È partito in tutte le scuole d’infanzia e primarie del Comune di Montepulciano il progetto “Orchestra in classe”, grazie agli esperti specializzati dell’Istituto di Musica Henze. Per la prima volta, il programma didattico d’eccellenza nell’insegnamento della musica è completamente gratuito per le famiglie e si estende a tutte le classi e le sezioni: le bambine e i bambini coinvolti sono in totale 800, di età compresa tra i 3 e i 10 anni. Sono stanziate complessivamente mille ore di formazione per l’anno scolastico in corso.

Il Comune di Montepulciano e la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, in accordo con gli istituti comprensivi ‘Iris Origo’ e ‘Virgilio’, consentono a tutti gli studenti di avere a disposizione professionalità e strumenti musicali veri e propri, per un percorso pedagogico che viene offerto senza alcun costo aggiuntivo. L’Amministrazione Comunale poliziana ha infatti deliberato un contributo di 20.000 euro a sostegno dell’iniziativa, mentre la Fondazione Cantiere ha acquistato tutti i materiali, i violini, i violoncelli, clarinetti, trombe, fino al cajon (una particolare percussione d’origine andina).

Nel dettaglio, le scuole dell’infanzia ospitano le attività di propedeutica musicale per sensibilizzare i più piccoli con tecniche scientificamente avanzate che stimolano capacità ritmiche e vocali e propongono danze didattiche nel segmento denominato “Nati per la musica”.

“Ritmando” è invece l’itinerario attivato presso le classi prime e seconde delle scuole primarie per avviare gli allievi di 6 e 7 anni alla consapevolezza del ritmo e dell’ascolto. Il nucleo di “Orchestra in classe” è poi destinato alle terze e alle quarte classi che dispongono di uno strumentario d’arte, costituito appunto da archi, ottoni e percussioni, cui saranno presto aggiunte anche le chitarre; le competenze acquisite saranno in questo caso presentate in occasione di concerti organizzati a conclusione dei cicli pedagogici per garantire ai piccoli musicisti l’esperienza del palcoscenico e dell’esecuzione di fronte al pubblico.

Analoga e ancor più strutturata opportunità è quella assicurata alle classi quinte che, con il corso “Sipario a scuola”, diventano protagonisti dello spettacolo pensato come anteprima del prossimo 47° Cantiere Internazionale d’Arte: s’intitola infatti “La bulla di sapone” l’opera di teatro musicale scelta dal direttore artistico della manifestazione Mauro Montalbetti per coinvolgere le bambine e i bambini delle classi quinte in una messinscena teatrale cui collaborano anche artisti e tecnici del Cantiere, così da offrire un’occasione di crescita in un allestimento scenico professionale. In programma per il mese di maggio 2022, l’opera affronta il tema sensibile del bullismo affinché le piccole e i piccoli esecutori possano approfondire anche un ulteriore tema educativo di carattere sociale.

Il sindaco di Montepulciano Michele Angiolini, l’assessora alla cultura Lucia Musso, la dirigente scolastica Caterina Mangiaracina, la presidente della Fondazione Cantiere Sonia Mazzini e il direttore dell’Istituto di Musica Henze Alessio Tiezzi condividono la soddisfazione per una collaborazione efficace tra istituzioni che arricchisce l’apprendimento e l’esperienza delle nuove generazioni, una sinergia preziosa soprattutto in un periodo storico particolarmente complesso.

Ti piace quello che facciamo?
Supporta il giornalismo indipendente!

ISCRIVITI A LA-V CLUB!

Puoi anche sostenerci con una donazione:

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close