La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: Bravìo di Montepulciano

Il tour enogastronomico per le otto contrade del Bravìo

Anche quest’anno, Montepulciano, il borgo più conosciuto della Valdichiana, è pronto per il Bravìo delle Botti 2014, edizione numero 40. La Valdichiana.it insieme a Dario Pichini, si è immersa totalmente…

Anche quest’anno, Montepulciano, il borgo più conosciuto della Valdichiana, è pronto per il Bravìo delle Botti 2014, edizione numero 40. La Valdichiana.it insieme a Dario Pichini, si è immersa totalmente nell’aria di festa, facendo in tre sere il giro di tutte le contrade. Tre serate all’insegna del divertimento, dell’allegria, e grazie alla disponibilità e la gentilezza delle Contrade, anche di vino a fiumi e ottimo cibo. Un vero e proprio tour enogastronomico per le otto Contrade del Bravìo.

Il tour comincia con la Contrada di San Donato, dove bella gente ci ha accolto con allegria. I pici dei bianco rossi valgono 10+; sono fatti a mano e con un ragù squisito.

Nella cucina di San Donato

Nella cucina di San Donato

I migliori complimenti allo staff della cucina, che si è dimostrato un portento ai fornelli ma anche a livello di simpatia. Con il sapore dei  pici di San Donato ancora in bocca, ripartiamo per attraversare una meravigliosa Piazza Grande illuminata a festa per fare visita a Talosa. La Contrada giallo rossa ha dalla sua parte una location che è una chicca. Tutto è curato nei minimi dettagli e in bella mostra su un tavolino agghindato, troneggia il premio vinto al concorso “A tavola con il Nobile”. Sfortunatamente non abbiamo l’onore di gustare il piatto vincitore, e quindi ci “accontentiamo” di assaggiare il dolce speciale di quest’anno. Sì perché Talosa quest’anno ha scelto di servire i waffel, dolce fuori dal comune ma molto, molto sfizioso. L’unico neo? Il waffel con la Nutella l’ho annaffiato con un bicchiere di Nobile… E come potete immaginare, l’accostamento non era dei migliori. A parte questo, una Grande Talosa.

La prima Contrada della sera seguente è la biancoceleste. Poggiolo organizza le serate in un piccolo giardino davvero molto carino. E c’è da dire che qui, ci hanno trattato proprio da pascià. Bevuto bene e mangiato meglio, penso proprio che sia una delle Contrade che più ci è rimasta nel cuore. La specialità dei biancocelesti sono i pici cacio, pepe e rigatino. Solo il nome fa venire l’acquolina in bocca, un piatto unico. Ma c’è una pecca… Piccina piccina… Il picio fatto a mano avrebbe esaltato ancora di più quel condimento eccezionale e gustoso. Il tour continua verso Le Coste, dove purtroppo il vento fa da padrone. Ma La Valdichiana.it trova il modo di scaldarsi con del buon vino. La gente che anima la cucina della Contrada gialloblu è meravigliosa e disponibile, generosa di sorrisi. L’emozione più grande, da buoni mangiatori quali siamo, è stata indubbiamente la succulenta bistecca di vitello sopra la griglia, messa a cuocere solo per noi. Carne ottima e cotta al punto giusto.

Proseguiamo verso Voltaia, Contrada nel cuore del paese, famosa per il gruppo giovani che ogni anno organizza feste memorabili e conosciute in tutta la zona. La Fiorentina (sì, prima una bella bistecca, ora questa… Ci hanno trattato proprio male, eh?) a detta di Valentina era buonissima. Una bella bistecca mangiata a malincuore pensando agli spingitori, che al tavolo accanto al nostro, si sono dovuti accontentare del petto di pollo. Ma, gente, loro hanno da correre per cercare di portare in Contrada il 2° Bravìo consecutivo! Noi abbiamo “solo” da correre da una Contrada all’altra per assaggiare le specialità di ogni cucina… Forse la cosa è leggermente diversa…

Il Valdichiana tour@Bravìo prosegue incessantemente la sera seguente, partendo da Collazzi. Anche questa Contrada ha conquistato un posticino nel nostro cuore. Pezzo forte della festa è la parte giovani, allestita fin nei più piccoli particolari dai ragazzi della contrada. Ma direi che in posizione ex aequo, altro pezzo forte di Collazzi è la nana. Come mi ha spiegato Franco, la nana gialloverde è cotta in porchetta, è per questo che la carne rimane così morbida. Da leccarsi i baffi.

