La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: forum

Secondo Forum sul Turismo in Valdichiana

Dopo il successo della prima edizione, il 20 Aprile 2016 è tornato il Forum sul Turismo in Valdichiana: una giornata di discussione sulle prospettive di crescita per lo sviluppo turistico…

Dopo il successo della prima edizione, il 20 Aprile 2016 è tornato il Forum sul Turismo in Valdichiana: una giornata di discussione sulle prospettive di crescita per lo sviluppo turistico del territorio che si è tenuta presso l‘Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Chianciano Terme.

Il Forum sul Turismo è stata un’importante giornata di lavoro che ha favorito il confronto tra istituzioni, associazioni di categoria, imprese turistiche ed enti di promozione locale; nel corso dell’evento i partecipanti hanno potuto ragionare in termini di area vasta, favorendo i processi condivisi e partecipati, progettando le migliori soluzioni per le strategie turistiche della Valdichiana.

Il programma del Secondo Forum sul Turismo in Valdichiana era suddiviso in tre momenti:

  • Ore 10: tavoli di lavoro tematici suddivisi in: eventi territoriali, sport e congressi – salute, terme e benessere – arte, cultura ed enogastronomia – comunicazione, promozione e innovazione – strategia turistica e infrastrutture;
  • Ore 15: sintesi degli elaborati dei tavoli, discussione libera e dibattito aperto in sessione comune;
  • Ore 21: puntata speciale di “Libero Accesso” su Tele Idea con i risultati del Forum e dibattito tra gli ospiti in studio.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Albergatori Federalberghi Chianciano Terme, con il supporto di ReteSviluppo e di Valdichiana Media. La seconda edizione è stata possibile anche grazie alla sponsorizzazione della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese, oltre che dal patrocinio dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese e l’ospitalità dell’Istituto Alberghiero di Chianciano Terme.

Di seguito potete scorrere le slide elaborate da ReteSviluppo sulla base dei tavoli di lavoro della mattina, in cui sono stati analizzati punti di forza e debolezza dei vari temi trattati, oltre che una serie di proposte operative:


Il video integrale della discussione pomeridiana:


Ecco il video della puntata serale di “Libero Accesso” andata in onda al termine del Forum su Tele Idea.

 

Nessun commento su Secondo Forum sul Turismo in Valdichiana

I nostri propositi per il 2016: senza paura, verso il futuro

Sono le nostre azioni a scrivere il futuro, e noi ci crediamo fermamente. Ecco i nostri progetti per l’anno 2016

L’inizio di un nuovo anno è sempre un momento di grande analisi introspettiva, come si fa alla fine di un viaggio, quando si è già pronti per ripartire.

Il 2015 di Valdichiana Media è stato bello, intenso, ricco di nuove sfide e di possibilità inaspettate, che hanno concesso a tutti noi che ci abbiamo lavorato l’opportunità di imparare e crescere sia come persone che come professionisti. La strada per il miglioramento è sempre, giustamente, in salita: affrontare le difficoltà può risultare difficile, ma il viaggio è sempre piacevole quando si è in buona compagnia.

Per tutti i soci e i collaboratori di Valdichiana Media, questo 2016 inizia con la promessa di fare ancora meglio, di evolversi, sperimentare, scoprire. Siamo un gruppo di persone dalle formazione e dagli interessi più disparati, una fucina creativa in continua attività che vuole coinvolgere sempre più persone e instaurare nuovi rapporti per dare vita a nuovi progetti che valorizzino le nostre bellissime città e campagne, senza escludere nessuno. Ora più che mai, vogliamo lavorare per mostrare al mondo le nostre bellezze e peculiarità, la storia, le tradizioni, le nuove frontiere che esploriamo.

Quali sono i nostri progetti per il futuro?

Assieme a Toscana Media continueremo a tenervi informati sui fatti e sugli eventi del territorio, proseguendo l’attività di QuiNewsValdichiana e Valdorcia, QuiNewsArezzo e QuiNewsAmiata con la stessa passione e puntando sempre al miglioramento.

La Valdichiana continuerà a essere un osservatore del territorio, teatro di una comunità unita nell’arte, nella solidarietà e nell’amore per i luoghi che abita. Vogliamo raccogliere nuove storie locali e portare un po’ di mondo in Valdichiana, analizzare la situazione economica e sociale che la caratterizza e dare spazio alle voci di coloro che, in un modo o nell’altro, continuano a sognare.

