La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: elezioni amministrative

Speciale elezioni: i risultati di comunali ed europee per la Valdichiana

Lo scrutinio dei seggi avvenuto nel pomeriggio di lunedì 27 maggio ha restituito il risultato delle elezioni amministrative che si sono svolte in tanti comuni della Valdichiana senese e aretina….

Lo scrutinio dei seggi avvenuto nel pomeriggio di lunedì 27 maggio ha restituito il risultato delle elezioni amministrative che si sono svolte in tanti comuni della Valdichiana senese e aretina. In concomitanza con il rinnovo del parlamento europeo, infatti, anche undici municipi sono stati coinvolti nel voto per l’avvicendamento delle amministrazioni in carico dal 2014.

Per comune, di seguito vengono esposti i dati delle elezioni amministrative, riferiti ad ogni lista e candidato e quelli delle europee, in termini di percentuali di consenso.

Castiglion Fiorentino

Voti
5373 Mario Agnelli – Libera Castiglioni
1084 Rossano Gallorini – Città al centro
709 Luca Casagni – Castiglioni nel cuore
331 Giuseppe Mazzoli – Partito Comunista dei Lavoratori
Elettori 10.641
Votanti 7.748 (72,81%)
Schede nulle 134
Schede bianche 117
La lista Libera Castiglioni ha ottenuto il 71,67% dei voti, consentendo a Mario Agnelli di divenire sindaco anche per i prossimi cinque anni; Città al centro, lista civica presentata da Rossano Gallorini, ha ottenuto il 14,46% dei voti; Castiglioni nel cuore, capeggiata da Luca Casagni e sostenuta dal Centrosinistra il 9,46%; la lista del Partito Comunista dei Lavoratori, con Giuseppe Mazzoli, ha incassato il 4,42%.

Elezioni europee

Lega: 41,68%; PD: 22,47%; Movimento 5 Stelle: 10,99%; Forza Italia: 9,67%; Fratelli d’Italia: 6,39%; +Europa: 1,85%; Europa Verde: 1,65%; Partito Comunista: 1,39%; La Sinistra: 1,10%; Casapound: 1,05%; Partito animalista: 0,73%; Popolo della famiglia: 0,41%; Forza Nuova: 0,23%; Popolari per l’Italia: 0,20%; Partito Pirata: 0,18%.

 

Cetona

Elezioni comunali

Voti
807 Roberto Cottini – Centrosinistra Progetto Comune
668 Antonello Niccolucci – Cetona Piazze un sogno necessario
Elettori 2.138
Votanti 1.539 (71,98%)
Schede nulle 40
Schede bianche 24
Roberto Cottini, a capo della lista Centrosinistra Progetto Comune si è imposto con il 54,71% dei voti sulla lista di Antonello Niccolucci, Cetona Piazze un sogno necessario (45,29%).

Elezioni europee

PD: 39,17%; Lega: 33,09%; Movimento 5 Stelle: 8,25%; Fratelli d’Italia: 4,67%; Forza Italia: 4,19%; Partito Comunista: 3,52%; La Sinistra: 2,10%; +Europa: 1,89%; Europa Verde: 1,49%; Partito animalista: 0,47%; Casapound: 0,41%; Popolo della famiglia: 0,34%; Partito Pirata: 0,27%; Popolari per l’Italia: 0,07%; Forza Nuova: 0,07%.

 

Chianciano Terme

Elezioni comunali

Voti
2174 Andrea Marchetti – Punto e a capo
1230 Paolo Piccinelli – Insieme per Chianciano
166 Nicola Bettollini – Partito Comunista
Elettori 5.497
Votanti 3.763 (68,46%)
Schede nulle 104
Schede bianche 88
Riconfermato per il secondo mandato Andrea Marchetti, esponente della lista Punto e a capo, che con il 60,90% ha conquistato la maggioranza dei voti rispetto alle liste Insieme per Chianciano Terme di Paolo Piccinelli (34,45%) e a quella del Partito Comunista di Nicola Bettollini (4,65%).

Elezioni europee

PD: 33,31%; Lega: 28,64%; Movimento 5 Stelle: 14,36%; Fratelli d’Italia: 6,33%; Forza Italia: 5,94%; Europa Verde: 2,75%; Partito Comunista: 2,42%; +Europa: 2,42%; La Sinistra: 1,69%; Partito animalista: 1,08%; Partito Pirata: 0,42%; Casapound: 0,39%; Forza Nuova: 0,11%; Popolo della famiglia: 0,39%; Popolari per l’Italia: 0,11%.

 

Cortona

Elezioni comunali

Voti (1° turno)
5741 Andrea Bernardini – Cortona per Bernardini, Uniti per Cortona, Cortona Civica
5348 Luciano Meoni –  Fratelli d’Italia, Alleanza per Cortona, Futuro per Cortona, Forza Italia e Lega
918 Luca Donzelli Movimento 5 Stelle
375 Mauro Turenci Cortona Patria Nostra
Elettori 18.055
Votanti 12.884 (71,36%)
Schede nulle 319
Schede bianche 183
L’appuntamento per conoscere la prossima amministrazione è rimandato al 9 giugno, quando si svolgerà il secondo turno delle votazioni. I candidati ammessi al ballottaggio sono Andrea Bernardini che, sostenuto dalle liste di Centro Sinistra, ha totalizzato il 46,37% e Luciano Meoni, appoggiato dalle liste di Centro Destra, con cui ha raggiunto il 43,19%. Luca Donzelli del Movimento 5 Stelle ha conquistato il 7,41% e, infine, la lista di Mauro Turenci Cortona Patria Nostra il 3,03%.

