Prosegue la gestione sanitaria della pandemia da Nuovo Coronavirus anche nel 2022, alle prese con varianti e ondate successive, con un periodo di convivenza prolungata con il Nuovo Coronavirus: i decreti governativi prevedono una continua gestione dell’emergenza sanitaria, assieme alla campagna di vaccinazione che dovrà raggiungere il numero massimo di persone. Per quanto riguarda la Regione Toscana, ordinanze aggiuntive andranno a modificare alcune di queste misure, con ricadute immediate per il nostro territorio.

In questo speciale approfondimento, che verrà aggiornato in caso di necessità, troverete maggiori informazioni sulle misure regionali e sulle principali ordinanze locali relative alla suddivisione del Paese in zone per il periodo invernale e primaverile del 2022 e alla campagna di vaccinazioni.

La suddivisione del Paese in zone

La campagna vaccinale durerà molti mesi, ma costituirà un importante strumento per superare l’emergenza sanitaria. Nel frattempo, continuano a valere i principi fondamentali che dovranno guidare la nostra socialità: tutti coloro che presentano i sintomi del contagio e una temperatura corporea maggiore di 37,5°C devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante. Inoltre rimane valido il divieto di assembramento nei luoghi pubblici e l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, e l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, con l’eccezione della propria abitazione. 

Le attuali misure sanitarie comprendono misure valide per tutto il territorio nazionale, altre sono diverse a seconda delle regioni, seguendo un criterio incrementale collegato al rischio e all’andamento del contagio nei territori specifici. Per gran parte delle attività è richiesto il possesso di un Green Pass di avvenuta vaccinazione o guarigione, secondo le modalità indicate nell’apposito sito.

Toscana: zona gialla – gravità moderata

Da lunedì 10 gennaio 2022 la Toscana entra in zona gialla, sono quindi in vigore le misure specifiche per le regioni gialle:

  • obbligo della mascherina all’aperto, anche in assenza di assembramenti, già scattato durante le festività natalizie;
  • bar, ristoranti, teatri e cinema restano aperti e la capienza non varia: come in zona bianca, può sedere all’interno solo chi ha il green pass rafforzato. Obbligatorio indossare la mascherina FFP2, sempre consentito il servizio di asporto e la consegna a domicilio. Aperti negozi e centri commerciali nei weekend;
  • non c’è nessun limite agli spostamenti: all’interno del proprio Comune, tra Comuni diversi e tra Regioni. Ci si può spostare per raggiungere le seconde case fuori regione, a prescindere dal colore della regione di provenienza e di quella di arrivo;
  • didattica in presenza al 100 per cento.

Dalla zona bianca alla zona gialla non ci sono novità sostanziali per chi è vaccinato e dispone del Green Pass Rafforzato. L’unica differenza tra le regole della zona gialla e quelle della zona bianca riguarda l’uso delle mascherine, che nella prima sono obbligatorie anche nei luoghi all’aperto, e non solo nei luoghi chiusi, in quelli affollati all’aperto e sui trasporti pubblici.

Ordinanze specifiche per la Regione Toscana

L’ordinanza del 30 dicembre 2021 introduce nuove regole per le visite nelle Rsa e nelle strutture residenziali che si ospitano persone con disabilità. Fino al termine dello stato di emergenza potranno accedere a queste strutture solo coloro che sono vaccinati con terza dose/booster oppure in possesso di green pass rafforzato (due dosi) e test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

A proposito del tampone, coloro che abbiano prenotato una visita a un ospite presso struttura residenziale sociosanitaria e che abbiano completato il ciclo vaccinale primario e sono in attesa di effettuare la terza dose o il “booster” possono, fino al 28 febbraio 2022, richiedere di effettuare il tampone gratuitamente, fino a un massimo di due richieste mensili (per tutte le info: https://www.regione.toscana.it/-/visite-nelle-rsa-rsd-e-strutture-residenziali-socio-sanitarie). Sulla base dell’ordinanza sono inoltre sospesi, fino al 31 marzo 2022, i rientri in famiglia e le uscite programmate degli ospiti delle strutture residenziali.

Restano in vigore tutte le altri disposizioni regionali, che prevedono la possibilità di autorizzazione all’accesso in situazioni di gravità e fine vita e la chiusura alle visite dei familiari qualora si riscontri la presenza di casi positivi tra gli ospiti o il personale. In questo caso l’accesso dei visitatori non è consentito fino al permanere di tale situazione.

A partire dal 10 gennaio, una nuova ordinanza regionale intende calmierare i prezzi dei testi antigenici rapidi e molecolari. In Toscana, il costo del tampone antigenico rapido non potrà superare il prezzo massimo di 15 euro, mentre il tampone molecolare non potrà costare più di 80 euro. Sono tenuti ad applicare questi prezzi calmierati tutte le strutture sanitarie private, le strutture sanitarie private autorizzate o accreditate con il servizio sanitario nazionale, nonché tutti gli altri soggetti autorizzati dalla Regione alla somministrazione di test antigenici rapidi e molecolari.

Per velocizzare le attività di tracciamento e la rilevazione dei casi positivi, sempre dal 10 gennaio è attiva una gestione informatizzata che aumenta il ruolo attivo della cittadinanza, segnalando alcune informazioni personali al servizio sanitario regionale, attraverso il portale https://referticovid.sanita.toscana.it

Andamento della campagna di vaccinazione

La piattaforma prenotavaccino.sanita.toscana.it consente di prenotare il vaccino, scegliendo luogo ed ora dell’appuntamento. Per informazioni e chiarimenti è possibile chiamare il numero verde 0559077777. Per le persone estremamente fragili della Asl Toscana sud est, è possibile usufruire del servizio di assistenza alla vaccinazione al numero verde 800432525, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20. Le persone con più di 80 anni che non sono state ancora contattate dal medico di famiglia possono telefonare al numero verde 800117744 attivo tutti i giorni dalle ore 9 alle 17.

Il portale web https://vaccinazioni.sanita.toscana.it è lo strumento informatico che consentirà a chiunque di seguire in tempo reale l’andamento della campagna di vaccinazione anti Covid in Toscana.

Tutti gli aggiornamenti sulla campagna di vaccinazione sono affrontati nel nostro programma mensile di approfondimento, con possibilità di interventi in diretta.

Informazioni e chiarimenti per il territorio della Valdichiana

Anche per la Valdichiana valgono le normative stabilite dalle ordinanze regionali e dai decreti governativi. I territori sono tenuti a monitorare e comunicare tempestivamente l’andamento della curva epidemiologica, per valutare l’eventuale introduzione di nuove misure restrittive. Inoltre le amministrazioni comunali possono chiudere aree dei rispettivi comuni in cui non sia possibile garantire il distanziamento fisico.

(ultimo aggiornamento domenica 9 gennaio 2022 – ore 16:30)

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Alessio Banini

Scrittore di narrativa e saggistica, ha conseguito una laurea magistrale in Antropologia Culturale ed Etnologia all’Università degli Studi di Siena. Nato nel 1983 in provincia di Siena, per La Valdichiana si occupa di folclore e storie della tradizione popolare. La sua grande aspirazione di aiutare le persone a pareggiare i tavoli con i suoi libri è stata spazzata via dall'avvento dell'editoria digitale

1 thought on “Coronavirus, Green Pass e vaccinazioni: la Toscana in zona gialla

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close