In collaborazione con l’Associazione Albergatori di Chianciano Terme lavoreremo per dare vita alla seconda edizione del Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese, per dare modo alle realtà locali di incontrarsi e discutere assieme un percorso da seguire assieme, per un’azione coordinata a supporto dello sviluppo turistico nel nostro territorio.

E poi ci sarà la stagione degli eventi, che animeranno tutto il nostro territorio e che vi racconteremo alla nostra maniera. Oltre alle iniziative abituali, quest’anno aspiriamo ad avere un ruolo più attivo nello sviluppo di nuovi eventi che possano rendere la nostra comunità ancora più unita, come ad esempio il torneo nato dalla nostra rubrica “Fantacalcisticamente”, serate dedicate alla musica e ad artisti di ogni tipo.

Sono le nostre azioni a scrivere il futuro, e noi ci crediamo fermamente. Per questo non smetteremo mai di dare il massimo e di impegnarci per offrire passione e professionalità a tutti coloro che incontreremo sul nostro cammino. Speriamo di poter continuare questo cammino assieme a voi, per un altro anno: buon 2016 a tutti!

1 commento su I nostri propositi per il 2016: senza paura, verso il futuro

Il racconto come strumento di promozione turistica

Nel corso del Primo Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese, che si è tenuto a Chianciano Terme lo scorso 27 marzo, ho avuto modo di approfondire il ruolo dello storytelling nella promozione turistica, come…

Nel corso del Primo Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese, che si è tenuto a Chianciano Terme lo scorso 27 marzo, ho avuto modo di approfondire il ruolo dello storytelling nella promozione turistica, come rappresentante della società Valdichiana Media.

Valdichiana Media è una giovane società locale, società a maggioranza femminile in cui ruoli chiave sono ricoperti da donne e da under35, è sempre bello sottolinearlo. Ci occupiamo di servizi editoriali con la nostra redazione multidisciplinare, soprattutto per il web, tra comunicazione, giornalismo, uffici stampa, reportage di eventi, social network e web marketing. La nostra specializzazione è la produzione di contenuti multimediali di qualità, specialmente per raccontare questo territorio, favorendone lo sviluppo e la valorizzazione.

Il nostro prodotto editoriale più conosciuto è probabilmente il magazine che state leggendo in questo momento, La Valdichiana, ma non ci limitamo a questo: abbiamo accolto con gioia la proposta di Federalberghi Chianciano nel dare il nostro contributo per organizzare il forum, perché crediamo nel turismo come motore per lo sviluppo della Valdichiana e crediamo nell’interazione positiva tra pubblico e privato: la Valdichiana deve fare rete, facilitare il dialogo tra i territori e tra i settori, tra le associazioni, le imprese, le istituzioni. In questo senso è fondamentale il ruolo di facilitatori del dialogo, e di filtro, soprattutto in una società invasa, sovraccaricata dalle informazioni, nell’epoca dei social network e della possibilità da parte di chiunque di pubblicare qualsiasi cosa. Anche i mondi del’informazione, della politica, della comunicazione, a nostro avviso devono fare il loro ruolo nella società attuale, facilitando il dialogo e non ponendo delle chiusure, filtrando le informazioni sulla base degli specifici interessi del pubblico e non censurando o delegittimando la partecipazione dal basso: partecipare alla conversazione, facilitarla, non imporla né bloccarla.

Inoltre crediamo nella forza del racconto, che sempre più sta diventando importante anche nelle strategie turistiche attraverso lo storytelling, il content marketing. Soprattutto in un territorio come la Valdichiana, che ha tanto da raccontare, una serie di eccellenze dal termalismo alla cultura, dalla storia al folclore, dall’enogastronomia agli eventi, dalla natura alla musica, che funzionano al meglio soltanto se possono mettersi in rete, dialogando e sviluppandosi ulteriormente.

Il racconto ha questa funzione: raccontare un territorio significa viverlo, conoscerlo, entrare in contatto con le sue vere radici culturali: partecipare, in qualche modo, alla costruzione della sua identità. Un territorio come questo non è un territorio da cartolina, bensì vive su un rapporto continuo tra uomo e natura, tra passato e futuro, in cui l’uomo ha contributo a modificare il paesaggio, adattandolo al cambiamento. Quando abbiamo cominciato la nostra attività eravamo convinti che la Valdichiana avesse una dignità da raccontare, una sua identità che potesse essere centrale, e ci crediamo tuttora.

La valorizzazione di un territorio passa dal racconto, poiché è il racconto che crea la nostra identità. E ciò che fa parte della nostra identità fa parte di noi, fa parte di ciò che vogliamo proteggere, far conoscere e valorizzare. Raccontare la Valdichiana passa anche attraverso forum come questi, e faremo del nostro meglio per renderlo un appuntamento stabile.