Voti (2° turno – ballottaggio)
6024 Luciano Meoni – 51,70 %
5627 Andrea Bernardini – 48,30%
Elettori 18.055
Votanti 11.854 (65,65%)
Schede nulle 134
Schede bianche 68
Prima storica vittoria del centrodestra con il ballottaggio di domenica 9 giugno, con Luciano Meoni che ribalta lo svantaggio del primo turno e diventa Sindaco del Comune di Cortona.

Elezioni europee

Lega: 37,84%; PD: 31,02%; Movimento 5 Stelle: 9,57%; Forza Italia: 7,16%; Fratelli d’Italia: 6,52%; +Europa: 1,92%; Partito Comunista: 1,47%; La Sinistra: 1,36%; Europa Verde: 1,30%; Partito animalista: 0,62%; Casapound: 0,51%; Popolo della famiglia: 0,26%; Popolari d’Italia: 0,19%; Partito Pirata: 0,18%; Forza Nuova: 0,09%.

 

Foiano della Chiana

Elezioni comunali

Voti
2591 Francesco Sonnati – Foiano Insieme
1260 Gianluca Mencucci – Foiano Ora
735 Serena Ricci – Movimento 5 Stelle
Elettori 7.293
Votanti 4.797 (65,78%)
Schede nulle 97
Schede bianche 114
Sarà alla guida del comune anche per i prossimi cinque anni Francesco Sonnati, che a capo della lista civica sostenuta dal Centro Sinistra, Foiano Insieme ha superato con il 56,70% dei voti la lista Foiano Ora di Gianluca Mencucci, al 27,47% e quella del Movimento 5 Stelle, presentata da Serena Ricci (16,03%).

Elezioni europee

Lega: 35,73%; PD: 30,02%; Movimento 5 Stelle: 13,51%; Forza Italia: 7,30%; Fratelli d’Italia: 5,29%; +Europa: 1,75%; Europa Verde: 1,57%; Partito Comunista: 1,49%; La Sinistra: 1,18%; Partito animalista: 0,66%; Casapound: 0,44%; Forza Nuova: 0,33%; Partito Pirata: 0,28%; Popolo della famiglia: 0,28%; Popolari per l’Italia: 0,15%.


Lucignano

Elezioni comunali

Voti
1396 Roberta Casini – Patto per Lucignano
479 Marcello Cartocci – Insieme per Lucignano
Elettori 3.036
Votanti 2.119 (69,80%)
Schede nulle 136
Schede bianche 108
Proseguirà con il secondo mandato Roberta Casini, giunta al voto con la lista Patto per Lucignano che ha incassato il 74,45%, contro il 25,55% raggiunto dalla lista Insieme per Lucignano di Marcello Cartocci.

Elezioni europee

Lega: 39,68%; PD: 28,64%; Movimento 5 Stelle: 11,29%; Forza Italia: 6,38%; Fratelli d’Italia: 5,36%; Europa Verde: 2,2%; +Europa: 1,77%; La Sinistra: 1,57%; Partito Comunista: 1,21%; Partito animalista: 0,56%; Casapound: 0,40%; Popolo della famiglia: 0,40%; Partito Pirata: 0,30%; Forza Nuova: 0,30%; Popolari per l’Italia: 0,10%.

 

Marciano della Chiana

Elezioni Comunali

Voti
983 Maria De Palma – Insieme per il bene comune
933 Massimo Salvadori – Si cambia!
Elettori 2.743
Votanti 2.011 (73,31%)
Schede nulle 58
Schede bianche 37
Il duello tra le liste civiche Si cambia! Di Massimo Salvadori e Insieme per il bene comune, di Maria De Palma, se l’è aggiudicato quest’ultima, riportando il 51,30% dei voti totali e divenendo prima per un ulteriore mandato.

Elezioni europee

Lega: 40,97%; PD: 24,97%; Movimento 5 Stelle: 12,82%; Forza Italia: 7,89%; Fratelli d’Italia: 6,18%; +Europa: 1,56%; Partito Comunista: 1,51%; Europa Verde: 1,19%; La Sinistra: 1,14%; Casapound: 0,47%; Partito Pirata: 0,36%; Partito animalista: 0,36%; Forza Italia: 0,26%; Popolo della famiglia: 0,26%; Popolari per l’Italia: 0,05%.


Montepulciano

Elezioni comunali

Voti
4.093 Michele Angiolini – Centrosinistra per Montepulciano
1.970 Gianfranco Maccarone – Centrodestra per Montepulciano
855 Mauro Bianchi – Movimento 5 Stelle
366 Alberto Biagi –  Partito Comunista
Elettori 11.179
Votanti 7.574 (67,75%)
Schede nulle 124
Schede bianche 165
Michele Angiolini, a guida della lista di Centrosinistra per Montepulciano è il nuovo sindaco, avendo ottenuto il 56,19% dei voti, contro il 27,05% di Gianfranco Maccarone, esponente della coalizione di Centrodestra; l’11,74% di Mauro Bianchi del Movimento 5 Stelle; il 5,02% di Alberto Biagi con il Partito Comunista.

