La città di Chiusi è pronta a vivere le ultime due giornata del Festival Orizzonti; gli spettacoli di oggi (sabato 9 agosto) e domani domenica (10 agosto) chiuderanno, infatti, la 12° edizione caratterizzata senza dubbio dall’alta qualità di ogni performance proposta.

foto_01Nonostante dunque manchi meno di quarant’otto ore alla chiusura del sipario del festival il cartello di appuntamenti è ancora ricco di tanti spettacoli pronti ad allietare e stupire il pubblico chiusino. Oggi (sabato 9 agosto) alle ore 17.00 si svolgerà ai giardini del Duomo la presentazione del libro “Pro Patria” con Ascanio Celestini, alle 18.00 invece spazio al teatro con L’inevitabile sfida di Don Chisciotte e Sancho Panza messa in scena al Prato di fronte alla Casa della Cultura; alle 19.00 per il ciclo di incontri al Museo Nazionale Etrusco si svolgerà “Animali Fantastici”; alle 21.30 tornerà invece il teatro al Chiostro di San Francesco con I giganti della montagna; sempre il teatro sarà protagonista alle 22 al Museo Civico con VisitAzioni (spettacolo proposto anche al lago di Chiusi) ed infine la serata si chiuderà come al solito alle 22.30 con “Suoni dal festival” ovvero ensemble di musica dal vivo e dj set in Piazza XX settembre. Anche la giornata conclusiva (domenica 10 agosto) sarà densa di appuntamenti: si parte dalla mattina alle ore 11 con la mostra “Openspace Art” che coinvolgerà tutto il centro storico della città alla quale seguirà un aperitivo dedicato proprio al festival Orizzonti alle ore 12.00 presso i giardini del Duomo. Nel pomeriggio ancora una volta il centro storico sarà protagonista alle 17.00 con “Incursioni” ovvero un laboratorio di performance urbane. Alle ore 18.00 l’atmosfera sarà invece più solenne con il “Concerto per Organo in Cattedrale” mentre alle ore 20.00 il teatro tornerà ad essere il primo attore al Chiostro di San Francesco con I giganti e la Montagna. Infine gran chiusura in Piazza Duomo con il Concerto “Pierino e il Lupo” eseguito dall’Orchestra da Camera del Maggio Musicale Fiorentino.

“È bello vedere il centro storico della nostra città vivo grazie alla produzione di eventi culturali– dichiara il sindaco Stefano Scaramelli – quest’anno il Festival Orizzonti è veramente eccezionale; ogni artista, ogni spettacolo, ogni allestimento è di altissima qualità, degno dei più grandi palcoscenici nazionali e non solo. In città si respira arte in ogni sua forma e anche l’organizzazione e la logistica sono curati in modo professionale ed impeccabile. Di questo va dato merito alla Fondazione Orizzonti d’Arte che si dedica alla cultura e che sceglie artisti e spettacoli in base al merito e al talento e non come in passato quando erano i sindaci di turno a scegliere gli amici degli amici per compiacere alla politica. Questa è la nostra scommessa vinta, abbiamo creduto in questo tipo di Fondazione e con il duro e umile lavoro i frutti stanno arrivando; insieme alla Fondazione Orizzonti d’Arte coordinata dall’assessorato al sistema Chiusipromozione stiamo realizzando una vera rivoluzione culturale, una rivoluzione che punta sull’arte per garantire un futuro migliore alla nostra città e alle prossime generazioni.”

foto_02Caratteristica dell’edizione 2014 del Festival Orizzonti è senza dubbio la grande affluenza di pubblico che puntuale e numeroso ha sempre assistito ad ogni spettacolo. In attesa dunque di tirare le somme non c’è dubbio che la 12° edizione del Festival Orizzonti grazie anche alla nuova direzione artistica condotta da Andrea Cigni fortemente voluto dalla presidente della Fondazione Orizzonti d’Arte Giovanna Rossi, abbia cambiato decisamente passo e raggiunto quel respiro nazionale e non solo da tanto inseguito e sognato.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Archivi

Close
Close