Anche i professori di educazione fisica dei Licei Poliziani hanno riadattato le loro lezioni alla didattica online e quindi tra lezioni teoriche, tutorial e creatività, i programmi di allenamento vengono portati avanti da casa

In questa situazione forzata di contenimento domestico per prevenire il contagio da Covid19, anche i docenti dei Licei Poliziani di educazione fisica e scienze motorie si sono dovuti adeguare alla didattica online. Schede, tabelle, video tutorial, spunti e autovalutazione, sono tutti i nuovi strumenti che si sono affacciati nel mondo scolastico al tempo del Coronavirus con lo scopo di non far perdere neanche un giorno di lezione agli studenti.

I Licei Poliziani, anche in questo non hanno perso tempo, e grazie alla professionalità dei docenti di educazione fisica, fin dal primo giorno di lockdown e quindi di stop delle lezioni, hanno da subito attivato questo tipo di didattica. I professori hanno suddiviso le lezioni di educazione fisica in due parti: una teorica e una pratica, entrambe strutturate in base alla classe di insegnamento. La vera creatività dei docenti è venuta fuori nella parte pratica: ogni professore ha ideato e creato lezioni ad hoc per gli studenti, utilizzando metodi più tecnologici e altri più casalinghi. Alcuni docenti hanno scelto l’utilizzo di avatar digitali in modo che i ragazzi eseguissero gli esercizi in maniera più precisa possibile, altri hanno spronato gli alunni a cercare in casa degli oggetti che potessero aiutarli a svolgere gli esercizi, come ad esempio bottiglie d’acqua, cinture di accappatoio, manici di scope e sedie, il tutto svolto sotto l’occhio vigile dei professori che attraverso i programmi di didattica a distanza e whatsapp li hanno seguiti regolarmente e precisamente.

Con questo nuovo modo di fare lezione, abbiamo cercato di dare agli studenti tutti gli strumenti possibili per non perdere un solo giorno di lezione. L’educazione fisica, a differenza di altre materie, è più difficile farla attraverso un computer, perché è una disciplina che considera, oltre il movimento, anche lo stare insieme, la socialità e la crescita fisica. I nostri ragazzi sono stati bravissimi, hanno seguito tutte i nostri insegnamenti e le nostre raccomandazioni. Sono giorni impegnativi per tutti, gli studenti stanno reagendo bene, ma quello che manca più di tutto in questo momento è la presenza fisica, le gare sportive e il poter esultare insieme dopo aver conquistato un bel risultato” – è il commento delle professoresse Venturini, Landi e Cipolli, che insieme a Cioncoloni, Flamini e Montiani compongono il team dei docenti di educazione fisica dei Licei Poliziani.

Il dirigente scolastico Marco Mosconi, tenendo conto di tutte le difficoltà nell’insegnare educazione fisica da casa, ringrazia tutte le docenti di educazione fisica dei Licei Poliziani per l’enorme lavoro svolto e per essere sempre pronte e disponibili con gli studenti in questo particolare momento che anche la scuola è costretta a vivere.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close