Elezioni europee

PD: 34,89%; Lega: 29,46%; Movimento 5 Stelle: 13,66%; Forza Italia: 5,58%; Fratelli d’Italia: 4,73%; Partito Comunista: 2,81%; +Europa: 2,71%; La Sinistra: 2,25%; Europa Verde: 2,09%; Partito animalista: 0,60%; Casapound: 0,36%; Popolo della famiglia: 0,31%; Partito Pirata: 0,27%; Popolari per l’Italia: 0,22%; Forza Nuova 0,05%.

 

San Casciano dei Bagni

Elezioni comunali

Voti
787 Agnese Carletti – Scelgo San Casciano
156 Carlo Trioli – Acqua e Terra
Elettori 1.302
Votanti 1.014 (77,88%)
Schede nulle 39
Schede bianche 32
Agnese Carletti, con la lista Scelgo San Casciano per il Centrosinistra, è stata confermata a guida dell’amministrazione, vincendo con l’83,46% dei voti su Carlo Trioli e la sua lista sostenuta da Lega e Fratelli d’Italia Acqua e Terra.

Elezioni europee

PD: 39,53%; Lega: 31,27%; Movimento 5 Stelle: 9,08%; Forza Italia: 6,19%; Fratelli d’Italia: 4,33%; Partito Comunista: 3,72%; La Sinistra: 2,17%; +Europa: 1,24%; Europa Verde: 1,03%; Partito animalista: 0,93%; Casapound: 0,21%; Popolari per l’Italia: 0,21%; Partito Pirata: 0,10%.

 

Sinalunga

Elezioni comunali

Voti
3244 Edo Zacchei – Centrosinistra per Sinalunga
2050 Marcella Biribò – Sinalunga si rinnova
775 Angelina Rappuoli – Angelina per Sinalunga
Elettori 10.053
Votanti 6.634 (65,99%)
Schede nulle 312
Schede bianche 253
Con il 53,45% dei voti, Edo Zacchei della lista Centrosinistra per Sinalunga, è stato eletto sindaco anteponendosi a Marcella Biribò, che con la lista Sinalunga si rinnova ha ottenuto il 33,78%, e ad Angelina Rappuoli, a capo di Angelina per Sinalunga (12,77%).

Elezioni europee

PD: 33,55%; Lega: 33,39%; Movimento 5 Stelle: 11,87%; Forza Italia: 15,71%; Fratelli d’Italia: 5,38%; +Europa: 2,37%; Partito Comunista: 2,15%; Europa Verde: 2,13%; La Sinistra: 1,33%; Partito animalista: 0,58%; Popolo della famiglia: 0,47%; Casapound: 0,46%; Popolari per l’Italia: 0,24%; Partito Pirata: 0,22%; Forza Nuova: 0,14%.

 

Torrita di Siena

Elezioni comunali

Voti
2288 Giacomo Grazi – Centrosinistra per Torrita di Siena
1323 Michela Contemori – Torrita bene comune
453 Lorenzo Vestri – Vestri sindaco
Elettori 5.832
Votanti 4.251 (72,89%)
Schede nulle 104
Schede bianche 75
Si è riaffermato per il secondo mandato Giacomo Grazi, esponente della coalizione di Centrosinistra, che con il 56,30% dei voti si è imposto sul 32,55% ottenuto da Michela Contemori della lista civica Torrita Bene Comune e sull’11,15% di Lorenzo Vestri per la Lega.

Elezioni europee

PD: 40,38%; Lega: 27,70%; Movimento 5 Stelle: 12,80%; Forza Italia: 4,99%; Fratelli d’Italia: 3,83%; +Europa: 3,43%; La Sinistra: 1,85%; Partito Comunista: 1,73%; Europa Verde: 1,36%; Partito animalista: 0,69%; Casapound: 0,37%; Popolo della famiglia: 0,32%; Forza Nuova: 0,25%; Partito Pirata: 0,22%; Popolari per l’Italia: 0,07%.

[Fonte dati: Ministero dell’Interno]

Nessun commento su Speciale elezioni: i risultati di comunali ed europee per la Valdichiana

Elezioni amministrative 2019 in Valdichiana: verso il voto

Amministrative 2019 – Quando e Dove si vota Nella tornata elettorale di domenica 26 maggio si deciderà l’assetto politico e istituzionale che 11 comuni della Valdichiana senese e aretina avranno…

Amministrative 2019 – Quando e Dove si vota

Nella tornata elettorale di domenica 26 maggio si deciderà l’assetto politico e istituzionale che 11 comuni della Valdichiana senese e aretina avranno per i prossimi cinque anni. Le elezioni amministrative interesseranno Castiglion Fiorentino, Cetona, Chianciano Terme, Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Montepulciano, San Casciano dei Bagni, Sinalunga e Torrita di Siena. Si svolgeranno contestualmente alle Elezioni Europee, per cui negli stessi seggi sarà possibile votare entrambe le schede.