Nessun commento su Il racconto come strumento di promozione turistica

Primo Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese

Tenutosi all’interno del Parco Acquasanta di Chianciano Terme il 27 Marzo 2015, nella cornice della Sala Fellini, il Primo Forum sul Turismo in Valdichiana è stato organizzato da Valdichiana Media…

Tenutosi all’interno del Parco Acquasanta di Chianciano Terme il 27 Marzo 2015, nella cornice della Sala Fellini, il Primo Forum sul Turismo in Valdichiana è stato organizzato da Valdichiana Media e Federalberghi Chianciano Terme. Gli obbiettivi della giornata possono essere riassunti nei seguenti punti:

  • favorire il confronto tra istituzioni, associazioni di categoria e imprese turistiche, che a volte non dialogano in maniera efficace;
  • ragionare in termini di area vasta e favorire i processi condivisi e partecipati di elaborazione delle strategie;
  • progettare le migliori soluzioni allo sviluppo turistico del territorio della Valdichiana senese.

forum turismo 3All’evento hanno partecipato imprese turistiche, istituzioni locali, associazioni di categoria, enti di promozione e tutti coloro a cui sta a cuore lo sviluppo turistico del territorio, dando il loro contributo per la realizzazione di strategie condivise per la crescita.

Il forum è stato strutturato per favorire la discussione, con interventi frontali e dialogo aperto con il pubblico, per favorire il confronto tra istituzioni, associazioni di categoria e imprese turistiche: soggetti che non sempre riescono a dialogare efficacemente assieme, ma a cui compete la visione strategica dello sviluppo turistico della Valdichiana.

primo forum turismoDal confronto è emersa con forza la necessità di fare rete tra diversi comuni e diversi settori economici, mettere a sistema le energie del territorio, investire sulla formazione e sull’innovazione. Molti interventi si sono soffermati sulla necessità di coinvolgere tutti i soggetti per ampliare l’offerta territoriale, prolungare la permanenza dei turisti, promuovere azioni di marketing su prodotti turistici integrati, promuovere le identità locali e la necessità di trovare politiche comuni per sostenere il miglioramento delle infrastrutture di collegamento del territorio. Senza aver paura di allargare il raggio d’azione fuori dal territorio provinciale.

“Credo – ha affermato Daniele Barbetti, Presidente di Federalberghi Chianciano Terme – che le imprese abbiano dimostrato di essere pronte a raccogliere la sfida di una visione del turismo che superi i confini dei propri comuni di appartenenza. Per far questo è necessaria una governance territoriale condivisa. Proponiamo pertanto che venga istituita una cabina di regia del turismo in Valdichiana presso l’Unione dei Comuni. Un tavolo permanente in cui possano collaborare le istituzioni, le associazioni le imprese, con l’impegno di sviluppare strategie condivise ed efficaci: una necessità concreta resa evidente dal Forum sul Turismo.”

“Tutti i materiali e i contributi dei partecipanti al forum all’interno del sito web www.forumturismovaldichiana.it, a partire dalle prossime settimane. – ha aggiunto Alessio Banini, della società Valdichiana Media – Stiamo lavorando anche al forum online, aperto anche a chi non è potuto essere presente, in modo da continuare la conversazione in ambiente digitale. Considerando il successo della prima edizione, possiamo già dichiarare il nostro impegno per la seconda edizione, accogliendo i suggerimenti e i consigli dei partecipanti, per continuare a facilitare il dialogo, la partecipazione e lo sviluppo turistico della Valdichiana.”

Il Primo Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese, quindi, non finisce qui. Valdichiana Media e Federalberghi Chianciano Terme hanno voluto inaugurare un format che potrà ripetersi con cadenza annuale e a un forum di discussione online, per ragionare in termini di area vasta e facilitare il dialogo tra i vari soggetti che partecipano allo sviluppo turistico, in modo da seguire linee comuni ed efficaci.

Di seguito la playlist sul nostro canale YouTube, con numerosi interventi dei partecipanti al Forum:

2 commenti su Primo Forum sul Turismo nella Valdichiana Senese

Oltre l’Euro: convegno a Chianciano sui temi della politica economica

Sabato 11 e Domenica 12 gennaio si terrà a Chianciano un convegno dal titolo “Oltre l’Euro: La sinistra, la crisi, l’alternativa”, presso l’Hotel Ricci. L’Unione Europea, che sull’onda della globalizzazione…

Sabato 11 e Domenica 12 gennaio si terrà a Chianciano un convegno dal titolo “Oltre l’Euro: La sinistra, la crisi, l’alternativa”, presso l’Hotel Ricci.

