La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: lavoro

Prospettiva Valdichiana: la raccolta differenziata

La raccolta differenziata in Valdichiana Questa settimana Prospettiva Valdichiana si occupa di raccolta differenziata. In attesa che vengano resi noti i dati riguardanti l’anno appena trascorso, cerchiamo di analizzare i…

La raccolta differenziata in Valdichiana

Questa settimana Prospettiva Valdichiana si occupa di raccolta differenziata. In attesa che vengano resi noti i dati riguardanti l’anno appena trascorso, cerchiamo di analizzare i trend degli ultimi due anni disponibili, quelli del 2013 e del 2014. I numeri, provenienti dall’ARRR (Agenzia Regionale Recupero Risorse), sono stati analizzati ed elaborati dall’Istituto di Ricerca fiorentino reteSviluppo.

Partiamo innanzitutto col dire che a livello regionale la percentuale di raccolta differenziata effettiva cresce, seppur di poco, tra il 2013 ed il 2014: si passa dal 42,36% al 44,49%. Tuttavia, crescono anche i rifiuti pro-capite, che passano dai 597,5 kg del 2013 ai 603,1 kg del 2014. Purtroppo, i dati mostrano come sia ancora lontano l’obiettivo del 65% che già dal 2012 doveva essere raggiunto, così come sarà di difficile realizzazione l’obiettivo del 70% da raggiungere nel 2020.

La provincia di Siena registra, nel 2013, la stessa percentuale di raccolta differenziata effettiva della media regionale (42,36%); ma il trend positivo rispetto al 2014 è più contenuto, con una crescita che si mantiene sullo 0,05% (42,41%). La crescita che risulta essere più consistente riguarda invece i rifiuti pro-capite, che passano dai 604,9 kg del 2013 ai 618,1 kg del 2014. Anche in questo caso siamo lontani dagli obiettivi prefissati e, addirittura, nel corso del 2014, la provincia senese mostra una percentuale di raccolta differenziata effettiva più bassa rispetto a quella media regionale.

Ma vediamo cosa succede nel nostro territorio. In Valdichiana Senese la percentuale di raccolta differenziata effettiva passa dal 45,96% del 2013 al 47,09% del 2014. Il dato è leggermente migliore sia rispetto alla media provinciale, sia rispetto alla media regionale. Anche in questo caso, cresce però anche la quantità di rifiuti pro-capite, che passano dai 583,8 kg del 2013 ai 606 kg del 2014. Tra i comuni che meglio si sono comportati sotto questo aspetto nel corso del 2014 va segnalato il dato di Chiusi, che raggiunge una percentuale di raccolta differenziata effettiva del 66,37% piazzandosi al primo posto tra i comuni della provincia di Siena.  Segue, abbastanza staccato, il comune di Chianciano Terme con una percentuale di raccolta differenziata effettiva del 47,29%, poi Montepulciano con il 46,56% e Sinalunga con il 44,55%; fanalino di coda il comune di Trequanda, con il 30,88% che, inoltre, contrae il proprio dato rispetto al 2013, quando la percentuale di raccolta differenziata effettiva era del 33,81%.

I dati della Valdichiana paiono essere nel complesso leggermente migliori rispetto a quelli provinciali e regionali, ma va detto che, se escludiamo il buon risultato del comune di Chiusi, siamo ancora molto indietro, con tutti i comuni del territorio che mostrano percentuali di raccolta differenziata inferiori al 50%. A livello regionale, infatti, provincie come quella di Firenze e di Lucca hanno percentuali superiori al 50% (rispettivamente il 52,92% ed il 52,41), ma anche la provincia di Pisa e quella di Prato fanno meglio di quella senese (rispettivamente il 48,13% ed il 47,38%).

dati raccolta 1

dati raccolta 2

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Nessun commento su Prospettiva Valdichiana: la raccolta differenziata

Prospettiva Valdichiana: infortuni sul lavoro

Infortuni sul lavoro in Valdichiana: qualche dato Purtroppo il tema degli infortuni sul lavoro è sempre d’attualità; in questa nuova uscita di Prospettiva Valdichiana proveremo a diffondere qualche dato sull’argomento…

Infortuni sul lavoro in Valdichiana: qualche dato

Purtroppo il tema degli infortuni sul lavoro è sempre d’attualità; in questa nuova uscita di Prospettiva Valdichiana proveremo a diffondere qualche dato sull’argomento nel nostro territorio. I dati, provenienti dalla Banca Dati Statistica dell’INAIL, sono stati analizzati ed elaborati, come di consuetudine, dall’Istituto di Ricerca fiorentino reteSviluppo.