Amministrative 2019 – Come si vota

Ci si potrà recare alle urne dalle 7 alle 23, muniti di documento d’identità in corso di validità e tessera elettorale. Nel caso in cui quest’ultima risultasse smarrita, o senza più spazio per il timbro, è necessario richiederne una nuova presso all’ufficio elettorale del comune di residenza.

Ciascun elettore ha diritto di votare per un candidato alla carica di sindaco, apponendo un segno sul simbolo della relativa lista, ed esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati alla carica di consigliere, purché di sesso diverso, scrivendone nome e cognome nelle righe predisposte. Laddove vengano indicate due preferenze maschili o due preferenze femminili, il secondo nome non sarà tenuto in considerazione.

Per quanto riguarda i comuni sotto ai 15mila abitanti, viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti; nei comuni sopra ai 15mila abitanti, è proclamato sindaco chi ottiene la maggioranza assoluta (50% + 1) dei voti. Qualora nessuno raggiunga tale quota, si procederà ad un secondo turno elettorale, previsto per il 9 giugno, in cui concorreranno i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti.

Amministrative 2019 – I Comuni al voto

Se per i comuni di Castiglion Fiorentino, Chianciano, Foiano della Chiana, Lucignano, San Casciano dei Bagni, Torrita di Siena c’è in ballo la riconferma dei sindaci che hanno appena concluso il loro primo mandato, a Cetona, Cortona, Marciano della Chiana, Montepulciano e Sinalunga si attende un rinnovamento a guida dell’amministrazione.

Castiglion Fiorentino

Alla conferma di Mario Agnelli della propria disponibilità ad amministrare per altri cinque anni, con la lista civica Libera Castiglioni , si affianca la candidatura a sindaco di Rossano Gallorini, anch’egli a capo di una lista civica, Città al centro, e Giuseppe Mazzoli, per il Partito Comunista dei Lavoratori. Il Centrosinistra schiera Luca Casagni, che con il 71,3% dei voti si è imposto nelle primarie del dicembre 2018, con la lista Castiglioni nel cuore.

Cetona

Si profila un duello tra le due liste civiche Progetto Comune, proposta da Roberto Cottini per il Centrosinistra, e Cetona Piazze un sogno necessario, presentata da Antonello Niccolucci.

Chianciano Terme

La città termale è chiamata al voto per decidere se accordare la fiducia nuovamente ad Andrea Marchetti, della lista civica Puntoeacapo per Chianciano Terme, o a Paolo Piccinelli, della lista di Centrosinistra Insieme per Chianciano Terme, o a Nicola Bettollini, segretario della sezione Valdichiana Senese del Partito Comunista.

Cortona

Unico comune sopra i 15mila abitanti tra quelli qui elencati, Cortona vedrà sfidarsi quattro candidati: Andrea Bernardini, già assessore durante il mandato di Francesca Basanieri e consigliere in quello precedente con Andrea Vignini, è il candidato del Partito Democratico, sostenuto dalle liste Cortona per Bernardini, Uniti per Cortona, Cortona Civica; Luca Donzelli per il Movimento 5 Stelle; Luciano Meoni, appoggiato dalle liste Fratelli d’Italia – Alleanza per Cortona, Futuro per Cortona, Forza Italia e Lega; Marco Turenci, a capo della lista Cortona Patria Nostra. In caso di ballottaggio, vige la possibilità per i candidati coinvolti di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle con cui si sono presentati al primo turno.

Foiano della Chiana

A Foiano Francesco Sonnati si candida per il secondo mandato, presentando la lista civica sostenuta dal Centrosinistra Foiano Insieme, in concorrenza a Gianluca Mencucci per il Centrodestra, precedentemente consigliere e adesso a capo della lista Foiano Ora, e a Serena Ricci, esponente del Movimento 5 Stelle.

Lucignano

A Lucignano si fronteggeranno da una parte Marcello Cartocci, con alle spalle una lunga carriera politica che lo ha visto consigliere comunale prima dal 1970 al 1975 e, sempre all’opposizione, per liste civiche e Forza Italia dal 2004 al 2019, attualmente candidato a guida della lista civica Insieme per Lucignano; dall’altra l’attuale Sindaco Roberta Casini, per il Centrosinistra.

Marciano della Chiana

Sfida tra liste civiche: Insieme per il bene comune di Maria De Palma e Si cambia!, capeggiata da Massimo Salvadori.

Montepulciano

È una sfida a quattro quella a cui ci si appresta nella cittadina poliziana: l’ex-assessore Michele Angiolini si candida a sindaco con la lista di Centrosinistra per Montepulciano, all’interno della quale non manca qualche altro nome presente anche nel mandato appena portato a termine da Andrea Rossi; Alberto Biagi si propone come esponente del Partito Comunista; Mauro Bianchi, proveniente da cinque anni tra i banchi dell’opposizione, avanza la propria candidatura a sindaco come rappresentante del Movimento 5 Stelle; Gianfranco Maccarone schiera invece la lista di Centrodestra per Montepulciano.

San Casciano dei Bagni

Agnese Carletti, vicesindaco durante il mandato presieduto da Paolo Morelli, si candida per il Centrosinistra con la lista Scelgo San Casciano contro Carlo Trioli, sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia, esponente della lista Acqua e Terra.

