Quando due maestri si incontrano il risultato finale è sicuramente qualcosa di buono. Principio confermato e non smentito dai Mombu, duo composto da Luca T. Mai, sax degli Zu, e Antonio Zitarelli, batteria di Neo e Surgical Beat Bros, due artisti che si sono uniti per dare vita ai loro virtuosismi più celati.

I Mombu saranno in Valdichiana sabato 25 febbraio 2017 nel nuovissimo spazio di Montepulciano, il Gb20, negli spazi del Cantinone Arte, dove si torna a respirare aria di musica live.

Luca e Antonio, dopo la collaborazione nel progetto udus, hanno deciso di ridurre l’organico per cimentarsi in un progetto che tratta soluzioni musicali di matrice africana mescolate con la violenza sonora cara a entrambi. Il risultato è una musica grassa e torrentuosa, con ritmiche magiche-ipnotiche, barriti da rituale voodoo e uscite di rigore africano, il tutto con una chiave di lettura prettamente dettata dall’esperienza musicale di entrambi.

Il Gb20 per una notte accoglierà le note free-jazz, grind-core e la musica nera, quella più viscerale, fatta di atmosfere esoteriche che rimanda alle composizioni geniali di John Zorn, da Naked City ai Masada. La sperimentazione la farà da padrona, ma quello che stupirà di più sarà la capacità di creare musica diretta e ripetibile, dove l’improvvisazione si scrive su pentagramma come se non ci fosse spazio per note in più rispetto a quelle che vengono già suonate.

La crescita dei Mombu, nel corso degli anni, è stata veloce e inesorabile. Il loro primo album è uscito nel 2011 e porta lo stesso nome del duo ed è proprio qui che viene coniato il termine voodoom, crossover tra voodoo e doom, ovvero un mix tra potenza muscolare e raffinatezza compositiva. ‘Niger’ invece è il loro secondo lavoro che esce nel 2013: qui il jazzcore si mette in ombra e si fanno avanti le sonorità che il pubblico potrà sentire al Gb20.

Degno di nota è il video realizzato da Matteo Bonera, dove ‘Mombu Storm’ dei Mombu è stata unita al grammelot, il linguaggio incomprensibile di Dario Fo: il risultato sono stati dieci minuti di “freestyle” tanto folle quanto efficace.

I Mombu sono qualcosa di unico, qualcosa che fino ad ora in Europa non si era mai sentito, un’eccellenza nel panorama underground in continua crescita, visto che il nostro Paese è ormai al top nell’ambito dell’avant-rock e delle sue contaminazioni, come testimoniato dal sempre maggiore spazio riservato all’interesse dei nostri artisti anche dai magazine stranieri.

I Mombu si esibiranno al Gb20, in piazza Savonarola a Montepulciano, sabato 25 febbraio; l’ingresso è libero con tessera Cat 2017, il costo della tessera è 10 euro con validità annuale ed ottenibile sul luogo la sera stessa dell’evento.

Print Friendly, PDF & Email