Valentina, Maria Stella e Dario nella Contrada di Cagnano

Ci spostiamo dall’altra parte di Montepulciano per visitare Cagnano. Le risate intorno alla griglia a cielo aperto sono indimenticabili. Il servizio caotico dei camerieri, non ha sminuito la bontà della tagliata tricolore. Carne deliziosa con rucola, pomodorini e scaglie di grana.

Per concludere la serata, e purtroppo anche l’entusiasmante giro delle contrade poliziane, scendiamo a Gracciano. La musica qui rallegra gli animi, i fegatelli, gustati dalla Direttrice Valentina, e che ha trovato squisiti, soddisfano il palato e del buon vino scorre a fiumi. Ah, non posso dimenticarmi lo stand dei bomboloni, dove c’è un continuo e inarrestabile flusso di gente. Gracciano prende per la gola !

I fegatelli di Gracciano

I fegatelli di Gracciano

Il tour enogastronomico per le otto Contrade poliziane ci ha regalato tanto e ci ha fatto conoscere gente meravigliosa. Un grazie di cuore da parte di tutti noi alle Contrade, a cui facciamo complimenti a gogò per i loro piatti strepitosi. Grazie anche ai rettori, alle rettrici, ai cuochi e ai “ciceroni” che ci hanno dedicato qualche minuto del loro tempo, prendendoci per mano e facendoci conoscere in un’ora soltanto le loro Contrade. E infine, un grazie speciale va a Giulio e a tutto il Magistrato delle Contrade, perchè alla fine dei conti, è grazie a loro se abbiamo potuto realizzare un lavoro del genere.

Potete vedere tutti i servizi video realizzati durante il tour enogastronomico delle contrade del Bravìo delle Botti nel nostro canale Youtube: Buona Visione!

Nessun commento su Il tour enogastronomico per le otto contrade del Bravìo

Svelato il Panno del Bravìo 2014. Talosa vince “A Tavola con il Nobile”

Un panno dedicato alla settima arte, la Fotografia. È questa l’essenza del panno del Bravìo 2014 realizzato da Roberto Longi, direttore del Museo Civico Pinacoteca Crociani, diplomato alle Belle Arti…

Un panno dedicato alla settima arte, la Fotografia. È questa l’essenza del panno del Bravìo 2014 realizzato da Roberto Longi, direttore del Museo Civico Pinacoteca Crociani, diplomato alle Belle Arti di Firenze e insegnante presso la scuola di Arezzo. Il panno è stato presentato domenica 24 agosto presso il Teatro Poliziano di Montepulciano.

“Il panno 2014 non è dipinto, è ispirato alle foto storiche esposte presso il Museo Civico. Un’opera dedicata alle gente che crea e vive il Bravìo, perché i veri protagonisti della manifestazione sono i cittadini. – è la spiegazione di Roberto Longi – Il panno riporta come sfondo una foto dell’evento clou, ovvero Piazza Grande alla vista della botte che taglia la linea di arrivo davanti al sagrato del Duomo”.

TalosaOltre alla presentazione del panno, il Teatro Poliziano ha ospitato un ricco pomeriggio di premiazioni. Si è svolta, infatti, anche la premiazione del concorso “A Tavola con il Nobile”, la sfida ai fornelli ideata dal Consorzio del Vino Nobile con il giornalista del Tg2, Bruno Gambacorta, il cui obiettivo è quello di sposare al meglio il Vino Nobile con il piatto proposto. Dopo l’esperienza dei “pici” e della “nana” nella scorsa edizione, quest’anno il piatto base è stata “La Cinta Senese” e il primo premio è andato, per il secondo anno consecutivo, alla contrada di Talosa con la “Zuppa di cinta senese con pici”, in abbinamento a Salcheto Nobile di Montepulciano e Cantucci Pietrarossa 2011, con un punteggio di 386 e realizzato dalla signora Marisa. Secondo premio alla Contrada Poggiolo con “Maccheroni nobili al rustico di cinta senese con crema di pecorino gran riserva” e terzo posto alla Contrada Collazzi con i “Maccheroni con farina rustica al sugo della festa”. Sul palco per la premiazione Fabrizio Parisotto Salce, da 12 anni direttore responsabile del programma televisivo Agrisapori che va in onda su 150 emittenti in Italia e nella Svizzera italiana, Anna Scafuri del TG1 e Claudio Vismara di Mototurismo, oltre alla giornalista americana Shawn Dore nonché Brand Ambassador del Vino Nobile negli USA.