Sinalunga

I sinalunghesi troveranno sulla scheda elettorale il simbolo della lista civica presieduta da Angelina Rappuoli, Angelina per Sinalunga, quello della lista Sinalunga si rinnova, sostenuta dal Centrodestra e rappresentata da Marcella Biribò, quello di Edo Zacchei, che cercherà di raccogliere il testimone di Riccardo Agnoletti a guida dell’amministrazione, con Centrosinistra per Sinalunga.

Torrita di Siena

Giacomo Grazi, candidato del Centrosinistra, si propone per il secondo mandato presentando una lista di nomi tutti nuovi rispetto al precedente gruppo di maggioranza, con la quale affronterà Lorenzo Vestri, esponente della compagine di Centrodestra, e Michela Contemori, a capo della lista civica Torrita Bene Comune.

 

 

1 commento su Elezioni amministrative 2019 in Valdichiana: verso il voto

Lista Civica RiFare Torrita: chiusura campagna elettorale

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Lorenzo Vestri (candidato Consigliere della Lista Civica RiFare Torrita) che invita i cittadini a partecipare all’incontro di chiusura della campagna elettorale. “Sarà un evento…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Lorenzo Vestri (candidato Consigliere della Lista Civica RiFare Torrita) che invita i cittadini a partecipare all’incontro di chiusura della campagna elettorale.

“Sarà un evento dedicato allo stare insieme in allegria, ma al tempo stesso servirà a stimolare una seria riflessione sui problemi provenienti dal passato e sulle prospettive del futuro, specificatamente rivolto alla cittadinanza di Torrita e Montefollonico, quello che si svolgerà venerdì 23 maggio dalle ore 21 a Torrita presso la Sala della Comunità “Il Convento”, al fine di chiudere la campagna elettorale della lista civica “RiFARE TORRITA”.

Ricordiamo che la Lista è composta da membri della società civile torritese, accuratamente selezionati in base a competenze specifiche ben definite ed utili ad un programma di governo del territorio volto al rilancio del medesimo.

Il programma della serata avrà il seguente svolgimento: dalle 21,30 Live Music con Alessio Benvenuti e Rudi Lunghini, a seguire esibizione di ballerine della Scuola Professionale “Pianeta Danza”, indi la proiezione del video “Torrita da RiFARE” realizzato da Stefano Viti, espressamente dedicato ai punti deboli del territorio.
A seguire, vi sarà il dibattito “PAROLE IN LIBERTA’” durante il quale il candidato Sindaco Rodolfo Damigelli e i candidati consiglieri risponderanno alle domande dei presenti ed esporranno il programma amministrativo.
Al termine verrà offerta una degustazione di dolci tipici torritesi e non, accompagnati da vini selezionati dell’Azienda Agricola Tanagatta.
L’evento, poi, si sposterà lungo le vie del paese, con la “Passeggiata di Lista”, per poi concludersi in Piazza Matteotti per i saluti e gli auguri del caso.

Tutta la cittadinanza è invitata e sarà nostra gradita ospite”.

Nessun commento su Lista Civica RiFare Torrita: chiusura campagna elettorale

Amministrative Torrita, intervento di Forza Italia

“Ci stiamo avvicinando a grandi passi verso le elezioni amministrative e gli appetiti per ottenere uno scranno nei vari consessi comunali sono enormi, anche tra i banchi delle opposizioni. A…

“Ci stiamo avvicinando a grandi passi verso le elezioni amministrative e gli appetiti per ottenere uno scranno nei vari consessi comunali sono enormi, anche tra i banchi delle opposizioni. A molti non importa se nei 5 anni che stanno per scadere non hanno costruito niente di significativo per il futuro, ciò che conta è presentare un raggruppamento di persone per entrare in consiglio comunale”. Così una nota di Forza Italia relativamente alle elezioni amministrative di Torrita di Siena.

“Invece a Torrita di Siena – prosegue FI -, il consigliere uscente e coordinatore comunale di Forza Italia, Lorenzo Vestri, sta portando avanti un ottimo lavoro che propone un rilancio del proprio paese, forte della sua formazione lavorativa in qualità di commercialista e revisore degli Enti Locali, che lo ha portato a conoscere a fondo le problematiche di bilancio del suo comune.

Un lavoro iniziato nei banchi dell’opposizione in consiglio comunale e che consegna agli elettori una prospettiva per i prossimi 5 anni di mandato amministrativo. Il lavoro condotto da Lorenzo Vestri è quello di guardare all’interesse di Torrita senza tanti slogan, entrando nelle problematiche specifiche del paese. Un comune che da troppi anni si è fermato e dove il degrado urbanistico, culturale, economico e ambientale, esige delle risposte urgenti, e questo è quello che il coordinatore FI sta cercando di fare lavorando insieme a molti iscritti e simpatizzanti del partito.

Come Forza Italia non possiamo che plaudire ai dirigenti come Vestri che da sempre si battono per il proprio paese da una posizione – l’opposizione – oltremodo scomoda nelle nostre realtà. Le amministrazioni di centrosinistra che da sempre amministrano i comuni della provincia di Siena sono pervasive nella gestione del potere delle comunità locali e chi si schiera in aperta opposizione non ha vita facile. Ma la cattiva politica di questi lunghi anni sta ricadendo con tutta la sua gravità purtroppo, sulle spalle dei cittadini e delle comunità senesi. La proposta politica delle forze alternative deve essere incoraggiata e premiata”.

