Paola, e quattro nuovi mini-arbitri, Alessio, Pietro, Michael e Davide, che si aggiungono ad Egizia, sono stati presentati martedì 21 gennaio.

Un esordio particolare quello che è stato per i due nuovi mini-arbitri gialloblu, Alessio Buono e Pietro Cortellessa, che il giorno 26 gennaio hanno vissuto, assieme agli arbitri designati, tutto il pre gara della famosa Mens Sana, che ospitava a Siena il team di Reggio Emilia. Una bellissima ed indimenticabile esperienza per loro: così emozionati che alla domanda “come ti sei sentito?” Alessio ha risposto con una sola parola “minuscolo”; Pietro invece è rimasto incredulo della convocazione, fino a che non è riuscito scendere con i piedi in campo.

Intanto la prima squadra chiusina, dopo la sconfitta a Bastia, rimane un po’ sottotono: a Ponte San Giovanni i gialloblu, vengono strapazzati dalla terza in classifica Pontevecchio Basket, che vince la sfida 75 a 39; top scorer e trascinatore capitan Rettori, con 16 punti, nella partita casalinga contro l’Arraphao Orvieto, una vittoria che vede un risultato di soli 9 punti di vantaggio; non basta invece un ottimo primo quarto, per portare a casa i due punti della partita disputata a Trestina, in cui l’MBk Chiusi finisce annichilita 75 a 39. Unica nota positiva di quest’ultima partita, l’esordio in gara ufficiale per il numero 30 Giacomo Rettori.

In attesa della prossima partita casalinga della prima squadra, che verrà disputata giovedì 6 febbraio contro il team del Deruta Basket, auguriamo a tutti i ragazzi gialloblu ed ai nuovi arbitri della società, un grande in bocca al lupo!

Nessun commento su Basket – MBk Chiusi in continua crescita

Le ragazze del Fides Torrita cedono al Rapolano

Si è disputata sabato sera la sfida tra Fides Torrita e Pallavolo Rapolano, nel palazzetto di Torrita di Siena. Una partita entusiasmante, lottata punto a punto con due squadre determinate ad ottenere la vittoria….

Si è disputata sabato sera la sfida tra Fides Torrita e Pallavolo Rapolano, nel palazzetto di Torrita di Siena. Una partita entusiasmante, lottata punto a punto con due squadre determinate ad ottenere la vittoria. Tre i set giocati, al termine dei quali le ragazze che esultano sono quelle del Rapolano. Un secco 3 a 0 potrebbe far pensare ad una partita squilibrata, con la torritesi succubi delle ospiti. Ma così non è stato a fronte di una squadra molto ben preparata tecnicamente e fisicamente agevolata dalla stazza fisica; le ragazze del Fides hanno tirato fuori le unghie restando attaccate al punteggio ed alla grinta. Questo il riassunto del primo set che termina 23/25 per le ospiti.

Il secondo e terzo set sono le fotocopie del primo, le ragazze di casa lottano punto a punto, affidandosi ad una buona ricezione ed una eccellente difesa. La maggioranza dei punti infatti, risulta essere fatta in contrattacco. Questo però non basta, e sul finale di ogni set le torritesi cedono psicologicamente concedendosi degli errori in ricezione ed in attacco che, seppur pochi, pregiudicano la vittoria. La partita termina con il secondo e terzo parziale rispettivamente di 20/25 e 22/25.

A fine partita, coach Saletti si dichiara comunque soddisfatto delle sue ragazze e si propone come obiettivo il miglioramento della fase di attacco e dell’autostima del gruppo, al fine di perfezionare la concentrazione nei momenti più difficili della partita.

Nessun commento su Le ragazze del Fides Torrita cedono al Rapolano

Emma Villas batte il Chieti – Saldo terzo posto

Tutto secondo i piani per la Emma Villas Chiusi che chiude la prima parte del campionato di serie B2 maschile impartendo una severa lezione alla malcapitata avversaria giunta sabato al…