A seguire poi il “Grifo d’Oro”, andato all’artista cinese Xu Hong Fei, destinato a una personalità che si è distinta per il proprio impegno nella promozione della città e del territorio. Quest’anno il premio è stato assegnato all’artista cinese per la realizzazione della mostra “Nobile Leggerezza”, che dal 7 settembre al 3 novembre 2013 ha stupito e divertito Montepulciano e i suoi visitatori creando un punto d’incontro tra le due culture. L’artista purtroppo non ha potuto presenziare la cerimonia, a causa di problemi di viaggio, ma ha inviato un video messaggio dove si definisce onorato per avere ricevuto il premio e la conseguente cittadinanza onoraria di Montepulciano.

Premio BambiniInfine la premiazione del Concorso di pittura artistica “2014…40 anni di Bravio delle Botti ”, a cui hanno partecipato gli alunni delle Scuole Secondarie di I grado di Montepulciano. L’Assessora all’istruzione Francesca Profili ha definito così il progetto:

“Il progetto è stato molto interessante perché ha avuti un’ottima risposta da parte delle scuole. E’ importante collegare le scuole con il Bravìo, perché è una manifestazione legata alla tradizione e al territorio. Far socializzare le persone per la riuscita della manifestazione in generale, è un modo per insegnare ai ragazzi a diventare
cittadini e a saper condividere”.

Il primo premio di questo concorso è andato a Niccoló Castagnozzi della scuola Pascoli di Montepulciano, il cui lavoro è la sintesi perefetta dei 40 anni di Bravìo, perché racchiude la vera essenza di ogni contrada, ovvero l’aggregazione. Secondo premio, ex aequo, a Pietro Lami, della 2B della scuola di Montepulciano Stazione e a Federico Marconi della 1A di Montepulciano; terzo premio a Ginevra Gambiacciani della 3A di Montepulciano.

Un emozionato Reggitore del Magistrato delle contrade, Giulio Pavolucci, che è stato omaggiato dall’intero Magistrato con un fazzoletto riportante tutti gli otto stemmi delle contrade del Bravìo, ha dichiarato:

“Sono emozionato alla vista di un Teatro Poliziano così gremito e soprattutto mi fa un certo effetto vedere nuove e vecchie glorie del Bravìo insieme. Se Don Marcello vedesse cosa siamo stati in grado di fare sarebbe orgoglioso di tutti i poliziani”.

“Questo è un ottimo inizio per il quarantennale del Bravìo delle Botti – è il commento del Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi – La presenza dell’Amministrazione dimostra la costante collaborazione tra evento e città. Il grande valore della manifestazione sta nelle contrade di Montepulciano. Questo sistema è un contenitore che dà delle risposte anche dal punto di vista economico”.

Al ricco pomeriggio al Teatro Poliziano ha fatto seguito, in Piazza Grande, l’esposizione del Panno e l’immancabile sbandierata dei piccoli Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. Domenica 24 agosto sono iniziate inoltre le prove in notturna degli spingitori, con partenza dalla Colonna del Marzocco; le prove notturne si svolgeranno per tutta la settimana nel centro storico di Montepulciano, oltre alle cene e agli intrattenimenti in contrada.

Nessun commento su Svelato il Panno del Bravìo 2014. Talosa vince “A Tavola con il Nobile”

Comincia il Bravìo delle Botti di Montepulciano 2014

#Bravio2014, gli appuntamenti di sabato 23 agosto: presentazione annullo filatelico e cartolina, concorso “A Tavola con il nobile” e Proclama del Gonfaloniere A Montepulciano tutto è pronto per affrontare la…

#Bravio2014, gli appuntamenti di sabato 23 agosto: presentazione annullo filatelico e cartolina, concorso “A Tavola con il nobile” e Proclama del Gonfaloniere

A Montepulciano tutto è pronto per affrontare la settimana più “calda” dell’anno, quella della sfida delle otto contrade, il Bravìo delle Botti. Si comincia sabato mattina 23 agosto, presso Piazza Michelozzo, dove sarà presentata la nuova cartolina e l’annullo filatelico celebrativo dei 40 anni dal Bravìo moderno, disegnato da Laura Mangiavacchi e visibile dalle 10:30 alle 16:30. Le cartoline saranno in vendita per tutta la settimana successiva, insieme a tutte quelle realizzate negli anni passati.

