Buone notizie per il mondo dell’enogastronomia, e più in particolare per l’economia del vino toscano. Secondo i dati diffusi da Toscana Promozione, l’export dei rossi toscani Dop in Cina nel 2013 ha fatto segnare un incremento del 37,5%. Un ottimo risultato commerciale, che verrà valorizzato all’interno della manifestazione “Anteprime di Toscana / Buy Wine”, atteso nelle giornate del 16 e del 17 febbraio presso la Fortezza da Basso di Firenze. Nel corso dell’evento è prevista la presenza, tra gli altri buyer, di 18 importatori provenienti dal mercato cinese, dove la regione detiene il 24% delle quote dell’export italiano di vini rossi Dop e Igp. 

La Cina non è l’unica fonte di buone notizie: l’esportazione dei rossi Dop è cresciuta di oltre il 4% negli Usa e dell’8,3% in Brasile, mentre i bianchi Dop hanno incrementato del 21% il loro commercio estero sul suolo americano. All’evento della Fortezza parteciperanno 258 produttori toscani e 296 operatori internazionali provenienti da 33 paesi. Per la prima volta grazie all’evento Anteprime di Toscana tutte le denominazioni toscane avranno una loro anteprima, comprese le denominazioni emergenti, a cui è dedicata l’edizione del 2014.

“Abbiamo puntato molto sui mercati storici come l’America del Nord e il Regno Unito, da dove arriveranno, complessivamente, circa 70 buyer – spiega Silvia Burzagli, vicedirettore di Toscana Promozione – avremo una presenza forte di operatori dai paesi scandinavi, dal Benelux, dal Giappone e dai BRIC. Non mancheranno, infine, mercati nuovi come il Sudafrica, l’Australia, l’Albania o la Georgia”.

Print Friendly, PDF & Email