Tutto secondo i piani per la Emma Villas Chiusi che chiude la prima parte del campionato di serie B2 maschile impartendo una severa lezione alla malcapitata avversaria giunta sabato al Pala Coopersport.
Tifoseria entusiasta per il successo contro la Teate Chieti, ottenuta con una prestazione priva di sbavature.
I ragazzi del presidente Giammarco Bisogno sono scesi in campo per cercare conferme al termine di un ciclo terribile di cinque partite in quindici giorni, e, dando fondo a tutte le loro risorse, sono riusciti ad infilare la decima affermazione stagionale.
A rimarcare il merito dei leoni, infatti, deve essere sottolineato che in questa occasione non tutti erano nelle condizioni migliori, tanto che lo staff tecnico ha deciso di tenere a riposo Grassano, Romani e Scappaticcio.
Tra i titolari in avvio ci sono dunque Bregliozzi ed Urbani nella diagonale di posto-due, Pasquini sulla banda. La partenza è agevole con battuta e muro che fanno subito la differenza (8-3). I chiusini vanno in progressione ed aumentano il vantaggio (21-14). Punteggio senza storia ed uno a zero.
Al cambio di campo un Pasquini perfetto in attacco ed una correlazione muro-difesa sempre ordinata scavano il solco (16-10). Dopo un lungo stop per infortunio Bartolucci subentra a Bittoni ma i padroni di casa restano determinati e raddoppiano.
Nel terzo frangente si gioca punto a punto fino al 9-9 poi Urbani e Braga salgono in cattedra e spingono la squadra che aumenta il ritmo e va a vincere in tranquillità davanti ad un pubblico sempre presente e che non cessa mai d’incitare i suoi beniamini.
Termina così il girone di andata con il terzo posto in classifica ma ora sono cinque le lunghezze dalla capolista Grottazzolina, caduta sul campo di Spoleto e prossima avversaria in casa della Emma Villas.
Ora il campionato è aperto con una corsa a cinque per la promozione ed i play-off, la sosta del prossimo fine settimana contribuirà a recuperare gli atleti acciaccati e permetterà di preparare al meglio lo scontro cruciale, quello dell’8 febbraio sarà un big-match dove il pubblico toccherà certamente i livelli da record, i preparativi possono cominciare.

Emma Villas Chiusi – Teate Chieti3-0    (25-14, 25-12, 25-19)
Chiusi: 
Urbani 9, Braga 9, Pasquini 8, Di Marco 8, Bittoni 8, Bregliozzi 5, Pochini (L1), Bartolucci 5, Pellegrini (L2). N.E. – Scappaticcio Santilli, Romani, Grassano. All. Romano Giannini e Massimo Marchettini.
Chieti: Di Ludovico 7, De Luca 7, Cavallo 4, Pesare 4, Di Camillo 4, Palumbo 4, Tupone (L), Peluso, D’Onofrio, Febbo. N.E. – Di Lella, Marcoionni. All. Maurizio Schiazza e Mariano Costa.
Arbitri: Daniele Spitaletta e Domenica Katia Forte.

Nessun commento su Emma Villas batte il Chieti – Saldo terzo posto

Montella e Bazzoni candidati per il premio Pegaso dello sport

La Toscana è terra di sport e come ogni anno arriva un premio che vuole porre l’accento su quanto la nostra regione dia alle varie discipline. Prende il via l’edizione…

La Toscana è terra di sport e come ogni anno arriva un premio che vuole porre l’accento su quanto la nostra regione dia alle varie discipline. Prende il via l’edizione numero 16 del “Pegaso per lo sport”, creato dalla Regione Toscana per premiare il meglio dello sport toscano.

Chiara Bazzoni è tra i dodici candidati a riceve il prestigioso riconoscimento. Dieci gli atleti e due squadre si contenderanno il titolo di sportivo toscano 2014, individuati, come già accade da anni, dal Gruppo toscano giornalisti sportivi dell’Ussi fra coloro che nella stagione agonistica 2013 si sono segnalati per i risultati agonistici ma anche per etica e fair play.
Nei prossimi giorni la rosa iniziale sarà ridotta a cinque concorrenti che, poco prima della premiazione che avverrà nel prossimo mese di febbraio, saranno ulteriormente ridotti a tre, fra i quali il presidente della Regione Enrico Rossi sceglierà il vincitore.

Chiara Bazzoni, 29 anni, tesserata per l’Esercito, ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo 2013 nei 400 metri e nella staffetta 4×400, l’oro agli Assoluti nei 400 indoor e outdoor, la staffetta 4×400 e la 4×200 indoor, può sicuramente ambire a vincere il premio. Insieme a lei, tra i candidati al Pegaso, c’è anche l’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella, nato a Pomigliano d’Arco 39 anni, ex attaccante di Empoli, Genoa, Sampdoria, Roma, Fulham e della Nazionale azzurra, da due stagioni allena la Acf Fiorentina dopo essere stato sulla panchina della Roma e del Catania.