foto1Nel primo fine settimana di eventi anche il concorso “A Tavola con i nobile” giunto alla sua dodicesima edizione, che finirà domenica 24 agosto, con la premiazione del vincitore presso il Teatro Poliziano. Le otto contrade di Montepulciano si sfideranno ai fornelli con obiettivo di sposare al meglio il Vino Nobile con il piatto proposto. Dopo l’esperienza de “I pici” e della “nana” (anatra) nella scorsa edizione, il tema su cui le massaie si dovranno confrontare sarà un’altra eccellente materia prima del territorio: la Cinta Senese Dop (ora Suino Cinto Toscano Dop) che dovrà essere declinata nei primi piatti. Sabato 23 agosto con la prima sessione di degustazioni, le contrade apriranno le porte al pubblico per far degustare le ricette della tradizione. I menu potranno essere assaggiati anche durante l’arco di tutta la prossima settimana, nelle contrade, ma anche nei ristoranti di Montepulciano che per l’occasione abbineranno piatti della tradizione locale al Vino Nobile. Il concorso è stato ideato dal Consorzio del Vino Nobile con il giornalista del Tg2, Bruno Gambacorta.

Alle ore 21:30, sempre di sabato 23 agosto, il corteo storico delle otto contrade, il Magistrato, gli Alfieri, gli sbandieratori e i tamburini, insieme a tutto il popolo delle contrade in costume storico, arriveranno il Piazza Grande e daranno inizio al cerimoniale con la lettura del Proclama e il saluto da parte del Gonfaloniere, capo storico della città trecentesca e interpretato da Stefano Banini, il quale darà avvio ai festeggiamenti per il Patrono San Giovanni. Le gare e le sfilate saranno descritte dall’autorità con la lettura del testo autentico dello statuto comunale dell’epoca. A seguire Sbandierata del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano e lo spettacolo “BELFAGOR”, messo in scena dal gruppo Lux Arcana, ispirato al mondo degli antichi giullari medioevali e alle arti marziali, con giocolierie, manipolazione di oggetti infuocati e molti effetti speciali. Il costo dello spettacolo è di 6,00€ e i biglietti sono già in vendita presso la Strada del Vino Nobile in Piazza Grande, 7 a Montepulciano e alla Proloco Piazza Don Minzoni, 1 a Montepulciano.

Infine, fino al 31 agosto, presso il Museo Civico Pinacoteca Crociani, sarà visibile la mostra “40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori”, con ingresso gratuito per tutti i residenti nel Comune di Montepulciano, un regalo che il Magistrato delle contrade vuole fare ai poliziani per festeggiare il quarantennale.

Attraverso #bravio2014, potete inviare commenti e foto e rimanere così connessi con la manifestazione per tutto il suo periodo di svolgimento. #bravìo2014 stay with us!

Nessun commento su Comincia il Bravìo delle Botti di Montepulciano 2014

Montepulciano inaugura una mostra fotografica per i 40 anni di Bravìo

“40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori” è la mostra fotografica dedicata ai quarant’anni del Bravìo delle Botti di Montepulciano che verrà inaugurata sabato 9 agosto alle…

“40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori” è la mostra fotografica dedicata ai quarant’anni del Bravìo delle Botti di Montepulciano che verrà inaugurata sabato 9 agosto alle ore 18:00, presso il Museo Civico Pinacoteca Crociani, in Via Ricci a Montepulciano.

Un’ articolata esposizione per far rivivere quarant’anni di Bravìo, raccontato attraverso foto storiche, dal 1974 fino ad oggi, e documenti originali scritti da Don Marcello, il tutto arricchito dagli abiti storici delle contrade. Materiale, colori e stoffe che hanno l’intento di rievocare quelle emozioni particolari che ogni poliziano, e non solo, prova alla vista di una botte che rotola nella gara più attesa dell’anno.

La mostra fotografica è organizzata dal Magistrato delle Contrade, in collaborazione con il Comune di Montepulciano, la Pro Loco di Montepulciano e il Photoclub Poliziano. Adriano Farina, che ne è il presidente, racconta così l’esposizione.

“La mostra fotografica “40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori”, è stata voluta dal Magistrato delle Contrade come primo evento per festeggiare i quarant’anni di questa manifestazione. Per far ciò è stato chiesto al Photoclub Poliziano di curare una selezione di fotografie più o meno note alla cittadinanza che potessero raccontare l’evoluzione del Bravìo durante questo lasso di tempo. A completamento delle immagini, il Magistrato e le contrade, hanno messo a disposizione dei vestiti storici e documenti originali. La mostra è ospitata all’interno del Museo Civico Pinacoteca Crociani, a indicare che ormai il Bravìo delle Botti fa parte integrante della storia di Montepulciano”

Con quale criterio sono state scelte le foto?

