E’ stato approvato dal Consiglio di Amministrazione di Banca Valdichiana credito cooperativo tosco-umbro e verrà presentato nell’ambito dell’Assemblea dei Soci che si svolgerà il prossimo 4 maggio, il Bilancio d’esercizio relativo all’anno 2013.

“Un anno impegnativo – sottolinea la presidente Mara Moretti – che ha consentito però alla Banca di registrare buoni risultati.”

“Il 2013 – spiega il direttore generale Fulvio Benicchi, – si è confermato come l’anno più difficile da quando è iniziata la crisi, con un tasso di disoccupazione al 13%, che per i giovani ha superato il 41% e la crisi dei consumi. Se a questo si aggiungono i 160 miliardi di euro di sofferenze sfiorate a gennaio 2014 dal sistema del credito si ha il quadro di una situazione drammatica che pesa su aziende e famiglie.” In un simile scenario anche la Val di Chiana senese e aretina e il Trasimeno, ovvero l’area di competenza della Banca, ha registrato difficoltà accentuate. “Solo nel 2013 – prosegue il direttore generale, – sono stati rinegoziate dalla nostra BCC, 300 pratiche di finanziamento per una somma di circa 40 milioni di euro, ma in totale, dal 2009 ad oggi, sono state 900 le ristrutturazioni per un totale di circa 100 milioni di euro.”

Banca Valdichiana, nonostante tutto questo, chiude il Bilancio al 31.12.2013 con dati positivi. In particolare la Raccolta totale è aumentata del +3,6% e la Raccolta diretta ha fatto registrare un +6,89%, “un dato molto significativo perché – sottolinea Benicchi, – oltre a testimoniare l’apprezzamento e la fiducia di soci e clienti nei nostri prodotti, garantisce alla Banca la possibilità di gestire l’intermediazione creditizia in maniera puntuale.” Anche gli Impieghi hanno segno positivo e registrano un +0,6%, “una crescita minima – spiega il direttore – ma importante a fronte di un dato nazionale del -6%. Se consideriamo inoltre il credito rientrato, la somma erogata da Banca Valdichiana risulta pari a 26 milioni di euro circa, una cifra importante che rappresenta una buona risposta alla richiesta di finanziamenti di soci e clienti e testimonia una grande attenzione al territorio da parte della nostra BCC. Da non dimenticare inoltre i plafond varati nell’arco dello scorso anno a sostegno dei consumi delle famiglie, degli investimenti delle aziende, per facilitare l’acquisto della prima casa e anche per fronteggiare eventi eccezionali come l’alluvione di Monte San savino.”

Banca Valdichiana chiude l’anno 2013 con un Utile d’esercizio positivo pari a 2 milioni e 6 mila euro, superiore a quello registrato lo scorso anno.

“Un dato importante – conclude Fulvio Benicchi – perché in particolare il buon andamento di alcune componenti della parte straordinaria della finanza ha consentito ottimi accantonamenti al fondo rischi per le coperture del rischio di credito e inoltre, il buon risultato ha permesso di migliorare il Patrimonio della Banca, mantenendo coefficienti di solvibilità superiori al 14% come richiesto da Banca d’Italia e soprattutto in grado di consentirci di affrontare con serenità e fiducia l’appuntamento con Basilea 3.”

Il 2013 è stato un anno significativo e per la Banca che conta 16 filiali nelle province di Siena, Arezzo e Perugia anche perché sono state realizzate iniziative importanti a sostegno dell’economia locale, dei giovani e delle famiglie. Tra i progetti di Banca Valdichiana, da ricordare: l’avvio del “progetto 3A” – agroalimentare agricoltura ambiente, il rafforzamento della Mutua “Amici per sempre” con l’obiettivo, in particolare, di integrare il sistema sanitario nazionale con sconti e rimborsi e l’avvio del progetto “Noi giovani” che ha l’obiettivo di dare voce e concretezza alle iniziative dei Soci più giovani della Banca.

Il Bilancio 2013 verrà presentato nell’ambito dell’annuale Assemblea dei Soci che si svolgerà quest’anno a Sarteano.

“E’ la prima volta – spiega la presidente Mara Moretti – che l’assemblea si svolge al di fuori del territorio di Chiusi dove oltre cento anni fa è stata fondata. La scelta è stata fatta per festeggiare due importanti ricorrenze, ovvero gli oltre 40 anni dall’apertura della filiale di Sarteano, che è stata la prima inaugurata al di fuori di Chiusi e i 10 anni dalla realizzazione del Palazzetto dello sport della cittadina. Due motivi importanti da festeggiare con un’intera giornata di iniziative realizzate insieme con la comunità di Sarteano”.

Print Friendly, PDF & Email