Gli altri sfidanti per il Pegaso per lo sport 2014 sono:

Pier Alberto Buccoliero (paracanoa). Tarantino di nascita, 26 anni, tesserato per la Comunali Firenze, vincitore nel 2013 di 6 titoli italiani e della medaglia di bronzo ai Mondiali di paracanoa a Duisburg.
Sara Morgantini (equitazione). Nativa di Castelnuovo Garfagnana, 39 anni, è atleta paralimpica nella specialità del dressage. Nel 2013 ha vinto il titolo italiano e la medaglia di bronzo agli Europei nell’individuale tecnico e nel freestyle.
Stefano Oppo (canottaggio). Atleta della Canottieri Firenze, 19 anni, nativo di Oristano, ha conquistato nel 2013 due titoli mondiali fra i pesi leggeri: sul quattro senza under 23 e sull’otto assoluto.
Tommaso Rainaldi (pattinaggio artistico). Grossetano tesserato per lo Skating Club Grosseto, è uno dei giovani azzurri più promettenti e si è laureato quest’anno campione del mondo juniores nella specialità degli esercizi obbligatori.
Riccardo Tempestini (pallanuoto). Fiorentino, 52 anni, dopo essere stato a lungo giocatore e allenatore della Rari Nantes Florentia è attualmente alla guida della squadra maschile del Pro Recco che ha vinto lo scudetto, la Coppa Italia e la Supercoppa europea 2013.
Fabio Turchi (pugilato). Fiorentino, 20 anni, è l’astro nascente della boxe italiana. Nel 2013 ha vinto la medaglia d’oro nei pesi massimi ai Giochi del Mediterraneo.
Diego Ulissi (ciclismo). Nato a Cecina, 24 anni, è corridore professionista dal 2010; quest’anno ha collezionato 6 vittorie fra le quali una tappa nella Settimana internazionale Coppi-Bartali; una nel Giro di Polonia; la classica Milano-Torino; la Coppa Sabatini di Peccioli, Pisa; e il Giro dell’Emilia. Fra le altre corse disputate: la Milano-Sanremo, la Liegi-Bastogne-Liegi e il Giro di Spagna. Inoltre ha indossato la maglia azzurra ai Mondiali in Toscana.
Irene Vecchi (scherma). Livornese, 24 anni, è sciabolatrice della Fides Livorno. Nel 2013 ha collezionato la medaglia di bronzo ai Mondiali assoluti di Budapest 2013 e altri due bronzi – individuale e a squadre – agli Europei.
CIRCOLO TENNIS PRATO (tennis). Campione d’Italia a squadre di serie A/1 femminile).
SOCIETA’ APUANIA CARRARA (tennis tavolo). Campione d’Italia a squadre maschile.

Nessun commento su Montella e Bazzoni candidati per il premio Pegaso dello sport

Michael Schumacher in gravi condizioni dopo un incidente sugli sci in Francia

Disclaimer: il ruolo di chi scrive, in quest’articolo, è molto delicato, tra tifosa a livello personale e informatrice nella maniera più attendibile e professionale possibile. Ai lettori, si sconsiglia vivamente…

Disclaimer: il ruolo di chi scrive, in quest’articolo, è molto delicato, tra tifosa a livello personale e informatrice nella maniera più attendibile e professionale possibile. Ai lettori, si sconsiglia vivamente di dar retta a tutto quello che non è stato detto nelle due conferenze stampa e comunicati diramati dai medici che hanno in cura il tedesco.

Michael Schumacher, 44 anni, ex-pilota e sette volte campione del mondo di F1, rimane in gravi condizioni, a seguito dell’incidente sugli sci occorso a Meribel, Alta Savoia, in Francia, nella mattinata di ieri. Ulteriori chiarimenti, hanno confermato che non stesse sciando fuori pista, ma bensì tra un collegamento tra due piste. Ed è stato confermato che indossava il casco, altrimenti, non sarebbe arrivato vivo all’ospedale.