Nessun commento su Amministrative Torrita, intervento di Forza Italia

Pd Sinalunga: “Superare le primarie e proseguire il percorso verso il 25 maggio”

Il Partito democratico di Sinalunga, per tutelare quanti hanno volontariamente dato il loro contributo per realizzare la massima espressione di democrazia attraverso le primarie e garantire tutti i cittadini di…

Il Partito democratico di Sinalunga, per tutelare quanti hanno volontariamente dato il loro contributo per realizzare la massima espressione di democrazia attraverso le primarie e garantire tutti i cittadini di Sinalunga che hanno votato per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra, sente il dovere di chiarire la situazione creatasi a seguito delle primarie del 9 e 16 marzo.

Da questo confronto è uscito vincitore Riccardo Agnoletti, che sarà il candidato a sindaco di Sinalunga del centrosinistra per le prossime amministrative del 25 maggio. Chi è portatore di una cultura democratica riconosce che questo strumento di partecipazione collettiva, che solo il Pd utilizza per la selezione democratica dei propri candidati, è la massima espressione di coinvolgimento nella vita politica di una comunità e, a Sinalunga, abbiamo raggiunto un risultato inaspettato con una partecipazione altissima. L’attività di uomini e donne che si sono impegnati in modo trasparente per la buona riuscita delle primarie (oltre cinquanta su tutto il Comune) è stata lodevole. Ogni seggio aveva una equa distribuzione dei rappresentanti di lista. In alcuni seggi erano presenti anche garanti provinciali del Pd che hanno contribuito a chiudere le operazione di voto con un verbale condiviso in tutti gli aspetti formali e sostanziali.

La commissione elettorale, riunitasi dopo lo scrutinio, alla presenza dei due candidati Andrea Francini e Riccardo Agnoletti, ha stabilito la regolarità del voto proclamando il vincitore, sebbene abbia riscontrato alcune questioni procedurali che l’hanno impegnata fino a tarda ora. Il verbale redatto è stato pertanto sottoscritto e firmato da tutti i componenti la Commissione e dai due candidati.

“Sono convinto – sottolinea Michele Catoni, segretario dell’Unione comunale del Pd di Sinalunga – che qualche ‘inghippo burocratico’ sia capitato e sia comprensibile, dal momento che le oltre cinquanta persone distribuite negli otto seggi del comune sono tutti volontari e non esperti presidenti istituzionali. Colgo l’occasione per ringraziarli ancora una volta per l’impegno profuso nell’organizzazione delle primarie. Sono fiducioso che tutto si risolverà per il meglio. Adesso però è il momento di continuare il nostro percorso senza indugi con Riccardo Agnoletti verso il 25 maggio, avendo sempre rispetto di tutte le opinioni e nel solco di quello che era il progetto di rinnovamento profondo condiviso da tutti. Sono fermamente convinto, senza retorica, che tutti coloro che si sono avvicinati al Pd nella fase delle primarie siano un’importantissima risorsa per la nostra comunità e mi auguro che contribuiranno ancora al bene del centrosinistra perché sono proprio loro che possono rappresentare il nostro futuro e su cui dobbiamo investire.”

Nessun commento su Pd Sinalunga: “Superare le primarie e proseguire il percorso verso il 25 maggio”

Il Pd di Sinalunga si mobilita per le prossime amministrative

“Pieno di Idee”: è questo il titolo del ciclo di incontri organizzati dal Partito democratico di Sinalunga in vista delle elezioni amministrative del 25 maggio. Sono otto i tavoli tematici…

“Pieno di Idee”: è questo il titolo del ciclo di incontri organizzati dal Partito democratico di Sinalunga in vista delle elezioni amministrative del 25 maggio. Sono otto i tavoli tematici intorno ai quali i democratici e le democratiche sinalunghesi stanno lavorando, già da alcune settimane, per avanzare idee e proposte su tutte le questioni più significative aperte sul territorio.

Tutti coloro che si riconoscono in una visione del futuro “democratica e progressista” possono prendere parti al lavoro dei diversi gruppi. Chi non avesse ancora aderito può farlo inviando un’email all’indirizzo di posta elettronica pdsinalunga@gmail.com indicando a quale degli 8 tavoli tematici è interessato e verrà ricontattato dal coordinatore o dai coordinatori, qualora volesse prendere parte a più gruppi di lavoro. E’ possibile anche contattare direttamente uno dei 6 coordinatori di circolo presenti sul territorio o chiedere informazioni a qualsiasi iscritto Pd.

“Il Pd di Sinalunga – sottolinea il segretario Michele Catoni – si dimostra ancora una volta un partito aperto e popolare in cui ognuno può dare il proprio contributo per costruire una proposta programmatica veramente scelta dai cittadini. Partiamo già da una base forte, il programma del nostro candidato a sindaco Riccardo Agnoletti, che verrà integrato con gli 8 documenti di sintesi scaturiti dai tavoli. Sono sicuro che questo percorso ci consentirà di capire appieno le esigenze dei nostri concittadini, che ci hanno dimostrato una voglia straordinaria di partecipare alla vita politica di Sinalunga. Sono molto soddisfatto che una forza politica come il PSI e il segretario Giacomo Spinelli abbia dimostrato di voler perseguire un obiettivo comune per il bene del centrosinistra e per il bene del Paese. Un impegno trasparente proprio nel momento in cui nascono liste trasversali, che contengono tutto ed il contrario di tutto, solo per accaparrarsi un voto in più”.

