fantacalcisticamente saragiolino

Eccoci giunti alla tredicesima puntata di Fantacalcisticamente, reduci da una super accoppiata: schedina vinta e quasi tutti i giocatori bonus azzeccati. Sarà un weekend calcistico lungo: dal sabato al lunedì, con sfide (e sfighe) interessanti. Prima di passare alle schede tecniche delle partite mi sento in dovere di dirvi una cosa: nell’ultima giornata fantacalcistica avevo Rincon, Acerbi e Pavoletti. Non aggiungo altro.

Bene, passiamo adesso all’anticipo del sabato, Torino – Bologna, dove potremmo ammirare sua maestà il gallo Belotti far gol. O in alternativa Maxi. Fatto sta che il Torino porterà a casa i tre punti, nonostante la buonissima forma dei rossoblu.

Milan – Sampdoria ci accompagnerà dalla cena fino all’ammazzino. Settimana scorsa ho detto che Montella è un perfezionista e avrebbe perso (e così è andata), ma stavolta non ci interessa il risultato, ma bensì il gol della Samp. È un over 2,5 scritto dove potrebbe uscire qualsiasi risultato, quindi raccomando Bacca e Cassano, che negli ultimi venti minuti può essere letale alla sua ex squadra.

Purtroppo o per fortuna niente anticipo di mezzogiorno, ma ben quattro partite alle 15. Chievo – Udinese è la gara di Thereau, l’ex più forte che abbia mai lasciato Verona, sponda Chievo. Meggiorini è una divinità, mentre Inglese sta diventando un giocatore vero. Nei bianconeri c’è sempre Ciccio Lodi da tener d’occhio.

Il ritorno del giovanissimo Toni

Il ritorno del giovanissimo Toni

Frosinone – Verona è invece la gara della verità per Mandorlini. Se perde anche questa l’esonero è un passo. Potrà e potrò contare su Luca Toni, visto che Pazzini segna meno di Bovo. Io, nel dubbio e giocando un po’ sulla psicologia del Pazzo, metto entrambi titolari.

Chissà se stavolta il Genoa ce la farà a far risultato senza dover far morire d’infarto qualche tifoso. Ntcham è assolutamente da mettere, così come Burdisso. Il Carpi è un po’ allo sbando e sempre più ultimo. Con il rientro di Borriello sicuramente ci sarà più peso offensivo e a tavola, ma servirà un mezzo miracolo a Castori.

Roma – Atalanta se si fosse giocata a campi inversi sarebbe stato l’1 fisso più bello del mondo. A Roma si gioca il secondo set, mentre Maicon e Szczesny ancora sono con la flebo al braccio lasciata in dotazione dal gentile Neymar. Sei gol non si dimenticano da un giorno all’altro, perciò Reja giocherà su questo. Se i bergamaschi vanno in vantaggio portano a casa la partita, in caso contrario sarà l’ennesima buona partita senza punti portati a casa. Pjanić potrebbe esser decisivo.

Alle 18 ci spostiamo ad Empoli per vedere i ragazzi di Giampaolo sfidare la Lazio di un Pioli sempre più sull’orlo di una crisi isterica. Candreva si è sbloccato e come ho già detto da adesso si rivedrà la vera Lazio. Matri e/o Djordjevic a seconda di chi scenderà in campo farà gol. No gol casa.

Alle 20,45 sfida al Barbera con Palermo – Juventus. Negli occhi degli juventini c’è ancora il capolavoro di Cassani e l’incredibile sòla di Amauri venduto come il nuovo Ronaldo. Scia positiva dei bianconeri, che hanno l’obbligo di vincere e chissenefrega del convincere. Visti i mille infortuni saranno Dybala e Morata a sostenere l’attacco, ma the man of the match sarà Pogba.

Lunedì non prendete impegni, tutti a lezione da Di Francesco per la partita più attesa dell’anno: Sassuolo – Fiorentina. Calcio champagne alla base della filosofia di entrambi gli allenatori, ma solo uno uscirà vincente dal Mapei Stadium. Tegola Berardi, che ha più espulsioni che anni e per tre giornate sarà inutilizzabile. Più spazio per il mio Defrel, che ha bisogno di giocare e sbloccarsi. Nella viola dire Kalinic sarebbe troppo facile, perciò dico Bernardeschi uomo bonus.

Ultima sfida di giornata è Napoli – Inter, la prima contro la seconda, Higuain contro Icardi, sud contro nord. Sfida scudetto forse è presto da dire, ma sicuramente è basilare per l’andamento di entrambe le squadre. Incredibile come la mancanza di Inler, Andujar e Maggio non si sia fatta sentire fin’ora. Partita da tripla, con l’Inter avvantaggiata per non giocare l’Europa League e il Napoli galvanizzato dalla bolgia del San Paolo. Saranno gli episodi a decidere la gara e se dovessi puntare 2€ direi X e Jovetic primo marcatore.

Squadra della settimana:
Mirante;
Wague Masiello Gastaldello;
Soddimo Ntcham TinoCosta Hallfredson;
Juanito Sansone Maccarone.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Print Friendly, PDF & Email