Ieri, le prime notizie circolanti, parlavano di un normale trauma cranico, con l’ex-pilota cosciente che rispondeva alle domande di rito da post-incidente. Purtroppo, il tentativo di arginare la gravità della situazione è stato vano, poiché nella tarda serata di ieri, per porre fine alle illazioni sul web, l’équipe medica dell’ospedale di Grenoble ha diramato un comunicato stampa, dove affermava che il campione tedesco era giunto all’ospedale in coma, e che era stato sottoposto ad un intervento chirurgico d’emergenza e che al momento dell’incidente, era cosciente ma non rispondeva alle domande di rito, con solamente il resto del corpo ad avere reazioni. Le sue condizioni erano critiche sin da subito, contrariamente a quanto affermato. Al suo fianco, sono sopraggiunti i familiari, la moglie Corinna, e i due figli, Gina Maria e Mick. Da confermare la presenza di alcuni ex-colleghi tra cui Jean Todt, ora Presidente della F.I.A. e direttore generale della Scuderia Ferrari dal 1993 al 2007, e amministratore delegato della Ferrari dal 2006 al 2008, e la presenza di Ross Brawn, direttore tecnico della Ferrari dal 1996 al 2006, e team principal della Mercedes dal 2010 al 2013. Immediate le reazioni d’affetto e di sostegno da parte del mondo del motorsport e non solo, specialmente su Twitter.

Questa mattina, la conferenza stampa tenuta dai medici ha chiarito il quadro della situazione, dato che nella notte era circolata la falsa notizia che Michael Schumacher fosse stato operato una seconda volta: purtroppo, le condizioni restano critiche. I medici non si sbilanciano più di tanto, non vogliono parlare di chance di sopravvivenza – anche se i loro volti scuri e tesi fanno pensare – e non azzardano ipotesi circa i danni effettivi al cervello del campione di F1. Quello che è certo è che lo sportivo ha presentato un grave trauma cranico nel lato destro del cranio e che aveva un esteso edema e soffriva di forte pressione intracranica. In seguito all’operazione di emergenza, però, attenti esami hanno rivelato la presenza di lesioni al cervello. Senza voler allarmare nessuno, esistono svariati tipi di lesioni cerebrali, ma non si saprà nulla di più certo fino a quando non si risveglierà dal coma farmacologico. I medici non hanno programmato una seconda operazione al momento, e questo può far ben sperare, ma rimangono fermi nel non voler fare alcuna previsione circa il futuro dell’ex-pilota. Certo è che bisogna solo aspettare che si risvegli dal coma indotto, e che i suoi stimoli siano regolari. Al momento, Schumacher è tenuto in ipotermia terapeutica per permettere la migliore efficienza metabolica del cervello, e gli stimoli sono ridotti al minimo, per consentire la migliore ossigenazione dell’organo lesionato. Non saranno fornite altre notizie, fino a quando non ci saranno novità significative.

Viene da pensare. Perché Michael Schumacher ha corso per decenni a bordo di una monoposto, oltre ogni velocità e oltre ogni limite. Un solo incidente, una gamba rotta in molti anni di corse, a causa di un guasto ai freni, in un mondo dove campionissimi come Ayrton Senna ci hanno lasciato la vita, a metà degli anni ’90. Non solo Ayrton, ovviamente, ma anche Roland Ratzenberger, ma è per citare due dei piloti con cui Michael ha avuto a che fare direttamente in pista. E poi, fuori dalla F1, Michael rischia la vita per un incidente sugli sci, in un momento di divertimento e svago con la sua famiglia. Ci sarebbe da dire che è ironico, come qualche avvoltoio del web ha cercato di dire per sdrammatizzare malamente – e vi vengono risparmiate le bestie che hanno augurato la morte e hanno espresso soddisfazione nei confronti del grave incidente occorso a Schumi, perché queste bestie meritano indifferenza, per non dire altro – ma no, non è affatto ironico. È triste. E dispiace, nei confronti di una persona che ha contribuito a riportare in auge un marchio italianissimo come la Ferrari, correndoci per dieci lunghi anni.

È un destino, forse, quello di coloro che cercano la vertigine del limite e del brivido, ballare sempre e comunque tra vita e morte in questo modo? Non lo so. È qualcosa che non si può fermare, quello spirito agonistico di sportivi di altissimo livello come lui, anche quando non hai più posto in una categoria come la F1? Non lo so, lo sa Michael, come lo sanno tanti suoi colleghi che si sono ritirati. Io spero solo che si possa svegliare, si possa alzare e possa ritornare a sciare, fare paracadutismo, fare free-climbing, andare in bici e giocare a calcio come ha sempre fatto, con quello spirito sincero di dare il massimo sempre e comunque. Spero che possa tornare ad abbracciare i suoi figli e sua moglie. E spero che questa novantaduesima vittoria arrivi – la vittoria sulla morte che vale più di tutte le altre novantuno e tutti i sette mondiali vinti.

Forza Schumi! 