A livello nazionale viene riscontrata una generale tendenza al calo degli infortuni sul lavoro, soprattutto per quelli mortali, che risultano essere quasi dimezzati negli ultimi 10 anni. Più in dettaglio, dal 2010 al 2014 passano da 1.503 a 1.139, con una diminuzione percentuale del 24,2%. La tendenza è simile per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro totali denunciati, che passano dai circa 871mila del 2010 ai circa 663mila del 2014, con un decremento del 23,9%.

E in Valdichiana Senese? Nel nostro territorio sono stati denunciati, nel corso del 2014, 859 infortuni sul lavoro, di cui 2 mortali; nel 2010 erano stati 1.099, di cui uno mortale. Anche in Valdichiana, quindi, si riscontra una netta diminuzione degli infortuni sul lavoro (-21,8%), confermata anche dal dato provinciale, dove si passa dai 5.705 infortuni sul lavoro del 2010 ai 4.171 infortuni denunciati del 2014 (-26,9%). Discorso analogo per quanto concerne la Regione Toscana, dove erano stati riscontrati 67.047 infortuni nel 2010, scesi a 52.652 nel 2014 (-21,5%).

Degli infortuni sul lavoro denunciati nel corso del 2014, in Italia sono stati riconosciuti il 67%, mentre gli infortuni indennizzati sono stati il 55,2%. A livello toscano, invece, gli infortuni sul lavoro riconosciuti sono stati il 68,8% di quelli denunciati, mentre gli infortuni indennizzati sono stati il 59%. Tali percentuali crescono se consideriamo invece la provincia di Siena e lo fanno ancora di più prendendo in esame la Valdichiana Senese: i dati provinciali, infatti, vedono una percentuale di infortuni sul lavoro riconosciuti del 72,2%, mentre quelli indennizzati sono il 61,2%; nel nostro territorio, invece, gli infortuni sul lavoro denunciati che sono stati riconosciuti salgono addirittura al 79%, con quelli indennizzati che raggiungono il 68,8%.

Quelli appena osservati sono senza dubbio dati molto incoraggianti che dimostrano come la sicurezza stia diventando un valore aggiunto alle condizioni dei lavoratori e un fattore determinante per ridurre i costi. Sensibilizzare e informare risultano quindi azioni efficaci per tradurre dei valori importanti in risultati positivi, sia in termini di vite salvate e sia in termini di qualità del lavoro.

Purtroppo va segnalato come i dati provvisori del 2015 paiono descrivere un’inversione di tendenza dopo anni di costanti diminuzioni, sia in termini di infortuni sul lavoro totali che di infortuni mortali. Sembrano essere in aumento, infatti, le morti sul lavoro in Italia rispetto al 2014. Non resta quindi che aspettare i dati ufficiali per fare le dovute valutazioni.

prospettiva infortuni 1 prospettiva infortuni 2 prospettiva infortuni 3

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Nessun commento su Prospettiva Valdichiana: infortuni sul lavoro

Prospettiva Valdichiana: Pienza e i pendolari

Pienza: anche i flussi pendolari dicono Valdichiana In questa nuova uscita di Prospettiva Valdichiana continuiamo a occuparci della questione inerente l’entrata del comune di Pienza nell’Unione dei Comuni della Valdichiana…

Pienza: anche i flussi pendolari dicono Valdichiana

In questa nuova uscita di Prospettiva Valdichiana continuiamo a occuparci della questione inerente l’entrata del comune di Pienza nell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese. Questa volta, dopo aver analizzato il “peso” di Pienza dal punto di vista demografico, turistico e produttivo, osserveremo i flussi pendolari delle persone che, residenti nel comune pientino, lavorano o studiano fuori dal proprio comune di residenza. I dati, analizzati dall’Istituto di ricerca reteSviluppo, sono quelli del censimento 2011.

