Riceviamo e pubblichiamo una nota di Federalberghi Chianciano Terme, la quale denuncia una pressione fiscale insostenibile per gli albergatori di Chianciano e richiede impegni e azioni immediate.

“Chianciano ormai da oltre un decennio sta vivendo una difficoltà acuta a causa del calo delle presenze turistiche, al quale ora si aggiunge infine la difficoltà di accesso al credito. Serve un riposizionamento delle strutture alberghiere e complessivo della destinazione, per questo in questo momento c’è bisogno di investimenti che aiutino le imprese. Come Associazione ai candidati sindaco chiediamo proprio questo: mettere al centro della politica le necessità delle nostre aziende e del mondo economico in generale. Bisogna dare una visione per riaccendere la speranza. Possiamo farcela, ma dobbiamo remare tutti assieme nella stessa direzione”.

Una richiesta chiara ed esplicita, quella che il neo presidente di Federalberghi Chianciano Terme, Daniele Barbetti, fa alla vigilia del voto per le amministrative.

La richiesta è dunque quella di aprire un confronto con il sistema delle imprese, così da destinare risorse a progetti mirati e alle proposte che potrebbero emergere dagli stessi imprenditori.

“Come presidente cercherò di capire attraverso una campagna di ascolto tra i soci – dice Barbetti – quali sono gli elementi e le richieste più importanti, così da avere una visione d’insieme condivisa su cui confrontarci con l’amministrazione. Toccherà anche a noi proporre progetti validi da realizzare, farsi parte attiva di un processo di cambiamento che dovrà necessariamente mettersi in moto se vogliamo riportare Chianciano ad essere uno dei punti di riferimento più importanti per il turismo in Toscana”.

“Il tema fiscale – rilancia Barbetti– è centrale per il rilancio economico della città, le imprese non riescono più a sopportare il carico fiscale a cui sono sottoposte.Per questo chiediamo da subito, a chiunque vincerà, un impegno per azzerare l’addizionale Tasi sulle strutture ricettive e rivedere profondamente il regime di sgravio per la tariffa rifiuti delle imprese stagionali”

Print Friendly, PDF & Email