Nessun commento su Il Pd di Sinalunga si mobilita per le prossime amministrative

Montepulciano, Giorgio Masina si candida a Sindaco e propone le primarie

Montepulciano, Giorgio Masina si candida a Sindaco e propone le primarie per i candidati di centrodestra “Ieri ho sciolto la riserva e dato la mia disponibilità a candidarmi a Sindaco…

Montepulciano, Giorgio Masina si candida a Sindaco e propone le primarie per i candidati di centrodestra

“Ieri ho sciolto la riserva e dato la mia disponibilità a candidarmi a Sindaco di Montepulciano in alternativa ad Andrea Rossi. Il progetto di tanti amici e di alcuni partiti che si sono impegnati ad appoggiarmi mi ha convinto”.

Questo l’inizio dell’intervento di Giorgio Masina, nel quale annuncia la propria candidatura a sindaco di Montepulciano.

“Voglio fare del Comune una casa di vetro aperta a tutti i cittadini, che ognuno possa sentire sua. Un’amministrazione che oltre a puntare, anche con progetti innovativi, sui tradizionali ed importantissimi settori del vino e turismo, rivolga maggiore attenzione verso l’artigianato e le piccole attività produttive messe in crisi dalla recessione, così come nei confronti dello sviluppo del fondovalle e della difesa di Montepulciano quale capoluogo dei servizi del sud senese.

Troppo poco è stato fatto per difendere i servizi esistenti, a partire dalla sciagurata chiusura del Tribunale – per il quale si dovrà lottare per ottenere almeno la riapertura di una Sezione Distaccata – per proseguire tra gli altri con il progressivo disimpegno delle Poste e la perdita della direzione della Ragioneria a favore di Chiusi. Tutto ciò sta impoverendo il centro storico, sempre più solo museo disabitato, invece bisogna invertire la tendenza e renderlo nuovamente un luogo vivo e popoloso.

Neppure s’è vista la realizzazione del casello autostradale di Montepulciano promesso cinque anni fa dal Sindaco Rossi quale opportunità per lo sviluppo del territorio, soprattutto del fondovalle, anzi al contrario appare oggi più lontano di allora. Motore dello sviluppo della città nei prossimi anni dovrà essere invece lo sviluppo culturale e delle conoscenze, in un’0ttica di sempre maggiore apertura ed integrazione con il resto d’Europa e del mondo.

Queste sono solo alcune idee programmatiche che metto a disposizione sia dei movimenti di cittadini che dei partiti che saranno con me nella costruzione di un’alleanza programmatica e politica che unisca per il cambiamento sia il centro-destra quanto gli scontenti ed i riformisti di tutti gli orientamenti politici. Onestà, credibilità ed esperienza saranno il nostro comune denominatore.

giorgio masinaVisto che nell’area moderata ci sono altri aspiranti candidati a Sindaco propongo di svolgere le primarie per scegliere il candidato e contribuire alla stesura di un programma condiviso e di qualità. Questo sarà un segnale di democrazia diretta e partecipazione molto importante in un comune dove il centrosinistra ha deciso di non fare le primarie e i grillini non sono riusciti a portarle a termine. Le primarie saranno rivolte a tutti gli elettori di Montepulciano che dicono no ad un altro, ennesimo mandato con la solita sinistra padrona del Palazzo Comunale. Per una volta gli elettori del centro-destra potranno finalmente scegliere da chi essere rappresentati. Sono intenzionato a difendere il principio per cui anche a Montepulciano è finito il tempo delle nomine dall’alto che producono candidature e programmi di dubbio valore. Chi dovesse candidarsi senza passare dalle primarie si assumerà tutta intera la responsabilità della divisione dei moderati e riformisti a Montepulciano”.

Chi è Giorgio Masina:
35 anni, avvocato internazionale, consigliere comunale eletto nella lista civica “Insieme per Montepulciano”. Rettore plurivittorioso della Contrada di Talosa, è impegnato nel mondo dell’associazionismo poliziano.

Nessun commento su Montepulciano, Giorgio Masina si candida a Sindaco e propone le primarie

Il PD presenta i candidati alle primarie

46 nomi, 12 donne e 34 uomini pronti a confrontarsi in vista delle prossime elezioni amministrative. Sono questi i numeri delle primarie che si svolgeranno il prossimo 9 marzo, per…

46 nomi, 12 donne e 34 uomini pronti a confrontarsi in vista delle prossime elezioni amministrative. Sono questi i numeri delle primarie che si svolgeranno il prossimo 9 marzo, per scegliere i candidati a sindaco del Partito Democratico e del centrosinistra. Le primarie ad ora si terranno in diciassette comuni: Buonconvento; Monteriggioni; Monteroni d’Arbia; Pienza, San Quirico d’Orcia; Torrita di Siena; Asciano; Castiglione d’Orcia; Chianciano Terme; Colle di Val d’Elsa; Murlo; Poggibonsi; Rapolano Terme; Sinalunga; Sovicille; Abbadia San Salvatore, Casole d’Elsa.