Il 33,7% dei pientini che lavorano o studiano lo fanno fuori dal proprio comune di residenza e si recano giornalmente in un altro comune della provincia di Siena. Ma vediamo in quale direzione della provincia si muovono i flussi pendolari del comune di Pienza. Delle persone che lavorano o studiano fuori dal comune di residenza ma all’interno di un comune senese, il 56,8% si reca in un comune della Valdichiana Senese: il 39,4%, infatti si reca nel comune di Montepulciano, il 7,7% nel comune di Chianciano Terme e una quota minoritaria negli altri comuni della Valdichiana.

Solo il 23,2% delle persone che lavorano o studiano fuori dal comune di Pienza, ma all’interno di un comune della provincia di Siena, si recano nei comuni dell’Unione dei Comuni Amiata Valdorcia: in questo caso la maggior parte dei pendolari si reca a San Quirico d’Orcia (12,3%), poi in misura minore ad Abbadia San Salvatore (6,5%).

Il 20% delle persone che lavorano o studiano fuori dal comune di Pienza, ma all’interno di un comune della provincia di Siena, invece, si dirigono verso gli altri comuni della Provincia, dove il comune più rappresentato è il capoluogo Siena (10,0%), seguito da Montalcino (6,2%).

I numeri ci mostrano pertanto una situazione in cui Pienza, dal punto di vista dei flussi pendolari delle persone che lavorano o studiano fuori dal proprio comune di residenza, pare essere più connessa con il territorio della Valdichiana Senese, piuttosto che con le altre zone della provincia senese, compresa l’area dell’Amiata Valdorcia di cui Pienza faceva parte prima della recente entrata nell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese.

E’ in particolar modo la connessione con Montepulciano, comune nel quale si recano per studio o lavoro quasi il 40% delle persone che escono quotidianamente dal comune di Pienza, a essere particolarmente forte: il fenomeno si spiega ovviamente con la presenza dei vari Istituti Superiori ubicati nel comune poliziano, che attirano molti studenti dei comuni limitrofi, ma non è minoritaria anche la quota di persone che lavora nel comune di Montepulciano, anzi, in questo caso rappresenta la motivazione principale dello spostamento.

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Nessun commento su Prospettiva Valdichiana: Pienza e i pendolari

Prospettiva Valdichiana: quanto “pesa” Pienza?

È notizia di poche settimane fa l’entrata di Pienza nell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, che andrà quindi ad aggiungersi ai nove comuni già facenti parte dell’Ente e che concorrerà alla…

È notizia di poche settimane fa l’entrata di Pienza nell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, che andrà quindi ad aggiungersi ai nove comuni già facenti parte dell’Ente e che concorrerà alla gestione di uffici unici per dieci comuni in modo da generare risparmi e dare servizi migliori ai cittadini; un’unità politica per attrarre risorse e coordinare in modo organico il territorio. Ma quanto “pesa” all’interno della provincia di Siena la Valdichiana con Pienza sotto il profilo demografico, turistico e produttivo? In questa nuova uscita di “Prospettiva Valdichiana” proveremo a dare qualche dato, sempre elaborato dall’Istituto di ricerca reteSviluppo.

Dal punto di vista demografico, il comune di Pienza, con i suoi 2.129 abitanti al 1° gennaio 2015, non accresce in maniera significativa la popolazione dell’area, anche se il territorio rappresenta, con i 10 comuni dell’Ente, il 23,3% della popolazione provinciale. È senz’altro più consistente l’apporto di Pienza sotto il profilo della superficie territoriale, in quanto, con i suoi 123 chilometri quadrati, rappresenta il secondo comune più esteso della “nuova” Valdichiana Senese, dopo Montepulciano. Il territorio chianino va a costituire il 21,3% del territorio provinciale.

