Dal 1° maggio prossimo, il servizio di polizia municipale avrà un nuovo Responsabile: Giuseppe Padricelli, 37 anni, laurea in giurisprudenza e una significativa esperienza professionale in dote. La questione della riorganizzazione del settore è tra i più sentiti dagli stessi cittadini: si tratta dunque del raggiungimento di un obiettivo importante per la città.

“Il nostro lavoro – fa presente il nuovo Comandante – è un servizio alla cittadinanza: trovare soluzioni ai problemi. La polizia municipale deve diventare una polizia di prossimità, struttura intermedia fra il cittadino e l’Amministrazione, in grado di rappresentare quest’ultima il più vicino possibile al cittadino, per garantire innanzitutto sicurezza e prevenzione; il vigile urbano è anche un biglietto da visita della città e deve essere in grado di rappresentarla al meglio”.

Nel nutrito curriculum professionale di Padricelli, dodici anni di pronto intervento nel reparto motociclistico della Polizia municipale di Perugia in ogni situazione di emergenza, in prevalenza infortunistica e polizia stradale; un paio d’anni fa, vincitore del concorso indetto dall’Unione Comuni della Bassa Romagna, come Ispettore, riveste prima l’incarico di Responsabile Infortunistica e Polizia stradale dei nove Comuni associati, nel coordinamento delle unità addette al pattugliamento e al controllo stradale; poi, assegnato al Comune di Massa Lombarda, diviene Responsabile del presidio Comando, sovrintendendo a tutte le competenze.

“Ho partecipato alla selezione a Città della Pieve per avvicinarmi alla mia terra umbra (abito a Corciano) e perché ho grande rispetto per questo Comune”. Quindici anni fa, all’inizio della sua carriera, con incarico a tempo determinato da vigile urbano, ha lavorato a Città della Pieve per pochi mesi. “Vorrei lavorare, insieme ai miei collaboratori e ai cittadini, – conclude Padricelli – mettendo in campo l’esperienza acquisita, finalizzata alla crescita di questo settore, per contribuire ad un percorso di benessere e di qualità della vita, contraccambiando la fiducia che l’Amministrazione comunale mi ha riservato nell’ambito dell’obiettivo più generale della crescita complessiva della comunità cittadina”.

Print Friendly, PDF & Email