L’Unione Europea, che sull’onda della globalizzazione millantava di diventare la prima potenza mondiale, è oggi la zona maggiormente colpita dalla crisi. Le cure da cavallo dell’austerità non hanno curato il malato e, pur rischiando di ucciderlo, continuano ad essere adottate come unica via possibile. Le oligarchie, sostenute da politici collaborazionisti, agiscono con fede cieca, e davanti all’evidenza non vogliono ammettere il fallimento dell’euro.
Il Movimento Popolare di Liberazione e Bottega Partigiana promuovono il convegno nazionale “Oltre l’euro. La sinistra, la crisi, l’alternativa” che si terrà a Chianciano Terme in data 11-12 gennaio 2014 con lo scopo di comprendere la crisi e indicare possibili soluzioni.
Il convegno nasce dalla necessità di riunirsi per affrontare assieme la possibilità di un’uscita dall’euro con politiche economiche volte a salvaguardare la dignità e i diritti del popolo lavoratore con particolare attenzione alle fasce più deboli e sofferenti.
Voci autorevoli dell’economia, del diritto, del mondo sindacale e politico da tempo impegnate nella divulgazione di un’uscita dalla crisi con una visione fondata sull’uguaglianza sociale, ci illustreranno e si confronteranno per trovare soluzioni alternative all’austerità e al neoliberismo.

oltre l'euro
Seminario
Oltre l’euro: per andare dove?
Sabato 11 Gennaio
(ore 10-19.30)
ore 10:00 Presiede: Lella Bigatti
ore 10:10 Introduce Moreno Pasquinelli:
L’Italia tra capitalismo-casinò ed eurocrazia. Declino o sganciamento. Non possiamo restare inermi
ore 10.40 Ernesto Screpanti: “2007-2013: una crisi di transizione”
ore 11:10 Marco Passarella: “Attualità del piano. Critica del paradigma liberoscambista” (in collegamento skype)
ore 11:40 Bruno Amoroso: “L’Europa siamo noi: per il risveglio delle comunità”
ore 12:10 Sergio Cesaratto: “La crisi europea come crisi di bilancia dei pagamenti e TARGET 2”
ore 13:00 PAUSA PRANZO
ore 14:30 Andrea Ricci: “Uscita dall’euro e integrazione europea: un binomio possibile”
ore 15:00 Luciano Barra Caracciolo: “Euro e (o?) democrazia cositutuzionale. La convivenza impossibile tra Costituzione e Trattati europei”
ore 15:30 Gennaro Zezza: “L’euro, la crisi, e la redistribuzione dei redditi”
ore 16:00 PAUSA
ore 16:15 Warren Mosler: “Le proposte della Me-Mmt per uscire dalla crisi”
ore 17:15 Nino Galloni: “Ci porti all’inferno, Germania? Egemonia, supremazia, catastrofe”
ore 17:45 Emiliano Brancaccio: “Sugli effetti delle crisi dei regimi di cambio fisso” (in collegamento skype)

Tavola Rotonda
Quale società per il futuro?
Sabato 11 Gennaio
(ore 21-23.30)
Presiede: Valerio Colombo
Ernesto Screpanti, Claudio Martini, Norberto Frangiacomo, Moreno Pasquinelli

Forum
La sinistra. La crisi. L’alternativa.
Domenica 12 Gennaio
(ore 9-13)
Presiede: Nello De Bellis
ore 09:10 Diego Fusaro
Intervengono:
Valerio Colombo, Marino Badiale, Ugo Boghetta, Giorgio Cremaschi, Fabio Frati, Francesca Donato, Leonardo Mazzei

Per informazioni e prenotazioni: Oltre l’Euro

Nessun commento su Oltre l’Euro: convegno a Chianciano sui temi della politica economica

A Valiano un forum sul distretto biologico

In occasione della festa di San Lorenzo, presso il centro storico di Valiano si è tenuto un forum sulla possibilità di un distretto biologico a Montepulciano. Il forum, organizzato dal…

In occasione della festa di San Lorenzo, presso il centro storico di Valiano si è tenuto un forum sulla possibilità di un distretto biologico a Montepulciano. Il forum, organizzato dal centro culturale Gens Valia, si è svolto domenica 11 agosto alle ore 17:15, con la collaborazione del comune di Montepulciano, la provincia di Siena, Legambiente, l’Accademia Italiana Gastronomica Storica e la Società Storica Poliziana.