La quota della Valdichiana Senese rispetto alla provincia di Siena si incrementa se guardiamo poi al settore produttivo: sono 7.791 le imprese totali del territorio nel 2013, che rappresentano il 26,5% delle imprese provinciali, con Pienza che può vantare quasi 500 imprese attive. Ma è soprattutto dal punto di vista turistico che la Valdichiana Senese rappresenta uno quota consistente della provincia, con Pienza che va ad aumentare quantitativamente e qualitativamente il “peso” del territorio: i posti letto della Valdichiana sono, al 31 dicembre 2014, il 37,4% di quelli provinciali, con le strutture ricettive che rappresentano il 27,1%. Anche le presenze e gli arrivi in Valdichiana sono una quota consistente di quelli provinciali: le prime rappresentano, nel 2014, il 26,9%, mentre i secondi il 28,5%, con Pienza che, per numero di arrivi e presenze, si piazza al terzo posto all’interno della Valdichiana Senese, dopo Chianciano Terme e Montepulciano.

Sia dal punto di vista turistico che produttivo, la Valdichiana Senese può vantare quindi un ruolo da assoluta protagonista sia sul piano provinciale che regionale. Un protagonismo necessario a sviluppare strategie innovative che si basino principalmente sulla condivisione e sulla capacità di fare sistema a livello intercomunale.

pienza tabella 1 pienza tabella 2

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Nessun commento su Prospettiva Valdichiana: quanto “pesa” Pienza?

Prospettiva Valdichiana: treni e pendolari

In questa seconda uscita di “Prospettiva Valdichiana” parliamo del pendolarismo nel nostro territorio. I dati, sempre analizzati dall’Istituto di ricerca reteSviluppo, sono quelli del censimento 2011 e vanno ad indagare…

In questa seconda uscita di “Prospettiva Valdichiana” parliamo del pendolarismo nel nostro territorio. I dati, sempre analizzati dall’Istituto di ricerca reteSviluppo, sono quelli del censimento 2011 e vanno ad indagare i flussi delle persone che lavorano o studiano fuori dal proprio comune di residenza.

In Valdichiana Senese il 39,2% delle persone che studiano o lavorano lo fanno fuori dal proprio comune di residenza; la percentuale è molto simile sia a livello provinciale (39,9%) che a livello regionale (39,3%). Tuttavia i dati cominciano a variare di qualche punto se consideriamo la percentuale di persone che lavorano fuori comune, ma all’interno della stessa provincia: in questo caso i lavoratori e gli studenti che lo fanno in provincia di Siena sono il 32,7%, mentre in Valdichiana tale categoria ammonta al 28,7% (di cui solo il 15,7% si reca nel comune di Siena); nel nostro territorio una percentuale maggiore di lavoratori e studenti si reca fuori provincia. Sono infatti il 10,2% coloro che studiano o lavorano fuori comune e fuori provincia, contro il 7,2% della provincia di Siena, mentre le persone che studiano o lavorano fuori regione sono l’1% in provincia di Siena ed il 3,9% in Valdichiana.

Ma vediamo dove sono diretti i flussi di pendolari che ogni mattina escono dal proprio comune di residenza per andare a studiare o a lavorare. In Valdichiana l’89,7% di coloro che studiano o lavorano fuori provincia si dirigono in provincia di Arezzo, in provincia di Firenze e in provincia di Perugia. Nel dettaglio, il 7,8% è diretto verso la provincia fiorentina (di questi l’82,3% si reca nel comune di Firenze), il 53,8% verso la provincia di Arezzo (di questi il 33,5% si dirige nel comune di Arezzo) ed il 28,1% verso la provincia di Perugia (di questi solo il 21% si reca nel comune di Perugia).

Al di là delle recenti vicende che hanno riguardato la possibile realizzazione della stazione dell’alta velocità Media Etruria nel territorio della Valdichiana, è evidente come tale territorio non possa prescindere da uno sviluppo infrastrutturale e dei servizi nel settore dei trasporti che, sicuramente utile e necessario dal punto di vista turistico, vada a sostegno di tutti quei pendolari costretti a recarsi verso le principali città regionali e non solo e che negli ultimi anni hanno visto il taglio quasi totale dei treni Intercity.