Nessun commento su Michael Schumacher in gravi condizioni dopo un incidente sugli sci in Francia

Volley – Fides Torrita sconfitta da Colle di Val d’Elsa

Stop del Fides Torrita nella terza giornata di campionato di Prima Divisione di volley femminile. Tra le mura del P.G.S.P larghi Volley Colle di Val d’Elsa, le ragazze guidate da coach Saletti cadono per 3-0. Parte…

Stop del Fides Torrita nella terza giornata di campionato di Prima Divisione di volley femminile. Tra le mura del P.G.S.P larghi Volley Colle di Val d’Elsa, le ragazze guidate da coach Saletti cadono per 3-0.

Parte subito male il primo set per le torritesi che accumulano un parziale negativo di 8-0. Nonostante la buona ricezione, che mette in condizioni la palleggiatrice di sfruttare al meglio tutte le attaccanti, queste non riescono ad essere incisive, la paura di sbagliare è più forte della voglia di vincere, e le avversarie non si lasciano scappare le ghiotte opportunità di contrattaccare su free-ball. Finisce in fretta il set con il punteggio di 25/13.

Il Fides Torrita rientra in campo con molta grinta anche se le avversarie sono indubbiamente più forti tecnicamente, le rossoblù credono comunque di potercela fare e tirano fuori un carattere che gli permette di condurre il set fino agli ultimi punti, dove poi però cedono, complice qualche errore di troppo sul fondamentale del muro dovuti soprattutto alla bravura della palleggiatrice del Larghi Volley che riesce a smarcare le sue attaccanti dai centrali del Fides. Il set finisce 25/23.

Il terzo set è combattuto, le torritesi non vogliono arrendersi, ma troppi fattori remano contro la loro voglia di riscattarsi. Le battute un po’ troppo timorose non riescono a mettere in difficoltà la forte squadra avversaria, che continua ad attaccare senza troppe difficoltà, la difesa viene forse letta non completamente bene dal Coach Saletti, che dichiara le proprie responsabilità a fine partita. Inoltre l’attacco non conclude, gli scout della partita parlano chiaro: solo 5 i punti diretti degli schiacciatori di banda, una cifra insufficiente. L’ultimo parziale termina con il punteggio di 25/20.

Le ragazze non si perdono d’animo, sanno di affrontare un campionato per loro nuovo e più difficile, e si dichiarano già pronte ad allenarsi duramente per la prossima partita, il derby con la G.S. Pallavolo Poliziana, tra le mura del Fides Torrita (sabato 14 dicembre alle ore 21).

Nessun commento su Volley – Fides Torrita sconfitta da Colle di Val d’Elsa

Bettolle festeggia le due campionesse: Luciana Foianesi e Chiara Bazzoni

Sabato 7 dicembre, al nuovo campo sportivo di Bettolle, si sono svolti i festeggiamenti per onore le imprese sportive di due campionesse Chiara Bazzoni, medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo…

Sabato 7 dicembre, al nuovo campo sportivo di Bettolle, si sono svolti i festeggiamenti per onore le imprese sportive di due campionesse Chiara Bazzoni, medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo e ai campionati italiani nel 400 e nella staffetta 4×400, e Luciana Foianesi campionessa mondiale di braccio di ferro, titolo conquistato quest’anno ai Mondiali in Polonia.
Ai loro tifosi e sostenitori, le due atlete hanno fatto rivivere, attraverso due filmati, le gare e i loro successi di questo anno 2013, Luciana Foianesi ha mostrato tutti i suoi momenti più toccanti della vittoria in Polonia, mentre Chiara Bazzoni ha fatto vedere le sue gare e i suoi successi di quest’anno 2013. Dai Giochi del Mediterraneo in Turchia ai mondiali di Mosca.

L’anno 2013, per queste due atlete, si è rivelato un anno ricco di soddisfazioni e grandi successi. Chiara ha ottenuto ben sei medaglie d’oro fra Campionati Italiani e Giochi del Mediterraneo, nonché la semifinale ai Mondiali di Mosca nei 400m piani e la finale Mondiale nei 4×400, dove però Chiara, insieme alla sue compagne di squadra Maria Enrica Spacca, Libania Grenot e Marta Milani, sono state beffate dalla sfortuna per la perdita del testimone a pochi centimetri dal traguardo. Ma i successi di Chiara non si limitano di certo solo a questi, grazie alla sua determinazione, la carriera sportiva di Chiara, è ricca di premi e soddisfazioni, dal primato nazionale nei 400m agli Europei di Barcellona nel 2010 e la partecipazione alle Olimpiadi di Londra nel 2012. Dote che appartiene anche all’altra grande campionessa festeggiata sabato a Bettolle, Luciana Foianesi, il cui titolo di campionessa mondiale 2013 è solo l’ultimo di una grande serie, il suo primo titolo è arrivato nel 1989 quando ha vinto i Campionati Italiani e sempre in questo anno ha vinto anche il primo Campionato Europeo di Braccio di ferro, mantenendo anche il titolo nel 90’ e nel 91’. Poi sono seguiti i secondi e terzi posti ai Campionati Mondiali a cavallo degli anni 90’, per poi vincere il suo primo titolo Mondiale nel 2009 a Rovigo.