Il forum, dal titolo “La Valdichiana che vogliamo”, ha affrontato i temi dei grani antichi, dell’agricoltura biologica e biodinamica, e di un futuro distretto biologico da sviluppare nel comune di Montepulciano, in virtù del recente collegamento alla rete irrigua del Montedoglio.

L’apertura del forum è stata affidata ad Anna Meconcelli, vice presidente del Circolo Legambiente Chianciano Terme – Montepulciano, che ha ricordato la nascita del GAS – gruppo di acquisto solidale “Pare ‘ndiviso” per promuovere il passaggio verso l’agricoltura biologica e la filiera corta. I saluti iniziali sono stati invece affidati ad Alessandro Angiolini, assessore all’ambiente del comune di Montepulciano, che ha ribadito l’interesse per l’agricoltura biologica e per la possibilità si sviluppare un distretto biologico attorno all’acqua del Montedoglio.

distretto biologico

La prima relazione è stata quella di Franco Boschi, presidente del Centro Culturale Gens Valia:

“Grazie all’arrivo dell’acqua del Montedoglio, una delle più grandi dighe in Europa, il distretto biologico è diventata una reale opportunità. Dobbiamo spingere le istituzioni e i cittadini verso questo obiettivo, credere in questo progetto, non limitarci a delegare sempre agli altri. Dobbiamo fare scoccare la scintilla tra produttori e consumatori.”

Durante il suo intervento, il dirigente della provincia di Siena (servizio sviluppo rurale) Paolo Bucelli, ha chiarito il rapporto tra il sistema agroalimentare locale e le modifiche introdotte nella PAc 2014-2020, argomento di fondamentale interesse per tutti gli agricoltori:

“Anche la provincia di Siena crede nell’opportunità offerta dal distretto biologico, che ha già dimostrato i suoi vantaggi in termini economici oltre che nel miglioramento dell’ambiente e della salute degli individui. Il nodo cruciale è la scelta del singolo produttore: non possiamo infatti imporre una produzione biologica in maniera coatta, tutto deve essere rimandato a una scelta imprenditoriale. Non serve soltanto l’aiuto delle istituzioni, ma anche dell’opinione pubblica e della cittadinanza, che contribuiscono a creare un mercato e una domanda di prodotti biologici. Non c’è bisogno di investimenti aziendali particolari per passare al biologico, serve soltanto un cambio di prospettiva, la disponibilità a mettersi in discussione come agricoltore e puntare all’innovazione. Non è sufficiente neppure la scelta di un singolo, servono molti agricoltori che compiono assieme questa scelta per permettere la nascita di un distretto biologico. Senza dimenticare che l’Europa prevede finanziamenti per la riconversione all’agricoltura biologica.”

La parte finale del forum si è concentrata sulla produzione di grani e legumi antichi, legati a una filiera biologica del pane e della pasta, nell’ottica di una nuova riforma agraria. L’agronomo Dania Conciarelli ha descritto nel dettaglio la differenza tra i grani antichi e quelli moderni:

“Le varietà di grani antichi hanno una minore resa, e presentano sicuramente maggiori difficoltà di produzione. Tuttavia mantengono intatti i valori nutrizionali, hanno una diversa composizione di glutine e permettono di attivare una filiera corta attenta all’ambiente e al benessere. Dobbiamo imparare ad alimentarci con varietà di cibi che ci nutrano veramente, e che non si preoccupino soltanto di sfamarci.”

Il produttore Giordano Mainò ha poi raccontato la sua esperienza come produttore di grani e legumi antichi, un’attività imprenditoriale a gestione familiare che ha portato alla produzione di grano, farro e fagioli macinati a pietra, oltre a particolari varietà di miglio, di grano saraceno e di orzo per caffè. Il perito agrario Davide Farina, infine, ha mostrato un resoconto finale sull’agricoltura biodinamica, nata in Germania nel 1924 e ancora attuale per portare ulteriori migliorie all’agricoltura biologica.

La giornata si è conclusa con il tradizionale appuntamento di “Calici di Stelle” all’interno della Festa di San Lorenzo, con la collaborazione della condotta Slow Food di Montepulciano/Chiusi, il Gruppo Sportivo “La  Rocca” e la Strada del Vino Nobile di Montepulciano. Un percorso itinerante attraverso il Castello di Valiano, con apertura delle taverne e degustazione di piatti tipici toscani accompagnati da vino Rosso e vino Nobile di Montepulciano.

Nessun commento su A Valiano un forum sul distretto biologico

Type on the field below and hit Enter/Return to search