È ovviamente l’asse che va verso Firenze, e che passa per la provincia di Arezzo, quello a essere più utilizzato, anche se non manca una buona percentuale di pendolari che si reca fuori regione e gravita nella zona della provincia di Perugia.

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Nessun commento su Prospettiva Valdichiana: treni e pendolari

Prospettiva Valdichiana: investire nel turismo?

Il turismo è da sempre uno dei settori italiani che offre le maggiori potenzialità, favorito ovviamente dalle innumerevoli bellezze paesaggistiche del Bel Paese. Nonostante gli anni di crisi che stiamo…

Il turismo è da sempre uno dei settori italiani che offre le maggiori potenzialità, favorito ovviamente dalle innumerevoli bellezze paesaggistiche del Bel Paese. Nonostante gli anni di crisi che stiamo vivendo, investire nel settore del turismo è una pratica che sta riscuotendo un certo successo anche nella nostra Valdichiana.

chianciano travelI dati della Camera di Commercio di Siena, analizzati ed elaborati dall’istituto di ricerca fiorentino reteSviluppo, mostrano come, dal 2009 al 2013, le imprese operanti nei settori turistici, come attività di alloggio e ristoranti, siano cresciute, al contrario degli altri settori che, a causa della grave crisi economica, hanno diminuito il proprio numero. Il dato provinciale vede negli anni considerati una certa stabilità del numero delle imprese totali (+0,01%), con diminuzioni marcate però in settori come le imprese manifatturiere (-16,12%) e le costruzioni (-7,45%); al contrario, le imprese operanti in attività di alloggio e ristorazione sono aumentate, dal 2009 al 2013, del 14,58%.

Anche in Valdichiana Senese il trend è positivo: mentre le imprese totali si riducono del 2,3% dal 2009 al 2013, le imprese specializzate in attività di alloggio e ristorazione crescono del 12,56%, registrando incrementi in tutte i comuni dell’area, ad eccezione di San Casciano dei Bagni, dove per le imprese del settore si osserva una diminuzione dell’11.11%. Anche Chianciano Terme registra una leggera crescita (+2,45%), mentre per gli altri comuni l’incremento è a doppia cifra.

La controtendenza è confermata, anche nel caso del nostro territorio, dall’andamento degli altri settori imprenditoriali: le imprese manifatturiere diminuiscono del 15,98%, le imprese di costruzioni arretrano del 12,12%, mentre le imprese relative al commercio all’ingrosso e al dettaglio decrescono del 4,05%. Il numero dei turisti a livello mondiale sta aumentando negli anni e, di conseguenza, sta aumentando anche il fatturato legato a questa industria. È continua la nascita di nuove mete turistiche e il settore si sta segmentando uniformandosi ai nuovi flussi turistici e ai nuovi clienti sempre più diversificati tra loro.

È tuttavia necessaria una sinergia anche con il settore pubblico che dovrebbe investire in infrastrutture, difesa dell’ambiente e beni culturali; per tornare al nostro territorio, la Valdichiana Senese ha senza dubbio le potenzialità e l’opportunità di competere anche a livello internazionale, attraverso strategie d’area che siano innovative e condivise. Le opportunità per investire nel turismo sono molte. L’Unione Europea, anche attraverso le Regioni, offre diversi strumenti di finanziamento per il settore, rivolti sia alle PMI che agli enti locali, con programmi specifici destinati a particolari aree tematiche.

(fonte: elaborazione reteSviluppo su dati Camera di Commercio di Siena)

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Nessun commento su Prospettiva Valdichiana: investire nel turismo?

