Nel pomeriggio di ieri 14 maggio 2014, i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Montepulciano, unitamente ai colleghi della Stazione di Sinalunga hanno tratto in arresto, in flagranza di reato per rapina e lesioni personali P.H.G., trentatreenne brasiliano residente a Sinalunga, pluripregiudicato.

Erano circa le 16 e 30, quando in una tabaccheria di via Trieste di Sinalunga è entrato un individuo travisato in volto e privo di armi, che ha intimato alla proprietaria di aprire il cassetto e farsi dare l’incasso. La donna, che in un primo momento non si è fatta intimorire dalla minaccia, ha desistito dal consegnare l’incasso dalla giornata, ma il malfattore si è subito scagliato contro la titolare e un’altra donna, che si trovava all’interno della tabaccheria, asportando circa 500 euro dalla cassa. Le urla delle donne e il frastuono creatosi nella tabaccheria per fermare il rapinatore, hanno fatto accorrere alcuni passanti ed i titolari di altri negozi adiacenti a quello rapinato, i quali sono riusciti a rinchiudere il malvivente all’interno del locale oggetto del reato.

Nello stesso momento uno dei passanti ha contattato il 112 e prontamente i militari del Radiomobile, che erano di servizio perlustrativo in Sinalunga, sono giunti sul luogo, a cui si sono uniti, in brevissimo tempo, anche i colleghi di Sinalunga. I militari, quindi hanno immobilizzato e tratto in arresto il rapinatore. Le donne, a seguito della colluttazione, hanno riportato lievi lesioni e sono state soccorse da personale del 118 per poi essere trasportate presso l’Ospedale di Nottola ove sono state dimesse con prognosi di gg. 10.

Il malvivente, condotto presso la locale caserma per le incombenze di rito, sarà giudicato con rito direttissimo innanzi il Tribunale di Siena. L’arresto del rapinatore è stato operato anche grazie all’azione delle due donne all’interno della tabaccheria che, con sangue freddo, sono riuscite a non farlo scappare.

Print Friendly, PDF & Email