Durante la serata è intervenuto anche Maurizio Artale, presidente del Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus, un’Associazione che nasce nel 1991 e viene inaugurata 1993 nel quartiere Brancaccio di Palermo, su idea di Padre Pino Puglisi, da sempre il prima fila nel contrastare la mafia, perché anche con lo sport si può bloccare questo male che affligge la nostra società.

Ad intervistare le due campionesse, la nostra Valentina Chiancianesi, responsabile editoriale de La Valdichiana.it, che ha fatto uscire il lato umano di queste due grandi atlete facendole emozionare e toccando le loro corde più sensibili, regalando così al pubblico presente momenti di vera commozione e grande coinvolgimento.

L’evento, coordinato dalla Proloco di Bettolle e dalla sua presidente Roberta Bemoccoli, è stato organizzato grazie a tutti i cittadini e alle associazioni locali: Folkloristica Bettolle, Auser Bettolle, parrocchia di Bettolle, Azione Cattolica- Bettolle, Misericordia Bettolle, Polisportiva Bettolle, La Frontiera Bettolle, Moto club Tommassini, Associazione Amicie della Chianina, Golf Club Val di Chiana, Fisar- delegazione Bettolle, Libertas Bettolle, il gruppo sbandieratori e tamburini coordinato da Davide Bianchini e le 5 contrade di Bettolle.

Nessun commento su Bettolle festeggia le due campionesse: Luciana Foianesi e Chiara Bazzoni

In campo con Fiorentina e Juve per la solidarietà

L’incontro con i settori giovanili delle più importanti società professionistiche Gli Esordienti dell’Unione Polisportiva Poliziana in campo insieme ai colleghi di Fiorentina, Juventus, Siena e Livorno. L’incontro tra i giovanissimi…

L’incontro con i settori giovanili delle più importanti società professionistiche

Gli Esordienti dell’Unione Polisportiva Poliziana in campo insieme ai colleghi di Fiorentina, Juventus, Siena e Livorno.
L’incontro tra i giovanissimi calciatori, tutti under 12, avverrà il 17 e 18 maggio 2014 a Firenze in occasione della 5.a Dommo Cup, torneo nazionale organizzato dalla U.S. Sales del capoluogo di regione in collaborazione con la Fondazione Stefano Borgonovo.
Obiettivo dell’iniziativa, che ha già fatto registrare l’adesione dei settori giovanili delle più importanti società professionistica (oltre a quelle già citate, anche Prato, Spezia, Parma, Bologna, Sassuolo e Padova), raccogliere fondi a favore dei progetti di ricerca contro la SLA, la terribile malattia che ha stroncato Stefano Borgonovo, prima brillante bomber di Fiorentina e Milan e poi testimonial, con la sua famiglia, della lotta alla Sclerosi laterale amiotrofica.
Il torneo si disputerà presso gli impianti del Centro Sportivo Don Bosco e l’Unione Polisportiva Poliziana sarà una delle quattro squadre dilettantistiche impegnate.

“Abbiamo deciso di partecipare – dichiara Massimiliano Bianconi, Presidente della UPP – per compiere un altro, importante passo lungo la strada che abbiamo deciso di intraprendere e che è già caratterizzata da significativi interventi in campo sociale. Lo sport ed il calcio, oltre al forte valore agonistico, possono trasmettere messaggi di amicizia e solidarietà di particolare efficacia; questo effetto, a livello giovanile, si esalta e diventa educativo per gli stessi giocatori. Sarà una partecipazione onerosa per la Società – puntualizza Bianconi – ma siamo felici di destinare risorse economiche ad un causa così nobile, stornandole magari da altri obiettivi per offrire, allo stesso tempo, ai nostri giovani calciatori l’opportunità di compiere un’esperienza che rimarrà indimenticabile”.

Nessun commento su In campo con Fiorentina e Juve per la solidarietà

Type on the field below and hit Enter/Return to search