Libero Accesso – 2° puntata: Lavoro

La seconda puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 3 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di lavoro: approfondimenti sulla situazione delle aziende in…

La seconda puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 3 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di lavoro: approfondimenti sulla situazione delle aziende in crisi, sul tasso di disoccupazione nel territorio e sulle riforme del Jobs Act.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Armando Bennati,direttore Confesercenti area Valdichiana
  • Niccolò Guicciardini, segretario provinciale Partito Democratico
  • Roberto Caroti, dirigente provinciale Forza Italia
  • Luisella Brivio, responsabile Valdichiana CGIL

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni:

  • Daniele Barbetti, presidente Federalberghi Chianciano Terme
  • Marco Ciarini, presidente Patto Territoriale VATO
  • Gli operai in sciopero dell’azienda TSW a Chiusi
  • Gli ex-dipendenti dell’azienda RDB di Montepulciano

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla seconda puntata

Le infografiche realizzate per introdurre l’argomento della serata, con i dati relativi alle crisi aziendali, agli avviamenti dei centri per l’impiego e al tasso di disoccupazione in provincia di Siena e in Valdichiana, possono essere consultate a questo link: INFOGRAFICHE SUL LAVORO

I dati sono stati selezionati grazie al supporto dei responsabili provinciali del settore lavoro e dei Centri per l’Impiego del territorio. I dati più approfonditi, con tabelle e aggiornamenti fino al primo semestre del 2014, possono essere consultati direttamente nel sito web della Provincia di Siena, nello specifico nelle sezioni riguardanti gli ammortizzatori sociali e i centri per l’impiego: RAPPORTI STATISTICI SUL MERCATO DEL LAVORO

Questo il documento presentato da CGIL Valdichiana per istituire un tavolo strutturale assieme alle istituzioni del territorio: cgil valdichiana

Di seguito invece potete trovare il documento riassuntivo sulla riforma del mercato del lavoro realizzata con il Jobs Act, consultabile dal sito governativo “Passo dopo Passo”PassoDopoPasso Jobs Act

Ecco il video integrale della puntata:

Nessun commento su Libero Accesso – 2° puntata: Lavoro

Lavoro in provincia di Siena: i dati dai Centri per l’Impiego

CRISI AZIENDALI 2014 | Create infographics CENTRI PER L’IMPIEGO | Create infographics IMPRESE E ASSUNZIONI | Create infographics

1 commento su Lavoro in provincia di Siena: i dati dai Centri per l’Impiego

Offerte di lavoro fino al 25 febbraio – zona Valdichiana

Di seguito potete trovare le ultime offerte di lavoro per la zona Valdichiana fino al 25 febbraio 2015, pubblicate dal Centro per l’Impiego della provincia di Siena. In base a quanto disposto…

Di seguito potete trovare le ultime offerte di lavoro per la zona Valdichiana fino al 25 febbraio 2015, pubblicate dal Centro per l’Impiego della provincia di Siena. In base a quanto disposto dalla legge 125/91, tutti gli annunci per ricerca e selezione del personale si intendono rivolti a persone dell’uno e dell’altro sesso. Per qualsiasi informazione potete contattare direttamente gli uffici relativi al territorio della Valdichiana:

CENTRO IMPIEGO DI MONTEPULCIANO
Piazzetta Pasquino da Montepulciano
Tel. 0578 758502 – Fax. 0578 757445
E-mail. ci.montepulciano@provincia.siena.it

CENTRO IMPIEGO DI SINALUNGA
Via Trento, 229/b
Tel. 0577 241920 – Fax. 0577 241930
E-mail. ci.sinalunga@provincia.siena.it

OFFERTE IN PRESELEZIONE

Rif. 2661 – ricerca di 1 cucitrice a Monte San Savino
RICHIEDE – esperienza con la macchina piana e macchine speciali
OFFRE – lavoro a tempo pieno con orario spezzato

Rif. 2662 – ricerca di 1 sarta a Monte San Savino
RICHIEDE – esperienza precedente come modellista di sartoria
OFFRE – lavoro a tempo pieno con orario spezzato

Rif. 2774 – ricerca di 1 muratore a Chianciano Terme
RICHIEDE – muratore o manovale con esperienza, corsi sulla sicurezza
OFFRE – lavoro a tempo pieno e determinato

Rif. 2780 – ricerca di 1 montatore di macchine industriale a Sinalunga
RICHIEDE – esperienza di almeno 1 anno, diploma di perito elettrico o elettronico
OFFRE – lavoro a tempo pieno e determinato