“La ricerca fotografica è cominciata contattando quelle persone che erano i fotografi di allora, i quali hanno messo a disposizione, con molto piacere, le proprie fotografie. – spiega Farina – Negli anni settanta la fotografia non era alla “portata di tutti”, per questo si è reso necessario fare un secondo passo per la ricerca di materiale che è stato quello più “difficile”, ossia sensibilizzare i cittadini poliziani a cercare degli scatti non qualitativamente ottimali, ma importanti da un punto di vista “del racconto”.

Poi abbiamo selezionato cinquantuno scatti, in comune accordo con i tutto il Magistrato delle contrade, partendo da un gruppo totale di circa 2000 fotografie. La scelta è stata doverosa, non potendo esporre un numero maggiore di scatti, quindi è ricaduta su quelle immagini che avessero un racconto forte o un momento particolare, con un’ attenzione soprattutto al primo decennio della corsa. Inoltre sono state effettuate delle piccole interviste alle persone ritratte nelle fotografie selezionate, per avere dei commenti in prima persona da inserire come didascalie a completamento dell’immagine”.

Rivedendo le foto storiche, la prima cosa che mi ha impressionato è la grande partecipazione e l’attaccamento dei poliziani alla manifestazione. Ho visto una Piazza Grande gremita all’inverosimile. Altro aspetto che si percepisce dalle foto è la volontà di partecipazione alla corsa con uno spirito di rivalità sincero e non astioso”. – conclude Farina.

Oltre all’inaugurazione della mostra di sabato 9 agosto, domenica 10 agosto a Montepulciano torna Calici di Stelle, l’imperdibile appuntamento di metà estate per celebrare le stelle cadenti della Notte di San Lorenzo. Arrivata alla 13° edizione, Calici di Stelle è un’occasione per assaporare le qualità locali a tutto tondo, dal bicchiere di vino al prodotto tipico, nella splendida cornice storica e artistica di Montepulciano.
Le otto Contrade del Bravìo delle Botti apriranno le proprie sedi ai visitatori per gustare i prodotti tipici della tradizione gastronomica locale. Lungo le vie cittadine sarà presente il Mercatino delle Arti e dell’Antiquariato, i prodotti tipici della filiera corta e concerti live per allietare la serata con l’esibizione del gruppo di Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. A partire dalle ore 17:00, in Piazza Grande, le cinquanta cantine poliziane apriranno le degustazioni con i propri vini. Sullo sfondo i temi della sostenibilità, con la scelta del portacalice in eco-pelle, e del consumo responsabile, grazie anche alla distribuzione gratuita di alcool test.

40 anni di bravio_LOCANDINA

Nessun commento su Montepulciano inaugura una mostra fotografica per i 40 anni di Bravìo

Bravìo di Montepulciano: ultimi giorni per presentare i bozzetti del panno

Il Bravìo delle Botti inizia il conto alla rovescia verso l’edizione 2014. Tema del drappellone, il quarantennale della festa. A quaranta giorni dall’edizione 2014 del Bravìo delle Botti di Montepulciano,…

Il Bravìo delle Botti inizia il conto alla rovescia verso l’edizione 2014. Tema del drappellone, il quarantennale della festa.

A quaranta giorni dall’edizione 2014 del Bravìo delle Botti di Montepulciano, si avvicina una delle scadenze più significative della manifestazione.

Panno 2012

Panno 2012

Entro il 25 luglio dovranno essere infatti presentati i bozzetti tra i quali una commissione nominata dalla Giunta Comunale sceglierà quello destinato ad essere riprodotto sul panno.

Il tema è pressoché obbligato: la rievocazione storica che vede protagoniste le otto contrade poliziane festeggia infatti il suo quarantennale e quindi gli autori dovranno provare a fissare attraverso le immagini le passioni, le emozioni e la storia del Bravìo dalla sua fondazione alla realtà attuale. Il grande panno di un metro per due dovrà essere consegnato entro il 23 agosto ed all’artista sarà riconosciuto un compenso di 1.000 Euro.

Il programma della manifestazione, che si preannuncia ricco di iniziative che ricorderanno i primi 40 anni di storia del Bravo, si aprirà sabato 23 agosto con il Proclama del Gonfaloniere mentre domenica 24 il drappellone sarà presentato alla cittadinanza nell’ormai consueta cerimonia al Teatro Poliziano. La corsa con le botti si disputerà domenica 31 agosto, in onore del co-patrono S.Giovanni Decollato, al termine di una settimana di spettacolari eventi.

Nessun commento su Bravìo di Montepulciano: ultimi giorni per presentare i bozzetti del panno

Type on the field below and hit Enter/Return to search