“Il PD e il centrosinistra – afferma Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del PD senese – mettono in campo, per queste primarie, tanti volti e tante nuove energie. Ad essi si affiancheranno molti altri democratici e democratiche che provengono da un’esperienza amministrativa e che potranno continuare ad offrire il proprio contributo. Le primarie, siano esse di partito o di coalizione, serviranno a selezionare coloro che poi correranno per la carica di primo cittadino, ma è evidente che, già da oggi, si aprono ufficialmente in tutti i territori quei percorsi di confronto e di partecipazione che porteranno alla costruzione di programmi da mettere a disposizione di chi governerà il nostro territorio. I nostri candidati sono una squadra rappresentativa e di alto profilo. La loro esperienza arricchirà la campagna elettorale del nostro partito che vuole offrire, insieme alle altre forze politiche di centrosinistra, le linee di indirizzo e gli orizzonti futuri dei nostri territori. In questi mesi non ci siamo occupati solo di dare un indirizzo sui metodi, ma abbiamo sostenuto quell’importante lavoro di elaborazione e proposta che in molte realtà del territorio è già stato avviato”.

Guardare al 2019 con fiducia e con la voglia di innovare: “Il mondo è cambiato negli ultimi cinque anni ed è necessario che la nostra proposta politica si attagli ai nuovi orizzonti che si aprono davanti. Il Pd non fa l’arbitro delle primarie, anzi ha un ruolo cruciale nella selezione dei candidati e nella costruzione dei programmi. Per questo motivo, il regolamento provinciale delle primarie contiene a Siena un elemento innovativo e diverso da altri regolamenti: l’impegno di tutti i candidati a firmare la carta d’intenti del Pd o del centrosinistra. Questa scelta è stata fatta per dare alla politica un ruolo centrale nell’affrontare questa fase. Inoltre, stanno per partire nei prossimi giorni i dieci tavoli di confronto per costruire la piattaforma programmatica provinciale in vista del 2019. Mi dispiace smentire tutti coloro presagivano un Pd che sarebbe arrivato stanco e diviso a questo appuntamento. Viceversa, il Pd ed il centrosinistra sono la vera forza di innovazione e propulsiva di queste amministrative e abbiamo l’intenzione di coinvolgere tutte le energie della società che ogni giorno si battono contro la crisi e che troveranno piena cittadinanza nella nostra proposta di governo”.

“Con questo spirito – continua Guicciardini -, il Pd vuole mettere a disposizione di tutti i nostri territori e di tutti i nostri comuni un contributo importante di idee e proposte per conquistare nuovi livelli di benessere da estendere al maggior numero di cittadini. A differenza di quanto affermato da altre forze politiche o da liste civiche improvvisate a scopi elettorali, la nostra è davvero la politica del fare e delle cose concrete. Mentre nasceranno tante liste e tanti grilli in giro per la Provincia improvvisamente interessati alle sorti delle nostre comunità, guarda caso proprio quando ci sono le amministrative, il Pd è una forza politica che esiste e si occupa delle nostre comunità 365 giorni all’anno ed è una forza incarnata da migliaia di uomini e donne, ragazze e ragazzi che dedicano il proprio tempo volontariamente agli altri. Queste amministrative saranno anche l’occasione per tante persone di scommettere su se stesse, partecipare, contribuire ai programmi e alle selezione dei candidati, magari anche per fare una cosa controcorrente: iscriversi al Pd per cambiare le proprie comunità. Se il Pd di Siena, secondo le ultime rilevazioni del regionale, è la zona in tutta la Toscana nella quale in numeri assoluti e di gran lunga il Pd ha più iscritti, significa che quella spinta di innovazione e cambiamento concreto che abbiamo dato è la scelta giusta. Il Pd è cambiato non solo nelle parole, ma nei fatti in modo incontestabile e incontrovertibile”.

Da lunedì 3 febbraio online il sito www.24si.it, in vista delle primarie del 9 marzo e in occasione delle elezioni amministrative di maggio sarà a disposizione dei cittadini, oltre al sito www.sienapartitodemocratico.it, anche il nuovo portale www.24si.it, che, oltre a tutte le informazioni sul voto, raccoglierà anche i contributi programmatici e seguirà l’attività amministrativa nei diversi comuni.

“Il nuovo sito – afferma Francesco Carnesecchi, responsabile comunicazione del Pd senese – nasce in occasione delle primarie e del voto amministrativo delle prossime settimane, ma guarda a un orizzonte più lontano. Lo stesso “24” si riferisce all’idea del futuro dei nostri territori che vorremo realizzare nei prossimi dieci anni verso il 2024. Lo spirito con il quale abbiamo realizzato questa piattaforma, dunque, è quello di poter seguire, passo dopo passo la fase delle primarie e del voto, per poi fare del sito uno spazio virtuale attraverso il quale poter conoscere l’attività dei nostri amministratori nel territorio. Anche attraverso questo portale, dunque, potremo rimanere aggiornati sullo “stato dei lavori” e sul livello di realizzazione dei progetti presentati nel corso della campagna elettorale”.

Elenco candidati

Nessun commento su Il PD presenta i candidati alle primarie

Type on the field below and hit Enter/Return to search