Rif. 2785 – ricerca di 1 receptionist a Torrita di Siena
RICHIEDE – accoglienza dei clienti di agriturismo, accompagnamento in escursioni
OFFRE – lavoro occasionale fino a Ottobre

Rif. 2777 – ricerca di 1 mediatore linguistico in provincia di Siena
RICHIEDE – esperienza come mediatore culturale, conoscenza dell’albanese, russo, romeno, arabo o senegalese
OFFRE – lavoro a tempo pieno e determinato

Rif. 2779 – ricerca di 1 ingegnere delle telecomunicazioni a Chianciano Terme
RICHIEDE – laurea in ingegneria delle telecomunicazioni, età tra 25 e 32 anni
OFFRE – lavoro a tempo pieno e determinato

Rif. 2782 – ricerca di 1 bibliotecario a Sarteano
RICHIEDE – esperienza di almeno 2 anni, laurea umanistica, conoscenza della lingua inglese
OFFRE – lavoro a tempo pieno e determinato

Rif. 2783 – ricerca di 1 decoratore su vetro a Montepulciano
RICHIEDE – decoratore a mano per bottiglie, esperienza nel settore
OFFRE – lavoro a tempo pieno e determinato

Rif. 2784 – ricerca di 1 rappresentante di vini pregiati a Montepulciano
RICHIEDE – esperienza di vendita come rappresentante di commercio
OFFRE – da valutare in sede di colloquio

OFFERTE DIRETTE

Rif. 2740 – CONTORNI TRASPORTI SRL ricerca 1 autista a Castiglione d’Orcia
RICHIEDE – patente CE, esperienza come conducente di autocarro
OFFRE – lavoro a tempo determinato
CONTATTARE – andrea.contorni@contornitrasporti.com

Nessun commento su Offerte di lavoro fino al 25 febbraio – zona Valdichiana

Offerte di lavoro fino al 18 febbraio – zona Valdichiana

Di seguito potete trovare le ultime offerte di lavoro per la zona Valdichiana fino al 18 febbraio 2015, pubblicate dal Centro per l’Impiego della provincia di Siena. In base a quanto…

Di seguito potete trovare le ultime offerte di lavoro per la zona Valdichiana fino al 18 febbraio 2015, pubblicate dal Centro per l’Impiego della provincia di Siena. In base a quanto disposto dalla legge 125/91, tutti gli annunci per ricerca e selezione del personale si intendono rivolti a persone dell’uno e dell’altro sesso. Per qualsiasi informazione potete contattare direttamente gli uffici relativi al territorio della Valdichiana:

CENTRO IMPIEGO DI MONTEPULCIANO
Piazzetta Pasquino da Montepulciano
Tel. 0578 758502 – Fax. 0578 757445
E-mail. ci.montepulciano@provincia.siena.it

CENTRO IMPIEGO DI SINALUNGA
Via Trento, 229/b
Tel. 0577 241920 – Fax. 0577 241930
E-mail. ci.sinalunga@provincia.siena.it

OFFERTE IN PRESELEZIONE

Rif. 2661 – ricerca di 1 cucitrice a Monte San Savino
RICHIEDE – esperienza con la macchina piana e macchine speciali
OFFRE – lavoro a tempo pieno con orario spezzato

Rif. 2662 – ricerca di 1 sarta a Monte San Savino
RICHIEDE – esperienza precedente come modellista di sartoria
OFFRE – lavoro a tempo pieno con orario spezzato

Rif. 2741 – ricerca di 1 cuoco a Chiusi
RICHIEDE – esperienza come cuoco di ristorante, dai 5 ai 10 anni
OFFRE – lavoro stagionale a turni

OFFERTE DIRETTE

Rif. 2740 – CONTORNI TRASPORTI SRL ricerca 1 autista a Castiglione d’Orcia
RICHIEDE – patente CE, esperienza come conducente di autocarro
OFFRE – lavoro a tempo determinato
CONTATTARE – andrea.contorni@contornitrasporti.com

Nessun commento su Offerte di lavoro fino al 18 febbraio – zona Valdichiana

Type on the field below and hit Enter/Return to search