Parte il progetto “Polo d’eccellenza – Comunità del Cibo della Valdichiana”, coordinato dalla Camera di Commercio Arezzo-Siena e – per la parte istituzionale – dal Comune di Civitella in Val di Chiana, attraverso i primi due incontri pubblici di concertazione e condivisione che si sono svolti mercoledì 8 luglio a Montepulciano e giovedì 9 luglio ad Arezzo. L’ambizioso progetto, che mira a impostare le politiche di sviluppo del territorio (con particolare attenzione al settore agricolo) nel medio periodo (3-5 anni) con il concorso di tutti gli attori in causa, ha riscosso l’approvazione degli autentici protagonisti del piano, ovvero gli agricoltori della Valdichiana e gli operatori della filiera. Gli intervenuti hanno infatti manifestato le necessità del settore, che può e deve essere rilanciato a partire dalle eccellenze locali ma senza trascurare nodi fondamentali quali la logistica, il marketing, la comunicazione e un’accresciuta capacità contrattuale dei diversi player dell’area.

A coordinare entrambi gli incontri il sindaco di Civitella Ginetta Menchetti, che per prima, nel settembre 2019, si era fatta carico di riunire gli amministratori del territorio per dare risposta al “grido d’aiuto” pervenuto dai produttori; sono inoltre intervenuti il presidente e il segretario generale della Camera di Commercio Arezzo-Siena, Massimo Guasconi e Marco Randellini, che hanno ribadito la piena condivisione e l’impegno dell’ente per riunire le forze e le risorse necessarie per la costituzione della Comunità del Cibo, e il prof. Stefano Biagiotti del Centro Studi Economia del Welfare, riferimento tecnico del progetto, che ne ha illustrato le caratteristiche e le opportunità. All’incontro di Arezzo sono intervenuti anche la vicepresidente del Consiglio Regionale toscano Lucia De Robertis e l’assessore regionale alle Infrastrutture-urbanistica e pianificazione Vincenzo Ceccarelli. Quest’ultimo, in un breve intervento, ha ribadito la vicinanza della giunta regionale al progetto della costituenda Comunità del Cibo, sottolineando che essa potrà godere di appositi finanziamenti sulla base della futura programmazione, elogiando inoltre sia il profilo tecnico dell’iniziativa che la sua natura di costruzione “dal basso”, partita dalla voce e dalla volontà degli agricoltori.

“Il cibo sarà alla base di un modello di sviluppo per l’area Valdichiana senese e aretina grazie alla lungimiranza degli amministratori e degli agricoltori che hanno abbattuto finalmente le barriere amministrative. Abbiamo raccolto il grido di allarme degli agricoltori nel settembre scorso e abbiamo attivato i tavoli di concertazione che portassero a un progetto di collaborazione per rilanciare tutta la filiera agroalimentare dell’intera Valdichiana. Si tratta di un progetto complesso, perché andiamo a mettere a uno stesso tavolo amministrazioni pubbliche, agricoltori, trasformatori, parte dei commercianti e tutta la filiera. Tantissimi attori per una nuova sfida, per rilanciare la nostra agricoltura che in questo momento sta veramente soffrendo”– spiega Ginetta Menchetti, sindaco di Civitella in Valdichiana.

“L’agrifood ci fa conoscere a livello internazionale. Abbiamo la possibilità di accrescere ulteriormente questo valore attraverso l’unione di territori, non più distinti tra parte senese e aretina, ma uniti per promuovere queste eccellenze. Ci preoccupiamo di avere una filiera vera che parte dalla produzione e dall’attenzione per la certificazione, ma soprattutto collegata ad una comunità” – afferma Massimo Guasconi presidente della Camera di Commercio Arezzo-Siena.

Al progetto della Comunità del Cibo della Valdichiana aderiscono attualmente sedici Comuni dell’area, che si sono impegnati ad approvare l’accordo programmatico già concordato nelle scorse settimane entro il mese di luglio, le associazioni di categoria e la Regione Toscana. Entro la prima metà di settembre sarà quindi redatta la “Carta della Comunità”, che costituirà l’orizzonte strategico e valoriale del nuovo organismo; infine, nei mesi successivi, si passerà alle adesione degli imprenditori e alla preparazione del piano strategico, un impegnativo studio che conterrà gli obiettivi, le azioni e i parametri di monitoraggio per valutare l’impatto del piano stesso.

Nello specifico, hanno aderito al progetto i Comuni di Civitella in Val Di Chiana, Monte San Savino, Sinalunga, Torrita di Siena, Lucignano, Castiglione Fiorentino, Montepulciano, Marciano della Chiana, Foiano della Chiana, Cortona, Trequanda e Cetona; alla manifestazione d’interesse hanno aderito anche associazioni di categoria, sindacati ed enti di promozione del territorio: Confcooperative Toscana Nord, Confcommercio Arezzo, Confindustria Toscana, Collegio Periti Agrari, Alpaa Toscana, Fondazione Valdichiana Promozione, CNA Arezzo, CNA Siena, Unione agricoltori Siena, Confagricoltura Arezzo, CIA Arezzo, CIA Siena, Confartigianato Arezzo, Confartigianato Siena, Coldiretti Arezzo, Coldiretti Siena, Confesercenti Arezzo e Confesercenti Siena

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Valentina Chiancianesi
Valentina Chiancianesi

Sinalunga 1984. Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Siena e specializzata in Comunicazione d'impresa, Maketing e Media presso l'Università per Stranieri di Perugia. Inizia a scrivere quasi per caso presso lo storico giornale senese, La Voce del Campo, passando per MyWord.it della Baldini&Castoldi Editori srl Milano, per poi arrivare a La Valdichiana dove dirige la parte editoriale. Vera amante della moda dona il tocco fashion a tutta la redazione.

2 thoughts on “Comunità del Cibo della Valdichiana, parte il progetto del Polo d’eccellenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close